Adele | Racconto incesti di Simone27

La sto osservando, da dietro, un culo che parla, ha 38 anni, alta 170 cm, un seno tra la seconda e la terza, in casa non bada molto a come si veste, non le importa se si mette in mostra, a volte penso che lo faccia di proposito, ora si gira e mi sorride con i suoi splendidi occhi verdi e quella bocca carnosa. Ha i capelli legati a coda alta, ma una ciocca ribelle le cade sul viso e lei lallontana con uno sbuffo.

Pompino con ingoio ad un giovane sconosciuto | Racconto tradimenti di Raf90

Pomeriggio. Passeggiavo tranquilla. Ero immersa nella natura, odori di primavera, arietta fresca, serenità. In una piazzola, unauto grigio chiaro parcheggiata. Passando accanto alla macchina, notai allinterno un uomo intento a guardare il suo telefonino. Immediatamente notai che lui alzava lo sguardo e mi guardava con insistenza. Ressi lo sguardo, non esitai un attimo, ma tirai dritto per la mia strada. Ero tranquilla, non eccitata, non ancora…

Confessioni di un frocio… | Racconto gay di Lollo Culorotto

Desidero raccontare come ho scoperto di avere una predisposizione naturale per la sodomia passiva e di conseguenza come sono diventato uno che ama prenderlo in culo per fare la gioia di tanti cazzi, come dire frocio (la parola mi piace e mi piace essere chiamato così). Ma sono convinto che se anche fossi nato femmina avrei preferito prenderlo in culo piuttosto che in fica. Senza lintenzione di farne un romanzo, racconterò qualcosa che è accaduto, fatti che mi hanno convinto ad essere frocio e anche se per motivi letterari aggiungerò qualche abbellimento, però non si tratta di fantasie. Causa il comune senso dipocrisia evito di parlare come tutto cominciò felicemente per me.

Coming out Sadomaso | Racconto gay di Mavio

Mi sono sempre dichiarato etero, orgoglioamente e sfacciatamente etero.Inutile dire che ero un ipocrita. Avevo avuto alcune esperienze sessuali con uomini non particolarmente felici e facilmente dimenticabili, ma nel mio intimo provavo eccitazione soltanto a immaginarmi legato, prigioniero e in totale dipendenza di un uomo che , senza giri di parole o di romanticherie varie, mi rendesse suo schiavo a colpi di frusta, umiliazioni e fottute.Queste mie fantasie mai represse, mi avevano indotto a procurarmi on line dallInghilterra, alcuni oggetti : Uno scudiscio da cavallerizzo, un frustino da Barrel , due cavigliere e due polsiere per essere immobilizzato e un collare da schiavo con relativo guinzaglio.Cercai sui siti dIncontri un Padrone che mi inizasse e mi svezzasse con gradualità, ma la mia ricerca , si era rivelata infruttuosa fino a quando non risposi al suo annuncio. Conobbi così Bruno,un 65enne massiccio, cordiale e schietto, Bruno cercava compagnia e forse qualcosa di più… non cercava uno schiavo.Nonostante tutto ci incontrammo e lo convinsi a sperimentare con me il ruolo di Master.Poche regole, chiare e precise: 1) Niente giochi con feci.2) Niente giochi con sputi.3) Niente giochi cruenti con sanguinamento.4)Niente segni permanenti.5)Solo nel caso di sodomizzazione doveva usare il preservativo.6)Lo avrei soddisfatto pienamente se ogni sua richiesta fosse stata preceduta da colpi di frusta o di cinghia.

Luisella II | Racconto zoofilia di Luisa Carolina

È stato una nuova cosa scoprire che quanto accaduto finora mi piacesse così tanto, non ci volevo credere, in ginocchio con le tette da fuori a leccare il cazzo del mio cucciolo, roba da matti, ma mi faceva eccitare e non c’era niente da fare, ero troppo oltre il limite, avevo varcato la linea, non potevo più tornare indietro, non volevo, stavo appunto di essere bagnata dalla sua sborra e mi faceva solletico per tutto il corpo.

Vù Cumprà | Racconto gay di Mirikiki1

Nonostante sono un uomo attivo, non disdegno la compagnia di un uomo, e in più occasioni avevo spompinato e bevuto la sborra di qualcuno, così come ho già narrato in altri racconti. Questa volta invece mi trovavo seduto ad un tavolino esterno di un bar a sorseggiarmi un tè, quando si avvicina un africano che vendeva cianfrusaglie. “Vù cumprà” mi dice, offrendomi la sua mercanzia, aveva di tutto; gli dico di no, insiste ma continuo a dirgli di no, alla fine mi chiede qualche monetina per mangiare. Gli dico che soldi non gliene do, ma se proprio vuole gli offro la colazione. Accetta e si siede al tavolino, così ordino al cameriere un cornetto e un cappuccino. “Si vende poco, gente non compra” dice. Gli do confidenza e lui mi racconta di quando stava al suo paese e un po’ della sua vita. Ad un tratto passa una ragazza un po’ troppo scollacciata e vestita con una minigonna. Lui esclama “bellissima signora, al mio paese le donne non vanno in giro così, se no le violentiamo, in italia invece tutte così e a noi viene sempre il cazzo duro” “anche adesso?” chiedo. “certo, anche adesso, vuoi vedere?” e così dicendo si porta la mano sul cazzo, da sopra i pantaloni e se lo accarezza. In effetti ha ragione perché si nota un grosso rigonfiamento sotto la patta dei pantaloni. “Da quando non scopi?” gli chiedo, “solo seghe”. Nel vedere accarezzare quel grosso rigonfiamento, mi fa balenare l’idea di toccarglielo veramente. Ma forse incoraggiato dalla mia domanda, è lui a prendere l’iniziativa e mi invita a casa sua. “Se vieni a casa mia te lo faccio vedere”. Resto un po’ interdetto, ma è quello che volevo, non avevo ancora maneggiato un cazzo nero, ero curioso. Accetto! Mi dice di seguirlo e dopo un chilometro di strada arriviamo alla sua abitazione, un sottoscala che condivide con un amico momentaneamente fuori città. C’è disordine dappertutto. Mi fa sedere su un divano accanto a lui e senza tanti preamboli mi prende la mano e se la porta sulla patta. Lo tocco, è già durissimo. Si alza in piedi e si toglie i pantaloni e lo slip. Viene fuori un bastone di carne, nero come l’ebano, liscio, striato di vene e con una grossa cappella. Riprendo a toccarglielo, a menarglielo. “prendilo in bocca” mi dice. Mi metto in ginocchio e glielo prendo in bocca, poi lo lecco per tutta la sua lunghezza. Lui mi mette le mani sulla testa e me l’accarezza mentre continuo a spompinarlo. Lo sento mugugnare, grugnire, ogni tanto dice: “tutto, mass”, forse per dire “prendilo tutto, il più possibile”. Cerco di prenderlo il più possibile, ma è troppo grosso e lungo, riesco a ingoiare poco più della metà. Vado avanti e indietro con la bocca ma ben presto sento la cappella ingrossarsi, lui si irrigidisce ed inizia a tremare. Improvvisamente mi spinge la testa sul cazzo e mi spara un fiotto di crema, poi un altro e poi un altro ancora. Non è tanta e per non soffocare la bevo. Solo ora stacca le mani dalla testa, ma io continuo a succhiare la sua crema e lui stringe le chiappe per far uscire le ultime gocce. Dopo aver bevuto tutto il succo e le ultime gocce, continuo per un po’ a leccarglielo, mi piaceva la sensazione di averlo moscio tutto in bocca. “Alzati” mi dice. Mi alzo, “sei la mia donna, la mia puttana”. Come dargli torto, sicuramente sarò stato il primo uomo bianco a spompinarlo. Voleva vedermi ancora, ma non ci siamo più visti.

Da uomo a w.c. | Racconto pissing di pistoilet

Sono un bel ragazzo,atletico sportivo e con modi che affascinano. In adolescenza ero piuttosto bruttino: occhiali spessi, acne,capelli di media lunghezza ed apparecchio ai denti. Molte volte le ragazze hanno riso di me e difficilmente riuscivo a propormi per il timore del rifiuto. Verso i 20 anni ho fatto l’operazione per la miopia, rasato i capelli e modellato il corpo con sport e palestra.

Il siluro enorme di Pasquale | Racconto gay di Rico

Voglio raccontarvi di colui che ha fatto cambiare definitivamente i miei gusti sessuali: il mio amico SUPERDOTATO Pasquale!! Premetto che sono sempre stato aperto in campo sessuale infatti sin da ragazzino mi eccitavano sia le donne che gli uomini ma più crescevo più venivo maggiormente attratto da questi ultimi. Cercavo cmq sempre di tener segreto questo mio status anche se i miei IMPULSI SESSUALI VERSO I MASCHI crescevano vertiginosamente. Ogni volta che o su una rivista o in tv vedevo un BEL MASCHIONE il cazzo mi sinduriva all istante e iniziavo subito a masturbarmi; quando visionavo film hard il mio sguardo cadeva non tanto sui seni generosi delle attrici quanto sui FAVOLOSI PESCIONI degli attori; una notte poi in discoteca rimasi completamente ammaliato alla vista degli SPOGLIARELLISTI, tanti bei maschioni con i loro CORPI MUSCOLOSI e soprattutto con gli SLIP SUPER-RIGONFI mi provocarono un EREZIONE MEMORABILE ricordo che rimasi con il cazzo duro per giorni non potevo togliermi dalla mente quei BONAZZI ESAGERATI mi masturbai per ore ed ore. Nonostante ciò continuavano ad eccitarmi anche le donne, soprattutto quella superbonona di mia zia, poi c era la mia fidanzata con la quale però scopavo sempre con minore trasporto fino a che troncammo del tutto la nostra relazione. Ormai la mia bisessualità stava prendendo un unica direzione, avevo smesso di segarmi anche su mia zia, e il giorno della svolta definitifa all OMOSESSUALITA era arrivato. Mi trovavo all ultimo anno di Liceo ed era in corso l autogestione, nella mia classe ero in compagnia di 6 ragazze più il mio amico Pasquale che aveva sempre destato le mie attenzioni perchè tra le cosce aveva un PENE di DIMENSIONI SMISURATE!!! Ricordo che quel giorno le ragazze, sapendo delle sue doti, iniziarono a provocarlo.. ce ne erano due in particolare che iniziarono a massaggiarsi i loro grossi seni da sopra la maglietta e mentre Pasquale fissava il movimento di quelle zizzone io fissavo il movimento dei suoi PANTALONI che iniziarono a DEFORMARSI VISTOSAMENTE, ero ECCITATISSIMO, le ragazze poi dissero se rimaniamo in reggiseno tu rimani in mutande?? a quel punto Pasquale fece mettere una ragazza a guardia della porta e poi disse levatevi pure i reggiseni e io vi faccio vedere LA BESTIA!! Ecco ci avviciniamo al momento-clou, le ragazze non se lo fecere ripetere due volte si levarono maglietta e reggiseno mostrando due pere enormi a testa, Pasquale ,alla vista di quei promontori, si abbassò pantaloni e mutande e mostrò a tutti il suo ENORME SILURO IN EREZIONE, un CAZZO che SUPERAVA abbondantemente i 30 cm di LUNGHEZZA e che fece rimanere tutti a bocca aperta: avevo davanti agli occhi la COSA PIU BELLA ED ECCITANTE che avessi mai visto e mentre sentivo le ragazze ripetere che era un cazzo enorme che non avevano mai visto un pene così grosso.. io in preda all eccitazione più totale mi gettai verso quel MASTODONTICO UCCELLO e iniziai a CIUCCIARMELO sotto gli occhi delle ragazze incredule che ora esclamavano che RICCHIONE .. è proprio FROCIO..etc etc… Ebbene sì il mio IMPULSO OMOSESSUALE era venuto fuori avevo preferito quel FANTASTICO CAZZO alle poppe delle mie compagne..continuavo a ciucciarmi il PESCIONE DI PASQUALE e le sue GROSSE PALLE mentre con l altra mano gli palpavo il suo BEL CULO SODO!! Pasquale sapeva delle mie attenzioni verso di lui e da buon amico si fece spompinare senza opporre resistenza: mi stava regalando una GIOIA IMMENSA, INDESCRIVIBILE!!! Avere tra le mani e in bocca quel SERPENTONE GIGANTESCO sotto gli occhi increduli di 6 ragazze che mi urlavano RICCHIOOOOONE è stato un momento eccitante indescrivibile. Da quell istante in poi ho messo SOLTANTO IL CAZZO AL CENTRO DEI MIEI PENSIERI le donne non le considerò più!! Faccio solo esperienze omosessuali CIUCCIO CAZZI che è un piacere e quando lo PRENDO IN CULO GODO COME NON MAI!!! Su internet poi vado sempre in cerca di video con MASCHIONI NERI SUPERDOTATI voglio vedere all opera tutta la loro VIGORIA SESSUALE voglio vedere i LORO CAZZI ESAGERATI che solo il MIO AMICO PASQUALE PUO EGUAGLIARE!!! In definitiva sono proprio un RICCHIONE ESAGERAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAATO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Prima volta in tre(mmf) | Racconto trio di Txm

Ho iniziato molto giovane ad avere le più disparate fantasie in materia sessuale;un mondo per me affascinante date le sue molteplici sfaccettature. Da sempre fruitore di siti vm18, di racconti erotici, ho cosi approfondito le mie curiosità. A 19 anni (ora sono 34)mi sono fidanzato con E., una ragazza che non passava inosservata date le […]

feticistesesso gay fratelliincesti zia e nipotesega in acquaerorici raccontiinculati da transscopata per ricattostorie triolo zoccolo del cammelloinculata dal cognatoorgia in villaraccinti eroticino nel culoraccobti eroticigay sliporgasmo in biciclettaorgasmo negatoracconti analescopate con la cuginaracconto hotcuckold incestimia moglie fa la troiascopate doppiesesso assicurato . comracconti pirnomoglie ninfomanemilf 45racconti incesrocugina scopastorie fetish piedibdsmersgioco tetteraccontierotici gayscopate a scuolascopate da sognosesso con l amicoleccamela benetette pienescambisti tettoneracconti di iniezioni intramuscolariscopata con il cognatostorie di scambistimogli che cornificano i maritiesperienza scambio coppiastorie eroticoerorotici raccontiracconti erotici transauguri eroticiracconto d'incestotradimento gayle nonne porchestorie pornprofumo di cazzostrip poker gaymia sorella mi spompinascopo con papala moglie porcapornosubitofrecciabianca 8613suocere perversemamme e figli nudiuomini con due cazzipissing maschileincesti mamma e figliomoglie scopa al mareporno5incesto sorella fratelloracconti poenoorgia sfrenataoscultazioneracconti erpticimistress padronaracconti erotici d'incestoporca anzianail culo di mia cognata