Sottomessa a Scuola – 3 | Racconto dominazione di maria-00

La mattina stessa a mente più lucida pensai un pò sullaccaduto, da che potevano minacciarmi senza problemi ora avevano anche un video che a costo della vita non avrei mai voluto far pubblicare. Avrei potuto denunciarle anche solo per il video ma pensandoci su non era una buona idea, avrebbero potuto pubblicarlo non appena gli arrivava qualche segnalazione e quindi ero comunque fregata, un video di quei tipi in breve tempo si fa un giro incredibile in rete e a quel punto non avrei potuto farmi vedere nemmeno allestero. Molto probabilmente il mio stesso ragionamento lo avevano fatto anche loro che la mattina dopo mi aspettarono nello stesso punto di ieri, la loro solo vista mi bastò per sentire forti palpitazione, avevo il cuore in gola. Con quel pò di me stessa che era rimasta andai avanti, facendo finta di salutarle come se si trovavano li per scambio, insomma, una piccola parte di me sperava che non fossero li per farmi qualcosa ma per una semplice coincidenza.

La scoperta del foot fetish | Racconto feticismo di TRAMPLE977

Ero giovanissimo e conobbi una ragazza più grande che si invaghì di me quando si accorse che il mio sguardo imbarazzato finiva sempre ad osservare i suoi splendidi piedi dove aveva tatuato un pugnale rivolto verso il basso, piedi avvolti in una splendida e finissima calza viola ben custoditi in una scarpa splendida dove si intravedeva la sua pianta fine ed affilata.

Sesso anale col compagno di mamma | Racconto incesti di Rory555

Ecco come promesso il racconto della mia esperienza anale con quel porco del compagno di mia madre… con la scusa di stare insieme a ferragosto mia madre prenota qualche giorno in montagna, proponendomi di passare questo week end con loro, naturalmente accetto con grande piacere….metto tutto quello che ho di più sexy nella valigia.arrivati vado a sistemarmi nella mia camera che e al piano superiore mentre la loro e al piano di sotto. Nel pomeriggio usciamo a fare una passeggiata nei boschi insieme a dei vicini di bungalow conosciuti all ora di pranzo.Durante la passeggiata ogni tanto lo sento che mi sfiora il culo, mi sorride anche lui non vede l ora di riempirmelo. Si avvicina l ora di cena e decidiamo di cenare li, nel bosco c e uno spazio adibito a barbecue, si offre di andare a raccogliere le legna e io mi offro di andare con lui mentre la mamma inizia a sistemare tutto per la cena…iniziamo a camminare velocemente e andiamo a cercare un posto in mezzo agli alberi e cespugli lontano da mamma perché dice che ha troppo voglia di scoparmi, che questa tutina cosi aderente lo sta facendo impazzire. Finalmente troviamo un bel posticino, iniziamo a baciarci, le sue mani sono dappertutto, inizia ad accarezzarmi il clitoride, prima piano poi sempre più forte, mi sto bagnando veramente tanto appena se ne rende conto mi gira e mi sbatte addosso a un albero, me lo infila tutto, inizia a sbattermi sempre più forte….quanto mi sa scopare bene, adoro essere sbattuta forte, sentire le palle che mi sbattono addosso mentre mi tira la trecca che mi sono fatta prima di uscire…mi sbora dentro, sa che prendo la pillola evidentemente. Finito il nostro amplesso e fatto il pieno di legna torniamo da mamma, che non sospetta nulla, anzi si eintrattenuta molto bene con i nostri vicini visto che e molto ubriaca. Finita la cena torniamo nel bungalow, io filo in camera mia a prepararmi mentre lui mette mamma a letto che crolla immediatamente. Cerco subito il mio completino intimo più bello e più provocante, bustino che mette in risalto il mio seno e giarrettiera coordinata completa di un tanga striminzito..sento i suoi passi, sta x arrivare, sto fremendo dalla voglia..apre la porta e rimane a bocca aperta, mi avvicino e lo sbatto sul letto e vado a chiudere la porta. Salgo a cavalcioni su di lui e iniziamo a fare un bel 69 mentre me la lecca con esperienza mi inizia a infilare una e poi 2 dita nel mio ano, sto godendo da pazzi.. quando sta x venire mi fa cenno di togliermi e mi mette a pecorina che a quanto pare e diventata la nostra posizione preferita anche se a me non importa l importate e che me lo sbatta tutto nel culo e che mi faccia godere come una cagna…infatti afferra il suo bel cazzone e con una bella spinta entra senza molta fatica, mi guarda sorpreso e affascinato allo steso tempo…eh si mi piace essere inculata!! Inizia a sbattermi sempre più forte mentre con l altra mano inizia ad accarezzarmi il seno per poi finire a toccarmi il clito sempre più velocemente…sto godendo tantissimo e anche lui che dopo poco infatti mi riempie del suo sperma…mi saluta e mi augura una buonanotte ma soprattutto di riposarmi molto bene!…. questa week end e iniziato proprio bene chissà come finirà!!

Scopata sul treno notturno | Racconto etero di Malia

Sono su un treno notturno e sto viaggiando verso Berlino. Per risparmiare ho deciso di viaggiare in una cuccetta da 4 persone anche se sono sola. Un uomo sale alla mia stessa stazione e scopro che è il mio compagno di viaggio: è un ragazzo, che avrà pressa poco la mia età ed originario del Senegal. Parliamo un po’ e poi si fa tardi, ormai il treno è silenzioso. Sono io a fare la troia e dico: “un luogo comune dice che i neri hanno il cazzo grande, mi sento in imbarazzo a chiedertelo, ma è vero?”.

La vita della nonna | Racconto incesti di elisa la rossa

Era ormai molti anni che il nonno no cera più e la nonnas un giorno mi confidò che il nonno aveva sverginato circa 150 ragazze più o meno giovani e lei si vantava di evere leccato la figa a tutte e di avere preso in figa ed in culo più di 250 cazzi alcuno senza farlo sapere al nonno. La cosa più interessante per la nonna che allalba dei 70 anni riusciva a godere ancora più e più volte sia da sola che con le donne e gli uomini e far godere uomini e donne in egual misura. Un giorno mia madre mi disse che la nonna stava male e di andarla a trovare ed io andai ci+on mio fratello e due suoi amici. arrivammo da lei a mezzogiorno e lei ci fece da mangiare per tutti e aveva preparato dei dolci per tutti, allora ioe mio fratello ed i nostri amici volevano ringraziarla per quello che ci aveva preparato, ma lei disse il più bel regalo che potete farmi e quello di vedervi a fare allamore tra di voi. I nostri amici restarono sbigottivi a sentire quella donna ad invitarci a scopare davanti a lei e mi dissero ma è possibile, perchè sia nostra madre che la nonna si scandalizzano quando parliamo di sesso, allora io raccontai alcuni particolari della nonna ed i loro cazzi diventarono duri e la nonna approfitto per prendere in bocca il cazzo di uno di loro ed nelle due mani il cazzo di mio fratello e dellaltro mio amico. Dallemozione tutti e tre vennero quasi subito e lei succhio tutta la sborra di tutti e tre e mentre io mi sditalinavo la figa lei mi venne vicina e si mise a leccarmi la figa ed hai ragazzi il cazzo diventò nuovamente duro e quindi la nonna disse adesso tu me lo metti nel culo tu lo metti nella mia figa e tu incula tua sorella e cosi fecero e appena accenarono a sborrare la nonna li prese in bocca tutti e due e sborarono fino allultima goccia nella bocca della nonna, mio fratello intanto mi aveva riempito il buco del culo. Dopo un pò di riposo la nonna, ormai padrona di noi tutti, disse, adesso mentre mia nipote mi lecca il bucodel culo voi tre Vi inculate e dopo Vi farò fare una cosa mai fatta e pensata da Voi. I tre ubbidiro e mio fratello si fece mettere nel culo il cazzo e laltro con fatica riusci ad inculare il suo amico e poi mio fratello sfondo il buco del culo dellaltro ed io stavo inculando la nonna con le mani prima nella larga figa e poi nello stretto buco del culo. Quindi i tre ragazzi videro quanto stavo facendo alla nonna e quando gli schiaccia le mani nel buco del culo i loro cazzi si indurivano ancora malgrado avevano già sborrato tre volte ciascuno. Allra la nonna disse a mio fratello avanti sdraiati sotto di me e mettimi il cazzo in culo e voi due ai lati delle mie chiappe aspettate il mio segnale per infilarvi anche voi nel mio buco del culo, la nonna feca fare a mio fratello alcuni colpi nel suo culo e poi a quello di sinistra di salire sulla sua pancia e di infilare il cazzo nel culo, quando entro nel culo disse allaltrodi destra adesso anche tu sali sulla mia pancia e spingi indietro più che puoi il tuo amico finche arriverai alla mia figa infilalo nella figa per alcuni colpi poi toglilo e cerca di mettermelo nel buco del culo il ragazzo fece come le disse mia nonna e riusci ad entrare nel buco del culo e tutti e tre insieme cercarono di venire ma la nonna disse adesso toglietemeli dal culo e tutti e tre mettetelo nella figa e sborrateci dentro i tre ragazzi dopo alcuni minuti di colpi nella figa della nonna vennero tutti e tre ed anchio sulla faccia della nonna la quale mi succhiava la figa venni insieme a loro. Dopo poche ore era quasi sera rientrammo a casa da mamma e zia alla quale raccontammo cosa avevamo fatto con la nonna allra mia zia disse io 2 nella figa li presi matre non credo che riuscirei a prenderli mentre mia madre rivelandici quella gran troia che avevamo scoperto disse io tre in figa si ma nel buco del culo no. Allora anchio dissi voglio provare almeno due nel culo e due nella figa ma mia madre disse e no sei la nonna ne ha presi tre nel culo e tre nella figa dobbiamo provare anche noi, ma i ragazzi dissero e no dopo le chiavate c0on la nonna non riusciamo a fare ancora tre o quattro chiavate quindi se volete vi chiaviamo tutte e tre e basta per alcuni giorni e cosi io presi uno dei nostri amici laltro mia mamma e mio fratello si fece la zia. ciao a tutti

Tette da 10 e lode | Racconto etero di Nicole

Mi chiamo Nicole e pubblicherò le storie che mi sono capitato cominciando da questa avvenuta molti anni fa quando andavo ancora ai superiori. Sono una ragazza che piace molto agli uomini, sono scura di carnagione con capelli lunghi castani, occhi intriganti ed espressivi color mandorla, labbra abbastanza carnose, quarta di seno, alta 1 66 x 50 kg.

La signora coi tacchi alti | Racconto feticismo di TripleH

Mi capitava spesso di uscire dallufficio, a volte per andare in banca, a volte in posta od altre commissioni. Un giorno, poco distante dallufficio la notai. Sui quarantacinque, abbronzata, minuta, bassa, magrina, coi capelli neri corti, con un vestitino estivo ed ai piedi dei tacchi incredibili: 14 o 16 centimetri. Dopo qualche giorno, ancora lei, un isolato più in là, sempre con un vestitino sexy e con altri tacchi altissimi. Passarono diverse settimane e gli avvistamenti non mancarono. Poi un giorno, inchiodai la macchina scesi, le andai incontro, la guardai dritto negli occhi e le dissi: mi scusi se la disturbo, volevo solo dirle che spesso la vedo passeggiare qui attorno, e che la trovo una bellissima donna e se proprio le devo dirla tutta volevo dirle che lho sempre vista con delle bellissime scarpe. Le andrebbe, durante la mia pausa pranzo, di venire con me in un negozio che vorrei regalarle un paio di scarpe ? La signora mi guardò perplessa … mi prendi per il culo ? Di solito mi fischiano e fanno apprezzamenti pesanti, che in parte comprendo … ma un approccio come il tuo non mi è mai capitato. Proseguì: senti io ho circa una quarantina di scarpe col tacco alto, perchè non passi a vedere la mia collezione e poi decidi tu che scarpe regalarmi. Ci scambiammo i numeri di telefono e mi diede anche lindirizzo. Avevo solo unora per le pause pranzo, ma lei abitava proprio ad un minuto dal mio ufficio. Suonai il campanello. Lei: salì, secondo piano a destra. Entrai nellappartamento, superato il disimpegno si aprì lambiente su di una bella e luminosa sala. Da un lato cera un tavolone lungo circa tre metri, dove ai bordi erano appoggiate tutta una serie di paia di scarpe dai tacchi o dalle zeppe altissime. Lei con una rapida mossa salì sul tavolo e rise. Per valutare bene i miei tacchi ho pensato di farteli vedere … indossati quindi farò delle mini sfilate. Cosa ne dici ? Io che ero già molto eccitato deglutii e feci si con la testa. Antonella, questo era il suo nome, si infilò il primo paio di scarpe ed iniziò a fare un pò di brevi camminate e movimenti sexy. Oggi, senza calze, ne smalto, poi magari nei prossimi giorni, per fartele valutare meglio, posso attrezzarmi come preferisci. I suoi piedi e le sue caviglie erano perfetti e quel primo paio di scarpe mi piacevano un sacco: erano dei tacchi di 14 cm, con un pò di plateau allanteriore, color grigio pastello lucido con un fiocco bianco sul davanti che faceva sembrare quei piedini un regalo. Il secondo paio erano rossi, lucidi, sempre con plateau e fibbia in plastica trasparente. Poi il terzo, il quarto, ecc. ecc. La mia ora volò velocissima… devo andare al lavoro, quando posso tornare a valutare le altre scarpe ? Antonella: domani alla stessa ora!

Goliardate con amici | Racconto esibizionismo di NotBad

I fatti raccontati in questa storia, date comprese, sono accaduti esattamente come riportato. Non sapendo se qualcuno dei conoscenti delle persone citate bazzica questi siti, ho deciso di modificare i nomi dei personaggi, in modo che nessuna persona reale possa essere identificata. La prima volta che ho giocato a strip poker con i miei amici […]

Scopata in macchina | Racconto etero di Vaginaficcata

Una sera io e il mio ragazzo ci trovavamo in macchina,dopo una serata fuori a mangiare la pizza è una bella passeggiata sulla spiaggia,visto il periodo estivo cera molta gente in giro per quellora e io dopo aver mangiato tantissimo non avevo per nulla voglia di passare tutta la serata a passeggiare sulla spiaggia,anche se la trovavo una cosa abbastanza romantica.

Incesto violento | Racconto incesti di enriiyy

Ciao a tutti. Mi chiamo enrico e un bel attrezzo di 25 cm, e mi pace scopare come un cane. Un giorno di estate ero a tavola, con mamma e la mia sorellina, eravamo in reggiseno e mutande xk faceva molto caldo e non ci vergognavamo a girare seminudi per casa, cmq stavamo mangiando e parlavamo del più e del meno, ad un certo punto mia mamma inciampa e mi rovescia la bottiglia dacqua gelata addosso, e mi si bagnano le mutande facendo vedere il mio arnese, mia mamma non si accorge di nnt a mia sorella si, e anche se era moscio si eccita e istintivamente si mette un dito in bocca leccandolo, io vedendo la scena mi eccito e mi si incomincia a indurire il cazzo, a questo punto visto che avevo finito di mangiare corro in stanza e mi tolgo le mutande, e vado al pc dove entro su un sito di video chat erotiche e incomincio a segarmi facendo il mio solito show mi scrivono tante ragazze e gay di segarmi più forte, una ragazza mi dice di aprire la sua video chat, la apro e mi fa vedere come scopa il suo ragazzo, dpo di che si mette un cazzo di gomma in bocca e simula che sia il mio, la ragazza e davvero bella una 4 e un bel culone, mi eccita cosi tanto che mi apro in una fontana di sperma, dopo aver puliti guardo un po le chat degli altri e trovo una che si chiama gatta arrapata97, apro la sua video chat senza far vedere la mia xk ormai venuto, e resto sbalordito era mia sorella che si masturbava con una troia con un bastone, an un certo punto un tizio le scrive xk si stesse masturbando, e lei scrive xk a intravisto il cazzo del suo fratellone che era molto arrapante, nel frattempo il mio cazzo si era risvegliato e incomincio a segarmi, ad un certo punto si mette a pecorina davanti alla cam e fa vedere un paio di mie mutande e se le annusa e se le mette in bocca, la mia eccitazione era salita alle stelle il mio cazzo era duro come il marmo, mi alzo tutto furioso e violento, esco dalla mia stanza entro con violenza nella sua stanza e gli infilo il mio cazzo nel culo e incomincio a scoparla violentemente, in quanto era gia messa a pecora e non riesce neanche ad urlare in quanto avesse le mie mutande in bocca, mentre la scopo le stringo le sue tette, una 2, e le dico in orecchio ti piace puttana, poi le do un morso sul culo e la incomincio a a sculacciare violentemente, lei pinge dal dolore e la cosa mi piace da morire te tolgo le mutande di bocca e gli infilo prima il mio cazzo in bocca e poi le palle e gli ordino di leccarle, e lei lo fa in quanto tutta bagnata, in tanto nella chat era successo il delirio stavano scrivendo in tanti, tutti arrapati. In tanto incomincio a prendere mi sorella a schiaffi e poi, incomincio a bombardarle la figa con il mio cazzone, lei urla cosi dal piacere che sente mia mamma, che si tuffa subito nella stanza, dicendo che succede, ma vedendo la scena urla cosa stavamo facendo mettendosi le mani hai capelli, io mi alzo mostrandogli in tutta la sua gloriA a bellezza il mio cazzone, chiudo la porta bloccandole il passaggio, e prendendola dai capelli da dietro e le dico che a mio cazzo serve un altra puttana, lei mi molla un caffone e mi dice che sono pazzo io le dico di no e che so che le piace, xk o visto come scopava con papà ed era una selvaggia, lei tutta imbarazzata guarda mia sorella, mia sorella mettendosi le dita in figa e poi in bocca si alza dicendole che e una troia, puttana e che doveva essere punita e incomincia a toglierli reggiseno e mutande, mia sorella si ferla a leccargli il culo mentre io la bacio con la lingua e le dico che e una porca, poi le do uno schiaffo e che fa mettere in ginocchio e gli infilo il mio cazzo in bocca e tenendola da dietro la testa la spingo violentemente dicendole vai troia sei un milf favolosa, dopo 10 minuti che gli pompo la bocca la butto sul letto, mettendola a pecora, le stavo per scopare la figa quando mia sorella mi ferma e incomincia a succhiarmi il cazzo in modo favoloso dopo di che si fa scopare il culo e dice a mia madre guarda che porci che siamo ne abbiamo preso da te, lei con sguardo sbalordito guarda a bocca aperta, mia sorella si ferma e le dice che e ora del tuo turno troia, e bel orecchio a me dice che la troia ha la figa come una galleria ma il culo e stretto e poco usato, lei sente e guarda il mio sorriso e dice il culo no, io faccio finta di nnt e prendendola dai piedi la rimetto a pecora e con foga le scopo il culo, e lei incomincia a urlare dal dolore piangendo, mentre io le grido di urlare insultandola, mia sorella va al suo pc e le dice che tutti stanno vedendo in una chat online e le apre la chat di un nero con un cazzo enorme che scrive questo e dedicato a te mamma troia e incomincia a sborrare come una Fontanella, mia mamma risponde voi siete pazzi, mentre mia sorella ringrazia il nero e gli dice di continuare a seguici, dopo di che si unisce a noi, facendosi leccare la figa e toccandosi le tettine e provocando me, andammo avanti scopando per altri 30 min, aprendo e chiudendo chat di uomini umiliando mia mamma, alla fine venni in figa a mia mamma, e mentre mia sorella le puliva la figa il mi facevo pulire il cazzo. Le cose da li in poi cabiaro fra di noi. Fine prima parte ☺

La mia nonna è stitica | Racconto incesti di lo scopatore mascherato

Ciao a tutti lo so che questo racconto vi sembrerà strano perché ci sono troppi racconti di fantasia ma questo vi giuro è tutto vero e la prova che questo racconto è vero la avrete alla fine perché è un po corto. Mi descrivo sono alto 1.86 peso 88 kg e ho 18 anni sono un ragazzo come tutti gli altri. ma ho due zie che mi vogliono bene e una nonna che ho sempre amato gentile e premurosa che mi ha accontentato sempre ogni cosa che volessi e mi ha sempre accudito quando stavo veramente male. Un giorno una delle mie zie mia a chiamato al cellulare e mia detto di andare a prendere a casa sua laltra mia zia e incontrarci tutti da mia nonna arrivati là saluto la nonna e gli chiedo come sta e lei mi risponde. Nipotino mio non sto tanto bene ho mal di pancia sono stitica. E io gli ho detto. Nonna ci sono le purghe le perette i clisteri. E lei mi risponde, si ho provato tutto purghe perette e clisteri ma mi hanno liberato solo un poco e dopo mezza giornata sono a punto e a capo. A questo punto le mie zie mi prendono in disparte mia nonna che è molto curiosa si avvicina per sentire cosa ci dicessimo ma mia zia la allontana e salgo sopra con le mie zie e una mia zia mi chiede. Tu vuoi aiutare la nonna? lo sai che tu sei il suo unico nipote maschio lei ti ha sempre aiutato e accudito quando stavi male adesso tocca a te fare lo stesso con lei. E io gli ho chiesto a mia zia. Perché? la nonna ha solo un mal di pancia. E mia zia mi risponde. Tua nonna come tu sai è stitica e mi ha detto che molto tempo fa quando non cerano le purghe le perette e i clisteri ci si doveva arrangiare quando la nonna era ragazza e gli veniva un po di stitichezza si faceva inculare dal nonno che appena gli sborrava dentro gli scioglieva le feci che aveva nello stomaco. Io appena mia ha detto questa cosa sono rimasto di sasso non potevo credere a quello che mi diceva e gli ho chiesto ma perché mi dici queste cose? E lei mi dice adesso lo dovresti fare tu perché al nonno non gli si drizza più e non può incularla per liberargli la pancia . E io con un po di vergogna gli dico che lo farò perché non voglio che gli faccia più male la pancia. E mia zia mi chiede tu quando tempo è che non scarichi il tuo succo? E io gli rispondo da molto tempo perché ho lasciato la mia ragazza e non ho voglia nemmeno di toccarlo. E lei mi dice ok adesso scendiamo giù perché dobbiamo dirlo alla nonna e speriamo che accetterà cosi potrai curarla come ha fatto lei con te. Scesi giù le mie zie parlano con la nonna e lei va su tutte le furie. Le mie zie le ripetono che sarà un sollievo dal mal di pancia. Poi dopo un po si convince e io non nascondo che ero eccitatissimo allidea di incularla e sborrargli dentro. Poi mia zia mi dice di prendere una piccola vasca di quelle usate per i panni di colore blu e un barattolo di vasellina che era già da un po di tempi che non usava. Cmq poi mia nonna si è levata la gonna e le mutandone e gli ho detto di mettersi a pecorina con le ginocchia sul divano con il culo che sporge molto in fuori ho posizionato la vasca per terra vicina al divano sotto il suo culo e davanti i miei piedi. Una mia zia mi sbottona i pantaloni e laltra lubrifica il buco del culo a mia nonna. Mia zia mi abbassa appena mi abbassa i pantaloni e le mutande il mio cazzo si impenna non voglio vantarmi ma ho un cazzo di 21cm e mezzo. Appena il mio cazzo si impenna. Mia zia mi dice bravo non cè bisogno nemmeno di prendertelo in bocca. Poi io dico a mia nonna di mettersi più accovacciata per non rischiare di macchiare il divano di merda. E io le chiedo nonna sei pronta posso infilartelo? E lei mi dice si nipotino entralo tutto non lasciarne nemmeno un centimentro fuori. E io gli dico si nonna dai allargati non stringere dai sta entrando eccolo e metà e dentro lei ansima haaaaaa si lo sento dai dai haaaaaaahaaaa è entrato tutto. Le mie zie una ad destra e una a sinistra sedute sul divano con le facce appoggiate nelle chiappe di mia nonna che mi incitavano a sborrargli dentro. E io la inculavo un entra e esci bellissimo mia nonna gridava siiii più infondo sei meglio di tuo nonno. E io siii nonna dai godi puttana telo sfondo. Dopo avergli detto questo con uno spruzzo sprigiona una pisciata gialla e bollente che quasi riempie la vasca e io continuo ad incularla e una mia zia le succhia il clitoride da sotto pieno di pipì gialla e laltra mia zia gli riempie la bocca con la lingua per non farla gridare ad un certo punto mentre mia zia lecca il clitoride gli arriva un nuovo spruzzo di pipì gialla bollente in piena faccia e mia nonna raggiunge un orgasmo micidiale e io continuo ad incularla dopo 5 minuti sento di esplodere e gli dico dai nonna sei pronta e lei si libera dalla lingua di mia zia e mi dice siiiii e io si nonna dai eccolo sborrooooooo esplodo una sborrata tutta dentro il suo culo dopo aver finito glielo tenuto dentro dopo 5 minuti lo tirato fuori appena lo uscito. Cominciato a cacagare liquido bianco mischiato al marrone e la merda si è mischiata alla piscia di poco fa nella stanza si sprigiona un odore di merda e pipì che mi eccita ancora di più. Dopo le mie zie mi ripuliscono il cazzo con le lingue e prendono la vasca piena di merda e piscio per buttarla dentro il water e ripuliscono anche mia nonna che propone di fare una doccia tutti e 4 insieme dato che la doccia e molto grande. dentro la doccia ci baciamo e ci amiamo ancora. Dopo aver finito ci siamo rivestiti e ho accompagnato le mie zie a casa e adesso ogni volta che ne abbiamo loccasione mia nonna non caga per una settimana e dopo mi chiama per liberarla. Spero che vi sia piaciuto sembra assurdo ma è tutto vero peccato che non posso darvi una prova. Buona giornata e grazie di averlo letto

Io, signora bene con due cazzoni neri | Racconto orge di jo temerario

Mi chiamo Dorotea convivo da qualche anno con il mio uomo, spesso fuori per lavoro, anche parecchi giorni. Abbiamo una bella casa immersa nel verde conduciamo una via agiata e ci possiamo permettere la domestica che arriva dal Sudafrica. Donna pulita, mezza età dai bei lineamenti. E successo che per un periodo di tempo, Sahaira si è dovuta assentare per via di uninfezione cutanea che lha costretta al riposo.

Prima volta nel culo e video | Racconto etero di Studentessa.90

Erano mesi che il mio ragazzo mi chiedeva di dargli il culo, cosi dopo 4 mesi a distanza (causa università) e video porno per informarmi ed invogliarmi, a sua insaputa, decido che è arrivato il momento. Arriviamo a casa mia e ci chiudiamo subito in stanza, non ceniamo nè disfiamo la valigia, ci avvinghiamo subito luno allaltra come due fuochi. La sua mano inizia a palparmi il culo, mentre laltra fa uscire le tette dal reggiseno. Sento la sua erezione, è durissimo. Inizia a succhiarmi i capezzoli ed intanto passa la mano tra la fica e il culo. In 1 minuto siamo già nudi. Gli lecco le orecchie ed intanto gli faccio una sega, poi mi butta sul letto a pecorina ed inizia a leccarmi entrambi i buchi, infila due dita con facilità davanti, sono bagnatissima.

punture erotichesesso a tre raccontilibri sadomasofidanzato cornutoaffamata di cazzierotiraccontisi scopa sua mammanonno incula nipote gayrotta nel culomadre fa pompino al figlioinculate raccontibuchetto per poporacconti eriticicoperta di spermastorieincestoracconti etotici gaymassaggio a mia moglieracconti porno zoofilisupposte erotichefoto racconti pornodonne col culo sfondatomamma inculata in cucinale porcellineracconti sex gayracconyi eroticiracconto sexymamma sottomessapompini di nonnamia madre tradisce mio padrescopata figliavacche sfondateformentera nudastorie footjobdonne col culo apertomilf tradimentiprimo ditalinodepilazione culoho fatto l amore con mia sorellai piedi di mia cognatachiappe aperteclistere erotico raccontiraccpnti milula moglie di perle di minkiaracconti gay sessosculacciate sul sedere nudoracconti erotici ingoiostorierotichescopata in viaggio di nozzeracconti erotici di gaypompino addio nubilatotrans culo rottofiga sorellaincesto madre e figliaerosraccontiracconti duepifilm porno incesti famigliarila mia troiadea del pompinoristoranti eroticiscopare a scuolaesibizioniste in autoracconti sroticiesibizionisti spiaggiaerotci raccontiamo la sborrasex con animaliincesto al cinemaabiti da troiaraccconti miluragazza porca scopasesso con la ziaseghe favolosezoofiliaspapà inculamigodo come una maiala