Scopata in giardino | Racconto trio di Laura Panerai

Mi sveglio con il rumore di un furgone che entra in giardino, e d’alcune voci di persone che parlano, mi alzo da letto indosso una vestaglianera trasparente, mi affaccio alla finestra e vedo gli operai che sono venuti a riparare il pavimento in giardino. Che palle proprio oggi che avevo voglia di continuare a dormire, purtroppo i miei sono dei veri bigotti, proprio non li reggo vogliono a tutti i costi costruire un muro con i vicini per la privacy. Mi sento chiusa in un monastero chiavi e cancelli dappertutto. Mio padre mi vede e mi fa cenno di scendere. Vado giù a fare colazione, mentre arrivo nel salone, c’è la governante che serve la colazione, mio padre mi chiama nuovamente e vado e lo raggiungo in giardino. Con aria scazzata come sempre vado in giardino ci sono i miei genitori che parlano con un muratore anziano, mi presentano il muratore con mille cerimonie che palle non lì sopporto più. Però mi accorgo che a scaricare il furgone c’è Un bel giovane muscoloso con una salopette bianca tishirt bianca e con un bel sorriso. Lo guardo e lo saluto sorridendo. Finalmente un vero uomo in casa, non ne posso più degli amici di mia madre del club di bridge tutti vecchi stantii, puzzolenti di fumo.Guardandolo penso tra me e me cavolo che bel ragazzo Rientro in casa tutta contenta della visione dico tra me e me cavolo che bel ragazzo, toccandomi mi accorgo che mi ha fatto bagnare anche un po’ la fica. Salgo su in camera, mi spoglio ed inizio a provare i costumi, prendo un bikini di color bianco, lo infilo mi guardo allo specchio, dal costume spuntano i capezzoli e poi proprio bello il filo nel culo. Guardo il ragazzo dalla finestra suda mentre suda e sposta delle cose, osservo quei muscoli che si muovono e immagino quelle mani sul mio culo, sulle mie tette sono grosse e ruvide. Mi arrapo semper di più, mi infilo un dito in figa, inizio a masturbarmi, pensando a lui ed al suo cazzo, sento che mi sta già scendendo dalla fica un po di liquido. Apro le cosce, stimolo velocemente il clitoride penso al suo grosso e duro cazzo. Poi mi avvicino al comodino e tiro fuori il mio giocattolo preferito, mi infilo per un attimo il vibratore, lo spompino come fosse il suo pene, con due dita tengo aperta la figa e con l’atra mano me lo infilo bene bene. Intanto lo continuo a guardare dalla finestra con la bocca quasi bacio la finestra dal piacere che provo. In giardino è arrivato un altro ragazzo, decido di scendere e di andarmeli a scopare tutti e due. Tolgo il costume bianco fradicio ed indosso un completino nero scollatissimo quasi le tette escono fuori, con un tanga da paura,infilo dei tacchi e mi copro con un pareo il culo, prendo la crema solare il mio mp3, l’asciugamano e vado giù Scendo giù in giardino, vedo i muratori che subito mi notano, mi avvicino alla sdraio, sistemo l’asciugamano , mi tolgo il pareo mi metto a pecora per sistemare l’asciugamano, mostrando il mio bel culo sodo con il filo infilato dentro. So di essere guardata. Mi sdraio sistemo il top strettissimo, quasi le tette mi scoppiano apro la crema ed inizio a spalmarmi tutta, mi accorgo che mi guardano, li arrapo mi sento una rizzacazzi in calore. Maliziosamente inizio muovere la lingua, gli faccio capire di avvicinarsi. I due muratori si avvicinano lentamente al mio richiamo di troia scosto il costume gli faccio vedere la fica bagnata che li richiama. Sono due bei maschioni dotati me li farei proprio allistante… gli chiedo di aiutarmi a spalmarmi al crema. Iniziano a massaggiarmi mentre io sto distesa sul lettino gli tocco i cazzoni duri mentre mi slacciano il costume e mi liberano le tettone dal costume. Apro la lampo di uno dei due ragazzi gli tiro fuori il cazzo ben duro, linizio a spompinarlo ben bene, gli strizzo le palle fra le mani. Mentre l’altro ragazzo mi allarga le cosce ed inizia a toccarmi. Anche lui vuole assaggiare la mia bocca sul suo cazzo me li ritrovo in bocca entrambi. E così faccio ho la bocca piena, sputo sulle due cappelle e li spompo. Dopo di che decido che voglio godere anchio mi faccio leccare la fica da uno dei due mentre spompino laltro, me lapre bene bene e sento che mi sputa in fica ed infila la sua lingua calda dentro, sento che mi fa gonfiare la fica in un modo pazzesco sono bagnatissima. Finalmente la vera lingua di un porco.mi fa impazzire di piacere, non riesco nemmeno a spompinare laltro cazzo. Mentre laltro continua a ruotarmi la lingua nella fica fradicia. Mi facccio togliere la lingua bollente voglio un bel cazzone in fica ed uno in culo mi giro,ci sistemiamo uno si sdraia sotto di me e laltro sopra gli faccio cenno di ficcarci i loro cazzoni nodosi belli potenti pronto a spaccarmi la fica e di non risparmiare minimamente il mio culo arrapato. Come una maiala mi faccio spaccare tutti e due i buchi davanti e dietro, urlo di piacere e loro ancora che mi sfondano senza pietà, uno mi tappa la bocca ma io continuo ad urlare. Sento che dentro di me i cazzoni si toccano uno dalla fica e laltro dal culo e loro che insistono dai dai troia dai così così beccati sti cazzi.. Troia, sbavo di piacere. Sono la loro cavalla, mi domano tutta, mi montano, imbizzarrita ed i due muratori mi cavalcano maledetti destrieri. Mi frustano anche il culo, me lo arrossano di godimento, con i movimenti del mio culo decido di farli sborrare insieme. Entrambi urlano di piacere. Mi sborrano insieme nei buchi,. Sento gli skizzi in contemporanea riempirmi i buchi. Non ce la faccio più godo di brutto, sto venendo. Ho un orgasmo incredibile mi vibra tutto il corpo, mi uccidono di piacere. Esausta vengo godo ed urlo di piacere… Mi rotolo. poi mi avvicino ai cazzi avida come sempre e lecco i due cazzi per pulirli. Intanto i miei genitori stanno per rientrare, ci risistemiamo tutti e tre i muratori tornano a lavoro io mi rimetto il costumino e riprendo a leggere. I miei sono tornati, vengono in giardino,si avvicinano e mi portano come regalo un nuovo libro, che palle. Poi sorridenti mio padre mi dice che brava figliola sei una vera studentessa modello, e poi rivolgendosi a mia madre abbiamo cresciuto una suora… E che suora risponde mia madre….

La casa di Mistress G (pt1) | Racconto bondage di Signor F

Mistress G è praticamente la mistress perfetta, giovane ma dallaria austera e matura, sensualmente sadica e feticista. Capelli bruni e lunghi raccolti in coda di cavallo, seno piccolo ma sodo e labbra sottili. Fisico asciutto e tonico, con braccia forti e addominali evidenti. Le gambe lunghe con polpacci e quadricipiti quasi sempre flessi e sempre tonici, terminano in piedi meravigliosi sempre in tacchi alti neri Louboutin e unghie smaltate sempre in nero (come anche quelle delle mani). Misura del piede,39!

Mia moglie si fa scopare davanti a me | Racconto tradimenti di Cuckold felice

Ciao quello che sto per raccontare è una storia vera, sono un uomo di 50 circa è sposato da 25, abbiamo 2 figli. Da circa 10 anni a mia moglie piace andare con altri uomini, la cosa devo dire che mi piace, ma non là mai fatto con me presente, ogni volta che li portava a casa io uscivo e quando finiva mi telefonava e io rientravo a casa. Un sabato sera però dopo finito di lavorare, come ogni sabato andavo a farmi un giro per rilassarmi , dico a lei se andava a casa e di risposta mi disse di di, e che i figli andavano a dormire dai nonni. Quel sabato finito il mio giro torno a casa, entrando vedo mia moglie con un uomo seduta sul divano e guardavano la tv,lei fa le presentazioni, poi mi chiede ma ti devi fare la doccia? E io gli dico di sì. Finito di lavarmi passo per la sala e lei avevo il cazzo di questo in bocca, si ferma e mi dice perché non ti siedi sull’altro divano? Io mi metto seduto, e lei riprende la pratica del succhiare, dopo qualche minuto lui inizia a spogliarla aveva un perizoma nero coordinato con il reggiseno e le autoreggenti, lui gli sposta il perizoma e inizia a leccare la sua figa, dire che mi era diventato duro era poco, lei si alza e mi da un bacio e mi dice ti amo, poi si mette sopra di lui e si fa infilare il cazzo nella sua figa, vedevo il piacere mentre lo infilava , sarà stato perché lo aveva molto largo , lei inizia a muoversi sue e giù,ogni tanto si girava verso di me , il suo volto era pieno di lussuria, dopo qualche minuto si alza e si mette pecora e lui lo infila nel culo , credo che inizialmente gli abbia fatto male , ma successivamente si muoveva con passione, lo voleva tutto dentro, io ero sempre più eccitato, dopo un po’ lei si gira nuovamente verso di me mi da un’altro bacio e mi dice se vuoi farti una sega puoi fartela, poi lei si sdraia e lui gli si mette sopra e inizia nuovamente a scoparla nella figa, allora tirò fuori il mio cazzo e iniziò a toccarmi, e intanto lei godeva, ad un certo punto lei si alza prende un asciugamano e ci si sdraia sopra, la cosa in quel momento non l’avevo capita, lui inizia nuovamente a scoparla, sarà stato 10 minuti a sbatterla con violenza vedevo la goduria nel viso di mia moglie, dopo un po’ di gemiti è un urlo di lei, lui gli riempie la figa di sborra, lui si alza e si va a lavare in bagno, mentre lei è sempre distesa e appagata mi guarda si alza poco e inizia a colare la sborra dalla sua figa sulla sciupammo che aveva messo, così ho capito a cosa serviva, le mi fa segno di avvicinarmi e mi dice , se mi era piaciuto, e io gli dico di sì, poi mi dice ora capisci perché mi piace scopare con gli altri? E io gli dico di no, e le mi dice hai visto il suo cazzo come è, e quanto dura. Forse io non gli bastavo, e mi dice ti amo e grazie che mi fai scopare con altri uomini.

Il campeggio al mare | Racconto gay di Corrado

Lestate scorsa avevo prenotato quindici al mare in un campeggio avevo prenotato un bungalow arrivo nel pomeriggio per prendere possesso del mio bungalow vicino al mio bungalow cerano due ragazzi sui trentacinque anni abbiamo fatto subito amicizia alla sera siamo andati a cena nel ristorante loro mi dicono che vivevano assieme erano bellissimi sotto il tavolo sento una mano ✋che mi toccava una gamba fuori del ristorante mi invitarono nella loro tenda accettai entrato nella tenda loro si levarono i loro boxer restando nudi avevano i loro cazzi enormi sui ventiquattro cm allora mi sono liberato dei boxer restando nudo anchio loro. Mi dissero questa notte sarai la nostra troia tutti e due erano su di me uno di mi viene sopra a cavalcioni mi disse aprì bene la bocca 👄mi disse adesso succhialo bene me lo spingeva fino in gola laltro nel frattempo prende in bocca il mio cazzo laltro mi disse ti piacerebbe ingoiare il mio sugo dico di sì con la testa lui cominciò a pisciare molto forte era molto buona leccai fino allultima goccia dopo sì dietero il cambio anche laltro mi viene sopra a cavalcioni prendo in bocca 👄il suo cazzo laltro mi disse adesso alza le gambe mi ha messo sotto il mio culo poi spingeva il suo cazzo tutto lo avevo tutto nella mia pancia bruciava un po ma non dissi nulla cominciò a pompare molto i colpi erano molto forti dopo cinque minuti mi sborava dentro nella mia figa anale poco dopo anche laltro vuole la sua parte mi infilò il suo cazzo nella mia figa anale laltro mi disse adesso succhia il mio cazzo gocciolante la sua sbora era molto dolce buona nel frattempo laltro cominciò a pompare molto forte ebbi anche un orgasmo anale poco dopo mi sborava dentro nella mia figa anale poi mi dietero della carta mi sono pulito indossai i miei boxer è fecci ritorno nel mio bungalow guardando lorologio erano le ore quattro ho dormito fino le ore nove del mattino andai a fare la doccia poi andai a fare merenda

Chi lavrebbe mai pensato | Racconto incesti di Dovusm

Mi chiamo Angela e 19 anni, volevo raccontarvi questa mia avventura che mi ha cambiato la vita. Nel mese di maggio io e il mio ragazzo Paolo decidiamo di andare a fare una settimana di relax in unalbergo sul lago Trasimeno, noi siamo di Perugia. Io e Paolo sono 3 anni che stiamo insieme abbiamo scoperto lamore nello stesso momento, lui è molto dolce e molto premuroso anche se parlando con le mie amiche molto più scafate di me ho scoperto che ha il pene piccolo, ma a me sta bene io sono molto minuta, sono alta un metro e cinquanta e peso 45kg ho la 3 di seno, capelli a caschetto neri occhi verdi.

Adele | Racconto incesti di Simone27

La sto osservando, da dietro, un culo che parla, ha 38 anni, alta 170 cm, un seno tra la seconda e la terza, in casa non bada molto a come si veste, non le importa se si mette in mostra, a volte penso che lo faccia di proposito, ora si gira e mi sorride con i suoi splendidi occhi verdi e quella bocca carnosa. Ha i capelli legati a coda alta, ma una ciocca ribelle le cade sul viso e lei lallontana con uno sbuffo.

Mia moglie si fa scopare davanti a me | Racconto tradimenti di Cuckold felice

Ciao quello che sto per raccontare è una storia vera, sono un uomo di 50 circa è sposato da 25, abbiamo 2 figli. Da circa 10 anni a mia moglie piace andare con altri uomini, la cosa devo dire che mi piace, ma non là mai fatto con me presente, ogni volta che li portava a casa io uscivo e quando finiva mi telefonava e io rientravo a casa. Un sabato sera però dopo finito di lavorare, come ogni sabato andavo a farmi un giro per rilassarmi , dico a lei se andava a casa e di risposta mi disse di di, e che i figli andavano a dormire dai nonni. Quel sabato finito il mio giro torno a casa, entrando vedo mia moglie con un uomo seduta sul divano e guardavano la tv,lei fa le presentazioni, poi mi chiede ma ti devi fare la doccia? E io gli dico di sì. Finito di lavarmi passo per la sala e lei avevo il cazzo di questo in bocca, si ferma e mi dice perché non ti siedi sull’altro divano? Io mi metto seduto, e lei riprende la pratica del succhiare, dopo qualche minuto lui inizia a spogliarla aveva un perizoma nero coordinato con il reggiseno e le autoreggenti, lui gli sposta il perizoma e inizia a leccare la sua figa, dire che mi era diventato duro era poco, lei si alza e mi da un bacio e mi dice ti amo, poi si mette sopra di lui e si fa infilare il cazzo nella sua figa, vedevo il piacere mentre lo infilava , sarà stato perché lo aveva molto largo , lei inizia a muoversi sue e giù,ogni tanto si girava verso di me , il suo volto era pieno di lussuria, dopo qualche minuto si alza e si mette pecora e lui lo infila nel culo , credo che inizialmente gli abbia fatto male , ma successivamente si muoveva con passione, lo voleva tutto dentro, io ero sempre più eccitato, dopo un po’ lei si gira nuovamente verso di me mi da un’altro bacio e mi dice se vuoi farti una sega puoi fartela, poi lei si sdraia e lui gli si mette sopra e inizia nuovamente a scoparla nella figa, allora tirò fuori il mio cazzo e iniziò a toccarmi, e intanto lei godeva, ad un certo punto lei si alza prende un asciugamano e ci si sdraia sopra, la cosa in quel momento non l’avevo capita, lui inizia nuovamente a scoparla, sarà stato 10 minuti a sbatterla con violenza vedevo la goduria nel viso di mia moglie, dopo un po’ di gemiti è un urlo di lei, lui gli riempie la figa di sborra, lui si alza e si va a lavare in bagno, mentre lei è sempre distesa e appagata mi guarda si alza poco e inizia a colare la sborra dalla sua figa sulla sciupammo che aveva messo, così ho capito a cosa serviva, le mi fa segno di avvicinarmi e mi dice , se mi era piaciuto, e io gli dico di sì, poi mi dice ora capisci perché mi piace scopare con gli altri? E io gli dico di no, e le mi dice hai visto il suo cazzo come è, e quanto dura. Forse io non gli bastavo, e mi dice ti amo e grazie che mi fai scopare con altri uomini.

La mia prima scopata anale | Racconto prime esperienze di M1987

Ero poco più che una bambina, ma ero già ben formata: una terza di seno, farfallina ricoperta di peli e tanta voglia di scoprire. Non avevo mai visto un pene… non prima di iniziare ad usare C6. Su quella chat ero continuamente contattatata da uomini più o meno giovani che mi inviavano foto delle loro erezioni ed eiaculazioni. Mi piaceva vederle, ma non ero mai andata oltre alle conversazioni sporche in cui davo libero sfogo alla mia fantasia. Questo finché non conobbi Riccardo. Aveva 19 anni, era davvero bello. Per chat mi disse che mi trovava molto carina e simpatica e dopo diverse conversazioni decidemmo di conoscerci. Al primo appuntamento ci incontrammo in un parchetto vicino alla ferrovia. Passammo tutto il tempo a chiacchierare, mi piaceva molto e non capivo se questa attrazione fosse ricambiata. Anche se ero una bella ragazza avevo pur sempre 14 anni e temevo lui mi vedesse come una bambina. Ma quando si fece ora di salutarci rimasi stupita nel sentirgli dire . Mi sentii il cuore battere a mille e le ginocchia tremolanti a quelle parole gli dissi arrossendo. Lui non se lo fece dire due volte, mi prese per mano e mi portò dietro a un albero. Quel parco era già poco frequentato, poi lì eravamo lontani da qualsiasi sguardo indiscreto. Così iniziò a baciarmi. Non era il mio primo bacio, ma per la prima volta provai quella strana sensazione di bagnarmi le mutandine. Fu un bacio lungo e intenso, durante il quale lui ebbe tutto il tempo di infilarmi la mano sotto la gonnellina, spostarmi le mutandine e accorgersi che avevo la vagina completamente bagnata. Emisi un gemito di piacere che lo eccitò a tal punto da sentire il bisogno di portarsi la mano nei pantaloni. Le nostre lingue continuavano ad attorcigliarsi, tanto che ai lati iniziava a colare della saliva, sentivo la sua mano muoversi velocemente sotto i suoi pantaloni, finché non emise tre sospiri profondi. Aveva stampata sul volto unespressione quasi di sofferenza, dopo qualche secondo mi sorrise e tirò fuori la mano dai pantaloni completamente ricoperta di sperma. Mi diede un bacio e si allontanò pulendosi le mani con un fazzolettino.

Al club prive | Racconto scambio di coppia di Margherita70

Salve mi chiamo Margherita e sono di Savona, ho 49 anni, capelli corti rossi, sono alta 1,70 per 75kg, corporatura un po’ robusta ma con una settima di seno ed amo il sesso in tutte le sue sfaccettature. Sono sposata con mio marito da 31 anni e siamo una coppia felice, soprattutto perché siamo una coppia aperta, amiamo frequentare club prive, saune naturaliste e spiagge nudiste e godere di tutto ciò che offrono questi ambienti ed avventure. Abbiamo anche 2 figli, un ragazzo di 30 anni e una ragazza di 27. Ho deciso di scrivere dei racconti per raccontarvi un po’ di avventure che mi sono capitate e che ho cercato….

porca in perizomamoglie porconabacio sulla figasexi segheincesti figlia padreracconti hot gratisavvocatessa sexyvere storie eroticheragazze nude dal dottoreracconti eroticiincestoracconti eoriciracvonti eroticierorotici raccontiinculata dal vicinomasturbazione fra donneficaneraracconti pompini gayorgia bisessualeculi dei maschisesso gay uominiracconti porno di incestimia moglie è una puttanaeroticiraccomtitrans al cinema pornofilm porno storieracconti eroti iporno gay carceresito eroticovicina tettonamogli troie in mostraracconti la suoceranel culo della ziamasturbazione in trenofidanzata senza mutandemasturbazione gruppomogli scopate da guardoniracconti erotici incesto gaymadre ninfomanedominazione gayho fatto sesso con mia cognatamelita tetteuomini nudi in piscinamia moglie culosoffocone gayracconti erotici saunaeros free on linezio si scopa nipoteracconti investomasturbazione capellisado maso gaysesso tra fratelli italianila nonna tettonanel culo di mia figliale mutandine della mammasesso camionistisesso con l amica di mammaracconti donne esibizionistepompini dalla ziamilf madremilunudaporno compagni di scuolaincesto napoletanoracontieroticinonno scopa nonnatrans mi inculaporno di qualitàstraponla cognata vogliosadonne con transvergine nel culomoglie troia cornutoeroti.gasesso con la sorellasborro dentro mammagara di pompinimamma sega pornofidanzate maialeracconti erotici fotodildo incastratoracconto sessola mano nella figaracconti di mia moglieracconti erotici sadomasosborrate non graditetante seghepompino a sconosciutiracconti erotici eccitantiassatanata di cazzononna pompinararacconti incesto eroticiracconti cuckold bisexcazzi neri nel culoditalino alla mogliecognate voglioseeracconti eroticiincesto69