Twink porno star | Racconto gay di Aramis

Mia moglie ed io vivevamo nello stesso quartiere dal 10 anni ed in quel periodo avevo visto molti bambini della zona crescere ed entrare nella vita attiva. Poiché non avevamo bambini nostri mia moglie ed io ci interessavamo a quelli che vivevano intorno a noi e, in un certo senso, avevamo adottato molti di loro. Lei attrezzò la nostra cantina come una stanza da giochi ed aprì un dopo scuola ufficializzando fondamentalmente quello che stavamo già facendo.

Il cinema porno 2 | Racconto pulp di TATO

E così, iniziai a recarmi a Milano il martedì il giovedì e il venerdì, lui entrava dalla cassa, io citofonavo, e Anna la moglie del titolare mi apriva, mi accompagnava in camera, mi preparavo, e poi andavo in sala, mi sedevo con Stefano, e poi eseguivo i suoi ordini, mi alzavo consegnavo il vestito a lui, e a seconda dei clienti mi spostavo, e col passare delle settimane, conoscevo i gusti dei miei soliti clienti, ma presto, si sparse la voce, e col tempo il cinema si riempì di persone, con gusti particolari diciamo, così, il giovedì, divenne il giorno del bagno.

Il cinema porno 2 | Racconto pulp di TATO

E così, iniziai a recarmi a Milano il martedì il giovedì e il venerdì, lui entrava dalla cassa, io citofonavo, e Anna la moglie del titolare mi apriva, mi accompagnava in camera, mi preparavo, e poi andavo in sala, mi sedevo con Stefano, e poi eseguivo i suoi ordini, mi alzavo consegnavo il vestito a lui, e a seconda dei clienti mi spostavo, e col passare delle settimane, conoscevo i gusti dei miei soliti clienti, ma presto, si sparse la voce, e col tempo il cinema si riempì di persone, con gusti particolari diciamo, così, il giovedì, divenne il giorno del bagno.

Serata imprevista 15 | Racconto incesti di Vinni

Ci risistemiamo ed io le apro la porta dello studio per farla uscire, tutti ci guardano, lei mi saluta amabilmente e si incammina verso l’uscita, come si allontana, lo sguardo di tutti i componenti dello studio si riversa su di me, deve essere fin troppo chiaro quello che è successo nella mia stanza, perfino il mio socio è uscito e mi guarda sornione, i ragazzi dandosi di gomito, le segretarie con sguardo di disapprovazione, e Estella poi, mi guarda proprio con aria schifata, indietreggio a lunghi passi all’indietro verso il mio ufficio, come una mummia che rientra nel sarcofago, cerco di richiudere la porta ma la mano del mio socio blocca la porta ed entra ridendo come un matto, la figlia Estella ne approfitta per intrufolarsi in stanza dietro di lui.

Mamma fammi vedere le tette | Racconto incesti di Hero Solo

Mamma, fammi vedere…le tue tette. Un racconto pescato in rete, cui ho aggiunto le mie esperienze personali.. Da adolescente, avevo una voglia matta di vedere una donna nuda dal vivo. Purtroppo fino a 20 anni non ho avuto la ragazza né tanto meno rapporti sessuali. E così, un po’ come tutti i ragazzini, mi accontentavo […]

Ginevra – Sorpresa a masturbarsi | Racconto incesti di Benny

Ginevra frequenta l’ultimo anno di liceo classico. E’ il tipo di ragazza che noi tutti definiremmo “modello”. Brava a scuola, ordinata, sempre puntuale, mai irrispettosa. Mai un problema, mai una preoccupazione causata ai suoi genitori. Vive con loro e sua sorella maggiore Benedetta. Sono una famiglia benestante e rispettabile. Padre avvocato, quasi sempre fuori casa. Madre casalinga, costantemente presente in casa, di famiglia oltremodo ricca. E’ sempre alla caccia di nuovi hobby, decoupage, cucina francese, cucito, giardinaggio. O semplicemente stare col fiato sul collo alla loro collaboratrice domestica, la filippina Maria.

Mamma fammi vedere le tette | Racconto incesti di Hero Solo

Mamma, fammi vedere…le tue tette. Un racconto pescato in rete, cui ho aggiunto le mie esperienze personali.. Da adolescente, avevo una voglia matta di vedere una donna nuda dal vivo. Purtroppo fino a 20 anni non ho avuto la ragazza né tanto meno rapporti sessuali. E così, un po’ come tutti i ragazzini, mi accontentavo […]

Non cercarmi più | Racconto sentimentali di Edipo

Cera uno spazio immenso in me e solo lei lo ha mai occupato. Lo occupa ancora e lo occuperà sempre. Esiste lamore, quello che si incontra una volta nella vita? E quanta gente non lo incontra nemmeno quella? Conoscere a memoria il corpo di una donna, ricordare quella piccola cicatrice e subito dopo il neo e poi ogni curva, ogni piega, ogni angolo e riconoscere lodore, il sapore della sua pelle…

scopato dalla mammaracconti feticismo piedinonno cazzo enormetrans napoletaneracconri eroticieroticiraccomtiracconti erooticiracconti rroticimamma tettonasauna gay a genovaculetto apertoracconti eoticiil pompino della mammacinema pussicat milano oraridammelo tuttoprima volta con escortmadre segaiolainiezioni erotichescopata da vecchiracconti omosessualinutella sessomi ha aperto il culofamiglia nudistasega a scuolamamma che squirtaorge in conventoinculata non volutaincesti raccontinonne col culo rottosangue dal sedere quando mi puliscoannusare mutandineracconti hardfeticismo calzesimulare un pompinoseghe nel parcoincesto racconti eroticitette di antonella clericiracconti porno zoofilinuda davanti a tuttiil mio primo pompino gaylettere incestola porconaracconti di mia mogliecognata sessosesso anale in famigliaincesto con nonnoletteratura erotismo branieroticissimoerotismo di classefisting nel culomi piace fare pompinirotto il culoporno video raccontiprofessionista81agghindata sinonimobottiglia in culomia moglie si scopa un nerofratelli gay scopanoraccontioseinculata con doloreracconti sottomissioneracconti gay schiavotette da vederegiovani gay sessorqcconti pornoracconti porno mamma e figlioracc sexzoofilia giapponesefiglio mio vieni quacazzi favolosicazzi cortieroticiraccontobalatak