Sborrata Violenta nella figa di mia figlia | Racconto incesti di Sebastian 80

Non ero ancora arrivato a casa cbe tutto sembrava così irreale, dalla mia casa cera il silenzio piú cupo, tetro e triste.. Ma entrando in casa tutto cambiò in un solo attimo. Entrai in cucina e li cera la mia bambina bellissima che non era piú una bimba ma una vera donna anche se era giovanissima. Io la guardavo meravigliato e morbosamente attirato dalla sua bellezza.la sera , dopo aver cenato con lei bevemmo un del liquori. Dopo un paio d ore il luquori fece effetto, era brilla al punto giusto, io senza ritegno mi avvicinai alla puledrina…era calda e vogliosa, il mio pene sussulto , dissi: figlia il mio arnese e pronto a cavalcare instancabilmente nella tua figa. Lei aveva paura, ma volle provarci. La presi come una bambolina , la portai sul letto , la denudai dei suoi indumenti le aprí le cosce, via pabtoloni e mutandine, presi il mio pene in mano lo avvicinai alla bellissima figa di mia figlia, che intanto era nuda e lo feci sciovolare dentro di lei..aprí ancora di piú le sue cosce per scoparla meglio.erano un po di settimane che non scopavo e le mie palle erano strapiene di sborra, io non ce la feci piú e riempí la meravigliosa figa di mia figlia. La sborra era così tanta che la figona di mia figlia non riuscí a trattenerla tutta ….fu una sborrata violentissima. Mai nessuno glila sborrerá come ho ho fatto io…

Sborrata Violenta nella figa di mia figlia | Racconto incesti di Sebastian 80

Non ero ancora arrivato a casa cbe tutto sembrava così irreale, dalla mia casa cera il silenzio piú cupo, tetro e triste.. Ma entrando in casa tutto cambiò in un solo attimo. Entrai in cucina e li cera la mia bambina bellissima che non era piú una bimba ma una vera donna anche se era giovanissima. Io la guardavo meravigliato e morbosamente attirato dalla sua bellezza.la sera , dopo aver cenato con lei bevemmo un del liquori. Dopo un paio d ore il luquori fece effetto, era brilla al punto giusto, io senza ritegno mi avvicinai alla puledrina…era calda e vogliosa, il mio pene sussulto , dissi: figlia il mio arnese e pronto a cavalcare instancabilmente nella tua figa. Lei aveva paura, ma volle provarci. La presi come una bambolina , la portai sul letto , la denudai dei suoi indumenti le aprí le cosce, via pabtoloni e mutandine, presi il mio pene in mano lo avvicinai alla bellissima figa di mia figlia, che intanto era nuda e lo feci sciovolare dentro di lei..aprí ancora di piú le sue cosce per scoparla meglio.erano un po di settimane che non scopavo e le mie palle erano strapiene di sborra, io non ce la feci piú e riempí la meravigliosa figa di mia figlia. La sborra era così tanta che la figona di mia figlia non riuscí a trattenerla tutta ….fu una sborrata violentissima. Mai nessuno glila sborrerá come ho ho fatto io…

Mia moglie e il cazzo nero | Racconto tradimenti di teo.cuck

Mi presento mi chiamo Matteo ho 34 anni e sono sposato da 5 anni con Chiara, lei è bionda, occhi verdi, magra con un fisico atletico e un culo dalle forme perfette che farebbe girare la testa ad ogni uomo del mondo. Io e lei abbiamo sempre cercato di portare quanta più trasgressione possibile nel nostro rapporto e io è da un annetto che volevo provare a diventare un cornuto.

Come ho ingravidato mia madre. | Racconto incesti di littlebighorny

ATTENZIONE! HO CAPITO COME VIENE TRUCCATO IL SITO. OGNI TANTO IL GESTORE LO BLOCCA, MODIFICA IL NUMERO DI LETTURE DEI RACCONTI PILOTATI, MODIFICA I VOTI,ECC. DOPO, IL SITO RICOMPARE E…PLUFF! IL GIOCO E FATTO! LE LETTURE AUMENTANO, I VOTI SALGONO, I SUOI RACCONTI DIVENTANO DEGNI DEL NOBEL…. Per esempio, I RACCONTI: Raptus, Per errore lamore, Sono diventata la donna di mio padre, Fratellino assaggiami, la sera del 27 dicembre alle 18:30 circa, sono aumentati di colpo di circa 400 (!!!) letture! Il tutto dopo qualche minuto in cui le pagine del sito si erano svuotate dei racconti. MA BRAAAAAAAVO!

Una trans-sorpresa! | Racconto trans di marynella

In questi giorni, parlando di esperienze con transessuali con degli amici, mi è tornato alla mente un episodio che mi è capitato. Non amo frequentare trans, ovviamente non per motivi di genere ma per altri principi che ora non spiego. Ma trovo queste esperienze molto eccitanti sessualmente, soprattutto se vissute con un uomo accanto.

La banda del bosco ( il finale ) | Racconto gay di Unicornoazzurro77

Mi adagiai sull attrezzo ginnico da palestra, il cosiddetto cavallo. Avvertii il freddo del cuoio sulla pelle che si dissipò velocemente col calore del mio corpo. Intanto, lo zio spiegava ulteriori particolari del gioco: – Il proprietario del culo che riceverà più cazzi scoperà con lamico del proprietario della villa. Un tipo moolto particolare! – e qui tutti risero allegramente. Chissà perché mi chiesi.

Mia moglie e il cazzo nero | Racconto tradimenti di teo.cuck

Mi presento mi chiamo Matteo ho 34 anni e sono sposato da 5 anni con Chiara, lei è bionda, occhi verdi, magra con un fisico atletico e un culo dalle forme perfette che farebbe girare la testa ad ogni uomo del mondo. Io e lei abbiamo sempre cercato di portare quanta più trasgressione possibile nel nostro rapporto e io è da un annetto che volevo provare a diventare un cornuto.

Inculato 4 volte e no sono gay | Racconto gay di marco penna facile

Prendevo il sole in montagna. Lo facevo spesso destate, non amo il mare e conosco vari posti isolati e tranquilli. Quella mattina il sole era troppo cocente e quindi mi sdrai nudo allombra di una quercia.Ero ben nascosto dalla strada sterrata che passava ad una decina di metri. Mi addormentai disteso sul telo, supino, tranquillo. Ma la tranquillita era destinata a durare poco. Ricordo ancora il dolore, sottile e lancinante. Mi risvegliai e non capivo cosa stava succedendo. Avevo una mano che mi tappava la bocca e una persona addosso che mi schiacciava sul terreno. Ci misi un po a capire che il dolore che provavo era dovuto al cazzo che era entrato dietro con prepotenza, mentre ero ancora semiaddormentato. Non vedevo chi mi stava violentando, ma dalla mano sul mio viso vedevo un colore di pelle olivastro. Decisi di non reagire. Lassalitore poteva essere armato. Cominciai a sperare che finisse presto mentre le lacrime mi rigavano la faccia. Non so se il suo cazzo era enorme o ero io troppo stretto, ma mi sembrava che il culo si spaccasse. non so quanto e durata la scopata, mi era sembrata uneternita. Ad un certo punto sento il cazzo entrare profondamente e fermarsi. Lho sentito pulsare, mi stava sborrando dentro senza preservativo e io ero terrorizzato dalle malattie. Dopo la sborrata il tipo mi rimase addosso per un po. Sentivo il suo cazzo rammollirsi nel mio culo e provavo una sensazione di sollievo. Si alzo e io preferivo non girarmi per evitare di guardarlo in viso. Sentii solo che aveva un accento straniero e mi disse: – Bene troia, se domani vuoi altro cazzo ci vediamo qui.- E si allontano. Quella specie di appuntamento mi fece venire unidea. sarei tornato sul posto il giorno dopo con le forze dellordine che lo avrebbero arrestato.

Una trans-sorpresa! | Racconto trans di marynella

In questi giorni, parlando di esperienze con transessuali con degli amici, mi è tornato alla mente un episodio che mi è capitato. Non amo frequentare trans, ovviamente non per motivi di genere ma per altri principi che ora non spiego. Ma trovo queste esperienze molto eccitanti sessualmente, soprattutto se vissute con un uomo accanto.

Donne diverse reazioni diverse al dolore anale | Racconto sadomaso di ABELE

Questo racconto è una carrellata di inculate con donne diverse: dalla ragazzina appena maggiorenne, a varie tipologie di donne e diverse situazioni. Comincio con il report di quando mi inculai Paola la prima volta e poi la seconda volta a casa sua al mare. Premesso che ventenne la mia fantasia erotica era verificare quanto dolore potesse sentire una donna sodomizzata da un arnese niente male, come il mio, che era diciamo fuori misura (22 x 5)(che fosse fuori misura lo scoprii da minorenne, che con un gruppo di amici ci inculammo il figlio di una signora procace. Finché toccò ai miei amici, se lo fece fare lamentandosi un pochino e basta. Io rimasi per ultimo proprio per chiudere in bellezza. Ebbene appena gli affondai dentro il mio arnese, urlò a squarciagola e si mise a piangere. Non riuscii a completare lopera, perché si divincolò. Ricordo che eccitato dalla cosa e rimasto solo col mio amico più confidente, ancora su di giri, gli chiesi di incularmi, per la curiosità di sapere cosa si provava. Devo dire che ho visto le stelle e lho fatto smettere immediatamente, che mi veniva da piangere. Questa esperienza mi ha messo addosso una libidine immensa, ogni volta che mi chiedevo, per esempio la notte a letto, cosa potesse provare una donna, tipo una donna piccolina come mia madre, nel prenderlo in culo o la signora della merceria vicino a casa mia, che mi faceva impazzire seduta fuori dal negozio a gambe accavallate sulla panchina oppure la mia professoressa di matematica, molto arrapante, ancora più esile di mia madre, la quale in classe una mattina ci aveva raccontato di essere reduce dal dentista dove aveva estratto un dente e di aver urlato come una pazza. Ovviamente io feci la trasposizione della situazione nella quale veniva sodomizzata e fantasticai la scena e gli urli. Fantasticare questa cosa me lo faceva diventare duro e a letto dovevo masturbarmi, per poter dormire. Veniamo alla prima occasione che ebbi di metterlo dietro ad una mia coetanea. Diciannovenne ebbi il battesimo del cazzo con una signora 50 enne, cartomante-puttana, alla quale andai a confidare che non avevo ancora avuto esperienze sessuali, con la scusa del giro di carte, che però non si fece penetrare e mi fece un cosiddetto rigatone. Con i denti mi portò in pochi su e giù ad eiaculare e se lo ingollò tutto. Mi costò 50 euro; spesi molto bene. Veniamo a quando ebbi la prima occasione di farmi una mia coetanea, conosciuta giorni prima. Tentai di inculare Paola a casa mia, con mia madre che era in casa. La misi a pancia in sotto sul mio letto e glielo infilai. Le entrò liscio liscio in culo, ma si mise a piangere come una ragazzina, reagendo per impedirmi di stantuffarla e di infilarglielo su tutto, come avrei voluto. Si giustificò che non le sembrava il caso di farlo con mia madre nellaltra stanza, che sentiva i suoi lamenti. Pertanto uscimmo in campagna. La distesi sullerba, in un punto nascosto e me la inculai fino in fondo. Le entrò come niente fosse e non fece un lamento sebbene dessi dei colpi di reni per infilarglielo a più non posso, per farla strillare. Questo mi deluse non poco. Giorni dopo mi invitò al mare a casa sua. A letto volevo scoparla, ma lei mi disse che per paura di restare incinta lo faceva solo col culo. Laspettativa non era che urlasse e infatti, dopo essersi impomatata il retto di vasellina, si mise giù alla pecorina e le è entrato come niente fosse, che aveva lo sfintere dilatatissimo. Dandoci dentro a colpi di reni, lo stesso non fece un gemito e per farla strillare dovetti stringerle un capezzolo. Fantasticando che fosse la professoressa di matematica ho eiaculato a getti ripetuti.

Dopo il litigone | Racconto etero di @nonim@

Ciao a tutti mi chiamo Sofia. Sono una donna di 40 anni, e a dir di molti li porto molto bene, sono bassetta, snella e naturalmente abbronzata tutto lanno essendo una donna meridionale. Sono felicemente sposata con Davide da 20 anni. Lui è stato la mia prima volta in tutto…lui è stato lunico uomo a cui mi son concessa. Io con lui sono felice, non sento la mancanza di altre esperienze sessuali nella mia vita, mi basta lui che è lunica persona che amo e sono orgogliosa di di dire che io ho conosciuto solo il suo pene. Io sono una donna allantica…detesto la superficialità e lodio che cova in questa società, detesto lidea distorta e sbagliata che si ha dellamore. Ecco, noi uomini siamo riuaciti a distruggere ciò che abbiamo di più caro:lamore. Lamore per me è il sentimento che provano. UN luomo e UNA la donna luno per laltra e quello che Dio prova per noi. Punto…questo è amore. Amore non è lomosessualità, lamore non sono le porcherie di questa società scostumata…quelle sono merde create dalluomo. Scusate per lo sfogo…ma uno dei miei tanti difetti è quello di essere chiacchierona e di uscire di tema completamente…torniamo a Davide il mio amore unico. Nonostante ciò che ho espresso sopra io non sono una suora con mio marito…anzi con lui a letto ce la spassiamo alla grande. Lo facciamo almeno quattro volte alla settimana…di solito la sera quando i nostri 2 figli dormono. Ci divertiamo come due maiali e non abbiamo molti tabù a letto. Scopiamo sia vaginale , che anale, ci pratichiamo a vicenda sesso orale….ovviamente non facciamo sconcerie tipo scambi di coppia, trii ecc. quelle robe le lasciamo a chi vuole distruggere la coppia. Se i matrimoni e le coppie durano pochi mesi, è per colpa di queste porcherie che lacerano e diatruggono le coppie..oltre al fatto che i giovani di oggi non sono pazienti..alla prima difficolta buttano allaria tutto. Ragazzi giovani il matrimonio e la vita di coppia non è solo gioia è anche tanta sofferenza!!! O mio dio sto divagando ancora vi imploro abbiate pietà di una chiacchierona. Torniamo a Davide…con lui mi diverto insomma siamo molto spinti nel sesso e di solito non ci accontentiamo di una scopata…andiamo avanti fino allalba..anche per 5-6 ore tutta la notte!! Lui ha molte energie ed è ben contento di spenderle scopando insieme…quando dopo 3 ore di sesso il suo pene perde durezza ( come è giusto che sia) prende il viagra e si riprende a scopare fino al suono della sveglia. Finito il sesso siamo sudati fradici….ma proprio siamo lucidi di sudore…abbiamo proprio una patina di liquido denso e allora andiamo in doccia e di solito lì si conclude la notte con un pompino molto appassionato o una spagnola

Inculato 4 volte e no sono gay | Racconto gay di marco penna facile

Prendevo il sole in montagna. Lo facevo spesso destate, non amo il mare e conosco vari posti isolati e tranquilli. Quella mattina il sole era troppo cocente e quindi mi sdrai nudo allombra di una quercia.Ero ben nascosto dalla strada sterrata che passava ad una decina di metri. Mi addormentai disteso sul telo, supino, tranquillo. Ma la tranquillita era destinata a durare poco. Ricordo ancora il dolore, sottile e lancinante. Mi risvegliai e non capivo cosa stava succedendo. Avevo una mano che mi tappava la bocca e una persona addosso che mi schiacciava sul terreno. Ci misi un po a capire che il dolore che provavo era dovuto al cazzo che era entrato dietro con prepotenza, mentre ero ancora semiaddormentato. Non vedevo chi mi stava violentando, ma dalla mano sul mio viso vedevo un colore di pelle olivastro. Decisi di non reagire. Lassalitore poteva essere armato. Cominciai a sperare che finisse presto mentre le lacrime mi rigavano la faccia. Non so se il suo cazzo era enorme o ero io troppo stretto, ma mi sembrava che il culo si spaccasse. non so quanto e durata la scopata, mi era sembrata uneternita. Ad un certo punto sento il cazzo entrare profondamente e fermarsi. Lho sentito pulsare, mi stava sborrando dentro senza preservativo e io ero terrorizzato dalle malattie. Dopo la sborrata il tipo mi rimase addosso per un po. Sentivo il suo cazzo rammollirsi nel mio culo e provavo una sensazione di sollievo. Si alzo e io preferivo non girarmi per evitare di guardarlo in viso. Sentii solo che aveva un accento straniero e mi disse: – Bene troia, se domani vuoi altro cazzo ci vediamo qui.- E si allontano. Quella specie di appuntamento mi fece venire unidea. sarei tornato sul posto il giorno dopo con le forze dellordine che lo avrebbero arrestato.

Medioevo | Racconto orge di visionario

Dopo mesi di ricerche in tutte le abazie dei dintorni e dopo aver consultato libri dell’epoca abbiamo la quasi certezza di aver individuato il convento dove le cronache del tempo raccontano di violenze terribili,donne violentate e torturate fino alla morte,in quel convento c’era badessa una figlia di un conte che aveva anche un fratello.

Con la scopa in culo | Racconto masturbazione di paolotorino8

Qualche settimana fa ero solo in casa e dopo aver guardato molti video di trans che scopano uomini, mi e venuta voglia di prenderlo in culo. Purtroppo in questi giorni non e facile trovare partner a causa del lockdown e quindi mi sono dovuto arrangiare. Come avevo gia fatto altre volte, ho preso un guanto di lattice, lho infilato sul manico della scopa e lho lubrificato bene. Mi sono messo in ginocchio davanti al computer e ho ricominciato a guardare uomini che lo prendono in culo, sia da altri uomini che da trans……. Dopo una mezzora che mi menavo il cazzo con il manico della scopa appena appoggiato al mio buco del culo, non riuscivo piu a resistere dalla ho deciso dalla voglia di sborrare e ho cominciato a spingere il manico dento e fuori, come se qualcuno mi stesse inculando. Per rendere il tutto piu eccitante, guardavo trans che spaccavano il culo a ragazzi e ho cominciato a dire no, non mi rompere il culo….no dai lasciami andare, mi fai male…. non mi inculare……. e immaginare di essere davvero violentato mi ha fatto godere moltissimo facendo una potente sborrata. Quando sono andato a dormire il culo mi faceva un po male ma ero soddisfatto del bellissimo ed intenso orgasmo. Adesso non vedo lora di prendere un bel cazzo vero……

i generi raccontivera puttanadue donne un uomo sessoscopata nella sparacconti la prima voltasborratoiobull superdotatoracconti porno i generistorue pornoho scopato con mia madrecasa cuckolduna gran scopataracconti sadomasidonne piene di sborrasupposte nel culomammainculataracoonti eroticiracconti piccanti di sessomasturbazione in ufficioracconti di suocereracconti erotici per adultieroticiraccontiracconti di inculateracconti erotici pculo rottomoglie al priveannunci incestoculo provocantepompini da mammala succhiacazziditalino al mareche 2 coglionipompino inpiedi femminili odorosipompino all universitàstorie erotivhemammina troiaculo cuginagli viene dentrostorie sesso verelettura pornoscopo la mia fidanzataracconti di sesso con canibuon natale eroticodominazione donnauomini nudi sulla spiaggiapompino in ginocchioannunci69 ziacugine scopatescopate belleprimavoltaanaleho scopato mia madrestorie di sesso in famigliaracconti doggingtette scuolamaiala a lettoi pompini di mia mogliedonne e ditalinifare il pornoattoreseghe mattutineun cazzo per mia mogliedonne e cavalli xxxsverginamento di ragazzenonne con collantracchia significatosesso donna con cavalloincesto con madreracconti erotici di incestopompino fantasticotroia discotecapompino madreracconti sesso in vacanzaerotici rqccontisesso nericuloapertorompere il culoeroticiracconti gratisracconti xxsadomaso transmia nonna nudaletture pornoracconti sesso a scuolaerptici raccontibella troia