Prima la moglie poi il marito | Racconto bisex di Damiano

Io sono un uomo di 61anni divorziato da 6 sono del sud ma da tantissimi anni vivo al nord le donne non mi sono mai mancate.una sera mi stavo annoiando e vado su un sito di incontri comincio a chattare con una bella donna di 50 anni chattiamo per più di due ore e scopriamo che abitiamo nello stesso paese mi dà appuntamento per il giorno dopo in un bar una bella chiacchierata mi racconta di essere sposata da quasi trent’anni e vuole provare qualcosa di nuovo le chiedo che se vuole possiamo andare a casa mia beviamo qualcosa un bacio e mi dice che a voglia di scopare in camera da letto mi prende subito il cazzò in bocca la metto a 69 le lecco figa culo dopo un bel po’ mi chiede di scoparla la scopo in tutte le posizioni stavo quasi per sborrare mi dice non così presto mi devi sborrare nel culo la inculo quando sborro esausti sul letto mi dice che la prossima volta la devo scopare a casa sua le dico che per me era uguale dopo tre giorni mi chiama e mi chiede se verso le tre potevo andare da lei arrivò a casa sua un caffè e finiamo in camera da letto mi chiede se le lecco la figa comincio a leccare da per tutto mi prende il cazzò in bocca comincia a farmi un bel pompino mentre la stavo scopando dice dai vieni fuori le chiedo che sta succedendo mi dice tranquillo e mio marito gli piace guardare mentre tu mi scopi e se mi piace lo posso anche inculare che quando scopano lei lo incula con un cazzò finto ma non avevano mai trovato un uomo che lo inculasse per me era la prima volta gli dico dai proviamo lo chiamo viene da noi sul letto cominciano a farmi un bel pompino a due mentre mi inculo la moglie lui sotto mi lecca coglioni buco del culo le chiede a sua moglie di preparargli il culo lo lecca mentre lui mi sbocchina mi dice dai fammi provare il tuo cazzò gli metto la cappella mi chiede di fare piano che il mio cazzò e molto grosso dopo un po’ mi chiede di spingere spingo un po’ entra un bel po mi fermo e mi chiede di metterglielo tutto nel culo comincio ad spingere e a pomparlo sempre più forte la moglie e sotto lecca tutto quello che trova lui godeva come una troia mi dice che gli piace gli chiedo di sedersi sul mio cazzò comincio a fargli una sega per me era la prima volta che toccavo un cazzò e devo dire che mi piaceva lui godeva sempre di più le dice alla moglie amore abbiamo trovato l’amante prefetto stavo per venire e mi chiede se gli sborro in bocca voleva provare tutto tolgo il cazzò dal culo lo prende in bocca mi chiede se non avessi voglia di succhiare il suo le dico dai proviamo ci mettiamo a 69 il mio primo pompino gli scarico in bocca una quantità di sborra anche lui mi sborra in bocca la moglie prende i due cazzi in bocca e finisce di succhiare tutta la sborra visto che abitiamo vicino scopiamo due tre volte la settimana lui mi a chiesto che mi vorrebbe inculare così mentre io inculo la moglie lui incula me

Famiglia nudista | Racconto incesti di Vanessa99

Durante le estati dei primi anni delle elementari, i miei genitori erano soliti frequentare una spiaggia per nudisti. Io ero ovviamente tutto timido con il mio costumino ma questa volta qualcosa è cambiato. Abbiamo preso il solito appartamento di ogni estate e passeremo una settimana nel vagare tra le diverse spiagge della zona. Una mattina mi sveglio prima del solito e nonostante ciò non trovo nessuno in appartamento. Controllo da snapchat dove si trova mia sorella e capisco che sono probabilmente già tutti in spiaggia.

La Curiosità fa male al Culo | Racconto dominazione di Artistoide

Le dure ore di auto sono già un lontano ricordo. E che importa se l´albergo non è un gran che. Il sud Italia ha ancora posti come questo, angoli di paradiso scampati all´edilizia sfrenata, più o meno abusiva. Cielo limpido, scintillante sole del mattino, mare di cristallo appena increspato dal vento tiepido e nell´aria il profumo della macchia mediterranea. Persino lo stabilimento balneare è discreto, perfettamente inserito nel paesaggio naturale. È tutto talmente bello da non sembrare neanche vero. Sembra una di quelle cartoline pubblicitarie. Anche Martina è ammutolita.

La prima volta a tre | Racconto etero di Marito

Io mi chiamo Luca,mia moglie Sofia, (ovviamente nomi di fantasia)i fatti sono reali, tutto è iniziato nel 2009, mia moglie lavora in ospedale al Nord, siamo stati sempre una coppia affiatati e sinceri. Sessualmente siamo andati sempre bene. Una sera fummo invitati a cena da amici , durante la cena si parlava di tutto, nel discutere si incominciò a parlare di rapporti a tre o scambi di coppie, in primo momento io e mia moglie ci guardammo perché pensammo che questi nostri amici proponevano un qualcosa del genere, invece fu propriamente un discorso normale, infatti fimì lì, quanto antammo via, ne parlammo in macchina, e chiesi a mia moglie come la pensava veramente sullargomento, lei mi rispose che non accettava una cosa del genere, ma me lo disse con il sorriso, e io conoscendo mia moglie sapevo che non era vero, a casa ne riparlammo di nuovo mentre stavamo andando a letto, notai che lei era ansiosa, spensi le luci gli presi la mano e gli feci prendere il mio asse, lei come infuocato subito scoprì le lenzuola e cominciò a succhiarlo se lo passava da tutte le parti fù una notte di fuoco. Lindomani al ritorno dal lavoro lei mi disse che era stata benissimo la sera prima.Mi venne subito da pensare che i discorsi fatti la eccitavano, e gli chiesi di nuovo cosa ne pensava, lei chiese di dirgli prima io,gli spigavo che mi incuriosiva una sitazione del genere ma mi eccitava pure, e lei mi confessò che gli faceva lo stesso effetto.Passarono alcuni giorni, una sera la vado a prendere al lavoro,quando uscì era insieme ad un collega,apparentemente coetaneo di età, me lo presentò ci prendemmo un caffè,era un tipo molto socievole e simpatico, poi andammo via, in macchina mi disse che il suo amico Alfio da tempo gli chiedeva se voleva uscire con lui qualche volta, ma chiedeva sempre con cortesia. Una sera mentre aspettavo che usciva dalllavoro, uscì lui, ci mettemmo a parlare e notavo che i discorsi li portava sempre su Sofia, poi Sofia arrivò lui la salutò con un sorriso e andammo via,la sera quando andammo a letto ne parlai a mia moglie di quello che lui mi aveva detto e le mie impressioni quale erano, menter le parlavo la toccavo e lei con il respiro sempre più eccitato si muoveva tutta già era tutta bagnata,mentre la cavalcavo le dicevo di chiudere gli ochhi e pensare al cazzo di Alfio lei mi rispondeva di continuarea parlargli, la feci girare e la montavo nel culo, gli dissi chiudi gli occhi e pensa di prenderglielo in bocca urlando mi disse godooo.

18 anni tutti al mare vogliono vedermi in topless, tutti vogliono scoparmi – parte 1 | Racconto etero di Vanessa22

4anni fa, questa cosa per me fu molto inbarazzante, ma se ci ripenso adesso mi vien da sorridere perche mi rendo conto di aver procurato davvero una grande eccitazione a tutti quelli che erano li quel giorno e soprattutto ad un mio amico.   Mi chiamo Vanessa ho 22anni allepoca avevo da poco compiuto 18anni. Tutta lestate la passai al mare, spesso con il mio ragazzo di allora Carlo e altre volte con le mie amiche ed i miei amici.  Andavamo al mare in una spiaggetta libera dove di solito non era molto affollato, e non cera molta gente in modo da poter star tranquilli.  Erano i primi di luglio ricordo, quando un giorno a sorpresa arrivo un nostro amico di nome Diego e sistemo le sue cose vicino a noi. Avete presente il concetto di tipo da spiaggia?! muscoloso abbronzato ecc..  ecco bene,  Diego era esattamente lopposto!  Da tutti era soprannominato Ippo che stava per diminutivo di Ippopotamo. Io scoppiai letterelmente a ridere quando arrivo  perche sembrava che si portasse in giro la panza con il carello, tanto era pronunciata. E gli risi proprio in faccia quando vidi il contenuto del suo zaino pieno di provviste. Ippo inizio a ingurgitare un panino enorme con porchetta. E quello era solo il primo, nello zaino quasi ne aveva una scorta anche per tutto linverno, pensai dovesse andare in letargo. Che hai da ridere? mi disse.. E io risposi.. Rido xke penso che se mangi ancora faresti bene a legarti a un palo con una corda per non prendere il volo come un pallone aereostatico!..Lui mi rispose ah ah ah bella battuta spiritosa sei…  ma anche tu con quelle tettone che ti ritrovi faresti meglio ad ancorarti bene a terra!!  Carlo il mio ragazzo intervenne subito dicendo  …ehy! giu gli occhi eeeh!!  .. guarda che sono geloso!! Ma ippo in effetti non era lunico  al mare che mi fissava le tette come un allupato!  Quando il mio ragazzo non c era e restavo in spiaggia con i miei amici, la domanda era sempre quella, non ne potevo piu….tutti i giorni la stessa storia!… Tutti i giorni in modo  insistente mi sentivo ripetere dai miei amici, la stessa cantilena..( Dai Vane!… ti togli il reggiseno? Ci fai vedere le pocce?.. Dai Vane tanto Carlo oggi non ce… Dai vane!.. dai, dai, ti metti Topless?….daiiiii..daiii!! …Sei bellissima Vane, te le vogliamo vedere!  Dai slaccia dai dai….NOooohh Noooohhhhh Nooooohhh…ogni volta rispondevo io con fare stizzita,ma anche divertita. Ma loro continuavano fino allo sfinimento..Per vedermi con le tette al vento non so che  avrebbero fatto quei bavosi…  Poi la domanda ricorrente era sempre quella… Che taglia porti Vane? Su diccelo… Presa dallo sfinimento risposi…La 5 la 5 porto la 5, contenti ora??! Ma non cedetti mai, non slacciai mai il pezzo sopra, lasciandoli sempre con le pive nel sacco..  Ippo pero il mortadellone riusci ad escogitare un modo per farmi mettere in topless per la prima volta nella mia vita, e riusci a fare anche di piu.  Mentre si sfaronava il suo 3 panino, questo piu leggero sta volta, ..xke contenente solamente salame maionese patate arrosto e peperoncino, Propose quindi una sfida e disse.. Mi prendete tanto per il culo ma io son sicuro di poter battere il tuo ragazzo in una gara di nuoto. Adesso no perche ho mangiato da poco ci schiatterei in acqua, ma domattina se mangio dopo aver fatto il bagno son sicuro di poter battere anche il tuo ragazzo..  Carlo scoppio in una fragorosa risata a 197 denti.. disse a Ippo…Ma non scherzare Ippopotamo! ….Come puoi pensare di battermi, io sono stato campione di pallanuoto per 2anni consecutivi, quel mezzo barile di birra che ti sei scolato prima deve averti fatto saltare qualche rotella nellIppotalamo!! Ippo rispose  Xke invece di parlare non scommetti!  E che vorresti scommettere?…Ippo rispose…Se vinci tu.. vi pago il pranzo a entrambi per tutto il mese di luglio, ma se invece vinco io la tua ragazza  si mette in topless per tutta lestate sino alla fine di agosto.. poi con una risatina da porco disse.. Scometto che se Vanessa slaccia il pezzo sopra qui gli uomini inizieranno un via vai come le api sullalveare…tutti vorranno venire a prendere il miele.. Poi continuo a ridere degrugnando con versi da porco!  facendo Grrr Grrruuhh..  …Oohh.. ahh ahhh..ma che bella scomessima rispose Carlo! Xke non ci aggiungi anche che vuoi dargli una bella toccatina tutti i giorni dato che ci sei..?! Ippo rispose.. Ahh gia bravo non ci avevo pensato aggiungiamo anche questo!…. A quel punto intervenni io dicendo..Ragazzi siete entrambi dei maiali..!! Non sono mica la vostra troietta portatile telecomandata e poi non mi ci metto in topless lo sapete!  Tranquilla Vanessa rispose il mio ragazzo, accettiamo la scommessa di questo Ippopotamo cosi abbiamo il ristorante gratis tutto il mese.. E piu brobabile che un asteroide colpisca di nuovo la terra…piuttosto che io perda! Si rivolse poi a Diego gli strinse la mano e accetto.  Voi siete tutti matti dissi io!…..La mattina seguente ci ritrovammo per la gara..Ippo contro il mio ragazzo..la gente osservava divertita erano ridicoli entrambi..uno sembrava fantozzi con i mutandoni bianchi,  laltro si atteggiava a swharznegger.. Diedi io il via.. Partiti Il mio ragazzo subito stacco Ippo che affanosamente annaspavs in acqua…. Il mio ragazzo arriva al giro di boa Ippo e ancora a meta.. i due si incrociano uno in una direzione uno in un altra…il mio ragazzo alza la testa e mi saluta  sorridente, altri 20 metri ed il mio ragazzo e quasi arrivato al traguardo. Ippo invece e al giro di boa..ormai e fatta, mancano pochi metri il mio ragazzo ha vinto, rialza la testa e mi da un  ebete saluto… Mentre mi saluta un deficente con il pedalo gli va addosso prendendolo in pieno in una gamba!  Carlo si gira verso il conducente e gli dice ….hey imbecille! che cazzo fai? Dove hai gli occhi?  Non lo dissi mai al mio ragazzo ma il conducente un uomo sui 40anni si era distratto per guardare me che mi aggiustavo il costume e una tetta mi era uscita leggermente di fuori.. I 2 iniziarono un animata discussione incolpandosi a vicenda. Dietro intanto come uno orca assassina incombeva Ippo che stava minacciosamente arrivando!  Il mio ragazzo riprese a nuotare mancava pochissimo, quasi lo avevo davanti, Ippo era alle sue spalle ormai quasi in parallelo, ora sono alla pari!!! Ultimi 5 metri Carlo da un ultimo sforzo sovraumano, ….e gelossissimo di me non puo permettersi di perdere altrimenti io la sua ragazza, dovro starmene con le tette nude in spiaggia fino al 31agosto….un altro sforzo ormai ce la fatta,,  sta per tagliare il teaguardo, quando improvvisamente viene preso da crampi e si blocca di colpo!! Diego lo sorpassa!! Maledizione oh nooo!  Noooohh…. Diego ha vinto! …Il mio ragazzo per la vergogna immerge la testa sottacqua e sparisce allontanandosi.  … A questo punto eccolo! Vedo uscire Diego come un vero Ippopotamo dall acqua….tutto festante, la gente applaude, viene verso di me e dice.. Ah! ah! ah! su avanti slaccia!! Che ti avevo detto saro pure un Ippopotamo ma ho vinto!! Adesso devi slacciare! …E dovrai farlo per tutta lestate..!! Intanto Carlo torno da me e io diventai una furia con lui, dandogli dell imbecille..dicendogli..Guarda cosa mi tocca fare adesso per colpa tua…Questa me la paghi cretino! Adesso per ripicca non te la daro x tutta lestate!  Carlo abbasso lo sguardo umuliato.. Intanto Ippo insisteva..frenetico…Su su…. che aspetti ancora slaccia, slaccia!.. Che imbarazzo intorno a me si era riempito di gente, e poi io per il fatto che ho le tette grosse non mi ero mai messa in topless, mi stavo vergognando da morire, avrei voluto scavare una buca e nascondermi..Ma ormai era tardi avrei dovuto non stare al gioco dall inizio.. E cosi ci siamo….  Presi un lungo sospiro, portai piano le mani dietro…    titubai qualche instante sul gancetto, mentre nella mia testa mi ripetevo ma che fai Vane??…e poi il click che tutti aspettavano…Finalmente lo slacciai! ….Portai le mani avanti e poi via lo scaraventai per terra….ero in Topless! ….Ero con le tette nude al vento… Intorno a me gli oooohhh oohhh di stupor
e si sprecavano.. Vidi ragazzi scapparsene di corsa in bagno, non so per andare a fare che…, ma ne ho una vaga idea.. Ippo mi imbarazzava ancora di piu , me le stava letteralmente mangiando con gli occhi! Si avvicino e disse.. Come da scommessa adesso me le farai toccare!  Mi si mise davanti, allungo le mani e inizio  a palparmi, massaggiando delicatamente, poi prese i miei capezzoli e inizio a premerli e girarli con il pollice e lindice come a volersi sintonizzare in una stazione radio..Per ultimo si mise dietro di me,…..e me le afferro energicamente, appoggiandosi sul mio culetto, facendomi sentire la sua eccitazione.. Per quello che percepivo doveva avere proprio un bella trivella, in mezzo alle gambe.. Fatti i suoi comodi ce ne tornammo sotto lombrellone dove Carlo era ad aspettarci..   Ippo inizio a deriderlo…e Carlo su di giri disse…Hey, Stronzo! hai vinto solo per culo..non vantarti tanto! Mentre io ogni tanto cercavo di portarmi le mani al seno per coprirmi le tette..ma Ippo se ne accorse e disse.. ….No No No…non pensarci neanche a coprirle, tutti devono vedertele!.. togli ste mani avanti..e cosi abbassai le mani e mi sdraiai con le tette al vento a prendere il sole! ..Il mio ragazzo non si dava pace stava morendo di gelosia al pensiero che avrei dovuto passare tutta lestate cosi e poi lui tra una settimana sarebbe dovuto tornare al lavoro e io i giorni seguenti sarei dovuta restare in topless in sua assenza. Propose cosi a Diego una rivincita per annullare questa attuale…Ippo rispose ok mi va bene ti concedo la rivincita. ….Domattina facciamo un altra gara e  se mi batti annulliamo tutto e Vanessa puo riallacciare il pezzo sopra..Ma da parte mia pero sappi che alzero la posta in gioco…e la alzero di molto….Io  sobbalzai dal lettino di scatto a quelle parole.. avevo un brutto presentimento, su quello che avava in mente di proporre Ippo  ..e dissi no no ragazzi basta scommesse, me ne restero cosi per tutta lestate.    Carlo ti prego non peggiorare le cose…Tranquilla Vane mi disse sentiamo cosa a da proporci.. le parole che pronuncio  in seguito fecero raggelare me e il mio ragazzo  Diego disse….Se vinco io, mi farai scopare la tua ragazza…. e tu starai davanti a noi a guardarci!  ….Entrambi impallidimmo all idea,.. ma Carlo diede del pallone gonfiato a Diego, si ristrinsero la mano e accetto la rivincita…  …..To be continued.. A presto per la 2 e ultima parte.

Il primo scambio | Racconto scambio di coppia di Mrfriday

Questa è la storia della nostra prima esperienza. Era un po che ne parlavamo anche se la vergogna aveva sempre preso il sopravvento sul desiderio. Mi è capitato di stuzzicare Sara mentre scopavamo, chiedendole se le avesse fatto piacere provare anche con altri. Lei aveva sempre divagato, anche se si capiva che la cosa la poteva stuzzicare. Un giorno, parlando di potenziali scambi di coppia, aveva detto che al massimo sarebbe stata disposta a dare una lingua in bocca allaltro, ma capivo che si trattava di un modo per comunicarmi una certa apertura al discorso. Forse l’avevo convinta! Sapevo che parlando in ufficio con Giulia, sua collega, ma anche amica e confidente, la cosa aveva stuzzicato entrambe. Fatto sta che un giorno, sapendo che sarebbero venuti a trovarci la casa di campagna, mi aveva fatto capire che sia a lei che al sua amica sarebbe piaciuto poter sperimentare qualcosa di nuovo e trasgressivo. Fatto sta che dopo questa bella cena estiva, condita come al solito da abbondante vino, nella mente delle due donne è scattato un fare complice. Giulia ha chiesto di andare in bagno, ma non mi è sfuggito locchiolino rivolto a Sara . Dalla porta sentivamo lacqua scrosciare… Non abbiamo fatto a prenderci conto di quanto stava per succedere che la porta del bagno si è aperta ed Giulia si è presentata con un completino intimo che lasciava spazio allimmaginazione, a questo punto Sara, scherzando sul fatto che avrebbe dovuto mettersi in pari con l’ouftfit, le ando incontro. In men che non si dica la situazione prese una piega incredibile: la prima immagine che mi viene in mente se ricordo quei momenti è di loro due abbracciate, che iniziano a darsi la lingua in bocca. Giulia toglie la maglietta a Sara e le slaccia i bottoni dei jeans. La cosa incredibile è vedere quanto sia eccitante guardare la differenza dei loro fisici: Giulia piccolina, con un seno appena accennato che traspare dal micro intimo che indossa. Non mi sfugge anche il lato B, perfettamente incastonato da un perizoma nero. Ma la sorpresa è anche vedere Sara perfettamente a suo agio. Giunonica, lesatto contrario del fisico dellamica, indossa un reggiseno nero, ma soprattutto delle mutandine che mettono in evidenza il suo sedere più grande ma perfettamente modellato. Una cosa incredibile vederle baciarsi e osservare le tettone di Sara stringersi tetto della sua amica che in un impeto di foga, toccando gliele, gliele fa uscire dalle coppe del reggiseno, cominciando a baciare bene e leccandole i capezzoli. Io e Luca, quasi Istintivamente, ci scopriamo con le mani nelle parti basse. è inevitabile L’eccitazione che ci provoca questimmagine, fino a quando le due si staccano dal loro bacio. Giulia si avvicina al suo fidanzato, iniziando al limonare e togliendogli ben presto i pantaloni. Io e Sara ci guardiamo divertiti mentre lei mi prende la mano spostandomi sul divano e sedendosi a cavalcioni su di me che nel frattempo sono rimasto in boxer in attesa di farmi sfilare la maglia da mia moglie. Ci baciamo divertiti ed eccitati. Sara mi invita girarmi a guardare gli altri, che nel frattempo si sono messi comodi sul divano, o meglio Luca è seduto sul divano, perché è Giulia è in ginocchio con il cazzo del suo uomo in bocca. Non resisto a questa immagine, metto Sara comoda ed sdraiata, e mentre le sfilo le mutandine scendo baciandole la pancia ancora più giù , per annusare lodore della sua fica. Mentre la sto leccando noto che i ragazzi si avvicinano a noi. In piedi con in mano il cazzo, Luca, lo porta pericolosamente vicino alla bocca di Sara e mi chiede il permesso di farlo assaggiare a mia moglie. Non faccio a tempo a rispondere che vedo laura con in bocca la cappella di Luca. il suo cazzo non è particolarmente lungo, ma grosso e nervoso. Mi fermo confuso è eccitato a vedere la saliva di Sara luccicare sullasta di Luca. Giulia, come me rimasta a guardare estasiata, rompe gli indugi e fa lo stesso cercandomelo. Commenta il mio commenta il mio pene, più lungo ma anche un po più stretto di quello del suo lui, dicendo a Laura che è bello alla loro età ogni tanto lasciarsi andare a delle trasgressioni. Ogni donna ogni tanto fa trasgressioni. Ogni donna ogni tanto ha bisogno di provare un cazzo nuovo, dice affondando il mio nella sua bocca. Quel momento iniziamo a non capire più niente. È una raccolta è un susseguirsi di immagini, di odori, di sapori, di sensazioni. Vedo, con il sederino di Giulia sulla faccia, mentre facciamo 69, il culo di Sara,, salita a cavalcioni di Luca. “Non cè problema di preservativo, perché entrambe le ragazze hanno la spirale”: appena il tempo di pensarlo che vedo la sua mano prendere il cazzo di Luca e piantarselo dentro, cominciando a cavalcarlo. Giulia si sposta e continua a spompinarmi, con il sesso completamente fradicio. A differenza di Sara,, sempre ben rasata anche se mai completamente, Giulia ha sulla passerina Un piccolo triangolino di peli. È eccitante sentire mia moglie farsi scopare da un altro, mentre io faccio lo stesso con la sua lei. Adesso siamo quattro sullo stesso divano, entrambe a cavalcioni sul loro compagno sbagliato. Loro lingue si cercano fuori dalla bocca vengono martellate allunisono dai nostri cazzi. Sentirle godere e gemere di piacere e fantastico ed eccitante. Mi sfilo da Giulia e Luca fa lo stesso. Entrambi cerchiamo la nostra compagna. Perché, dopo tutta questa trasgressione è il momento di gustarci le nostre rispettive lei. La cosa che noto subito in Sara,, baciandola, e il sapore della sua bocca. Un misto tra gli umori di Giulia e l’odore di cazzo, mischiati a quello a me familiare della sua fica. È appoggiata alla sponda del divano e Luca, dopo averglielo inumidito con la lingua prende Giulia nel buco del culo. So che a Sara non piace gola quindi la invito a salire a cavalcioni su di me per farsi scopare. Mi porge le sue tettone e le leccandole i capezzoli a mordere la sento urlare di piacere. “Mi piace il tuo cazzo, mi è piaciuto il cazzo di Luca, mi piacciono tutti i cazzi. Le ragazze sono fuori controllo le loro urla di piacere si spandono nellaria tanto anche noi non ce la facciamo più. Luca si sfila da Sara , la gira e un copioso getto di sperma le bagna la pancia fino ai seni. E anche il mio momento, mi tolgo e invito Sara riprendere il mio cazzo in bocca per finire. Giulia si avvicina con il benestare del suo uomo e mentre la mia lei mi sega la sua amica stuzzica la cappella con la lingua fino a che la mia esplosione la travolge; limmagine finale è la somma di una trasgressione forse irripetibile, anche se spero di no la mia sborra abbondante passa dalla lingua di Giulia a quella di Sara, che concludono questa esperienza indimenticabile baciandosi sporche del mio sapore.

La colazione del campione | Racconto feticismo di MrTwentyCentury

Era un tiepido pomeriggio primaverile, e Francesco si trovava a casa di suo padre intento a studiare per gli esami universitari che presto avrebbe dovuto affrontare. I suoi genitori si erano separati da qualche anno, e negli ultimi mesi suo padre aveva iniziato a frequentarsi con una nuova donna, una quarantenne molto affascinante che spesso passava da casa loro. Dopo qualche ora di studio il ragazzo decise di prendersi una piccola pausa, e per scaricare un po di tensione, iniziò a navigare in Internet in cerca di qualche bel video porno su cui sfogarsi. Essendo un feticista dei piedi, le sue ricerche erano indirizzate verso quella categoria, e dopo qualche minuto individuò il video perfetto. Sul più bello però iniziò a squillargli il cellulare..era un suo compagno di università che aveva bisogno di alcune informazioni sugli esami. Preso dalla conversazione Francesco lasciò il PC incustodito, uscendo sul balcone per continuare la chiacchierata e godere la bella giornata. Finita la chiamata rientrò in camera..e si accorse che qualcuno era entrato in casa! Preso dal panico corse in sala per vedere chi fosse..era Monica , la fidanzata di suo padre, che era passata da casa per recuperare alcune cose. Immediatamente un pensiero gli balenò in mente..e se lei avesse visto il PC in camera sua con il video aperto a tutto schermo? E se lavesse detto a suo padre? Che imbarazzo! Francesco salutò timidamente Monica..lei contraccambiò..poi prese le cose per cui era passata e se ne andò. Meno male, sono salvo! pensò il ragazzo..il resto della storia dimostra che aveva torto..!

scopata tranquillaeroticiraccmariti cukoldracconti erotici tra suocera e generobiancaneve eroticosono un cuckoldracconti gay e bsxpiedi di ziami piace il cazzo neropadrona lucreziasesso gay racconticorna moglieincesto sorellaporno gay stupri4 cazzi in culoincestimoglie senza intimocome togliere antitaccheggio rotondomammatettonafaccio l amore con mio figlioerotica.itcugina chiavataracconti trasgressionilezioni di masturbazione femminiledea del sessoauguri di compleanno eroticidonne troie e mariti cornutierotici racontiracconti di zie troienuda a lettoracconi eroticiracconti erotici d'autoreilvostrocarodexter parole a casoracconti d'incestola moglie di perle di minkiascarpe da troiail pompino di ziasupposte raccontiho fatto sesso con mia cognatadonne che raccontano le loro esperienze sessualimi sono scopatoscopata la cuginascopata da un superdotatocazzi nella figaxnxx raccontiracconti hard transstorie di sessoracconti sessio spioracconti dominazione femminileracconti erotico incestoincesto tra sorellestorie hot verechiavami fortefottere mammaestremo analeracconti erotici onlineincesto cognataracconti sottomissione gaybuco del culo maschilesesso con nipoteracconti erotici madre e figliastorie porstorie sadomasoincularsi la suoceratrans in coppiaa mia moglie piace nel culodonne che amano farsi leccare i piediscopata con canemanina scary moviestorie vere incestila zia nave scuolaracconti porno analeracconti superdotatiincesto italiano gratisporno racconti realicoccole eroticheracconti eroticviculo di troiamamma nudistavoglia di cazzo transracconti erotici perversistorie di tradimentistorie di sessoescort racconti