Una mamma destinata a subire 2 | Racconto incesti di toti

Quella sera la bloccai per non farla andare a lavare, le dissi no dialoghiamo un po adesso ( non era vero volevo continuare ). Lei mi disse guarda mi devo andare a lavare, mi sento sporca anche dentro, sono mortificata, mi sento una donna fallita in tutto, capiscimi e ti prego vattene dentro da te, non mi sento di parlare voglio starmene sola…Subito io con forza dolce la feci distendere tranquillizzandola con parole dolcemente forti che arrivano nel cuore, iniziò a piangere, ma era un pianto liberatorio…io durante le sue lacrime di sfogo le dissi, cose inventate sul mio stato sessuale, coinvolgendola fortemente nella discussione ( un grande attore credetemi un attore vero ) Mamma ma se ti faccio una confessione dopo mi mortifichi? mi giudichi male?…lei mi disse dopo tutto quello che mi hai fatto cosa posso mortificarti di più? cosa cè di più orribile per una mamma essere violentata dal figlio per un ricatto? io adesso vorrei solo morire perchè la mia vita è solo lacrime…ed io gli dissi fingendo di piangere voltandomi dal lato del comodino di mio padre..mamma stai serena io sono mesi che penso di farla finita…se tu sapessi le mortificazioni che ho avuto dalle donne perchè non avevo lerezioni con loro ….e lei tu non hai lerezione? ma che dici se sembri un toro…mamma ma mi capita solo con te perchè da piccolo sono attratto da te, sai ti ho sempre spiata da piccolo mentre ti lavavi, poi andandomene di fronte ad abitare dalla parete tho spiata quando facevi sesso con papà e mi masturbavo, poi andavo con le ragazze e non avevo attrazione e ne erezione, sappi che lunica penetrazione me lhai regalata tu, pensa a come sono infelice e perchè ho usato larma del ricatto per fare lamore con te, ecco adesso sai tutta la verità e non puoi più adesso provare schifo e odio per me conosci adesso la mia verità, sono più disgraziato di te..Mamma a quel punto si avvicinò a me che ero sul fianco rivolto verso il comodino di papà e mi strinse forte e disse ma dai non sentirti cosi figlio mio adesso mi fai sentire in colpa, ma no mamma non è colpa tua e mi girai verso di lei e la abbracciai, lei disse vuoi un caffè te lo vado a fare ? vuoi fumarti una sigaretta ? non sentirti estraneo fai tutto quello che vuoi, sai io ho sembre subito e sopportato tuo padre per te, ma altrimenti lo avrei lasciato, ma ho pensato da mamma e quindi ho subito…mamma le dissi adesso con lo zio come vuoi fare posso aiutarti io ad estinguere il debito? e lei no quello ha detto che mi ricatta fino allultima rata che io non gli ho mai pagato, ti prego non farmi stare in ansia anche tu, tuo padre lo conosci è un violento e se dovesse scoprire che il fratello mi possiede lo o ci ammazzerebbe ti prego a mamma non farmi penare…ma no mamma stai serena …ma fino a quando tirerà avanti con questo ricatto? altri 4 mesi viene una due volte a settimana ed io come fai quando cè papà? si inventa una scusa e a volte per una mezzora dietro la zona dello stadio, conosci? si mamma…be li in macchina e poi mi accompagna….sapessi che paure faccio per non essere visti da altre coppiette che vanno li, credimi a mamma è umiliante, e ti senti sporca, usata…ma adesso che tra me e te è nato questa complicità mi sento meno pesante nel cuore e so che tu mi capisci e mi giustifichi…io abbracciandola forte le baciai le labbra e le chiesi con voce dolce..mamma ma a me darai un poco del tuo tempo e del tuo amore? ma io tho sempre amata amore mio, per te ho fatto 1000 sacrifici…mamma intendevo amore anche fisico, il tuo corpo? tesoro vedi io ho 64 anni, non sono una donna che tuo padre ha fatto sentire importante quindi io non so godere o rilassarmi…mi vergogno con lui, con quella merda del fratello , so solo subire…si se a te fa stare bene approfitta pure del mio corpo ma una cosa ti chiedo non pensare mai che mi indurrai a godedre con te oppure a fare rapporti orali, mi fanno senso…mamma perdonami ma io ho bisogno del tuo corpo, mi fa sentire uomo e maschio…ti prego non mi abbandonare….si stai sereno te lo lascio fare..basta che non ti aspetti da me altro..sono abituata ad essere usata senza piacere, perdonami vorrei darti piacere ma non ci riesco sono bloccata, non ho una stima degli uomini, ok mamma ti capisco…posso approfittarne da adesso? ne ho tanta voglia? e aspetta almeno mi vado a fare il bidet? sono tutta impiastricciata..no mamma cosi è meglio cosi non senti dolore…si vabbene però mi raccomando fai piano cè lhai un po grosso…mi chiese come solo una mamma che è abituata a subire, come mi devo mettere? come prima? si mamma…ok e subito lascia il suo e mio abbraccio e si distende supina e toglie le coperte, si alza meglio la camicia da notte e divaricando le gambe tenendole distese sul materasso dice…dai sono pronta..però non farmi male…la guardo restando sul fianco e le intrufolo la mano nelle tette e le palpo dicendole cazzo cè lhai belle e sode mamma e lei non parla e dice solo dai fai preso mi sento talmente imbarazzata che sto tremando…mi metto sopra di lei, lei apre di più le gambe ma le alza un poco e dice…fai piano mi raccomando…mamma mettilo tu dentro…mi mantengo sulle braccia perchè lei nn sopporta il peso sul corpo perchè soffre di una piccola asma allergica…mi impugna il coso e lo mette al buco e le dico mamma te lo metto piano…e lei si si fai piano…mentre entro vedo la fua fronte arricciarsi e la bocca aperta con un leggero ahaai ahaaa…piano mi fai male…entro tutto e rimango cosi..lei mette le sue mani sui miei fianchi ed inizio a pompare a ritmo, ma non appena sento quel cigolio del letto che mi ricorda mio zio, inizio ad andare più veloce…e lei che quasi con affanno dice piano hai piano fai piano hai mi fai male…ed io partito con la testa le dico però allo zio lo fai andare veloce è? cazzo che sentivo come ti affondava col cigolio del letto…e lei hai hai hai..piano e che cazzo ti e preso ti arrapa un vecchio come tuo zio? ma dai…no mi arrapa che si chiava mia mamma…è si dai non ci pensare…vieni presto mi fai male ..hai hai hai hai…ed io ancora dai mamma dimmi che ti sto sfondando? e lei dai non dire ste volgarità…e dai mamma lo sai mi eccitano le volgarità non imbavagliarmi la bocca coi tuoi tabòò..fammi godere come un pazzo…dai dimmelo che ti sto sfondando la figa…e lei tra un hai e laltro, con la voce di chi trattiene un peso sulla pancia, per farmi sborrare presto capi come doveva fare…hai hai si si mi stai sfondando la figa si hai hai ma fai piano…mamma comè il mio cazzone? si a mamma muoviti ti prego dai muoviti a venire non cè la faccio più…ed io dipende da te..che devo fare? niente rispondere alle mie domande che mi arrapano…ok si hai un cazzo enorme, sembri hai hai un cavallo…e mi sento lacerare..hai fai piano..si mamma ti stò sguarrando la figa…ora che viene papà e ti chiava ci va largo dentro…hai hai cazzo appena nomini che chiavo con tuo zio e tuo padre mi dai hai hai colpi più forti..ma perchè ti arrapi tanto hai hai hai…eppure so due vecchi….hai hai…mi arrapi tu,, che ti chiavano…hai..hai…in futuro voglio spiarti….mentre chiavi con loro…hai hai mi stai facendo male..dai vieni…e rispondimi…cosa? hai e dai vai piano…allora mi fai spiare? hai hai e come facciamo? si si ok vabbene hai hai ma sbrigati a venire..mi stai uccidendo…hai…voglio vederti chiavare con loro..vabbene hai hai hai…lo faccio…giura? si lo faccio ma ti prego vieni..a quella promessa mi arrapo e si sente forte il cigolio del letto che gli affondo a ritmo veloce il cazzone dentro…e dopo averla stretta i coscioni lateralmente e sotto il culo…le dico mentre lei continua il suo hai..hai…porcona mia sto per sborrarti nellutero…nella figa…te lho scassata e mo sborro …hai si dai dai dai cosi dai che cazzo enorme che tieni…sembri hai hai un cavallo…si mamma sborro ecco sborro e le ficco tutto dentro lei lultimo hai più forte ed erutto dentro tutta la mia sborra….e lei subito aspetta non far cadere lo sperma sul materasso aspetta metto il panno…lo posiziona e mi dice dai togliti…mi sfilo da
lla sua figa e lei subito mette il panno…pochi secondi nel suo affanno..dice mamma mia che sei veramente un cavallo..quanta ne hai cacciata e come e densa…ora posso andarmi a lavare? ed io si mamma…e mi accendo una sigaretta….mentre lei pudicamente per recarsi dal letto al bagno si abbassa la camice da notte…gli voglio bene è mia mamma..ma non so cosa mi sia preso…ma mi ha fatto godere come nessuna femmina ha fatto mai e senza nemmeno partecipare con piacere, anzi…ma io ho goduto come un pazzo…credetemi mi sono scopato tantissime ragazze…ma quel corpo leggermente appesantito, i suoi seni cadenti ma sodi una 4 penso, le cosce carnose ma toste un culo un poco grossetto…ma saranno i suoi 64 anni, ma la vedo tonica per la sua età….

Il motoraduno | Racconto bisex di Carletto Bruni

Non ho abbastanza fantasia per inventare storie, posso solo attingere a lontani ricordi. Racconto fedele in ogni dettaglio. Tutto accadde quell’unica volta che partecipai a un motoraduno nei pressi di Rimini. Non ricordo se nell’86 o nell’87; ma forse era già l’88. Quello che invece ricordo con assoluta certezza è il mese: giugno; intorno alla […]

Insegnamenti da zia | Racconto incesti di Juan Alberto

Monica è uscita dalla doccia con suo accappatoio cortissimo di satin rosso, io ero lì in salotto e l’ho guardata con timidezza, force oscenamente, non saprei dire definitivamente com’era il mio sguardo, ma che mi faceva turbare maledettamente questo sì lo posso assicurare, anche il gonfiore di cazzo era fedele testimone. Sono Giorgio, ho quasi […]

Insegnamenti da zia | Racconto incesti di Juan Alberto

Monica è uscita dalla doccia con suo accappatoio cortissimo di satin rosso, io ero lì in salotto e l’ho guardata con timidezza, force oscenamente, non saprei dire definitivamente com’era il mio sguardo, ma che mi faceva turbare maledettamente questo sì lo posso assicurare, anche il gonfiore di cazzo era fedele testimone. Sono Giorgio, ho quasi […]

La mia mogliettina è una zoccola | Racconto orge di Dillinger

Mi chiamo Silvio, ho 44 anni e sono proprietario di un piccolo ristorante. Mia moglie si chiama Zoe ed ha 25 anni, una bella differenza di età. L’ho sposata perché mi sono innamorato di lei a prima vista. Lei era venuta a lavorare nel mio ristorante come cameriera e mi era subito piaciuta, con quel fisico esile ma molto sexy, due belle gambe, lunghi capelli castani, tette terza misura e una bella bocca carnosa tutta da baciare.

Il motoraduno | Racconto bisex di Carletto Bruni

Non ho abbastanza fantasia per inventare storie, posso solo attingere a lontani ricordi. Racconto fedele in ogni dettaglio. Tutto accadde quell’unica volta che partecipai a un motoraduno nei pressi di Rimini. Non ricordo se nell’86 o nell’87; ma forse era già l’88. Quello che invece ricordo con assoluta certezza è il mese: giugno; intorno alla […]

Il motoraduno | Racconto bisex di Carletto Bruni

Non ho abbastanza fantasia per inventare storie, posso solo attingere a lontani ricordi. Racconto fedele in ogni dettaglio. Tutto accadde quell’unica volta che partecipai a un motoraduno nei pressi di Rimini. Non ricordo se nell’86 o nell’87; ma forse era già l’88. Quello che invece ricordo con assoluta certezza è il mese: giugno; intorno alla […]

gay pussyracconti sissy maidche bello scoparetrio transporno incesti gayorge discotecadonna inculata da un canevideo seghe di gruppoprof porcageneri di racconti eroticiamica ninfomaneracconti erotici genereracconti erotici mamma figliamoglie incestuosasadomasacon mia moglie al cinema pornomadre e figlio amantime la sono fatta addossoi racconti di iluannucnci69porn storienonna in culobuonanotte stronzomariti cuckracconti erotici incesticuletto frescotriangolo di pirogovtrans culo sfondatofeticismo piedi maschilicazzo nero per mia moglierocconti eroticiscopata con il cognatoracconti inculamipompino sconosciutastorie sesso suoceraassatanata di cazzosega a scuolacome fare un pompino perfettolara sextacchi sborratifica sburratail ditalinotre cazzi insiememia moglie cuckoldpiedi con smalto rossosesso con la nuoraracconti erticifotoracconti pornosotto la gonna di mammaisotta dai che ce la faischiuma party come vestirsisborra nel piattomamma culoamica di sessoerotici racconti i generierositalia raccontiincularsi la sorellail pelo di mia moglieracconti hot gratisraccontti eroticiracconti erotici zoofiliatradimenti storiesesso con nerinonno porconudisti guardoniracconti eortici gayraccontoeroticiorgasmi con animaliho tradito mio marito e sono incintascopare con ziastorie di sessomesso in culospiare mammasesso donne con transorgia tra donnemasturbazione con il cuscinoracconta eroticiracconti erotici a 69culi sotto le gonne