Schiavo dei piedi cugina e zia | Racconto feticismo di Marco007

Sono Marco ho 19 anni e sono un feticista amante dei piedi femminili fin quando avevo 8 anni che avevo già scoperto questa passione per piedi, infatti hai battesimi/comunioni con i miei parenti destate mi infilavo sempre sotto il tavolo e già potevo gustare lodore dei piedi sudati di qualcuno. I piedi di mia cugina sono un 36 molto curati morbidi dita non troppo lunghe poi essendo unestetista quasi ogni 15 giorni cambia colore ma i migliori hai suoi piedini sono il nero e il bianco quando avevo intorno hai 15 anni su instagram seguivo pagine dove si cerano piedi, destate siccome i miei lavorano mangio sempre da mia nonna insieme a mia zia e mia cugina dopo pranzo mi metto un po sul divano e mia cugina si viene a mettere vicino a me e mi dice mi dai unattimo il tuo telefono che guardo un po il tuo instagram? io gli dico no meglio di no lei mi dice tranquillo guardo e basta non dirò nulla così lei si mette a guardare e vede anche queste pagine fetish non so cosa pensa ma so che non sono riuscito a dirglielo per tutta lestate. Due estati dopo non cambiò nulla tranne lei la vidii molto più dominante e comandante specialmente di me, in poche parole lei per me mi trattava da schiavo e lei non lo sapeva così una calda sera di luglio vado da lei destate siccome fa calda e solito che stimo sempre fuori e infatti a lei la trovo con i piedi uno sullaltro sul tavolo arrivo saluto guardo per bene i piedi e lo smalto e qui entra in gioco mia Zia (mia zia una donna di 50 anni portati bene separata un 38/5 di piede anche i suoi ben curati non proprio come quelli di mia cugina ma quasi) entro in casa e distinto gli occhi mi balzano subito per terra e la vedo scalza con un bel viola scuro smaltato saluto mia zia ed esco dinuovo fuori di mia cugina vado per sedermi vicino a lei e mi dice fermo fermo non qui cè zia io dico ok, dove mi siedo io? Lei dice mettiti la indicando proprio il posto davanti le sue stupende piante mi siedo e per più di 3 o 4 minuti lei non mi calcola proprio stava sempre al telefono così prendo anche io il telefono poi noto che comincia a strofinarsi i piedi e dice ho i piedi freddissimi io gli dico destate? lei rispose che era di razza averli sempre freddi così mi disse subito dopo non è che puoi riscaldarli un po? senza farmi il solletico però che lo sai che non lo sopporto io dico certamente così li accarezzo per un 10 minuti dopo un po decido di farmi coraggio e dirglelo così dico ti ricordo due anni fa quando guardavi il mio instagram? lei dice sii certo io gli dico tu adesso cosa pensi di me? lei dice penso che moriresti dalla voglia di baciarmi e piedi ma non puoi io dico magari solo baciare vorrei farci di tutto mi guarda e si fa una risata un po perversa e mi dice lo sai che in questi due anno mi sono un po informata sul feticismo? io dico ah si è cosa hai scoperto? lei dice bhe ho scoperto che ci sono due lati nella coppia uno che sarebbe uno padrona non che una che da ordini da far eseguire al proprio schiavo e se lo schiavo non obbedisce ci sono punizioni pesanti e poi cè lo schiavo un misero schiavo che deve stare sotto la padrona ad eseguire ogni ordine io rimando senza parola e mi impietrifico guardando le sue piante lei mi dice tu se uno schiavo vero? apprendo e chiudendo le dita dei piedi io dico s-si lei dice purtroppo non posso essere la tua padrona solo perché soffro il solletico io dico sbuffando uffa che peccato poi gli dico anche non che potresti invece dirlo a zia? lei dice giusto gli dico io tutto entra scalza in casa e gli racconta tutto alla mamma io da fuori sentivo tutto così arriva prima mia cugina e si rimette i piedi sul tavolo e poi mia zia guardandomi con uno sguardo dominante si siede vicino a mia cugina e mette pure lei i piedi sul tavolo e dice bene bene tua cugina mi ha detto tutto vuoi davvero esserlo? io dico si padrona lei dice benissimo seguimi e mi porta dentro mi comincia a dare qualche ordine e a mettere la casa apposto poi mi fa spostare il tavolino e mi fa mettere inginocchia davanti a lei seduta sul divano e dice appoggiando la pianta sul mio viso comincia a massaggiare e se ne sei degno dopo ti farò segare io massaggio per più di 30 minuti ebbene si anche la mia erezione era durata 30 minuti poi pensavo di essere venuto nelle mutande così mi dice non male schiavetto mettiti a pancia in su e mi mette tutti e due i piedi in faccia poi rientra mia cugina mi guarda e dice vedo che ti diverte la padrona abbiamo fatto bene a dirglielo poi gli dice mamma ma tu sai tutte le pratiche che si possono fare con uno schiavo? la zia risponde no mia cugina dice a me mi prendo il tuo telefono e controlliamo insieme così anche mia cugina mi mette i piedi sul petto poi li sento parlare a bassa voce mi guardano e ridono poi dopo 30 minuti mi dice zia abbiamo finito io dico padrona non posso venire su i vostri piedini lei dice va bene, però dopo dovrai ripulire con la lingua io dico si padrona così durai non più di 15 minuti dopo che avevo ripulito e stavo per andarmene mia cugina dice aspetta dove vai io voglio una foto ricordo così mi metto dinuovo a terra e mi mette i piedi in faccia e comincia a scattare foto e anche un video dove dice dove troverò mai un cuginetto che ama i miei piedi poi ovviamente mia zia la fa pure però lei non fa il video ma mi fa cambiare posizione a ogni foto, poi dice mia cugina te ne puoi andare adesso così me ne ritorno a casa. Il giorni dopo mangiamo sempre insieme da mia nonna e dopo pranzo mia zia si mette vicino a me sul divano e mi ordina di massaggiarli i piedi invece mia cugina dallaltra parte appoggia solo i piedi sulle mie gambe sto 40 minuti a massaggiare ma poi arriva mia madre da lavoro e mi trovo così con 4 piedi in vista e mi dice che stai facendo? ed io dico siccome ho visto zia molto stanca gli ho chiesto se voleva un massaggio mia zia dice a mia madre un massaggio hai piedi non rifiuta mai così subito dopo torno a casa e dopo un 30 minuti mi chiama mamma e mi dice perché non me lo fai anche a me un massaggio? io dico certo (mia madre anni 48 piede 42 smalto rosso dita un po lunghe piante molto morbide e profumano tantissimo) mentre massaggio sento arrivare due messaggi al telefono di mamma di seguito e gli dico chi è? lei dice ah tua zia e nella chat cerano un messaggio vocale una foto mia hai piedi di zia mia madre guarda la foto e mi dice sei tu questo? tirandomi uno schiaffo con il piede io dico si posso spiegarti lei dice zitto e si ascolta il messaggio vocale di zia dove rivela tutto anche a mia madre così mi dice benissimo uno schiavo non guasta mai dopo un po dice ora puoi baciare e leccare con cura nel mentre mi scatta una foto e la manda a zia dopo 20 minuti a baciare e a leccare mi fa fare la stessa cosa di zia cioè sborrare sui piedi e ripulire e fu così che passai tutta lestate finita lestate quasi nessuna più voleva massaggi o attenzioni così tutti un po si allontanano da ma

La supposta e mio nipote | Racconto incesti di Anonimazia

Quando stavo male essendo sigle ,mia sorella mi faceva prendere le supposte per la febbre e siccome tra di noi non ci sono mai stati segreti o tabo’ mio nipote Simone di 19 anni quando accompagnava la mamma stava in camera con loro ad osservare quando me le metteva , quando faceva mi faceva abbassare le mutandine poggiava la supposta sul buchetto e la spingeva dentro e mi nipote mi vedeva sforzarmi a stringere le natiche per non farla fuoriuscire, secondo si eccitava.

Dopo un lungo viaggio in macchina ho scopato mia madre. | Racconto sentimentali di Mimmuccio23

Tornavo a casa da Biella dove lavoravo, erano quattro mesi che non tornavo, mi presi dieci giorni di ferie per stare un po’ con mamma, rimasta sola dopo la morte di mio padre, ero l’uomo di casa suo figlio adorato. ho divorato la strada pensando a lei, finalmente giunsi anche un po’ in anticipo, lei era lì sulla porta ad spettarmi, ci abbracciammo baciandola sulle guance le dissi “mamma quanto sei bella“, lei ringrazio’ sorridendo. Disfatta la valigia mi feci una meravigliosa doccia che mi rilasso dal viaggio fatto. Mamma in cucina aveva preparato la cena un bel ossobuco con piselli. Mangiammo conversando del più e del meno, poi mamma disse che aveva bisogno che le facessi un favore dovevo dipingere l’inferriata del ingresso un po’ rovinato dalle intemperie, annui dicendo che l’avrei fatto nei prossimi giorni. Ci sedemmo in salotto per vedere la TV lei Poggio la testa sul mio petto! La sentii singhiozzare le presi il volto dandole dei baci sulle guance, disse che la sua vita era diventata vuota con la morte del marito aveva perso tutto l’amore, la compagnia e poi aggiunse il sesso. Rimasi sorpreso da quella frase, le chiesi se facevano ancora sesso alla loro età, rispose che ancora papà aveva delle belle erezioni e facevano almeno una volta a settimana sesso, carezze reciproche su tutto il loro corpo anche toccando il loro sesso, papà le metteva due dita nella fregna sgrillettandola facendola venire abbondantemente , lei faceva delle magistrali seghe mentre con la bocca ingoiava le sue palle, facendolo sborrare senza perdere una goccia bevendo tutto. Dissi tra me bella porca di mamma, ma perché queste confidenze così personali dette a me. Nel frattempo sentendo questo sfogo ebbi una erezione, non sono riuscito a nasconderlo, mamma era ancora con la testa appoggiata sul mio petto, meravigliata disse “ti sei eccitato per quello che ho detto”, le dissi che aveva fatto effetto il racconto delle loro effusioni. Per porre fine a quel disagio le dissi che andavo a letto. Ma mamma mi disse che potevo dormire insieme a lei nel letto matrimoniale. Subito non diddi si, pensieroso con un cenno della testa accettai. Mi infilai sotto le coltri avevo indossato il pigiama senza mettere le mutande, ero abituato a dormire senza niente a casa mia mi piaceva sentire il contatto di mia moglie, tutte le sere prima di dormire si faceva una bella scopata e a secondo della nostra stanchezza si facevano i preliminari si giocava con i nostri corpi e si trombava in tutte le posizioni. se invece eravamo stanchi io la scopavo, sdraiati di lato scopavo da dietro ho nella figa o nel culo, glielo avevo allargato bene perché non facevo fatica e non utilizzavo più la vaselina. Mentre lei aveva l’abitudine di indossare la camicia da notte. Eravamo supini che guardavamo la TV ,lei si addormentò subito mentre io dopo un po’ spensi perché mi era calata la palpebra. Dormendo i corpi si muovono, girano, senza volerlo mi ero avvicinato a mamma, forse perché nel mio letto ero abituato ad appoggiare il mio cazzo sul culo di mia moglie, appoggiai il cazzo sul culo, senza volerlo si era appoggiato in mezzo alle natiche, questo movimento mi fece svegliare, io istintivamente mi tirai indietro,ma con sorpresa mamma si spostò col culo verso il mio cazzo, le sentii dire “resta così che mi piace“, avevo immediatamente avuto l’erezione mamma accolse piegandosi in avanti per aprite di più le natiche,il cazzo si incastro molto bene, l’eccitazione comincio ad aumentare, con un rapido movimento si alzò il camicione poi allungando la mano mi abbasso il pigiama prese il mio cazzo che ormai era diventato duro come il marmo l’appoggio sullo sfintere mi disse “ tu non ti muovere faccio tutto io” con un colpo secco si piegò ancora di più il cazzo venne ingoiato da un ano non solo aperto ma completamente spanato, muovendo in modo da roteare il culo se lo infilo tutto dentro stringendo le natiche aprendolo e chiudendolo lo sfintere la sentivo gemere, io non riuscivo a resistere e un violento schizzo la fece sobbalzare, ne seguirono molti altri, quel movimento di stringere e allargare lo munse svuotando i coglioni. Sfinito mi appoggiai sulla sua schiena e presi sonno senza uscire dal culo, la mattina ci trovo ancora in quella posizione, lei si sfilò alzandosi mise una mano dietro il culo perché stava uscendo la sborra si diresse vesso il bagno, lavatosi per bene torno in camera si vestì dicendo ora lavati poi vieni a fare colazione perché c’è da lavorare questa mattina.

Senza mutandine sotto la gonna | Racconto prime esperienze di sara0

Questo fatto è successo veramente! Nulla è inventato. Mi chiamo Sara, ho 24 anni e studio a Milano alluniverità statale. La settimana scorsa decisi di mettere la gonna lunga di stoffa, colore bianco, però senza i miei tanga sotto, decisi di non mettere neanche il reggiseno, e scelsi una maglietta di colore nero. Di seno porto una quarta. Tutti sulla metro che mi guardano il culo sperando di riuscire a intravedere qualcosa..mi piacciono sia le ragazze sia i ragazzi che stanno a guardarmi il culo. Comunque arrivata in università seguo la lezione, mi sposto nellaltra aula ed infine verso le 14.30 vado in aula studio a studiare 1 po qualcosa!rnDopo unoretta si era seduto al tavolo vicino a me, un bel tipo cn una sua amica.. la sua amica aveva dei senoni, che mi sarebbe piaciuto toccare! lei però aveva il reggiseno! Tornando a me.. quel tipo mi piaceva troppo.. così ho allargato le gambe e tirato su bene bene la gonna, così si vedevano tutte le mie gambe lisce e bianche, quel tipo le guardò subito e gli ho visto che il suo cazzo si stava indurendo con velocità.. poi io decisi di andare in bagno..intanto lui era rimasto lì al tavolo a studiare con la sua amica.. rnIn bagno visto che nn vi era nessuno mi sono bagnata 1 po la maglietta facendo così vedere che nn avevo il reggiseno e si vedevano bene i miei capezzoli.. tornata al mio posto.. feci la stessa cosa di prima.. tirata su la gonna x far vedere le mie gambe lisce.. lui mi guardo prima di tutto le gambe come prima e poi mi guardo le tette..vide che ero senza..intanto il suo cazzo vedevo dai suoi pantaloni che era durissimo.. così lo accontentai e allargai le gambe verso di lui.. quel tipo vide subito la mia patatina (che si stava bagnando x i miei umori)..gli ho fatto il segno di avvicinarsi a me..e lui si avvicinò e gli ho lasciato toccare la mia patatina bagnata..io gli toccai il suo cazzo duro..rnPoi lui mi disse lo sai sei veramente bella, andiamo in bagno, ti insegno bene anatomia.. io a quel punto..ero imbarazzata però lo accontentai.. Siamo andati nel bagno dei disabili che è bello grande..ecco lui si tirò giù i suoi pantaloni e vidi il suo cazzo durissimo..che me lho mettè nella mia patatina e poi mi disse sei una troia, ora te lo ficco nel culo.. quando me lo infilò nel culo..godevo da matti..rnPoi dp quel giorno non lo vidi più.. però devo dire che qusta mia prima esperienza di non mettere le mutandine mi è piaciuta ed è anche la prima volta che lo feci in università!rnUn salutornsara

Topless beach con Elena, troppo divertente quellestate | Racconto tradimenti di Leo2

Sommario..(Il gelossissimo..ragazzo di Elena.. fu richiamato al lavoro .. . lei rimase al mare con me i giorni successivi…con mia sorpresa.. nonostante la sua 5 di seno si mise in Topless…e da li iniziarono le comiche!!..ma soprattutto inizio una grande eccitazione… in spiaggia aveva tutti gli occhi addosso!!….giovani ragazzi…..uomini sposati..che sembravano diventati man in black..mogli a fianco incazzate!!…passanti a bocca aperta con sorriso ebete.. e vecchie acide zitellone.. che la guardavano e commentavano con disprezzo!!……a me il tutto eccitava da morire….alla fine con elena.. realizzammo un video hard)……………. Ciao mi chiamo Leo ho 25anni..questa cosa è accaduta la scorsa estate,quando ospitai per le vacanze mia cugina elena di 3grado di due anni piu piccola di me.. elena studia alluniversita e a tempo perso fa la cubista in una nota discoteca della riviera.. marco invece il suo ragazzo ha 28anni..un tipo palestrato muscoloso fissato con il bodybuilding…….. elena è una bellissima ragazza molto dolce, capelli biondi e occhi azzurri, io la prendo in giro dicendogli che sembra svedese.. i 2 sarebbero rimasti nella mia casa al mare per una settimana….i primi 2 giorni andammo in spiaggia tutti e 3 insieme, io ero un po a disagio affianco a marco gia super abbronzato con le lampade che si faceva in palestra…ma soprattutto non lo nascondo..chi mi faceva sentire piu a disagio era elena!……oh avuto sempre una cotta per lei, nonostante la parentela lontana… (elena in spiaggia era davvero molto sexi….indossava un perizoma, e un reggiseno a triangolo che copriva a malapena le sue tette..credo che abbia una 4abbondante…e mette sempre colori molto accessi tipo il fuxia)…………… trascorsi un po di giorni al mare tutti e 3 insieme..inprovvisamente..marco fu richiamato con urgenza al lavoro… per dei problemi nella sua fabbrica….elena invece decise di rimanere li con me fino alla fine della settimana……… il giorno seguente io e elena andammo in spiaggia insieme…e lidea che il suo ragazzo non ci fosse a me suscitava parecchie fantasie..ma non avevo il coraggio di fare stronzate, elena è sempre mia cugina, anche se di 3grado…….. arrivati in spiaggia elena cominicio a parlarmi del suo ragazzo…confidandomi che forse tra un po lo avrebbe lasciato…perche pensava solo al lavoro e alla palestra.. e poi..era un tipo molto geloso….piu di una volta aveva preso a pugni vari ragazzi che ci provavano con lei… a volte la sua gelosia la asfissiava mi confido… (e cosi trascorse un altro giorno).. ….la mattina seguente di nuovo andammo in spiaggia insieme e qui inizio il bello……. appena arrivati ci sdraiammo tutti e 2 a prendere il sole e elena mi disse….Leo a te da fastido se mi metto in Topless??..sai il mio ragazzo non me lo permette mai…… a me giro quasi la testa quando sentii quelle parole…..non sapevo che rispondere…e dissi elena mi imbarazzi…fai tu, se a te va..a me non da alcun fastidio….(cazzo si!! dentro di me pensai….evvai!!)….quindi con un gesto sublime slaccio il pezzo sopra….avevo le sue tettone nude li a poco piu di 40 cm da me…. io non proferii parola… ma dentro di me….cera un esulatanza come al gol di inzaghi al 90 nei quarti di finale tra milan e ajax… del 2003…alla ravvicinata visione di quei 2 meloni…. …cercai di fare finta di niente…ma ero troppo in inbarazzo……cercavo in tutti i modi di non guardargliele.. ma era piu forte di me..non riuscivo a distorcere locchio….. elena se ne accorse e mi disse…(ehi! che fai! me le fissi!….) (e io) …scusa elena è che sei cosi bella…lei mi rispose…sorridendo..ma no!..no!.. scherzo!..tranquillo!…non mi da alcun fastidio che me le guardi…anzi tieni!…. aiutami a finire di spalmare la crema abbronzante…..dietro lo gia messa in bagno da casa..ma poi per partire in fretta non ho fatto intempo a spalmarla dappertutto…. …cosa??..le dissi….non potevo credere a quello che avevo appena sentito!….voleva che le spalmassi la crema sulle pocce nude!…..li in spiaggia davanti a tutti!……..io arrosii.. come se avessi mangiato un…Carolina Reaper…..lespressione che avevo in volto era simile al ritratto ..dellurlo di Munch…..non credevo a quelle parola…(cazzo!!..cazzo!!.. dentro di me pensai….questa mi vuole far prendere un colpo..!!)..io ero eccitatissimo ma in evidente imbarazzo e titubante…..cosi .elena mi prese la mano..e mi disse..su che cè.. Leo!… non hai mai toccato 2 tette!…ricordo che claudia la tua ex ragazza…era ben messa…. e poi quando ci vedevamo mi raccontava che a te eccitava molto che lei stasse in topless….e non scendo nei particolari di quello che mi raccontava..facevate in casa…..io un po incazzato risposi!!.. a quella strona di claudia queste cose..ti raccontava??!!..ho fatto bene a lasciarla..quella aveva solo la lingua per spettegolare e fare i…pomi!!!!……e elena… su dai che aspetti spalma!!… al pensiero di quello che mi accingevo a fare.. il mio pene che fino ad allora ero riuscito a mantenere in……stand-by….ebbe una sveglia militare..tipo quella del sergente hartman …non mi ero sentito mai in inbarazzo come quel giorno……cosi tutto contento iniziai a spalmargli la crema ..prima sulle gambe poi sulla pancia e poi arrivai a massagiargli le tette…..erano sode e vellutate e soprattutto si sentiva che erano vere e non rifatte…quelle della mia ex erano si belle….ma queste erano uno spettacolo sconvolgente della natura..femminile.. …mi sembrava di sognare!..in volto ero diventato tutto rosso……….presi un po di coraggio e poi le le domandaii…. …..posso chiederti che taglia porti?….a me sembrerebbe una 4abbondante…. porto una 5!!….(orgogliosamente mi rispose lei)…..finito di spalmargli la crema ci sdraiammo entrambi a prendere il sole….. notai che attorno a noi cerano parecchi sguardi indiscreti…sentivo dei ragazzotti sui 18anni…..sghignazzare, e confabulare tra di loro..posso immaginare tranquillamente cosa turbasse la loro attenzione e …..quali siano stati i loro commenti…..in lontananza un vecchio sui 70anni se ne stava in piedi con lo sguardo verso elena…non capivo bene se fosse vero oh un manichino…. affianco a noi invece cerano due acide signore sui 55anni…che sborbottavano…guarda quella che scostumata!!!!.. con quel perizoma gli si vede tutto il culo…..e poi avrà una 5 di seno!!.. è si mette in topless!!..qui.. dove è pieno di gente!!… vergogna!!..vergogna!!….e a anche..quel coso argentato li allombelico!…come si chiama…..pearcing .non nascondo che a me la cosa stava eccitando da morire!!!!….cosiper farle innervosire ancora di piu.. proposi a elena di fare due tiri a pallavvolo!!…..ah! ahh!…ahh!.ahhhh!!!….non vi dico la faccia delle 2 signore!!….le tette di elena erano 2 enormi cocomeri che ballavano allimpazzata…..le vecchie se avessero potuto ci avrebbero sparato tranquillamente!!….atttorno a noi avevamo attirato anche un bel numero di curiosi…….non ce la facevo piu quella scena era troppo divertente!!..le tette di elena ballonzolavano oscenamente!!…..vedevo mariti con mogli a fianco che stranamente erano diventati dei..Men In Black…allinprovviso…non capivo xke.. indossavano tutti degli occhiali scuri!!…non vi dico le mogli accanto!!…….il mio cazzo si stava indurendo sempre di piu…. tanto che avevo paura di non riuscire a contenere lerezione…..cosi chiesi e elena….ti va di fare un bagno?…..e elena mi rispose….si Leo volentieri andiamo..anchio ne ho voglia qui comincia a far un gran caldo…..(.e cosi ci incamminammo in acqua.. ..avavo la sensazione di avere le telecamere adosso..con elena con le pocce nude accanto…ogni uomo che incrociavamo…gliele fissava con un sorriso ebete….. ..arrivata in acqua elena..rideva e saltellava sulle onde..le sue tette ancora una volta ripresero a ballare.. …su e giu..su e giu…era tremendamente eccitante guardarla…..ero andato in acqua per calmare i miei bollori invece mi stava venendo i
l cazzo piu duro che mai! ……….. ..cercavo di nascondere la cosa sottacqua..ma elena ogni tanto si strusciava a me e si accorse della pretuberanza…..e mi disse (ehi Leo non pensavo che ti eccitassi tanto a vedermi in topless…e mi mise una mano li sul pacco…) .. e io che fai elena ferma!….e lei sempre sorridendo…fai sentire cosa ce qui sotto e inizio a toccarmi…(no!..no!.. elena ferma!! ci guardano tutti!…..) …poi mi disse ..(pensi che non abbia capito Leo..che vuoi scoparmi!!?….pensi che non abbia capito che fai delle zozze fantasie su di me!!..)…lo fatto apposta oggi a metermi in topless!…per provocarti…. io a quel punto cedetti e confessai…. .si elena!.. in effetti sono molti anni che ho delle fantasie..su di te…..ma fermati pero non qui elena…cè troppa gente….andiamo a casa!!… cosi rientrammo in casa…. tirai fuori dal frezzer una bottiglia di..tequila ghiacciata….io mi scolai mezza bottiglia…elena solo 2 bicchieri… e andammo in camera da letto…. …..iniziai a tastargli energicamente le tette….gliele palpavo come se cercassi qualcosa al loro interno….non volevo staccare piu le mani da quei due meloni…le mie mani sembravano incollate con lattack….ma poi vidi che al piano di sotto..mi aspettava qualcosa di ancora meglio!!…una giovane fighetta tutta depilata….e grondante di umori…era li che non aspettava altro che il mio cazzo entrasse!!…cosi dapprima iniziai a leccargliela… e poi a..sditalinarla..come un matto!! mi faceva impazzire come gemeva elena!…andaii avanti a sditalinarla per circa 15minuti…..lei mi disse… che aspetti? entra!!..dai mettimelo dentro!…io risposi..hey!..quanta fretta elena!..prima cè da fare una cosa che sognavo di fare con te da non so quanto! ….dai elena..apri la bocca!!..fammi un pompino!!….lei rimase perplessa..a quelle parole……..non so Leo..non mi va tanto…..sai.. a dir la verita… neanche ai miei ragazzi precedenti e al mio ragazzo attuale.. oh mai concesso mai il privilegio… …(ne della bocca..ne del..c…..)..io e marco abbiamo fatto sempre sesso nella maniera tradizionale……solo a sentir quelle parole quasi che mi sborravo addosso!!…non potevo crederci! …fa la cubista…in discoteca… e non lo ha mai preso ne di bocca…ne tantomeno di culo!!…quelle sue meraviglie… non erano mai state violate!!…..detro di me pensai.. marco è proprio un emerito coglione!!…..cosi andai nel cassetto della scrivania e tirai fuori due cose..che ero sicuro le avrebbero fatto aprire ogni buco..!!!!…..li nascosi tra le mani..presi una benda e gliela misi intorno agli occhi…poi dopo averla fatta aspettare inpazientemente per un po… le dissi guarda che cosa ho qui!!!!……aaaaaahhhh!!!! non ci credo!!! era su di giri!!! come una ferrari!!!…..ma dove li hai trovati!!!…..se li vuoi sono tuoi!!…ma prima sai cosa voglio!!!!….dai qui!! e me li strappo dalle mani…per poi metterseli tra i denti.!!!!! siete curiosi è di sapere cosa era??..indovinate????…….aaahhh ahhhh…che dite?? …ok dai non vi faccio piu attendere…..avevo…..avevo….avevo……taddaaaaahh!!!!……………..(….avevo 2 biglietti per il concerto di…Miley Cyrus a Milano!!!!!!….èèh lo sapevo che a questi non resistevi elena!!!!!……..aah.. ahh.. ahhh!!……quei 2 biglietti..invece di essere il pass.. per entrare al concerto di..miley cyrus……erano diventati il pass….per entrare nella bocca e nel culo..di elena!!!!.. ….cosi tutta contenta si mise in ginocchio…..tolse i biglietti dai denti..li strinse in mano..e spalanco la bocca!!!….che mistica visione avevo davanti!!….senza perder altro tempo.. appoggiai dolcemente la cappella nella lingua….dopo un attimo chiusi gli occhi……quindi glielo spinsii.. tutto in fondo….e lei inizio il su e giu…aveva iniziato a spospompinarmi…elena stava facendo il suo primo pompino a me!!..quasi non credevo a quello che stava succedendo…….stavo godendo!..stavo godendo..dentro la bocca di elena!!!!… …erano anni che volevo darglielo in bocca!!…e finalmente cero riuscito!!… ..brava elena sei davvero brava a fare i pompini!…continua dai!…continua a spompinare!!.. ..se fosse tornato il suo ragazzo il quel momento….non so che cosa sarebbe potuto succedere!!.. ..ma il pensiero che il suo regazzo petesse tornare e vederci mi eccitava ancora di piu!….quindi feci fermare un attimo elena e presi una telecamera…. la misi sul cavaletto e iniziaii a registrare…. poi le dissi…..elena! mi piace pensare che la telecamera sia il tuo ragazzo che ci guarda….e si masturba mentre io ti chiavo!!….. elena mi disse che anche a lei eccitava molto la cosa….cosi iniziammo a scopare….. la penetrai in figa..e poi con mia sorpresa mi concesse anche il culo…. elena mentre la inculavo…gemeva come una vera troia e ogni tanto si girava verso le telecamera…inviando sguardi maliziosi…come se il suo ragazzo fosse li davanti a noi… ormai stavo per venire…quindi presi il telecomando della telecamera e zoommai…li sul suo buchino e quindi sborrai….buttai fuori non so quanto liquido…il culo di elena grondava di sperma da tutte le parti…. mi riposai dieci minuti.. poi dissi a elena che mi sarebbe piaciuto molto fargli bere il mio sperma…elena mi disse che al suo ragazzo non concedeva mai lingoio…e che non le andava tanto…..ma era solo una finta resistenza…infatti poco dopo acconsentii senza problemi…apri la bocca, e tiro fuori la lingua….io iniziai a masturbarmi davanti a lei..con la telecamera in mano…e dopo poco le sborrai sulla lingua…zoomando al massimo per immortalare lo sperma che le scorreva giu nella cavita orale……elana ingoio tutto .non spreco neanche una goccia…….poi spensi la telecamera..la accarezai il viso dolcemente e la baciai.. il giorno dopo elena chiamo..il suo ragazzo per dirgli che sarebbe rimasta al mare con me per un altra settimana…i giorni seguenti continuammo a fare delle grandi scopate…..mi rivelo anche che non era la prima volta che metteva le corna a marco.. quando ando via elena mi chiese di fargli una copia del filmato… ..e aime …io stupidamente.. gli diedi una copia .. lei tutta contenta mi disse…. forse un giorno glielo faccio vedere..a marco!..cosi impara a trascurarmi per il lavoro!!…(io le risposi)..no! no! sei matta! quello mi ammazza!! tienilo per te e nascondilo in un posto sicuro!! dai elena non fare la stronza le dissi!! promettimi che non glielo farai mai vedere!! ok ok prometto mi rispose…. ma cera poco da star tranquilli con elena……quella magari dopo le sue serate in discoteca e sotto leffetto dellalcool…..glielo avrebbe mostrato davvero……dopo 1mese mi disse che la pen-drive con la copia del filmato hard…le era stata scippata insieme alla borsetta in cui la custodiva….mentre usciva dalla dicoteca…da 2 extracomunitari………mi incazzai come un..t-rex……cazzo! elena!! le dissi infuriato!!.. ma sei proprio un oca!!..che cazzo la tenevi a fare la pen drive nella borsetta!!.. ti avevo detto di nasconderla!!….(dentro di me pensai)..adesso degli energumeni di colore.. con il pene di 28cm o piu…. si staranno divertendo e segando guardando noi 2 che scopiamo!…..speriamo non lo mettano su internet!!….senno dovrei trasferirmi come minimo a Taiwan……me la feci talmente sotto che decisi di distruggere la copia originale che avevo in casa…non si sa mai……a tuttoggi comunque sono ancora integro….quindi penso che i 2 si siano tenuti il filmato per loro…ogni tanto pero a dir la verita controllo qualche sito porno per controllare di non avere qualche spiacevole sorpresa…. occasionalmente io e elena ci risentiamo allinsaputa del suo ragazzo….. nei nostri incontri, spesso mi confida che le piacerebbe provare nuove esperienze….magari anche con degli sconosciuti…. ma secondome lo dice solo per eccitarmi… non credo ne abbia realmente il coraggio.

Il concorso Miss Gambe ed io senza slip | Racconto esibizionismo di Elena di Castelbuono

Questa cosa che mi è capitata me la ricordo sempre perchè è stata una delle prime volte che ho fatto un esibizionismo cosi sfacciato. Eravamo in un locale, io avevo credo appena compiuto i diciotto anni e ci stava lelezione di miss Gambe , a cui potevano partecipare tutte le ragazze che si trovano nel locale. Ero con mio cugino piu grande e alcuni suoi amici e avevo la minigonna e sotto le autoreggenti. Devo dire che ho delle gambe molto belle, lunghe e magre e anche in strada ricevo tanti apprezzamenti perchè le metto sempre in mostra. Quella sera avevo limonato molto con mio cugino e anche con un altro ragazzo ed ero piuttosto alticcia . Mio Cugino mi aveva tolto il perizoma nel bagno e mi aveva leccato la fica fino a farmi sbrodolare dicendo che piu tardi mi avrebbe chiavata come si deve. Durante la serata mi sono sentita trascinare sul palco per questo concorso e sono stata scelta per la finale di questo concorso . Ad un certo punto il presentatore ha detto che per dare un po di pepe alla cosa dovevamo toglierci le minigonne e davvero ero cosi ubriaca che mi ero dimenticato di essere senza mutande. Esalito sul palco il gestore del locale e ha iniziato a togliere le gonne , le minigonne o i pantaloni alle cinque ragazze che eravamo in finale… quando è arrivato da me… mi ha tolto la mini e sotto ero nuda.. solo le autoreggenti… la peluria folta che avevo… una foresta incredibile.. tutti hanno iniziato aguardarmi con la fessa di fuori e qualcuno ha fatto video e foto… io ero come in estasi e per qualche minuto sono rimasta cosi… poi mi sono coperta ma la mia minigonna era scomparsa.. sono rimasta cosi a cercare qualcosa per coprirmi ma devo dire che ricordo con eccitazione questa cosa… mio cugino poi mi ha dato una felpa e me la sono messa davanti… poi mi ha portato nel bagno con il suo amico e mi hanno chiavata in tutti i modi… non ricordo neppure quanti cazzi ho preso quella sera… dopo di loro due anche gli altri amici hanno voluto innaffiarmi venendomi dentro. Davvero una serata particolare.

Le seghe di mia madre | Racconto masturbazione di ignoto

io ho incominciato a masturbarmi quando facevo la prima media perchè allestate vedevo mia madre girare nuda per casa e poi essendo stitico quando mia madre mi faceva spogliare completamente nudo per farmi il clistere oppure per il termometro nellano e poi mettermi la supposta mi faceva eccitare moltissimo e lei lo vedeva che mi eccitavo perchè mi apriva il pisello e vedeva che avevo il glande rosso.

La ragazza che ama mostrare la figa | Racconto esibizionismo di Ovidio86

Paola é figa-centrica. Il suo corpo ha come centro gravitazionale la figa, secondo una nuova legge di Keplero. Lei é eterosessuale, ma adora la sua figa, per il piacere che le provoca. Non il piacere carnale, banalmente evocato in ogni donna dalla stimolazione clitoridea. Ma un piacere spirituale : la vanità di compiacersi del potere assoluto che la figa le concede, in grado di sottomettere qualsiasi uomo. Una tirannide che esercita su più assi di battaglia. Fotografie, video e per i più fortunati esposizioni dal vivo. Paola é ancora nei suoi ventanni, una struttura minuta con braccia e gambe lunghe e magre, ma curve perfettamente scolpite. Un corpo da modella, se lei non avesse la predilezione di mostrare un solo frammento della sua anatomia : la figa. Solo e soltanto la figa. In tutte le sue acconciature. A volte si depila mostrandola perfettamente rasata e liscia. Altre volte si lascia crescere un fitto cespuglio di peli pubici, crudo e animalesco, che la fa sentire come una leonessa. Altre volte ancora accorcia i peli pubici cercando di dargli un taglio curato e insolito. Ma questi dettagli sortiscono il medesimo effetto. Agli uomini interessa solo la figa, nella sua acerba sostanza. La parte esterna della vagina con le sue pieghe concentriche che si aprono come una finestra verso il canale del piacere. A volte Paola si domanda come pochi centimetri di cute rosea e umida possano avere una potenza così vigorosa. Quando Paola rientra a casa dal lavoro trascorre tutto il tempo sulle chat. Una vera e propria dipendenza. Recupera  contatti di più uomini contemporaneamente e inizia a scrivergli su Whatsapp o Telegram. E dopo pochi messaggi convenzionali inizia ad inviare foto della sua figa. Solo la figa, con i bordi dellimmagine che corrispondono esattamente a quelli della vulva. Ne conserva più di duecento di queste foto e ogni settimana rinnova larsenale di scatti intimi. Nessun uomo lha mai respinta dopo aver ricevuto le foto smaliziate. Qualcuno domanda di poter vedere di più del suo corpo. Ma é una richiesta debole, che Paola sa di non dovere esaudire e di questo ne va fiera. Luomo che le pone la domanda é già stato sopraffatto dallimmagine della sua figa, come un condottiero sconfitto che chiede la grazia, ma non ha il diritto di ottenerla. E Paola in questo é inflessibile. Solo immagini della figa. Anche immagini artistiche. A volte la fotografa allo specchio, a volte dallalto, a volte dal basso… Ma sempre e solo la figa. Soltanto in ununica occasione fu spronata a un gesto di generosità estrema da un ragazzo che reputava molto attraente. Allora allargò di qualche centimetro limmagine sulla camera dello smartphone, in modo che contestualmente alla figa venisse inquadrato anche il meno nobile orifizio anale. Un atto di caritatevole cortesia che rimase irripetuto. Dopo ore consumate con questo gioco di immagini , Paola si accarezza la figa teneramente, non per godimento, ma per premurosa riconoscenza. Vedere gli uomini sottomessi alla sua figa é il suo vero piacere. Un potere sottile e profondo che la rende orgogliosa e da cui non riesce a sottrarsi. Una volta un adolescente le chiese di poter vedere linterno della sua vagina. Paola inserì una microcamera oltre alle piccole labbra. Limmagine venne chiaramente buia, ma il ragazzino si eccitava a sapere che quelloscurità era provocata dai tessuti fibrosi dellinterno della vagina di Paola. Egli ricambiò con un video in cui si masturbava con impeto giovanile, emettendo dolci riuggiti di piacere al momento di eiaculare. Quando Paola cammina per strada é certa che molti degli uomini che incrocia hanno già visto la sua figa, senza conoscerne la proprietaria. E poi cè la parte che diverte di più Paola : la videochat. Almeno unora ogni giorno la trascorre su un sito di chat roulette. Lei sul letto discinta a gambe divaricate, il computer portatile di fronte con lo schermo leggermente inclinato in modo che la telecamera le inquadri solo la figa. Poi avvia la chat e le immagini dei partner a cui é casualmente abbinata scorrono. Per la maggior parte sono uomini che mostrano i genitali, per disperazione o esibizionismo. Alla rara e inattesa vista della vagina di Paola accelerano la masturbazione. Con una mano scrivono messaggi scabrosi a Paola e con laltra si menano il pene. Lei non si masturba, se non dopo più di unora di questo tantalico rito e solo se incontra un maschio dal corpo seducente. Ma prova  comunque una gioia sublime nel percepire così tanti uomini attratti dalla sua figa. Ogni giorno osserva decine e decine di uomini masturbarsi per lei, dal ragazzino inesperto allanziano depravato. Un range vastissimo di età e molteplici peni, che Paola ormai conosce in tutte le sue varianti naturali. Cè il pene uniforme in cui il glande ha lo stesso spessore dellasta, quello che sembra un fungo perché la punta é larga rispetto al tronco e ci sono anche quelli con la parte centrale più tozza. Cè il pene ritto come un metro e quello più curvo di una banana. E soprattutto ci sono quelli lunghi e grossi e quelli stretti e piccoli, che a Paola fanno sorridere, ma divertono perché sono spesso i peni che si mostrano più servili alla sua vagina. Neppure la mente matematica più acuta potrebbe calcolare il numero totale di cazzi che Paola abbia osservato nella sua vita. E gli uomini si masturbano uno dopo laltro sul video fermo della sua figa. Alcuni lo fanno lentamente, altri velocemente come le ragazzine inesperte che praticano la prima sega al proprio partner. La vagina é più intelligente del pene. Il pene si alza alla minima eccitazione come lultimo dei soldati allordine di un superiore. La vagina é discreta, raffinata, sottile. Quasi non cambia aspetto con leccitatazione come lessere umano più intelligente che riesce a mascherare le proprie emozioni. E anche lorgasmo maschile é goffo e maldestro e non può evitare di sporcare senza controllo. Lorgasmo femminile é pura nobiltà. Saltuariamente accade che Paola accetti di incontrare i suoi spasimanti virtuali più affascinanti. Ma il suo scopo é soprattutto di soggiogarli alla vista reale della sua figa, ritrovando il piacere nei loro sguardi ammirati. Di norma invita a casa la vittima sacrificale per mostrarle la sua intimità, che ben conoscono dopo averla a lungo osservata nelle immagini inviate via etere. Paola impone ad ogni uomo con cui ha un appuntamento di leccarle la figa, prima ancora di baciarlo. Adora sottomettere i maschi tra le sue gambe. Sentire di avere su di loro il controllo. Tutti pur di scoparla accettano di leccargliela. E il suo giudizio é severo. Colui che non la lecca con assoluta devozione é allontanato con disprezzo. Colui che la lecca amorevolmente e con precisa dovizia é costretto a proseguire latto per ore. Una volta un uomo sposato venne da lei sperando di consumare rapidamente un rapporto, dato che la moglie lo attendeva a casa. Paola promise di farsi penetrare solo dopo essere stata leccata. Ma non riuscì a fare a meno di martirizzare il malcapitato, rimandando allinfinito la fine del cunnilingus. Raggiungeva orgasmi su orgasmi sotto i colpi della lingua che si muoveva sempre più frenetica nella speranza di accorciare il tempo. Ella provava un godimento fisico, ma soprattutto intellettuale, nel guardare quelluomo affrettato schiavo della sua figa. E dopo più di unora di incessante lavoro orale egli si arrese. Supplicò Paola unultima volta, quasi implorando, almeno di ricambiare latto. Le mostrò il pene irto desideroso di un gesto di pietà. Ma Paola fu inflessibile e nello stesso tempo ripagata nel vedere luomo vinto dalla sua figa. Altri reagivano con rabbia, ma nessuno poteva evitare la dipendenza dalla sua figa. Un giorno uno dei suoi partner le chiese :pensi di averla soltanto tu?. Paola fu infastidita e rispose seccata: Le altre donne hanno la vagina. La usano per scopare, per masturbarsi, per corrompere un professore alluniversità o un datore di lavoro per una promozione. Io ho la figa. É diverso. Anche se la uso per corrompere, quello che mi interessa non é il fine, ma il mezzo. E in effetti Paola utilizzò la sua figa per ottenn
e il lavoro. Un posto importante di segreteria in una grande multinazionale. Doveva inviare il curriculum vitae in allegato mail à colui che poi diventò il suo capo, il quale aveva il compito di selezionare il personale. I competitori erano tutte donne, per la maggior parte con un curriculum più brillante del suo. Paola inviò il file in allegato intitolato CV, ma allinterno non conteneva dati anagrafici o informazioni sul suo passato lavorativo, ma unampia serie di foto della figa. Anche lei quella volta ebbe il sospetto di avere esagerato, ma alla fine ottenne il posto, scavalcando le colleghe più qualificate, ma che non possedevano una figa altrettanto potente. La figa di Paola ancora una volta aveva stravinto. Paola si sentiva onnipotente. Quella sera divaricò le gambe davanti allo specchio. Avesse potuto, la avrebbe baciata. Pensava sprezzante a quelle ragazze che avevano perso la selezione per causa sua. Le immaginava ricurve sui libri a studiare, con una vagina che per loro era solo un insignificante organo anatomica. Provava disgusto per le vagina debole. Una donna é donna solo sé é consapevole della forza della sua figa. Quella sera soltanto si masturbi da sola con in sottofondo una musica dolce. Era una composizione di Alma Mahler, unaltra donna dalla figa potente come Paola,che certo sarebbe stata orgogliosa di udire le sue note accompagnate dalle ruvide grida di piacere di una giovane donna figa-centrica.

Parrucchiera vogliosa | Racconto tradimenti di Pirata77

Salve sono sempre Daniele nome finto oggi dopo mesi di insistenze da parte dei miei famigliari decido di andarmi a tagliare i capelli e così pensando vado da una mia amica parrucchiera che mi da appuntamento per il pomeriggio essendo arrivato senza preavviso mi da lultimo appuntamento per le 19,00 orario di chiusura. Così essendo lultimo della giornata manda a casa le sue operaie e abbassa la serranda da dentro così nessuno ci disturba e lei può lavorare in pace, Katia e una bella ragazza di 40 anni ci conosciamo dalle superiori e siamo rimasti in ottimi rapporti ed infatti appena mi vede la prima cosa che fa e quella di darmi un bacio a stampo sulla bocca, Katia e alta 1,70 per 75 kg e porta una 4° di reggiseno , ha un bel culo tutto da palpare e mentre lei mi bacia in bocca io ne ho approfittato per accarezzarlo un po cosa che mi ha svegliato le mie voglie.

Faccio sesso con entrambi i miei figli (da un un commento al blog) | Racconto incesti di Professionista81

Basta basta con questo moralismo becero e inutile in una società retrograda, su certe cose, che si spaccia per avanzata o al passo con i tempi. Certe cose nascono con luomo e bisogra regolarle non vietarle…parlo di droga, prostituzione e sesso. Sono una donna quasi sui 50 che ogni santo giorno si danna per mantenersi in forma con ore di corsa al mattino presto, poi altra corsa al lavoro e dopo palestra. Quindi ono inf forma, morbida con le curve al punto giusto. Ho una quarta di seno che rimane ancora soda ed un culetto che per fortuna mi sta ancora su :). Torno a casa distrutta fisicamente, ma moralmente e mentalmente attiva e vogliosa di vivere ancora la mia giornata! Ho da gestire 2 figli di 18 e 22 anni e sono separata da cinque anni. Ora ditemi, se noti che i tuoi figli ti fanno continuamente apprezzamenti fisici, cercano di toccarti e abbracciarti in ogni occasione, noti il loro pacco costantemente gonfio in mia presenza e fanno riferimenti sessuali espliciti, indiretti, ad avere rapporti intimi voi che pensate? Che i tuo figli sono depravati o ci ragioni su? Be io ho cresciuto quasi sola i miei figli e depravati non lo sono ed avere una naturale attrazzione fisica per una donna non lo è affatto, che poi io sia loro madre non lo vedo come un fattore bloccante. Ora in poche parole voglio dire che faccio sesso con i miei figli liberamente ed è la cosa più bella che abbia mai fatto in vita mia sia per me che per loro. Dormiamo tutti e tre assieme, sono al centro di tutto per loro e questo mi fa sentire magnificamente. Ho rapporti orgiastici con entrambe e lo amnetto liberamente e felicemente, sono felice di essere invidiata per questo e non vergognarmene. Facciamo di tutto, sesso orale, sesso anale, doppie penetrazioni. Non ho mai goduto come con loro! Ognuno di noi ha una sua vita, entrambi i miei figli hanno una ragazza con cui hanno rapporti e ne parliamo liberamente tra noi e nulla di questo ci vieta di stare nudi in casa e fare sesso tra noi. Loro praticano sesso spinto, voglio dire intenso ma con forza e accenni di violenza come schiaffi e bloccarti sul letto in vari modi e mentre prima era lunica cosa che mi preoccupavo ora mi piace immensamente essere dominata anche se ne esco con lividi e graffi ogni volta.

storia cuckoldano distruttoracconti porno gayconfessione incestobaciettiracconti incestuosiracconti erotici sadoil piu bel culo del mondobuco di culo rottocazzi con cappelle enormiannunci erotici 69 itracconti di sesso e tradimentiscopata dall'amicoracconti gay maturiraccontiposborro nel culo di mia moglieracconti gratis eroticixxx zofiliaschiava frustataracconti incesto madreorge con negriscampio di coppieracconti eoriticporno gay tra cuginiracconti veri sexporno gay in palestrasorella figaracconti d incestifammi godere troiala zia di maxmio marito mi scopanegro sborrasesso con la camerierazoofilia cavallomilf in palestraracconti erotici prima voltamamma zoccoleelena milfsesso con il cuginovenute tra fratelliweek end eroticofidanzati cornutiracconti erotici con caniessere troiaracconti x adultile cosce della ziaracconti dominazione femminileracconti erotici cuckoldilary blasi piediraccontierotici realisesso per scommessala fica di mia cognatascopate caserecceracconti erotici recenticonfessione eroticheschiavo della ziainculata gaymi scopo l amica di mammagare pompinipompino bisexsesso con gigoloorge vecchieluan sesso analemia moglie con guardoniuna zia porcaracconti eoritcicornuti felicifiglia fa pompino al padrelatroia.comracconti hard gratisvecchio porco gaysono porcageneri di racconti eroticistrizzami le tetteracconti ertocicazzo di cavallo nel culostoria xxxuomini geistorie eccitantinonna lo prende in culoracconti sessraccontierotici gratisbuon giorno figaconti eroticila nonna mi fa una segaracconti miuracconti porno amatorialiun arnese del barista3 cazzi nella figasesso in familianotte eroticaracconti erotici transracconti con suocerastorie di sesso spintomoglie sodomizzataerotici eaccontiraccontti eroticisborra che cola dalla boccamia mamma mi masturbaracconti erotici mogli troie