Voglia di cazzo | Racconto gay di Sal

Sono un ragazzo gay… e mi chiamo Mario. La cosa che mi piace di più é un cazzo grosso e nodoso… come un ramo di pero… mi piace quando vengo preso e sbattuto a pecora con forza… quando mi sborrano nel culo e sento il calore che sale dal basso ventre fino al cervello. Io sono stato sverginato dal mio caro amico… che approfittò del mio culo per svuotare il suo cazzo pieno di sperma. Non fu violento ma mi penetro delicaramente.. mi preparo una bella giornata al mare… lui fu così bravo che mia madre acconsentì di lasciarmi andare con lui. Una volta giunti nella sua casetta vicino al mare mi fece entrare e subito mise a disposizione ogni cosa che c era da mangiare… dopo aver preparato il pranzo andammo sulla spiaggia a fare il bagno… ci tuffammo nell acqua di mare calda e schiumeghiante.. giocammo con i nostri corpi e dopo poco rientrammo a casa dove ci attendeva una bella doccia rinfrescante ed un pranzo succulento. Dopo aver pranzato lui mi chiese se svevo voglia di dormire… in verità avevo gli occhi che per stare aperti ci bolevamo i stuzzicadenti.. accettai ben volentieri… giunto in camera feci in tempo a sedermi sul letto che bhamm!! Non ricordai più nulla…. quando mi risvegliai avevo un dolore nel basso ventre… anzi nel culo!!! Mi girai e lo vidi dietro di me che mi stava sverginando… aveva un cazzo lungo almeno 27cm X 15 cm di base… la capocchia era livida e grossa… lui la spingeva nel culo e la ritirava… ogni qualvolta lo reinfilava avvertvo un dolore bestiale… lui lo capì e cercò di lenire la cosa facendomi una sega… Dio mio che dolore e che goduria… ora sapevo cosa é godere…. lui mi masturbava e misucchiava il lobo cdell orecchio e mi bisbiglia nell orecchio se fai il bravo ti darò tutto quello che chiedi tu sarai la mia troietta… la mia puttanella… vedi se starai con me ti sentirai bene… e mentre parlava mi accarezzava i glutei… le coscie… su per la schiena… mi bavisva e mi leccava ovunque… si staccò da me e con la sua lingua rusposa mi diede tanto piacere specialmente quando mi leccava il buco del culo.. sapevo che mi avrebbe inculato con la sua Mazza ma il. Piacere era immenso…. avevo il culo pieno di saliva e questo mi aiutò ad accettare quel cazzo duro come il marmo… appoggiò la capocchia sul buchino e con un sol colpo mi svergino completamente..

Voglia di cazzo | Racconto etero di Holita

Ho un profilo di facebook falso e lì mi diverto a parlare con uomini di tutte le età, dai più giovani ai più vecchi, ovviamente parliamo di sesso. Un giorno scrivo ad un uomo di circa 30 anni, il quale inizia ad eccitarmi dicendomi cosa mi avrebbe fatto se fossimo stato insieme. Mi diceva che mi avrebbe trombata fino allo sfinimento, che mi avrebbe allargato il buco del culo e molte altre cose, e ovviamente io stavo iniziando a bagnarmi. Allimprovviso mi chiese di parlare in webcam, ed io accettai. Sulla webcam vidi lui masturbarsi, aveva un cazzo enorme e così iniziai anchio ad infilarmi le dita nella figa. Lui mi diceva dai troia trombati la figa ed io andavo ancora più veloce per leccitazione, finché non arrivammo entrambi allorgasmo…

Voglia di cazzo | Racconto gay di lestofante

vi voglio raccontare una storia realmente accaduta,circa un mese fa. mi sono recato nel primo pomeriggio in un luogo frequentato da uomini in cerca di avventure gay.una volta arrivato,ho parcheggiato il mio scooter ed ho iniziato a camminare ,girando in cerca di qualche bel cazzo da succhiare.una volta addentrato in un boschetto,ho subito notato un uomo anziano,diciamo circa 60/65 anni il quale toccandosi continuamente tra le gambe e facendomi cenno di seguirlo. non ho perso tempo.una volta tra il fogliame ,ha tirato fuori dai pantaloni,un cazzo di tutto rispetto,non molto lungo,ma grosso . senza mezzi termini,mi ha ordinato di prenderlo in bocca e di fargli un bel pompino.non me lo sono fatto ripetere.ho aperto le labbra ed ho fatto accomodare il suo bel cazzo nella mia vogliosa bocca.sapeva un po di piscio,ma per un amante come me del pompino,era un sapore afrodisiaco,mmmmmm. ho iniziato la mia opera ,andando su e giu con la lingua,facendolo gradualmente entrare nella bocca ,insalivandolo per bene ,un po come se fosse una figa bagnata.io ero accovacciato,appoggiato di schiena ad un albero.il tizio,apprezzava il trattamento. gli chiesi se poteva chiavarmi la bocca,anche con violenza,infatti lo spingeva tutto dentro,inizialmente avevo leggeri conati di vomito,poi il palato si è abituato alla dimensione ed entrava tutto dentro senza problemi.cazzo che buono.il tizio mi chiavava brutalmente,dicendomi parolacce ,come succhia troia,prendilo tutto ,sei una puttana ed io si si sono la tua troia,sfondami la boccas,sono la tua schiava.nel frattempo a noi si è aggiunto unaltro uomo,questa volta più giovane,diciamo sui 40 .alla vista del mio pompino,ha sfilato fuori il suo cazzo e mi ha invitato a prendere in bocca anche il suo.eccitato comero,non ci ho pensato su due volte e mentre segavo il primo cazzo,mi sono sfilato questaltro cazzo in bocca.ora si che ero una troia .a questo punto,lanziano,si è infilato un preservativo e mi ha detto senza ritegnoi che voleva sfondarmi il culo e farmi sentire femmina .occupato comero a fare il pompino,ho solamente annuito,mi ha abbassato i pantaloni e le mutande,ha sputato un po di saliva sulle sue dita per poi passarmela nellano poi con un colpo secco,mi ha sfondato il culo.che male ,ma che bello sentirsi preso così brutalmente .ora avevo un cazzo grosso che mi stantuffava il culo ed uno che mi chiavava la bocca.ora erano in 2 a dirmi parolacce.mi sentivo veramente femmina ,usata da due maschi per il loro godimento.lanziano mi chiavava il culo,con colpi tremendi,ad ogni colpo lano si devastava e faticavo non poco a succhiare il cazzo dellaltro senza stringere i denti.infine lanziano,urlando come un animale(mai sentito niente di simile)mi diceva che stava venendo,nel frattempo mi assestava colpi tremendi,nel sentire il mio inculatore,anche il tizio al quale facevo il pompino,stava godendo ,aiutato dalla mia arte di pompinaro,scaricando in modo silenzioso,una quantità enorme di sborra nella mia bocca,così tanta che faticavo a mandarla giu tutta senza farla fuoriuscire dalla bocca.alla fine,tutti e due mi hanno fatto i complimenti.far godere 2 maschi contemporaneamente come ho fatto io ,non è per nulla facile,anche se non sono lunico a saperlo fare.infine ,ho pulito per bene i 2 cazzi con la mia instancabile lingua,per ringraziarli del servizio che mi hanno fatto.mi hanno salutato,con la promessa che ci saremmo rivisti.speriamo

Voglia di cazzo in culo | Racconto gay di Paolotorino

Dopo una settimana di lavoro e una decina di seghe, a casa, nel cesso dellufficio e in auto, non ne potevo più….avevo troppa voglia di prenderlo in culo. daltronde erano già due settimane e la voglia era tanta. Dopo un paio di tentativi inutili con i siti dincontro ho deciso di andare alla sauna gay, li sicuramente avrei rimediato qualcosa. appena arrivato ho cominciato a girare tra le arie stanzette guardando gli altri, anche loro intenti a combinare qualcosa. Alla fine ho deciso di entrare nella camera semibuia dove anche quelli più timidi si lasciano andare. c;erano tre altri e due si stavano segando a vicenda, il terzo stava masturbandosi guardandoli. Mi sono avvicinato e lho toccato. Si e subito lasciato fare e allora mi sono buttato a capofitto succhiandogli il cazzo. Mentre lo succhiavo cresceva ed era decisamente grosso… La volgi di prenderlo era tantissima e quindi gli ho mostrato il culo e chiesto se gli piaceva. Mi ha detto di si e allora mi sono messo alla pecorina e con la saliva mi sono bagnato bene e lui me lo ha appoggiato piano e poi lentamente mi ha aperto il culo. Che meraviglia! Sentirsi penetrare così dopo tanta astinenza! mentre mi incubava io mi stavo toccando e lui si e subito offerto di menarmelo mentre mi continuava a pompare. Dopo qualche minuto uno degli altri due che aveva finito di fare una sega allaltro, si e avvicinato, inginocchiato e mi ha cominciato a succhiare il cazzo… era troppo per resistere e poco dopo gli ho sborsato in bocca quasi mentre anche il mio amico mi stava sborrando in culo!!!!! Un bellincontro….e il mio culo finalmente soddisfatto.

Voglia di cazzo in culo | Racconto gay di Paolotorino

Dopo una settimana di lavoro e una decina di seghe, a casa, nel cesso dellufficio e in auto, non ne potevo più….avevo troppa voglia di prenderlo in culo. daltronde erano già due settimane e la voglia era tanta. Dopo un paio di tentativi inutili con i siti dincontro ho deciso di andare alla sauna gay, li sicuramente avrei rimediato qualcosa. appena arrivato ho cominciato a girare tra le arie stanzette guardando gli altri, anche loro intenti a combinare qualcosa. Alla fine ho deciso di entrare nella camera semibuia dove anche quelli più timidi si lasciano andare. c;erano tre altri e due si stavano segando a vicenda, il terzo stava masturbandosi guardandoli. Mi sono avvicinato e lho toccato. Si e subito lasciato fare e allora mi sono buttato a capofitto succhiandogli il cazzo. Mentre lo succhiavo cresceva ed era decisamente grosso… La volgi di prenderlo era tantissima e quindi gli ho mostrato il culo e chiesto se gli piaceva. Mi ha detto di si e allora mi sono messo alla pecorina e con la saliva mi sono bagnato bene e lui me lo ha appoggiato piano e poi lentamente mi ha aperto il culo. Che meraviglia! Sentirsi penetrare così dopo tanta astinenza! mentre mi incubava io mi stavo toccando e lui si e subito offerto di menarmelo mentre mi continuava a pompare. Dopo qualche minuto uno degli altri due che aveva finito di fare una sega allaltro, si e avvicinato, inginocchiato e mi ha cominciato a succhiare il cazzo… era troppo per resistere e poco dopo gli ho sborsato in bocca quasi mentre anche il mio amico mi stava sborrando in culo!!!!! Un bellincontro….e il mio culo finalmente soddisfatto.

Voglia di cazzo in culo | Racconto gay di Paolotorino

Dopo una settimana di lavoro e una decina di seghe, a casa, nel cesso dellufficio e in auto, non ne potevo più….avevo troppa voglia di prenderlo in culo. daltronde erano già due settimane e la voglia era tanta. Dopo un paio di tentativi inutili con i siti dincontro ho deciso di andare alla sauna gay, li sicuramente avrei rimediato qualcosa. appena arrivato ho cominciato a girare tra le arie stanzette guardando gli altri, anche loro intenti a combinare qualcosa. Alla fine ho deciso di entrare nella camera semibuia dove anche quelli più timidi si lasciano andare. c;erano tre altri e due si stavano segando a vicenda, il terzo stava masturbandosi guardandoli. Mi sono avvicinato e lho toccato. Si e subito lasciato fare e allora mi sono buttato a capofitto succhiandogli il cazzo. Mentre lo succhiavo cresceva ed era decisamente grosso… La volgi di prenderlo era tantissima e quindi gli ho mostrato il culo e chiesto se gli piaceva. Mi ha detto di si e allora mi sono messo alla pecorina e con la saliva mi sono bagnato bene e lui me lo ha appoggiato piano e poi lentamente mi ha aperto il culo. Che meraviglia! Sentirsi penetrare così dopo tanta astinenza! mentre mi incubava io mi stavo toccando e lui si e subito offerto di menarmelo mentre mi continuava a pompare. Dopo qualche minuto uno degli altri due che aveva finito di fare una sega allaltro, si e avvicinato, inginocchiato e mi ha cominciato a succhiare il cazzo… era troppo per resistere e poco dopo gli ho sborsato in bocca quasi mentre anche il mio amico mi stava sborrando in culo!!!!! Un bellincontro….e il mio culo finalmente soddisfatto.

Ecco ciò che succede ad avere unassurda voglia di cazzo. | Racconto zoofilia di BambinaCapricciosa

Ciao ho 18 anni castana occhi marrone/verde visino da brava ragazza (inganna chiunque) tette piccole a punta entrano in bocca con una grande facilità e un culetto sodo.. Nonostante la mia giovane età ho una voglia di cazzo pazzesca.. Ma non sono una facile.. Gli uomini li faccio sudare.. Dunque per soddisfarmi sono solita masurbarmi.. Dita manico della spazzola cetrioli.. Una notte (i miei erano via a un ritiro di preghiera)avevo una voglia di farmi sbattere assurda! Ho preso un cetriolo dal frigo e me lo sono ficcata dentro di colpo! Dio ma non mi bastava ero infoiata facevo su e giu mi toccavo il clito.. Ma niente!Stavo per chiamare il mio scopa amico.. Quando Rex,pastore tedesco,mi vide e mi annuso.. Io cercavo di scansarlo ma continuava.. A un certo punto mi leccò! Io balzai in piedi urlando..Andai a farmi un bidet inorridita ma mentre mi toccavo lavandomi mi venne unidea. malata e perversa.. Farmi sbattere da Rex,pastoAndai Cercai di ragionare ma ormai ero perduta.. Andai di la mi sedetti contro il divano a gambe aperte e chiamai rex.. Venne e ricomincio subito a leccare.. Era stupebdo.. Mi lappava tutta.. Clito labbra e mi penetrava.. Oh rex si ti prego ah ah ahhh dio godo godo.. Rex tesoro vieni che ti pompo tuttoinfatti mi cinai sul suo cazzo enorme liscio e pulsante li leccaai lo baciai lo succhiai.. Lo volevo! Mi misi a 4zampe e subito lui si piazzò dietro di me mi mise le zampe sulla schiena bloccandomi.. Tento piu volte di penetrarmi ma era goffo e cosi lo diressi io e.. ahhh fa maleeee no no Rex via.. No ah ah ah oddio si oh cazzo godo fa male ma ahhhh stupendo si sento tanti schizzi rex non smettereeee ah ah oh diooooo sono ah la tua cangaaa ah ah ah Non contavo gli orgasmi era splendido e lui ansimava ringhiava guaiva.. Un vero animale! A un certo punto si formo una specie di nodo e mi sentii piena tappata.. E comincio a venire dio quanto veniva! Altri orgami altre ulrla.. Poi mi preoccupai. Tolsi la mano dal cliteroide mi mossi cercando di staccarmi ma era impossibile.. Dopo qualche minuto si stacco lui e mi lecco ancora dolcemente.. Mi lavai e dormii appagata come non maii

Ecco ciò che succede ad avere unassurda voglia di cazzo. | Racconto zoofilia di BambinaCapricciosa

Ciao ho 18 anni castana occhi marrone/verde visino da brava ragazza (inganna chiunque) tette piccole a punta entrano in bocca con una grande facilità e un culetto sodo.. Nonostante la mia giovane età ho una voglia di cazzo pazzesca.. Ma non sono una facile.. Gli uomini li faccio sudare.. Dunque per soddisfarmi sono solita masurbarmi.. Dita manico della spazzola cetrioli.. Una notte (i miei erano via a un ritiro di preghiera)avevo una voglia di farmi sbattere assurda! Ho preso un cetriolo dal frigo e me lo sono ficcata dentro di colpo! Dio ma non mi bastava ero infoiata facevo su e giu mi toccavo il clito.. Ma niente!Stavo per chiamare il mio scopa amico.. Quando Rex,pastore tedesco,mi vide e mi annuso.. Io cercavo di scansarlo ma continuava.. A un certo punto mi leccò! Io balzai in piedi urlando..Andai a farmi un bidet inorridita ma mentre mi toccavo lavandomi mi venne unidea. malata e perversa.. Farmi sbattere da Rex,pastoAndai Cercai di ragionare ma ormai ero perduta.. Andai di la mi sedetti contro il divano a gambe aperte e chiamai rex.. Venne e ricomincio subito a leccare.. Era stupebdo.. Mi lappava tutta.. Clito labbra e mi penetrava.. Oh rex si ti prego ah ah ahhh dio godo godo.. Rex tesoro vieni che ti pompo tuttoinfatti mi cinai sul suo cazzo enorme liscio e pulsante li leccaai lo baciai lo succhiai.. Lo volevo! Mi misi a 4zampe e subito lui si piazzò dietro di me mi mise le zampe sulla schiena bloccandomi.. Tento piu volte di penetrarmi ma era goffo e cosi lo diressi io e.. ahhh fa maleeee no no Rex via.. No ah ah ah oddio si oh cazzo godo fa male ma ahhhh stupendo si sento tanti schizzi rex non smettereeee ah ah oh diooooo sono ah la tua cangaaa ah ah ah Non contavo gli orgasmi era splendido e lui ansimava ringhiava guaiva.. Un vero animale! A un certo punto si formo una specie di nodo e mi sentii piena tappata.. E comincio a venire dio quanto veniva! Altri orgami altre ulrla.. Poi mi preoccupai. Tolsi la mano dal cliteroide mi mossi cercando di staccarmi ma era impossibile.. Dopo qualche minuto si stacco lui e mi lecco ancora dolcemente.. Mi lavai e dormii appagata come non maii

Stupro di gruppo | Racconto gay di Mimi

Nella piscina comunale dell’entroterra Milanese dove lavora Giulio, un dipendente di 30 anni e ligio al dovere, anche se nel box spesso si annoia e pensa ad altro: un fine settimana con qualche bella ragazza da fottere, giocare a palla o bere con gli amici, oppure osserva con attenzione certi culetti degli avventori che si accalcano nei spogliatoi per usufruire della palestra e le vasche, lui non disdegna un bel culetto di donna e neanche quello maschile, purché sia piacente e specialmente passivo. Purtroppo in piscina sono pochissimi le persone di bello aspetto, a maggior parte di loro sono grassi e racchi, anche se qualche volta chiude un occhio pur di sollazzare la sua minchia, come su Yuri: ragazzo 18enne albanese, non era gran che… come fisico, ma a bocca sapeva tirare pompa da sballo tanto che lo veniva a trovarlo spesso nel gabbiotto e farsi fare un bel pompino compreso il culo, anzi fatico molto per sverginarlo la prima volta in palestra. Purtroppo si doveva accontentare di qualche maschietto che gli prudeva il buco, mentre cera uno in particolare che lo eccita solo a guardarlo, non lo conosce molto bene e neanche per nome, non aveva la tessera, pagava l’ingresso e veniva rare volte. Ma? Nei suoi successivi turni di lavoro…. lui, lha visto completamente nudo quel fichetto che niente male a culo da sognarlo pure di notte. E alto 1,80… sui 20 anni e molto carino, capelli corti e biondi, viso gentile, con spalle larghe e forti, braccia e gambe normalmente muscolose, non troppo. Si veste sempre con dei jeans scoloriti e delle scarpe da running con indosso un maglioncino di cotone bianco, e sotto porta un slip nero della Calvin Klein con bordo bianco, un tshirt bianco intenso. Nel vederlo era molto sexy.

Al club prive | Racconto scambio di coppia di Margherita70

Salve mi chiamo Margherita e sono di Savona, ho 49 anni, capelli corti rossi, sono alta 1,70 per 75kg, corporatura un po’ robusta ma con una settima di seno ed amo il sesso in tutte le sue sfaccettature. Sono sposata con mio marito da 31 anni e siamo una coppia felice, soprattutto perché siamo una coppia aperta, amiamo frequentare club prive, saune naturaliste e spiagge nudiste e godere di tutto ciò che offrono questi ambienti ed avventure. Abbiamo anche 2 figli, un ragazzo di 30 anni e una ragazza di 27. Ho deciso di scrivere dei racconti per raccontarvi un po’ di avventure che mi sono capitate e che ho cercato….

Cameriera per caso | Racconto trans di sally_xdress

Marco e Nadia sono coinquilini da un paio di anni. Entrambi studenti universitari, Marco è ancora nel pieno del suo corso di studi, mentre Nadia sta scrivendo la tesi ed è quasi alla fine. Un giorno, mentre Nadia è in facoltà, Marco a casa usa il notebook della coinquilina per scaricare alcuni suoi documenti; dopo averli scaricati, li copia su una penna usb e distrattamente cancella i file, ma mentre si sta completando loperazione si accorge che per errore ha cancellato anche un file di Nadia, con nome Capitolo II Tesi, ed oramai è impossibile annullare loperazione. Quando Nadia torna a casa, Marco prova a spiegarle cosa è accaduto:

Pompino con ingoio ad un giovane sconosciuto | Racconto tradimenti di Raf90

Pomeriggio. Passeggiavo tranquilla. Ero immersa nella natura, odori di primavera, arietta fresca, serenità. In una piazzola, unauto grigio chiaro parcheggiata. Passando accanto alla macchina, notai allinterno un uomo intento a guardare il suo telefonino. Immediatamente notai che lui alzava lo sguardo e mi guardava con insistenza. Ressi lo sguardo, non esitai un attimo, ma tirai dritto per la mia strada. Ero tranquilla, non eccitata, non ancora…

Avevano un piano per farmi la festa | Racconto incesti di ScorpioneRM

Tornato da scuola in doccia e uscendo sento delle voci in camera di mio fratello Luca 20 anni io ne ho 18 sdraiati sul letto affianco a lui mio cugino Walter 21 anni guardavano un film porno e si masturbavano cazzo mio cugino stava messo meglio di mio fratello più corto ma doppio di circonferenza mio cugino lungo grosso cappella a fungo e avevano le palle gonfie mi sono eccitato ho fatto cadere asciugamano intorno alla vita e mi sono accarezzato e infilato le dita nel culo per paura di farmi scoprire ho accellerato i movimenti e mi sono schizzato nella mano e sono scappato in camera mia Il giorno dopo stavo mangiando in cucina mio fratello mi ha detto dopo che hai fatto la doccia porta una birra in camera mia a Walter è uscito ho fatto la doccia poi sono sceso ho preso due birre e sono salito ho bussato e aperto lui era sdraiato aveva una canottiera e sotto era nudo il cazzo era dritto lo chiamato poi curioso ho accarezzato il cazzone duro aperto gli occhi e mi ha detto ciao bello che ne dici è grosso ? Si fa paura gli ho passato la birra e abbiamo bevuto poi mi ha detto voglio farti vedere una cosa ha preso il cellulare e mi ha mostrato un video dove io spio loro e mi sego e mi accarezzo il culo e infilo le dita tremando e schizzando mi ha fatto segno di sdraiarmi sul letto Vedi carino non vuoi che lo mostro a TUO FRATELLO O TUO PADRE sai che casino che fanno un fratello e figlio finocchio e mi accarezzava poi ha preso la mia mano e la portata sul cazzone io lo segavo poi mi ha tolto asciugamano intorno alla vita e mi ha stretto le chiappe se sei gentile io sto zitto e mi ha spinto la testa sul cazzone lo baciato e leccato e succhiato e mi teneva ferma la testa e da sotto spingeva il cazzo per farmelo ingoiare poi si bagnava le dita e le infilava nel culo allargandolo mi ha costretto a mandarlo tutto in gola e mi ha girato a leccarmi e succhiarmi il buco che era pulito perchè sotto la doccia infilavo il tubo e lo pulivo dentro poi mi girato e io sotto allargato le gambe e salito sopra mi ha tenuto aperto le chiappe e sputato dentro e poi appoggiato il cappellone e a spinto una mano intorno al collo e altra sotto a bloccarmi il cazzo eccitato mi leccava il collo e le orecchie e poi mi ha girato il viso e quando ho fatto delle smorfie di dolore mi ha infilato la lingua in bocca e mi ha scopato poi lui sotto io seduto sopra e da sotto mi alzava e mi abbassava poi a pecorina infine mi ha sbattuto sul letto a gambe aperte venuto dentro e mi ha baciato con una forza e passione e entrato mio fratello nudo a cazzo dritto e mi ha messo il suo cazzone in bocca e ha preso il posto di mio cugino e lo succhiato e ingoiato mi ha scopato anche lui in tutte le posizioni poi lui sotto io in mezzo e altro dietro mi hanno infilato i due cazzi insieme e li urlato di piacere e sono venuto e anche loro in bagno a ripulirmi e poi li ho iniziati a succhiarli facendoli eccitare e mi hanno sbattuto soli e insieme e tutti e due io inginocchio e loro in piedi davanti alla mia bocca e ho ingoiato tutto .quando avevano voglia mi chiamavano e mi usavano un pomeriggio mi hanno chiamato in camera una benda sugli occhi e le mani dietro la schiena in ginocchio mi avvicinavano i cazzo sulla bocca e succhiavo mi ero accorto che uno era diversa i loro ormai a occhi chiusi li riconoscevo e questo era largo facevo fatica a ingoiarlo poi mi hanno tirato su e messo a pecorina uno i n bocca e uno in culo e quando entrato il cazzone ho sentito la carne slabbrarsi mi teneva con le manone sotto le cosce e mi tirava quando lo spingeva facendolo entrare tutto e urlavo dal piacere mi hanno sciolto le mani e mi sono sfilato la benda e il terzo era un ragazzone grosso roscio e cazzuto mi ha tirato e a cavalcioni sul cannone e sono venuto e mi ha girato e mettendosi le gambe sul collo mi ha scopato sbattendomi forte e alla fine ha scaricato un litro di seme colava dal culo e poi io in mezzo e a turno mi hanno spaccato il culo con due cazzi insieme passata una settimana avevo il culo che mi bruciava mettendo creme anestizzanti mi hanno detto domani pomeriggio andiamo ad una festa di un nostro amico preparati In una villa una festa pochi invitati vedevo dei ragazzi in costume buttarsi in piscina poi bere mi hanno portato dietro la casa un miniappartamento un salone angolo cottura e un bagno una camera da letto con un letto grande e tondo mi hanno fatto spogliare e dovevo aspettare dopo un quarto d ora si aperta la porta mio fratello mi ha detto fai finta di dormire e fai tutto quello che ti chiede il mio amico e mi da una sculacciata ci sono solo delle piccole luci il tizio si siede e mi accarezza le spalle e scende poi sento la sua lingua lungo la colonna e mi vengono brividi mi muovo mi infila la lingua nel culo mi morde la chiappe le stringe le bacia poi mi gira e mi lecca tutto succhia il cazzo poi si allunga e mi bacia con passione sento il suo cazzone sulla pancia mi abbasso lo lecco lo bacio e lo ingoio è duro sui 19 cm mi tiro su e mi ci siedo sopra e lo faccio entrare poi mi giro di lato e mi sbatte è dolce bacia con passione mi tocca delicatamente e si gira a 69 e veniamo uno nella bocca dell altro esce lui entra un altro e cosi per tutta la sera cazzi di tutte le misure ma il festeggiato un po bevuto mi prendeva con forza e della violenza costringendomi a fare quello che gli piaceva avevo capito che piu facevo resistenza e piu si eccitava e quando mi ha scopato ho goduto alla grande mi ha costretto a bere e succhiarmi la mano e poi il suo facendomelo ingoiare e baciandomi passandomi la lingua in bocca tutti soddisfatti poi mi hanno preso a fine serata mio fratello e mio cugino

Scopiamo e inculiamo la mamma | Racconto incesti di swm

Mi chiamo Antonio, la mia vita scorre tranquilla, qualche ragazzina, amici, il motorino, approposito del motorino, è un catorcio, oggi è domenica, tutti a casa, dopo mangiato il babbo è andato subito nell orto poco distante,possiamo vederlo da casa, fa molto caldo, la mamma sta lavando i piatti, indossa solo una vestaglia leggera e un pannello, è molto corta e un po chinata posso vederle quasi le mutande, è grassoccia, parecchia cellulite e un sedere bello grosso, e non parliamo delle tette, sciolte sotto la vestaglia, pendono e appoggiano lulla pancia. decido di partire, fatte poche centinaia di metri come sempre il motorino si ferma,cerco di farlo ripartire ma niente da fare,fortuna che è discesa, torno indietro e mi infilo subito in cantina dove ho gli attrezzi per ripararlo. dopo poco sento il rombo del motorino del mio amico franco, lui è piu esperto e può aiutarmi ma passano i minuti e non lo vedo apparire, forse la mamma gli ha dato qualcosa da bere, salgo le scale di corsa andando in cucina, non vedendoli mi fermo un attimo, mi basta per sentire un po di trambusto dietro la porta di camera mia,se non si spinge bene rimane solo accostata, allento un pochino e li vedo,hanno steso una coperta sul mio letto,mamma è stesa di fianco sul letto in maniera oscena,la vestaglia sollevata, franco in piedi di fronte a lei, si è levato i pantaloni e lo sta spingendo in bocca alla mamma,un cazzo bello grosso, non come il mio ma bello grosso, è lui nche fa avanti e indietro tenendogli la testa spingendolo fino in fondo, con laltra mano ha alzato una chiappa e fruga tra il cesto di peli,parlano piano ma nel silenzio li sento molto bene, lo lascia un attimo e lo guarda negli occhi, ne avevo proprio voglia,antonio torna stasera e lui sta nel campo fino a tardi, vienimi sopra che ho voglia di sentirlo, si è stesa gambe a ciondoloni,sempre in piedi lui ha preso le tettone cadenti dalle parti accostandole, si è chinato e ha preso i due capezzoloni eretti in bocca, lei con in mano luccello se lo è accostato, ha tirato indietro la testa,chiuso gli occhie bocca aperta ha tirato un lamento quando è entrato e ha cominciato a pompare, non era piu il mio amico, tutto sudato che mi sbatteva la mamma che lo incitava con amore,piccolo mio, senti come ti voglio, quando vorrai potrai approfittare sempre di me, che rimanga un nostro segreto, vienimi dentro che voglio sentire i tuoi schizzi, pochi colpi veloci e lho visto accostarsi fermo, stava venendo. dopo poco lo ha baciato come un bambino nella culla, ha preso la strada del campo e lui se ne è andato. ero eccitato al massimo, ho aspettato il suo rientro ho salito le scale di cantina facendo finta di essere tornato allora, stava lavando la verdura,mi sono accostato dicendole; ti voglio bene mamma; anche io amore mio. ma lho abbracciata brancando le tette, mi ha fulminato ma io subito ho detto un nome, franco, è tornato tutto normale perche stava rientrando il babbo stanco morto, ha mangiato qualcosa e subito si è steso sul divano per dormire qualche oraentrava alle dieci per il turno di notte, ma non potevo aspettare; vieni in camera mia , dobbiamo parlare, questa storia deve finire, avevo già tutto in testa, appena dentro ho cercato di spingerla sulletto, si divincolava pregandomi; fermo, sei mio figlio, ho alzato la voce ma lei mi ha messo una mano alla bocca, si è girata volendo uscire ma prima che potesse lho accostata alla porta e le ho alzato la vestaglia piangeva; ti prego, parliamone dopo che è partito il babbo, quella notte come le altre notti a seguire ho dormito nel letto matrimoniale scopandola e inculandola allo sfinimento, il mio amico ha minacciato di rendere la cosa pubblica ma abbiamo trovato rimedio, quando io la scopo lui si fa fare un pompino con lingoio,quando lui la scopa io mi faccio fare un pompino con lingoio ma gode di piu quando la trattiamo da troia e la scopiamo e inculiamo insieme, meglio quando possiamo vedere dalla finestra il babbo nel campo !!

Il sacrificio della professoressa Francesca | Racconto tradimenti di Francesca E.

-Ma cosa sta succedendo qui? – questo era il pensiero che aveva attraversato, per un momento, la testa della giovane e sexy professoressa mentre stava camminando per il corridoio della sua scuola una volta che aveva terminato il suo “sportello pomeridiano” (che come sempre era stato disertato) dopoché un tonfo, che sulle prime non era stata in grado di identificare, l’aveva spaventata e poi incuriosita.

racconti porno moglie troiail mio primo ingoiomasturbazioni casalingheporno gay treninoincesto mamma raccontitettone di mammacoppia disinibitasodomizzatahentai storyfrecciabianca 8613piedi femminilimoglie femdomracconto erotico incestile cosce di mia ziagare di seghescambio maritiracconti per adulti gratisracconto piccantemamma mi eccitaracconti milu'rcconti pornoinculare la cuginaracconti erorticiracconti sesso realiacconti milui pompini della mammaho scopato con mia cuginaracconti erotici lesbo incestoracconti hardla mia ragazza mi ha fatto un pompinomi ha sborrato nel culocuckloidracconti hard cuckoldditalino in pubblicopompino da cuginainculato da transla fighetta di mia figliaracconti erotiviraccontierosnonna scopata in cucinamamme senza mutandeforum al femminile tradimentosesso a tre al femminilemariti sculacciatisesso gay uominibottiglia in figami inculo mia cognatastorie zoofiliaincesti gay raccontisuocera gelosa e invidiosazoofilia estremala mia ragazza ha avuto molte esperienzeporno gay cubanomasturbarsi con l acquace l'ha piccolo ma godopiace il cazzocazzi 30 cmmio figlio mi ha messo incintaracconti erotici di educatoreracconti pissingracconti sex gratisrqcconti eroticierotciraccontiscopata con la nipotemoglie maturala suocera porcastorie eroticsempretibetsorellina nudapigiamino di salivaracconti erotici matrignaraccontu eroticipprno transsquirtamimoglie dal massaggiatoresodomizzatati prego scopami