Mamma mi fai un pompino? – 6 – Le prime sborrate nella sua fica | Racconto incesti di Anna madre incestuosa

Oggi ho deciso di riprendere il filo del racconto ripartendo da quello che era successo il mattino del mio risveglio dopo quel primo,traumatico pompino che avevo fatto a mio figlio e poi…tutto quello che era accaduto nei giorni successivi e che aveva dato inizio al definitivo cambiamento del corso della mia vita affettiva,erotica e della mia visione morale e del mondo.

Mia moglie e il cazzo nero | Racconto tradimenti di teo.cuck

Mi presento mi chiamo Matteo ho 34 anni e sono sposato da 5 anni con Chiara, lei è bionda, occhi verdi, magra con un fisico atletico e un culo dalle forme perfette che farebbe girare la testa ad ogni uomo del mondo. Io e lei abbiamo sempre cercato di portare quanta più trasgressione possibile nel nostro rapporto e io è da un annetto che volevo provare a diventare un cornuto.

Il primo ingoio e non solo | Racconto prime esperienze di Gioppi2

Mauro ed io decidiamo di andare a passare un weekend in montagna, senza le relative mogli poco disposte a camminare. Dobbiamo infatti raggiungere la baita di un amico di Mauro distante un paio di ore a piedi. È una bella giornata, con passo deciso affrontiamo la salita e verso le sei di sera arriviamo alla baita, un po’ accaldati ma felici dellescursione. Sorseggiamo una birra sul terrazzino, parliamo del più e del meno e poi decidiamo di rinfrescarci con una doccia. Inizia Mauro che esce in accappatoio e mi cede il posto. Mi doccio, lavo i capelli, mi avvolgo in un asciugamano grande ed esco. Per salire in camera devo passare dall’ampia sala dove trovo Mauro con addosso solo dei minislip neri che a stento contengono un cazzo barzotto di discrete dimensioni e che lasciano quasi scoperte le chiappe. Lo guardo stupito e sorrido. Lui ricambia il sorriso, si avvicina e improvvisamente mi scioglie il nodo dell’asciugamano che mi cade a terra lasciandomi nudo. Arrossisco, gli chiedo “ Mauro ma cosa fai?” ma il mi corpo reagisce autonomamente e il mio cazzo inizia ad eccitarsi. “ Lo sapevo che ti sarei piaciuto con questo tanga” mi dice questo bel cinquantenne brizzolato, dal fare un po’ autoritario che mi afferra per le chiappe stringendomi a lui. Le divarica, schiaffeggia dolcemente e poi mi afferrano il cazzo eccitato iniziando a segarmi. La punta del suo cazzo, intanto, spunta dai minislip incapaci di contenerla. Mi prende una mano, la porta al suo cazzo che mi invita a sfilarlo da quelle micro mutande e mi accompagna nella sega. Pur non avendo avuto esperienze bsx mi eccito. La sega reciproca prosegue per un po’, fino a quando Mauro mi fa inginocchiare e punta il suo cazzo sulla mia bocca. Lo lecco, sa di pulito e mi piace la situazione, mi sento un po’ la sua troia. Apro la bocca e inizio a ciucciarlo, mentre con le mani carezzo le palle. Lui mi lascia fare per un po’, poi mi tiene ferma la testa e inizia a scoparmi la bocca. A volta va in fondo, quasi soffoco ma mi piace. Gli carezzo i glutei, le palle, la base del cazzo e mugolo. Il gioco prosegue per un po’ poi lo sento accelerare il ritmo, sento il cazzo gonfiarsi e la bocca inondarsi di sborra. Non riesco a sputarla, la testa mia è bloccata sul cazzo, e sono obbligato a ingoiarla. È tanta, acidula ma non sgradevole. Ingoiato lecco ancora il cazzo fino a pulirlo tutto e sentirlo di dimensioni ridotte. Lo guardo negli occhi, sorrido e gli dico “è stato bello”. Mi alzo e lui mi riprende il cazzo in mano e inizia a segarmi. Mi corico sul pavimento, la sega continua fino a che sborro copiosamente sulla mia pancia. Con la mano gioca con la mia sborra, poi me la porta alla bocca in modo che beva anche quella, mescolando i sapori. La serata passa tranquilla, non parliamo del pompino, ceniamo, guardiamo le stelle e poi ognuno si dirige verso la sua stanza. Io entro nella mia, mi spoglio e mi accingo a mettermi a letto con addosso solo i boxer. Mauro entra improvvisamente in stanza, è nudo con il cazzo nuovamente in tiro e, in maniera quasi autoritaria, mi dice “ ora tocca al tuo culetto”. L’idea mi eccita ma ho paura del male. Mi corico sul letto, pancia in su e lui avvicina alla mia bocca il cazzo per un nuovo pompino, mentre inizia a segarmi. Poi la sua mano scende al mio buchetto, inizia a carezzarlo, a sfiorarlo dolcemente. Mi porta le sue dita alla bocca, le lecco e poi inizia a penetrami, prima con un dito, poi con due. Mugolo, lui muove le dita dentro, allarga il buchetto. Poi mi fa girare, mi mette a quattro zampe, si posiziona dietro, sputa sul mio buchetto e ci appoggia la punta del cazzo. Mi allarga con le mani le chiappe e poi piano piano inizia a penetrarmi. All’inizio non mi fa male poi, entrato un po’ arriva il punto più largo e mi fa male. Lo fermo, lui mi prende in mano il cazzo – che oramai si è fatto piccolo – e poi di colpo mi sfonda. Urlo dal dolore ma oramai è dentro. Inizia a scoparmi, il dolore cala e poi cessa. Sento le palle sbattermi sulle chiappe, le sue mani strizzarmi i capezzoli e poi allargarmi ancora le chiappe. Si mi sento la sua troia, a pecora con il mio cazzo piccolo – poi scoprirò che sempre quando mi inculano lui si rimpicciolisce – e il suo cazzo dentro di me che mi sfonda. Poi si ferma, esce dal mio culetto, mi fa girare, alzare e allargare le gambe sulle sue spalle e lo sento di nuovo entrare, questa volta più agevolmente. Mi guarda negli occhi, “ ti piace farti inculare da me, vero?” e riprende a scoparmi. Si abbassa con la bocca e inizia a baciarmi, apro la mia, le lingue si incontrano, gli carezzo il culo mentre il ritmo dell’inculata cresce. Lo sento irrigidirsi e poi sento la sborra che mi inonda il culetto. Uno, due e poi altri schizzi, mi sento troia, il suo schiavetto sessuale. Il suo cazzo si fa piccolo, esce, si struscia con il mio e inizia a farmi un pompino. Non resisto molto, sborro non nella sua bocca, che abilmente allontana poco prima, ma addosso a me, mentre dal culetto inizia ad uscire la sua sborra. Sorride, mi saluta e ritorna nella sua stanza “ te ne farò vedere delle belle” promette facendomi l’occhiolino.

Baciare mia moglie dopo pompino | Racconto tradimenti di Samuel123

siamo una coppia sposata da 6 anni , 34 io e 32 Manuela e nell estate 2014 abbiamo deciso di fare una vacanza a Marina di ragusa in sicilia con l intenzione di provare qualche fantasia erotica coinvolgendo un altro uomo e nel fare in modo che lei fosse molto appariscente, cosa che ricorrente in tutti i miei pensieri e finalmente dopo anni sono riuscito a convincerla non senza difficoltà,mia moglie alta circa 1,70 terza quasi quarta di seno culo da favola e gambe kilometriche insomma una gran donna.

Baciare mia moglie dopo pompino | Racconto tradimenti di Samuel123

siamo una coppia sposata da 6 anni , 34 io e 32 Manuela e nell estate 2014 abbiamo deciso di fare una vacanza a Marina di ragusa in sicilia con l intenzione di provare qualche fantasia erotica coinvolgendo un altro uomo e nel fare in modo che lei fosse molto appariscente, cosa che ricorrente in tutti i miei pensieri e finalmente dopo anni sono riuscito a convincerla non senza difficoltà,mia moglie alta circa 1,70 terza quasi quarta di seno culo da favola e gambe kilometriche insomma una gran donna.

Pompino a sorpresa | Racconto etero di sorpresesso

Premetto che quella che vi sto per raccontare è una storia vera, il primo episodio di una lunga storia durata più di due anni. Vi narrerò solo il primo. Mi chiamo Andrea, nome di fantasia lasciando solo la prima lettera del mio vero nome, ho 48 anni e vivo con la mia famiglia in una città del centro Italia esplosa alle cronache nazionali per il terremoto che l’ha devastata nel 2009. I fatti risalgono al 2014.

Ho tradito il mio futuro marito con due amici | Racconto tradimenti di Ginevra

Quello che sto per raccontarvi è un segreto che ormai mi porto dentro da qualche anno…Ho sempre avuto il bisogno di confessare a qualcuno questa mia avventura, perché è un peso che sento di dover condividere con altre persone, per cercare di stare un po meglio con me stessa. Ciò che mi ha sempre bloccato dal farlo è però la gravità del fatto, impossibile quindi da raccontare a qualcuno che conosco; scriverlo qui, a persone sconosciute, per me risulta quindi molto più semplice.

Mamma mi fai un pompino? – 6 – Le prime sborrate nella sua fica | Racconto incesti di Anna madre incestuosa

Oggi ho deciso di riprendere il filo del racconto ripartendo da quello che era successo il mattino del mio risveglio dopo quel primo,traumatico pompino che avevo fatto a mio figlio e poi…tutto quello che era accaduto nei giorni successivi e che aveva dato inizio al definitivo cambiamento del corso della mia vita affettiva,erotica e della mia visione morale e del mondo.

Baciare mia moglie dopo pompino | Racconto tradimenti di Samuel123

siamo una coppia sposata da 6 anni , 34 io e 32 Manuela e nell estate 2014 abbiamo deciso di fare una vacanza a Marina di ragusa in sicilia con l intenzione di provare qualche fantasia erotica coinvolgendo un altro uomo e nel fare in modo che lei fosse molto appariscente, cosa che ricorrente in tutti i miei pensieri e finalmente dopo anni sono riuscito a convincerla non senza difficoltà,mia moglie alta circa 1,70 terza quasi quarta di seno culo da favola e gambe kilometriche insomma una gran donna.

Orgia bisex | Racconto orge di gioppi2

Sandra ha organizzato una serata a sorpresa a casa di un notaio di sua conoscenza. Non mi ha voluto dire nulla, mentre mi vestivo mi ha però fatto trovare sul letto un perizoma nero, piccolo e trasparente davanti, solo un filo dietro. Lo indosso, il cazzo sta con fatica nella parte coperta, il filo mi si infila subito all’interno delle chiappe. La trovo in sala già pronta. Stivali neri al ginocchio, gonna a mezza coscia in pelle nera, camicia sotto la quale si intravede il reggiseno bianco di pizzo, giacca nera e calze color carne a rete. Come sempre provocante. Prendiamo l’auto e guido fino alla villa del notaio, alla periferia di Milano. Parcheggiamo, suoniamo e ci apre lui, un uomo sulla sessantina, brizzolato, ancora piacente. Baci di rito, una pacca sul culo a Sandra, per fare capire chi comanda, e ci fa accomodare nell’ampio salone dove troviamo seduti sulle poltrone la moglie e due uomini, uno dei quali di colore. Ci viene servito un aperitivo, si parla del più e del meno e poi, dopo una mezzoretta, il notaio chiede a Sandra di fare a vedere a tutti il suo maritino. Mia moglie mi accompagna al centro della sala e mi invita a spogliarmi. Obbedisco, tolgo la giacca, la camicia, i pantaloni, calze e scarpe rimanendo in perizoma, sotto il quale il cazzo inizia a premere. Mi fa girare, in modo che tutti possano vedere il davanti stretto nel perizoma e le chiappe attraversate da quel sottile filo nero. Poi mi fa mettere in ginocchio, invitando i presenti a spogliarsi. Lei li precede restando in reggiseno bianco di pizzo, culotte dello stesso colore, reggicalze, calze a rete color pelle e stivali. Come al solito uno schianto. Il primo a spogliarsi è il notaio, non indossa alcun intimo ma in compenso ha un bel cazzo quasi in tiro. Si avvicina a me, me lo sbatte in faccia e mi ordina di ingoiarlo. Mia moglie, si avvicina, si mette dietro e mi spinge la testa verso il cazzo del notaio. Obbediente lo ingoio, lo lecco dolcemente fino a sentirlo crescere, carezzo le palle e inizio a pomparlo. Sento che gli piace. Con la bocca scendo quasi fino alle palle, lo ingoio tutto fino quasi a soffocare, vado su e giù fino a quando lui mi ferma. Si gira e leggermente chinato mi invita a leccargli il buchetto. Allargo le sue chiappe e lecco, infilando la lingua nel buchetto non proprio vergine, mentre con l’altra mano lo sego. Sono un abile linguista e sento che gli piace. Dolcemente infilo un dito ma lui si ritrae e girandosi mi da una schiaffo. Mi afferra la testa e con l’intento di punirmi mi infila il suo cazzo in gola fino in fondo e inizia a scoparmi violentemente la bocca. Faccio fatica a respirare ma lui e Sandra mi tengono ferma la testa e non posso fare nulla. Per fortuna la scopata orale dura poco, eccitato lo sento ansimare, il suo cazzo si gonfia ed esplode in gola con violenti getti di sperma che me la riempiono, obbligandomi a deglutirla. Verso la fine della sborrata esce dalla bocca, giusto in tempo per una pio di schizzi in faccia, all’altezza degli occhi. Mi invita a pulirgli bene il cazzo e poi se ne ritorna alla sua poltrona, direi soddisfatto. Io resto li in ginocchio, il cazzo oramai in tiro, qualche goccia di piacere che macchia il perizoma e mia moglie che mi bacia in bocca per sentire il sapore della sborra del notaio. Poi si alza l’uomo di colore. Un po’ in sovrappeso è alto 1,80 metri. Si toglie la polo verde e quindi i jeans. Anche lui è senza intimo e mostra subito un cazzo lungo e largo, di dimensione decisamente insolite. Sorride, si avvicina e schiaffeggia con il cazzo per poi invitarmi ad aprire la bocca per ingoiarlo. Faccio veramente fatica per la larghezza, la lunghezza è praticamente impossibile, non riesco ad ingoiarlo tutto, sbavo e ho conati di vomito arrivandomi in fondo alla gola. Lo pompo per un po’, lo lecco tutto carezzando le palle, tirandole dolcemente, giocando con le chiappe, titillando il suo buchetto ma non riesco ad ingoiarlo. Mi guarda arrabbiato e il notaio invita mia moglie a punirmi. Io protesto, sto facendo il massimo, ma non serve a nulla. Sandra mi lega le mani dietro con le manette, scosta il filo del perizoma e mi infila un plug, ovviamente nero, di grosse dimensioni e senza lubrificarlo. Urlo di dolore e in quel momento il nero mi infila tutto il cazzo in gola, quasi fino alle palle. Inizia una scopata di bocca sconvolgente, mi pare di morire soffocato e dopo pochi minuti lo sento rantolare spruzzandomi un mare di sborra in gola, prima, e poi in faccia. Ne ha tantissima e mi riempie, cola un po’ ovunque e mia moglie ne raccoglie un po’ con le mani per cospargerla sul buchetto del culetto, dal quale ha estratto il plug.

pissing tra donneprima penetrazione analemogli provocantizia trombatamasturbazione nei filmscopa mamma e ziaracconti erotici di coppieracconti potnoit.zoofilia.gratisa mia moglie piace in culouna bella segascopate occasionalicornuto umiliato dalla mogliewww raccontimilu comzia pompinosegretaria puttanaorgia bisexraccnti pornogli inculano la mogliemia sorella si masturbaracconti di culi rottisimulare un pompinoscopando zianel culo mogliei generi dei racconti eroticiseso con animalistorie eroraccontieroticiincestoracconti erotici sottomessovideo seghe di gruppomoglie ricattatasotto la gonna della maestraprima nel culoil cazzone di papinomamma porchamano nel culo gaymassaggi tantra eroticiin nome del padre pornogioco del dottore pornoiracconti eroticiraccontieroticoporcona troiaracconti erotici sculacciategiochi erotici pericolosizoccola puttanadildo per gayracconti erotici vecchiauna mano nel culomia sorella troiamia moglie e una gran troiaincesto nonneracconti erotici sexmamma scopa figlio raccontircconti pornogenere racconti eroticimamma che figacazzo gigante gayincesti madre e figliacontratto bdsmmia moglie mi fa le cornai racconti di morgia di famigliaraccontihotmadri che scopano con i figliorge in saunasesso discotecasolletico raccontimi scopo tua nonnatanta sborra gayuomini nudi sulla spiaggiamoglie nuda in barcasesso fra fratellistruscio in discotecami scopo la professoressaerotici racconrivecchia signora porcasi scopa un cavalloconfessione erotichedispiaquestorie erotichracconti di scambio coppiala monta delle vaccheracconti erotici giochiscopata al colloquio di lavoromi sono fatto mia sorellafaccio sesso con mio padreincesto fratellovero pompinocollega troia