Mistress Lucrezia e lady Teresa | Racconto sadomaso di NikkioNikla

Mistress Lucrezia una bellissima Padrona mora con i capelli ricci era appunto la padrona di piggie uno schiavo in castità forzata. Quel giorno piggie era intento tutto nudo a leccare i piedi della sua Padrona mentre arrivò Teresa una bella donna dai capelli corti biondi e molto formosa che appena vide quella scena rise. Si sedette accanto alla Padrona Lucrezia e mentre le due conversavano piggie le leccava i piedi ancora nelle scarpe. Alzati esclamò Teresa, piggie subito si alzò e Teresa gli sputo in faccia. Piggie leccò tutto avidamente per poi essere spinto dalle mani affusolate di Teresa verso i piedi della Padrona Lucrezia lecca bene disse la Padrona Lucrezia, le due risero. Teresa teneva piggie per il guinzaglio che era attaccato alla sua cintura di castità mentre Padrona ucrezia andò a prendere i plug anale da inserire nel culetto di piggie Da quanto tempo questo porcellino non sborra? chiese Teresa a Lucrezia Da circa un mese non ha un orgasmo ma lo mungo regolarmente ogni giorno via anale rispose Lucrezia, Teresa rise e rivolgendosi a piggie disse Povero maialino che non può sborrare piggie mugugnò Che cè disse Teresa mentre lo spingeva verso i suoi piedi Hai sete? chiese allo schiavo, piggie annuì allora Teresa prese il biberon vuoto che cera sul tavolo lo aprì si scansò le mutandine e vi fece pipi ma prima di darlo a piggie ci spitò dentro due volte Ecco ora puoi bere il mio nettare rise Teresa mentre Lucrezia lubrificava il plug anale. Piggie bevve dal biberon la piscia di Teresa mista ai suoi sputi Teresa teneva il biberon con la sua mano affusolata e piggie beveva intanto Padrona Lucrezia era intenta ad infilare il plug anale a pigge che mugugnò un pò per il dolore Shhh disse Lucrezia So che ti piace ricchioncello concluse. Il plug anale era dentro il culo di piggie ed il biberon si svuotò molto velocemente Bravo esclamò Teresa Ora continua a leccarmi le piante dei piedi ch sono sudate fa molto caldo oggi si sfilò le scarpe e pose il piede nudo slla faccia di piggie che leccò avidamente mentre Lucrezia andò a chiamare Loredana la sua schiava transessuale. Piggie quel giorno avrebbe dovuto fare un pompino e bere la sborra della transessuale in quanto era il giorno del mese che la schiava avrebbe dovuto godere. A piggie non pieceva succhiare cazzi ma la Padrona aveva un trucco ci sputava sopra sapendo che piggie era schiavo della sua salva e che lo avrebbe leccato sicuramente. Teresa disse Basta leccare i miei piedi conservati la lingua per succhiare i cazzi perchè a te piace tanto succhiare i cazzi vero schiavo? tenendo il volto di piggie con una mano piggie annuì suo malgrado. Lucrezia arrivò con Loredana al guinzaglio, la transessuale aveva già il cazzo duro Lucrezia sputò sul cazzo più volte e poi tenendono con la mano lo pose verso piggie il quale iniziò a leccare la saliva della sua Dea colante dal pene per poi prnderlo in bocca. Loredana prese piggie per la testa e lgliela muoveva su e giù per il suo cazzo ormai turgido e duro mentre Lucrezia andò a gustarsi lo spettacolo insieme a Teresa sul divano. Piggie succhiava aveidamenteed ebbe una piccola erezione che la Padrona non fece a meno di notare ma la cintura di castità impediva al pene dello schiavo di alzarsi. La transessuale sborrò copiosamente nella bocca di piggie il quale bevve tutto e poi leccò per bene il cazzo semi moscio della schiava per pulirlo. Bravo il mio ricchione esclamò Lucrezia mentre Teresa rideva Domani continuò Potrai scopare con una schiava di Mistress Serena la mia amica andremo alla spiaggia nudisti e darai spettacolo concluse T vieni teresa? chiese allaltra Padrona Si certo mi metto in topless così eccito di più questo porco conclluse la biondina. Padrona Lucrezia prese il ciuccio di piggie e glielo forzò in bocca Ora mettiti in ginocchio e non dare fastidio disse allo schiavo io e Teresa usciamo a fare shopping al sexy shop ti devo comprare qualcosa da mettere domani in spiaggia non vorrai mica andare nudo concluse. Le due uscirono mentre piggie rimase solo con Lordana. La schiava si avvicinò a piggie gli tolse il ciuccio dalla bocca e disse Ora bevi la mia saliva brtta puttanella piggie aprì a bocca e Loredana fece colare un rivolo di saliva tra le fauici dello schiavo che ingoiò avidament, poi gli mise il ciuccio in bocca ed a andò via. Piggie stette in gniocchio aspettando il ritorno della Padrona e della sua amica per diverse ore quando finalmente la porta si aprì. Guarda piggie disse Lucrezia Ho comprato un nuovo strapon e voglio subito provarlo mettiti in ginocchio e solleva il sedere piggie fece come gli era stato ordinato Lucrezia estrasse il plug dal culo dello schiavo ed indossò la cintura fece pressione sullano di piggie che mugugnò Zitto troia disse lucrezia spignendo più dentro possibile il cazzo finto. Iniziò a scopare piggie su e giù per più di venti minuti il piccolo cazzetto racchiuso nella cintura di castità perse un oò di liquido seminale e piggie dovette leccarlo appena finito Lucrezia fece succhiare lo strapon a piggie che leccò per pulirlo. Era quasi sera e la Padrona andò a dormire lasciando piggie nudo in casa con solo la cintura di castità.

Il fratello ipnotizzato (Romeo cap. 2) | Racconto incesti di Diego dOrleans

Da quando sono riuscito a scoparmi mio padre sono diventato inarrestabile, basta uno schiocco di dita e lui arriva a succhiarmi il cazzo, ma non sono ancora contento. Mio fratello è in pausa dall’università finalmente e anche lui non ha molta decenza, girando per casa in pantaloncini striminziti. Mio fratello Roberto ha quasi lo stesso fisico di mio padre, ma non ha peli e ha un pacco molto più grosso. Anche lui non da pace al mio povero uccello, che è sempre in tiro quando lui è nei paraggi. Purtroppo c‘è da dire che mio fratello è etero, a differenza di quella troia succhiacazzi di mio padre. Capisco che mi devo inventare un piano più complicato stavolta, invece che andare a fortuna come la scorsa volta.

Come sono diventato schiavo della mia fidanzata | Racconto dominazione di Signor F

Sono un ragazzo di 26 anni di bellaspetto, fisico magro e asciutto. Sono abbastanza alto e ho la fortuna di avere un bel pisello di 17 cm e molto ben fatto. Sono da sempre stato feticista dei piedi, e col tempo sono diventato appassionato di BDSM e feticismo in generale. Sono fidanzato da circa un anno con una ragazza più piccola di me, che ha 23 anni. Lei è bassina, con capelli lunghi mori e un fisico molto normale e naturale, piedi piccoli (che non sono il mio tipo preferito però). Il nostro rapporto è abbastanza standard, e le mie fantasie non sono mai venute fuori tranne che per qualche sega coi piedi e qualche leccata, quindi tutto abbastanza nella norma. Col tempo ho provato a farle esplorare un po il tipo di sesso e pratiche che mi sarebbero piaciute, quindi dominazione, umiliazione, rapporto SUB-DOM, servilismo ecc… Per carattere lei è abbastanza distaccata e pigra, e fortunatamente è stata questa la molla che ha fatto evolvere, quasi repentinamente, il nostro rapporto standard in quello da me tanto desiderato.

madri in caloreracconti 69 eroticisesso sadomasorracconti eroticigiovani gay sborranoditalino in autobusl arte del cunnilingusracconti porno i generiracconti porno al mareinnamorarsi della cognatamoglie puttana maritoracconti erotici ragazzi gayracconti di amantispa di gessatefumatrici sexymatrigna sessoseghe in grupporacconto erotico scuolamia moglie chiavaracconto sexesperienze analimi scopo la compagna di bancozie sborrateracconti fistingla mamma del mio amico raccontiporno ingestiragazza toplessracconti eeoticimia moglie in lingeriebottiglie in figapompino a sconosciutitettona giovane2 cazzi nella figaracconti brevi eroticidonna sverginatageniv racconti eroticierotico d autoresesso donna cavalloracconti di trombateracconti porno di nonnesedere sculacciatoal femminile racconti eroticisticchionazia nudastorie tradimentiracconti erotici di travestitimilf al fiumezia e nipoti pornomoglie tangastorierotichecuckold campanianonne porcellonesega in spiaggiache bel cazzosituazioni eccitantierotici raccontiboypussyculo contro culoracconti.69spogliatoio gayerotici rccontistorie ardseghe in discotecacognata bonapunture erotichemamma che tetteio porno itmia sorella mi ha toccatosenza intimo a scuolarcconti eroticistorie di stupro violentomiglior pompinouomini nudi in palestradominazione lesbicamia suocera è una troiamoglie puttana e marito cornutoracconti kyr15enne scopasculacciate battipannisesso tra giovani gayrottura del culo