Un grazie al culo di mia moglie Giada | Racconto bisex di FixHard

Salve amici, oggi voglio raccontarvi come ho scoperto la mia bisessualità.
Intanto mi presento sono Luca e sono sposato con Giada da quasi 6 anni, ho 32 anni io e 30 lei.
Il nostro è stato un matrimonio felice fino a 8 mesi fa, quando per ragioni lavorative con lo scopo di far carriera presso l’azienda per cui lavoro ho iniziato a trascurare mia moglie e a dedicarmi sempre di più al lavoro.
Lei è sempre stata una donna schietta e quando qualcosa sin da fidanzati non le andava a genio non ne faceva mistero, spiattellandomi in faccia tutto ciò che non le stava bene.
Infatti una sera a letto in cerca di tenerezza e magari anche di un rapporto sessuale, mi disse che se non avessi posto rimedio ai miei doveri coniugali mi avrebbe presto tradito.
Li per li pensai che lo dicesse perchè arrabbiata e delusa dal mio ripetuto: “cara son troppo stanco”
non immaginavo minimamente che potesse farlo realmente, quindi presi la cosa alla leggera e per tenerla buona le feci qualche coccola.
Lei si calmò leggermente e mi disse: tieni a mente cosa ti ho detto, uomo avvisato mezzo salvato!
Ok Giada ho recepito il messaggio dissi io.
Son sempre stato un ragazzo piacente, sono alto 1,75 corporatura normale con belle gambe spesse grazie al calcetto a cui gioco ancor oggi e che mi assorbe una sera a settimana, stancandomi ulteriormente, sono discretamente peloso e ho un bel cazzo da 20 cm e un culetto alto e sodo. Non ho mai avuto problemi con le ragazze anzi…..
Anche la mia signora non è niente male … è alta 1,73 longilinea, cosce da infarto e un seno proporzionato al fisico, un viso sensuale, occhi verdi, capelli rossi (tinti) che a me hanno sempre fatto impazzire, insomma una bella figliuola.
Un lunedì mattino verso le undici , mentre ero al lavoro ho iniziato a sentirmi poco bene, dovetti andare di corsa ai servizi perchè crampi allo stomaco e nausea non mi davano pace.
Visto che la situazione non migliorava ma anzi peggiorava decisi di tornare a casa, tanto in quelle condizioni non riuscivo a concludere nulla al lavoro.
Mandai un sms a Giada dicendole che stavo rincasando perchè mi sentivo poco bene, ma non ebbi alcuna risposta provai a chiamarla ma il cellulare risultava spento.
Abito a 20 minuti dal lavoro in una casetta su 2 piani dove nella parte superiore ci sono le camere da letto e un bagno e al piano inferiore cucina, salone e altro servizio.
Entrato in casa e non trovandola la porta chiusa a chiave deduco che mia moglie ci sia, ma preso da un altro attacco allo stomaco corro dritto dritto al bagno che c’è li appena entrati.
Dopo un cinque minuti esco e salgo le scale che portano al piano superiore dove ci sono le camere da letto, facendo il più piano possibile in quanto la sento parlare. Arrivo dietro la porta della camera da letto che leggermente socchiusa mi permetteva di poter vedere il letto e noto la gamba di un uomo.
Mi sposto per vedere ancor meglio, ed effettivamente vedo un bel ragazzo sui 25 anni in intimità con mia moglie!
Rimango atterrito, inizio a sudare freddo e nuovi dolori addominali mi colpiscono, ma troppo curioso di capire chi fosse rimango ad osservare stringendo i denti.
Sento poi Giada dire: si si dai oggi mettimelo nel culo , lo voglio tutto dentro il tuo cazzone, voglio farmi allargare per bene, voglio farti godere con il culo.
Effettivamente era in procinto di ficcarle nel culo un pisellone ben più grosso del mio, e sta cosa mi fece ribollire il sangue perchè la mia signora a me il culo non ha mai voluto darmelo….
Ogni volta si rifiutava categoricamente di farsi scopare analmente e adesso un perfetto estraneo era li a sfondarla e lei a godere come una troia.
Messa a pecorina sul letto , sul nostro letto con in culo un cazzone da almeno 22 cm che la stava sverginando analmente…..
ma quanto cazzo godeva, era fuori di se, mai visto mia moglie così appagata sessualmente, neanche quando da appena sposati me la scopavo quasi tutti i giorni.
Eppure quel rapporto anale la stava appagando come non mai, il tipo ci sapeva evidentemente fare, tra l’altro davvero un bel giovane, la troia aveva scelto davvero bene: alto sul metro e ottanta carnagione scura, palestrato ma non eccessivamente, peloso sul petto e sulle gambe un viso da bastardello intrigante e un cazzo da porno star!
Anche se stavo male sia per cio’ che avevo e che vedevo decisi ancora di rimanere a guardare, anche perchè poco dopo il mio cazzo iniziò ad indurirsi.
Lei era ancora messa a pecora, aveva il culo così largo che appena il cazzone usciva il buco le rimaneva completamente spalancato. Gridava dal piacere, lo supplicava di continuare, di farglielo sentire fino in fondo, che ne aveva bisogno perchè suo marito non se la scopava da 2 mesi!
A quel punto mi rendetti veramente conto che quello che stava succedendo era in gran parte colpa mia.
Osservai bene l’amante di mia moglie, come si muoveva, cosa le diceva per farla godere così tanto , quando ad un certo punto le disse: Giada sto godendo tantissimo con il tuo culo, sei così brava a prenderti i miei 23 cm (avevo sbagliato di 1 cm) tutti senza problemi che voglio premiarti facendoti bere tutta la sborra che tra poco il mio cazzone erutterà.
Giada: si bel maschione, riempimi la bocca del tuo seme che ho una gran sete….
E così dopo averla spaccata ancora un po tolse il cazzo dal quel culo ormai spanato, le mise ad altezza viso il suo pisellone scaricandole una copiosa sborrata in bocca e sulle tette.
Io ero tra l’incazzato e l’andante eccitato, anche questa pratica a me non la permetteva quasi mai…..
Dopo che si leccò le labbra e gli ripulì il cazzo mettendoselo più e più volte in bocca, lui si chinò sul suo seno raccogliendo la sborra che vi era colata con la sua lingua per poi ficcargliela in bocca e dicendole: era rimasta ancora questa …..
Scesi le scale con il massimo silenzio e uscii di casa aspettando che il bel giovane togliesse le tende da casa mia.
Rientrai dopo 15 minuti scarsi.
Trovai il letto rifatto e mia moglie sotto la doccia come se nulla fosse, e le raccontai del perchè ero a casa cercando anche io di far finta di nulla anche se avevo il sangue al cervello, controllai il suo cellulare che era sul comodino e vidi che era spento a causa della batteria scarica.
Mi misi poi a letto in quel letto per cercare di riprendermi un po, ma le scene di sesso che avevo visto non mi davano pace, pensavo come potesse mia moglie godere così tanto con il culo e bersi tutta quella sborra.
Poco più tardi Giada venne a portarmi un po di acqua bollita con dell’ alloro e limone per dar sollievo al mio stomaco, bevuta la la tisana riuscii ad appisolarmi per una mezz’oretta e in serata finalmente stavo almeno di stomaco decisamente meglio.
Nel ripensare a quelle scene però il cazzo mi veniva sempre duro, la vedevo scopata di culo con la sua bocca piena di sborra che ingoiava senza problemi, pensando che in fin dei conti il cazzo in culo non era vero che le faceva male e la sborra non avesse poi un cattivo sapore.
Per giorni pensavo sempre solo a quello, quando una sera andando al calcetto, finito di giocare volli confidarmi con il mio migliore amico e compagno di squadra.
Teo era un ragazzo di 28 anni , belloccio e sciupafemmine, almeno questo era quello che raccontava lui, gli dissi dell’accaduto e per tutta risposta ebbi: Luca! proprio stasera uscito da qui vado a scoparmi la mia nuova ragazza e mi ha già detto che vorrà fare sesso anale, alcune donne e anche alcuni uomini godono davvero molto con il cazzo nel culo.
Visto che sei il mio migliore amico voglio farti una confidenza ma che resti tra noi….
mesi fa la mia ex anche lei amante del cazzo in culo volle farmi sentire cosa si prova ad averlo dentro, infilandomi un fallo di gomma, da subito provai solo dolore e bruciore , ma dopo che il mio ano si abituò a quell’intruso il piacere non tardò ad arrivare. Sai è un piacere diverso che con il solo cazzo non puoi avvertire ma per farlo devi essere mentalmente predisposto altrimenti fa solo un male cane.
Io rimasi incredulo a ciò che mi stava raccontando e allo stesso tempo eccitato nel pensarlo con il culo per aria con dentro un dildo.
Fino a quel momento non mi era mai balenato per la mente di immaginare un uomo con un cazzo su per il culo e la cosa mi stava piacendo.
Aggiunse ancora Teo: il motivo che con te non lo voglia fare può essere dato dal fatto che lei lo reputa una cosa molto sporca e molto porca e ai tuoi occhi anche se tua moglie lei non vuole apparire una maiala….
mi intendi?
SI si Teo ora ho le idee un po più chiare.
Grazie 1000 amico.
Passarono tre giorni e arrivò domenica mattina, era una bellissima giornata di sole e chiesi a Giada se avesse voglia di andare in piscina a rilassarci un po.
Lei accettò volentieri, ci preparammo e poco più tardi ci avviammo.
Arrivati ci sistemammo su delle sdraio, faceva davvero caldo al sole così decisi di andare a prendere delle bottigliette d’acqua al bar, e sorpresa delle sorprese mi trovo l’amante di mia moglie li in attesa di essere servito.
Indossava un costume bianco a slip che metteva in mostra il suo notevole pacco, era impossibile non notarlo….
Davvero un gran bel ragazzo, lui sapeva benissimo chi fossi e quando mi vide rimase per un attimo interdetto.
Mi scrutò dalla testa ai piedi, osservandomi con la coda dell’occhio finché non tornai da mia moglie.
Poco più tardi ci passò davanti facendo finta di nulla, Giada ebbe un sussulto ma si calmò immediatamente andandosi a tuffare in acqua.
Prima di andarcene mi avviai sotto le docce per togliermi di dosso il cloro e neanche farlo apposta poco dopo arrivò anche lui. Si mise affianco a me togliendosi il costume (cosa tra l’altro vietata) e dette sfoggio delle sue misure davanti ai miei occhi, gli osservai bene il cazzo, era davvero grosso e ben fatto, feci lo stesso io visto che comunque son superiore alla media,
ma girandomi di schiena per non guardare fisso il suo cazzo che mi incuriosiva non poco.
Rientrammo finalmente a casa dove messomi sul divano davanti alla tv pensavo e ripensavo a quel cazzo che era entrato dentro il culo di mia moglie facendola impazzire di piacere e lavandole il viso con copiosi schizzi di calda sborra.
Arrivò il lunedì mattina e feci finta di andare al lavoro, pensando che i due amanti si sarebbero rivisti e così fu!
Alle 11 in punto si presentò a casa mia dove Giada era già pronta a riceverlo con l’intenzione di farsi sfondare nuovamente il culo.
Pochi minuti dopo con il max silenzio entrai in casa e quatto quatto salii le scale , dove vidi da dietro alla porta nuovamente mia moglie che si stava facendo leccare il culo per poi farselo fottere al meglio da quel pezzo di manzo stra cazzuto.
Non lo nascondo ero eccitato, mi piaceva vederli all’opera, dopo un po di slinguate sul buco vogliosetto di mia moglie, il suo cazzo alla massima erezione era pronto a sfondarle nuovamente il culo.
La sua cappella rossa e grossa si posizionò sul suo sfintere e dopo esserselo lubrificato a dovere vinse la resistenza del suo ano scivolandole tutto dentro fino ai coglioni.
Incredibile non credevo ai miei occhi si era preso quel bestione senza neanche un ahiii, anzi le sue parole furono:
Come godo quando si fa strada dentro di me…… ti prego toglilo e rificcamelo dentro con più brutalità.
Ti accontento subito troietta mia,thoooo prendilo tutto, lo senti come si fa strada dentro il tuo culo?
Giada: fottimi così così , bravo scopami il culo, mi fai godere, mi piace troppo, ancora ancora non fermarti Enzo.
Finalmente sapevo il suo nome!
Enzo la stava distruggendo, era infoiatissimo e lei cominciava ad avere qualche dolorino tanto era diventato brutale, così gli chiese di togliere per qualche minuto il cazzo dal suo culo per potersi riprendere e nel mentre succhiarselo un po!
A quel punto sentii Enzo dire: se ora avessi qui affianco quel cornuto di tuo marito mi scoperei anche il suo di culo!
Ieri in piscina sotto le docce ho visto che ha davvero un gran bel culetto, me lo fotterei volentieri…..
Vi sfonderei a turno! e scoppiò a ridere…..
Io iniziai a tremare per l’eccitazione, mi immaginavo di essere li a pecorina a farmi penetrare da quel maschione voglioso e realizzai che se aveva detto una cosa del genere era sicuramente bisessuale.
Mia moglie riprendendo fiato gli rispose: si lo devo ammettere mio marito ha un bel culetto e potrebbe anche essere eccitante vederlo con il tuo cazzone tutto dentro, ma non succederà mai…..
non si scopa neanche più me figuriamoci se si fa fottere lui!
Enzo si sdraiò sul letto supino e Giada si andò a sedere su di lui facendosi nuovamente inculare, mia moglie era una gran vacca, iniziò a montarlo con un ritmo strepitoso tanto che lui dovette fermarla altrimenti le avrebbe inondato il culo.
Lei scherzosamente gli disse: sono io che ti faccio godere o è il pensiero di fotterti il culo di mio marito che ti ha eccitato?
Troietta mia rispose Enzo: sei tu che mi fai godere hai un culo capiente e voglioso ma te lo ripeto ” se avessi qui tuo marito me lo fotterei” è un bell’uomo e lo sai che son bisex.
Cero certo ma ora concentrati su di me e fammi godere ancora, ho voglia di sentire i tuoi coglioni che mi sbattono sulle chiappe!
Io ero stralunato, non credevo alle mie orecchie! quel pezzo di ragazzone ha il desiderio di fottermi il culo e dice che sono un bell’uomo, dal mio cazzo iniziarono ad uscire umori in quantità abbondanti tanto da bagnarmi tantissimo gli slip.
Enzo chiese a Giada di mettersi nuovamente a 90 e così dopo che l’ebbe cavalcata per altri 7 minuti buoni sentii che le diceva: vengooooooo nel tuo culo, ti sto inondando…… e una copiosissima sborrata venne scaricata nel culo di mia moglie.
A quel punto me ne andai di corsa per non essere visto.
Mi rifugiai in garage, avevo gli ormoni a 1000 e per la prima volta mi venne voglia succhiare un cazzo, di sapere che gusto avesse e così abbassatomi i pantaloni e gli slip ormai impregnati dei miei umori, con un dito raccolsi ancora quelli che fuoriuscivano dalla mia cappella e me li portai alla bocca.
Il sapore era gradevole, immaginai che un cazzo intriso di quel sapore non era niente male…..
Iniziai poi sempre con il dito impregnato di saliva e umori a solleticarmi il buco del culo per vedere che sensazione provassi e anche li la cosa risultò piacevole.
Il dito piano piano scivolò tutto dentro, dandomi un po di fastidio , poi ne infilai due provando piacere, mi vennero in mente le parole di Teo: per provare piacere devi essere mentalmente predisposto!
ed era effettivamente così…
Enzo era riuscito a predispormi!
incredibile pensai…..
Sfondava il culo di mia moglie e riusciva anche a desiderare il mio… è proprio un toro quel ragazzo!
Per concludere il tutto mi sparai una sega pensando di essere sodomizzato e bastarono pochi movimenti per farmi schizzare come quando avevo 18 anni.
Raccolsi la mia sborra in una mano e poi decisi di assaggiarla…..
anche sta volta il sapore non era niente male!
Fatte queste scoperte i giorni successivi mi dedicai a far entrare nel mio culo cose sempre più grandi, partendo da carote a cetrioli e zucchine, il mio culo risultò capiente e voglioso.
La sensazione che provai ficcandomi dentro una enorme zucchina ovviamente per bene lubrificata e con il preservativo fu fantastica godetti davvero molto, ma la voglia di provare con un cazzo vero aumentava sempre di più! giorno dopo giorno dopo giorno…..
Arrivò domenica e mia moglie dovette partire di fretta e furia a causa di un malore che aveva colpito il padre,
ma nell’andar via dimenticò il cellulare a casa, ma accortasene che era già in stazione non potè tornare indietro.Ovviamente aveva già cancellato ogni chat,e quindi era serena,ma io furbamente ero riuscito a leggere qualcuno dei messaggi indirizzati ad Enzo e a segnarmi il numero di telefono ed avevo appreso quale fosse il suo stile….
Così domenica sera mandai un messaggio ad Enzo con il telefono di mia moglie
scrivendogli: Domani mattina ho voglia di darti nuovamente il culo, ti aspetto come sempre alle 11
Enzo abboccò e l’indomani alle 11 si presentò.
Trovò la porta di casa socchiusa come sempre, salì le scale entrò in camera e sorpresa delle sorprese trovò me nudo sul letto messo alla pecorina!
Rimase di ghiaccio, non proferì parola, ma il suo sguardo era fisso al mio culo pelosetto.
Beh gli dissi io: mi era parso di capire che ti sarebbe piaciuto fottermi il culo, son qui fammi ciò che vuoi….
Enzo mi guardò dicendomi: non è uno scherzo vero? posso realmente scoparmi il tuo bel culetto?
Ed io: non è che puoi, devi!!!
Si spogliò immediatamente senza nemmeno domandare dove fosse Giada, si fiondò su di me e caddi a pancia in giù sul letto e iniziò a leccarmi le orecchie e il collo facendomi venire la pelle d’oca e provando una piacevolissima sensazione per poi scendere lungo la schiena fino ad arrivare al culo, per poi affondare la sua faccia nella mie chiappe!
Mi leccò il culo come non avevo visto fare neanche su mia moglie, era bravissimo , quella lingua calda e abile mi stava regalando emozioni mai provate, avevo il cuore che mi batteva a 1000 e il cazzo durissimo.
Per la prima volta stavo facendo sesso con un uomo, lo stesso uomo che ogni lunedì mattina si fotteva il culo di mia moglie!
Mi leccò tanto il culo finchè non sentì che era bello rilassato, poi prese un bel po di lubrificante e cosparse sia il mio ano che il suo enorme cazzo, per poi poggiarmi delicatamente la sua maestosa cappella sul mio buchetto.
Gli dissi: Enzo fai pianissimo per favore, ho voglia di sentirti dentro ma è la prima volta in assoluto che mi faccio scopare il culo, quindi si comprensivo ok ?
Enzo: stai sereno Luca , farò pianissimo perchè non voglio spargimenti di sangue e poi voglio che tu goda come o più di tua moglie con il mio cazzone su per il culo!
Iniziò a spingermi quella cappellona sull’ano dove piano piano vinse la resistenza e riuscì ad entrare tutto dentro dando da subito un bruciore terribile quasi da dire basta ti supplico.
Ma pochi minuti dopo il bruciore svanì lasciando il posto ad una goduria incredibile che non avevo mai provato.
Il suo ritmo piano piano aumentava ed io provavo sempre più piacere, inoltre accompagnò l’inculata con frasi del tipo:
non mi sbagliavo, hai un culo che è davvero favoloso, bello stretto e mi stai regalando un piacere immenso,
lo senti quanto è duro? lo senti come di sto sfondando? dimmi che ti piace Luca dimmelo!
Io: cazzo se lo sento…. mi stai spaccando alla grande e sto godendo tantissimo, mi piace farmi fottere da un bel maschione come te, ora capisco mia moglie…… sei fantastico!! ci sai davvero fare.
Poi volle mettermi supino e alzarmi le gambe e scoparmi guardandomi in viso, a volte sentivo dolore e questo lo eccitava.
Luca ti fa male vero? e lo sai perchè? perchè hai nel culo un cazzo di 23 cm alla massima erezione, vedrai che con l’andare del tempo proverai solo più piacere.
Si abbassò su me iniziandomi a baciare, era bello baciare un altro uomo, mi sentivo un gran porco!
Ero fottuto in culo e baciavo un uomo, poi mi disse ancora: sei un bell’uomo , mi piaci forse anche più di Giada, voglio farti godere tanto, voglio che tu mi richieda di riscoparti fra una settimana, voglio inondarti il culo con litri di sborra.
Io ero stra eccitato e poco dopo sentii un calore inteso dentro il culo, mi aveva scaricato i suoi coglioni strapieni nel retto, il suo seme iniziò a fuoriuscire dal mio ano dopo che estrasse il suo pisellone e me lo portò alla bocca dicendomi:
assaggia come è il gusto di un vero cazzo impregnato di sborra, assaggia Luca e leccati i baffi.
Presi quel cazzone gocciolante e me lo portai alla bocca assaporandone il gusto, che si rivelò delizioso, glielo ripulii a dovere strizzandoglielo anche, mentre lo avevo ancora tra le labbra lui iniziò a segarmi e pochi istanti dopo schizzai litri di sborra sulla sua mano, che prontamente si portò alla bocca ripulendola.
Ne raccolse poi ancora dal mio ventre facendosela questa volta ripulire da me!
Quella scopata si rivelò la prima di tante altre, lui continuò ancora a soddisfare mia moglie analmente, mentre in figa ripresi io e un giorno chissà magari ci avrà insieme…..

trans superdotatisesso con due amicheil culo della ziazoofilfidanzata in calorevera troiainculate spaventosescat significatostorie erottrans sadomasopolpo in galeraresort paradossoclisteri sessola nipote del pretesesso orgeincesto madre figlipapa che scopano con le figlieracconti amatoriali sessoraccontoeroticiculi violatiracconti eroriciracconti-eroticiil cornuto di mio maritosorella scopataracconti porno casalinghesculacciata a sedere nudosesso orale in discotecaprima nel culoracconti prima esperienza gaypompino miglioreracconti di suoceremoglie violentatami masturbastorie erotiche illustratestorie di sesso oraleracconti gay sadomasoprima volta al privestorie di corna vissuteprima volta analesverginata di culogara pompinomia moglie non vuole più fare l'amore con mestorie pompinoracconti shotaracconti erotico gayimmagini incestotrimone pugliesemio marito si fa le seghevoglio fare sesso con mia ziacornuto raccontiguardate mia mogliefotto mia sorellaun bel culettotradimenti ripresisesso con suocera raccontimi scopo mia sorellaracconti di mariti guardonivoglio fare un pompinomoglie troia marito cuckoldbigliettini eroticiraconto eroticosesso madrela dottoressa me lo ha preso in manoracc pornoorge con mogliestraponracconti eroticiùdammi il tuo culodammelo nel culoraccontitranstrans con amicaraccondi eroticivecchia chiave arrugginita wow