Mia moglie in collant Wolford Fatal | Racconto feticismo di rovanpera

La vita di coppia, si sa, alla lunga diventa monotona. Il sesso tra me e mia moglie funziona ancora benissimo, però sento il bisogno di qualcosa di nuovo. Per il nostro 5° anniversario di matrimonio decido di sorprenderla e mi presento a casa nel pomeriggio con un bel mazzo di rose e una bustina regalo. Le si illuminano gli occhi, mi schiocca un baciotto e si precipita ad aprire la sorpresa. Dentro cè una confezione di collant tuttonudo Wolford Fatal e un biglietto pubblicitario di un motel. Lei resta un po spaesata, poi capisce e mi lancia uno sguardo voglioso (sa della mia passione per i collant, ma di solito mi concede una trombata in autoreggenti ogni tanto e nulla più). Non le do il tempo di fare nulla, la carico in macchina e partiamo. Al motel ci assegnano una stanza carina, semplice e pulita. Iniziamo subito a sbaciucchiarci un po, poi i vestiti se ne vanno un po alla volta. Ci facciamo una bella doccia insieme, strusciandoci dolcemente e portando sempre più in alto il livello di eccitazione. Subito dopo, ci riportiamo in camera e finalmente arriva il momento di vedere mia moglie indossare quel fantastico paio di collant, effetto tuttonudo senza cuciture e senza tassello para-figa, color moka e dalla superficie setosissima. Mentre li indossa ho il cazzo durissimo. Lei prolunga la mia agonia indossandole lentamente e continuando a scorrere le mani sulle gambe per sistemarsele a puntino. Quando ha finito mi fa sdraiare sul letto e comincia a strusciarsi su di me in tutti i modi. Mamma mia che goduria il solo contatto con le sue gambe! Ora mi sbatte in faccia la sua figa già umida, ed io inizio a leccare e succhiare i suoi umori attraverso il collant. Lei si abbassa e comincia a spompinarmi luccello, così ci troviamo in un 69 da favola e non capisco più nulla, tra la goduria che mi provoca la sua lingua che mi lecca tutta lasta e le palle, soprattutto quella sensibile striscia di pelle tra lattaccatura delle palle e lano, e leccitazione provocatami dal contatto col collant. Unattimo prima di esplodere, la fermo e la metto sotto di me. Continuo a leccarle la figa attraverso il collant, lei geme, allora io apro un varco strappando leggermente il nylon, mi tuffo in quel mare di delizioso nettare che ormai inonda la la passera, infilo anche 2 dita nella vagina e leccando il clitoride riesco in poco tempo a scatenarle un orgasmo multiplo da brivido. Mia moglie mi ringrazia, poi mi fa sdraiare e comincia a solleticarmi il cazzo con i suoi piedini velati dal collant. Prima mi solletica le palle con la punta, poi afferra lasta con entrambi i piedi e comincia a segarmi. Io intanto le accarezzo quelle gambe liscie e morbide che mi fanno impazzire. Il giochino va avanti per un po, finchè non resisto più ed esplodo in un orgasmo infinito, riempiendo di calda sborra i piedi di mia moglie. Che goduria!

Mia moglie in collant Wolford Fatal | Racconto feticismo di rovanpera

La vita di coppia, si sa, alla lunga diventa monotona. Il sesso tra me e mia moglie funziona ancora benissimo, però sento il bisogno di qualcosa di nuovo. Per il nostro 5° anniversario di matrimonio decido di sorprenderla e mi presento a casa nel pomeriggio con un bel mazzo di rose e una bustina regalo. Le si illuminano gli occhi, mi schiocca un baciotto e si precipita ad aprire la sorpresa. Dentro cè una confezione di collant tuttonudo Wolford Fatal e un biglietto pubblicitario di un motel. Lei resta un po spaesata, poi capisce e mi lancia uno sguardo voglioso (sa della mia passione per i collant, ma di solito mi concede una trombata in autoreggenti ogni tanto e nulla più). Non le do il tempo di fare nulla, la carico in macchina e partiamo. Al motel ci assegnano una stanza carina, semplice e pulita. Iniziamo subito a sbaciucchiarci un po, poi i vestiti se ne vanno un po alla volta. Ci facciamo una bella doccia insieme, strusciandoci dolcemente e portando sempre più in alto il livello di eccitazione. Subito dopo, ci riportiamo in camera e finalmente arriva il momento di vedere mia moglie indossare quel fantastico paio di collant, effetto tuttonudo senza cuciture e senza tassello para-figa, color moka e dalla superficie setosissima. Mentre li indossa ho il cazzo durissimo. Lei prolunga la mia agonia indossandole lentamente e continuando a scorrere le mani sulle gambe per sistemarsele a puntino. Quando ha finito mi fa sdraiare sul letto e comincia a strusciarsi su di me in tutti i modi. Mamma mia che goduria il solo contatto con le sue gambe! Ora mi sbatte in faccia la sua figa già umida, ed io inizio a leccare e succhiare i suoi umori attraverso il collant. Lei si abbassa e comincia a spompinarmi luccello, così ci troviamo in un 69 da favola e non capisco più nulla, tra la goduria che mi provoca la sua lingua che mi lecca tutta lasta e le palle, soprattutto quella sensibile striscia di pelle tra lattaccatura delle palle e lano, e leccitazione provocatami dal contatto col collant. Unattimo prima di esplodere, la fermo e la metto sotto di me. Continuo a leccarle la figa attraverso il collant, lei geme, allora io apro un varco strappando leggermente il nylon, mi tuffo in quel mare di delizioso nettare che ormai inonda la la passera, infilo anche 2 dita nella vagina e leccando il clitoride riesco in poco tempo a scatenarle un orgasmo multiplo da brivido. Mia moglie mi ringrazia, poi mi fa sdraiare e comincia a solleticarmi il cazzo con i suoi piedini velati dal collant. Prima mi solletica le palle con la punta, poi afferra lasta con entrambi i piedi e comincia a segarmi. Io intanto le accarezzo quelle gambe liscie e morbide che mi fanno impazzire. Il giochino va avanti per un po, finchè non resisto più ed esplodo in un orgasmo infinito, riempiendo di calda sborra i piedi di mia moglie. Che goduria!

Mia moglie in collant Wolford Fatal | Racconto feticismo di rovanpera

La vita di coppia, si sa, alla lunga diventa monotona. Il sesso tra me e mia moglie funziona ancora benissimo, però sento il bisogno di qualcosa di nuovo. Per il nostro 5° anniversario di matrimonio decido di sorprenderla e mi presento a casa nel pomeriggio con un bel mazzo di rose e una bustina regalo. Le si illuminano gli occhi, mi schiocca un baciotto e si precipita ad aprire la sorpresa. Dentro cè una confezione di collant tuttonudo Wolford Fatal e un biglietto pubblicitario di un motel. Lei resta un po spaesata, poi capisce e mi lancia uno sguardo voglioso (sa della mia passione per i collant, ma di solito mi concede una trombata in autoreggenti ogni tanto e nulla più). Non le do il tempo di fare nulla, la carico in macchina e partiamo. Al motel ci assegnano una stanza carina, semplice e pulita. Iniziamo subito a sbaciucchiarci un po, poi i vestiti se ne vanno un po alla volta. Ci facciamo una bella doccia insieme, strusciandoci dolcemente e portando sempre più in alto il livello di eccitazione. Subito dopo, ci riportiamo in camera e finalmente arriva il momento di vedere mia moglie indossare quel fantastico paio di collant, effetto tuttonudo senza cuciture e senza tassello para-figa, color moka e dalla superficie setosissima. Mentre li indossa ho il cazzo durissimo. Lei prolunga la mia agonia indossandole lentamente e continuando a scorrere le mani sulle gambe per sistemarsele a puntino. Quando ha finito mi fa sdraiare sul letto e comincia a strusciarsi su di me in tutti i modi. Mamma mia che goduria il solo contatto con le sue gambe! Ora mi sbatte in faccia la sua figa già umida, ed io inizio a leccare e succhiare i suoi umori attraverso il collant. Lei si abbassa e comincia a spompinarmi luccello, così ci troviamo in un 69 da favola e non capisco più nulla, tra la goduria che mi provoca la sua lingua che mi lecca tutta lasta e le palle, soprattutto quella sensibile striscia di pelle tra lattaccatura delle palle e lano, e leccitazione provocatami dal contatto col collant. Unattimo prima di esplodere, la fermo e la metto sotto di me. Continuo a leccarle la figa attraverso il collant, lei geme, allora io apro un varco strappando leggermente il nylon, mi tuffo in quel mare di delizioso nettare che ormai inonda la la passera, infilo anche 2 dita nella vagina e leccando il clitoride riesco in poco tempo a scatenarle un orgasmo multiplo da brivido. Mia moglie mi ringrazia, poi mi fa sdraiare e comincia a solleticarmi il cazzo con i suoi piedini velati dal collant. Prima mi solletica le palle con la punta, poi afferra lasta con entrambi i piedi e comincia a segarmi. Io intanto le accarezzo quelle gambe liscie e morbide che mi fanno impazzire. Il giochino va avanti per un po, finchè non resisto più ed esplodo in un orgasmo infinito, riempiendo di calda sborra i piedi di mia moglie. Che goduria!

Mia moglie in collant Wolford Fatal | Racconto feticismo di rovanpera

La vita di coppia, si sa, alla lunga diventa monotona. Il sesso tra me e mia moglie funziona ancora benissimo, però sento il bisogno di qualcosa di nuovo. Per il nostro 5° anniversario di matrimonio decido di sorprenderla e mi presento a casa nel pomeriggio con un bel mazzo di rose e una bustina regalo. Le si illuminano gli occhi, mi schiocca un baciotto e si precipita ad aprire la sorpresa. Dentro cè una confezione di collant tuttonudo Wolford Fatal e un biglietto pubblicitario di un motel. Lei resta un po spaesata, poi capisce e mi lancia uno sguardo voglioso (sa della mia passione per i collant, ma di solito mi concede una trombata in autoreggenti ogni tanto e nulla più). Non le do il tempo di fare nulla, la carico in macchina e partiamo. Al motel ci assegnano una stanza carina, semplice e pulita. Iniziamo subito a sbaciucchiarci un po, poi i vestiti se ne vanno un po alla volta. Ci facciamo una bella doccia insieme, strusciandoci dolcemente e portando sempre più in alto il livello di eccitazione. Subito dopo, ci riportiamo in camera e finalmente arriva il momento di vedere mia moglie indossare quel fantastico paio di collant, effetto tuttonudo senza cuciture e senza tassello para-figa, color moka e dalla superficie setosissima. Mentre li indossa ho il cazzo durissimo. Lei prolunga la mia agonia indossandole lentamente e continuando a scorrere le mani sulle gambe per sistemarsele a puntino. Quando ha finito mi fa sdraiare sul letto e comincia a strusciarsi su di me in tutti i modi. Mamma mia che goduria il solo contatto con le sue gambe! Ora mi sbatte in faccia la sua figa già umida, ed io inizio a leccare e succhiare i suoi umori attraverso il collant. Lei si abbassa e comincia a spompinarmi luccello, così ci troviamo in un 69 da favola e non capisco più nulla, tra la goduria che mi provoca la sua lingua che mi lecca tutta lasta e le palle, soprattutto quella sensibile striscia di pelle tra lattaccatura delle palle e lano, e leccitazione provocatami dal contatto col collant. Unattimo prima di esplodere, la fermo e la metto sotto di me. Continuo a leccarle la figa attraverso il collant, lei geme, allora io apro un varco strappando leggermente il nylon, mi tuffo in quel mare di delizioso nettare che ormai inonda la la passera, infilo anche 2 dita nella vagina e leccando il clitoride riesco in poco tempo a scatenarle un orgasmo multiplo da brivido. Mia moglie mi ringrazia, poi mi fa sdraiare e comincia a solleticarmi il cazzo con i suoi piedini velati dal collant. Prima mi solletica le palle con la punta, poi afferra lasta con entrambi i piedi e comincia a segarmi. Io intanto le accarezzo quelle gambe liscie e morbide che mi fanno impazzire. Il giochino va avanti per un po, finchè non resisto più ed esplodo in un orgasmo infinito, riempiendo di calda sborra i piedi di mia moglie. Che goduria!

Ex moglie | Racconto tradimenti di Anonimo

Sono separato da poco, eppure quando vedo la mia ex moglie mi arrapo sempre moltissimo. Lei è una donna di 49 anni portati splendidamente, non è alta, ma è ben proporzionata, ha un viso misto tra langelo e la puttana vogliosa di cazzo e fino a che siamo stati sposati e anche un poco dopo non glielo fatto mai mancare. Poi dopo una mia scappatella attratto da un culo che mi ha fatto letteralmente sballare, lavevo un po trascurata. Lei allora si è rimessa in gioco, e ho scoperto che scambiava e-mail ai limiti del porno con gente in rete. Lei giurava che era tutto virtuale.

La mia matrigna e mia moglie P3 | Racconto tradimenti di maritoporco

Cari lettori vi avevo lasciato che le due troia si erano fatte scopare da Riccardo e Omar e i suoi amici mentre io avevo visto tutto dallo sgabuzzino. E mentre mia moglie da appuntamento per la sara a Omar loro se ne vanno e le due troia vano di sopra a farse una doccia io aspetto lorario per tornare a casa esco da li con mille pensieri e mille dubbi e con un cazzo di sasso e pieno di voglia… torno a casa facendo finta di niente loro erano li che avevano preparato la cena saluto mia moglie con un bacio e vado a fare la doccia esco mi metto a tavola e la mia matrigna mi dice che dopo lo devo accompagnare da sua sorella che abita fuori cità una ventina di km da noi perchè doveva prendere dei documenti.. finiti di mangiare lei va a cambiarsi allora dico a mia moglie se voleva venire anche lei ma mi risponde che era troppo stanca e che ci avrebbe aspettata a casa. Esce della camera la mia matrigna si era messo un paio di panta color carne che erano cosi trasparenti che sembravano delle calze ed una canottiera bianca.. saliamo in macchina e ci avviamo verso la casa di sua sorella lasciato la cità mi fa prendere una strada di campagna quando ad un certo punto giù in fondo cera un casolare abbandonato entriamo nel cortile mi dice di aspettarla in macchina che avrebbe fatto subito! Li fuori cera una suv nera del lultimo generazione passano 10 minuti e non esce allora scendo e vado a vedere cosa stesse facendo mi avvicino piano piano senza farmi vedere e più mi avvicino e più sento dei rumori strani mi nascondo dietro ad un angolo e sbircio un pochino sento dei gemiti di piacere allora e tutto chiaro stava scopando i affaccio per vedere chi fosse ma non riuscivo a vederlo dato che era di spalle ma riesco a vedere lei che si era abbassato i panta ed era a 90 con il cazzo nella fica e lui che la insultava dandole della troia e della puttana ad un certo punto gli dice che la voleva riempire di sborra nella fica e lei subito esce dal cazzo glielo prende in bocca e gli dice nella figa mi sborri un altra volta non stasera perchè sono in macchina con mio figlio e non porto gli slip … si girarono di profilo ed riuscivo a vedere meglio avevo il cazzo duro e cominciai a segarmi mentre lei prendeva quello palo di carne in bocca gli riempi la bocca ed io sborrai non so dove dato leccitazione enorme. Lei pulì tutta la sborra che aveva sul viso si alzo tirò su i panta e lo bacio con passione ma io non riusci a vederlo in faccia mi avvio verso la macchina non tardo molto arrivo anche lei!! Facendo sempre finta di niente gli chiesi come mai si vedeva qui con sua sorella e lei mi disse..

Orgia con moglie e suocera | Racconto incesti di ori90

Ho 25 anni e sono un ragazzo piuttosto carino.Sposato da un anno con Angela. Siamo coetanei e abitiamo molto vicino a mia suocera.Lei si chiama Serafina, ha 41 anni, capelli biondi, occhi azzurri, labbra carnose e un fisico molto sensuale. Mia moglie è anche molto bella;soprattutto è molto porca. Le piace fare qualsiasi cosa con me e spesso condividiamo le nostre fantasie erotiche. Angela somiglia molto a sua madre e per lei farebbe qualsiasi cosa. Purtroppo mia suocera è sola da diversi anni e vive con le altre due figlie più piccole e il nonno. Da quando la conosco è sempre stata una tipa un po provocante nei miei confronti. Maglie scollate, pantaloncini o gonne corte, posizioni provocanti che mettevano in mostra il suo corpo, etc…

Mia moglie si è lasciata convincere a farlo in quattro (era ora) | Racconto scambio di coppia di Siddartaim

Avevo già scritto di Simona , parrucchiera e amica di mia moglie e mia assieme a suo marito Enrico in occasione dellepisodio che mi vide coinvolto in un complotto ordito dai due coniugi ai miei danni , complotto che ad essere sincero ho gradito enormemente. In quelloccasione Simona si era proposta di darsi da fare per convincere mia moglie Giulia a praticare lo scambio di coppia. Nello specifico lo scambio riguardava noi quattro.

Orgia con moglie e suocera | Racconto incesti di ori90

Ho 25 anni e sono un ragazzo piuttosto carino.Sposato da un anno con Angela. Siamo coetanei e abitiamo molto vicino a mia suocera.Lei si chiama Serafina, ha 41 anni, capelli biondi, occhi azzurri, labbra carnose e un fisico molto sensuale. Mia moglie è anche molto bella;soprattutto è molto porca. Le piace fare qualsiasi cosa con me e spesso condividiamo le nostre fantasie erotiche. Angela somiglia molto a sua madre e per lei farebbe qualsiasi cosa. Purtroppo mia suocera è sola da diversi anni e vive con le altre due figlie più piccole e il nonno. Da quando la conosco è sempre stata una tipa un po provocante nei miei confronti. Maglie scollate, pantaloncini o gonne corte, posizioni provocanti che mettevano in mostra il suo corpo, etc…

coppia e transscopata contro il muroprima sega raccontiporno raccontiracconti reoticizio scopa nipotinasverginamento di ragazzecpbrianzolala piu bella scopatagay inculateschiavo cornutomotel per fare l'amoredonna sesso cavallowww racconti eroticiprete inculatoboy pussymarito voyeurerotiche storieracconti di incestoti voglio bene cuginettasesso racconti eroticiracconti incesrosega coi tacchimoglie inculata raccontistorie pipì addossomamma in mutandemoglie golosapiedi maschili raccontigeneri dei racconti eroticiracconti kyrmasturbazione femmfetish footmoglie in slipstorie hardracconti di scambio coppiacircolo delle seghe chatmi piace farmi leccare i piedila mia ragazza scopacelentano pigia uvacoppie al cinema pornouomini col pacco grossotroia verafica dilatatasexi seghemoglie scopa con amico del maritoti prego nel culo nomoglie e bullroberta escorterotici racconti i generistorie orgemasturbazione tra fratellimano sotto la gonnamilù racconti eroticiinculato dalla mogliemoglie in minigonnaamica scopataracconti erotichepersone che fanno sesso con gli animalisquillo di lussoracconti erotici onlinegeneri racconti eroticianacletus whipravconti pornomoglie incinta scopataracconti dincestohotel eroticitravestiti raccontierotociraccontiracconti di storie di sessosesso con donna delle pulizieincesti italinii piedi di chiararaccontieroticsesso fratello e sorellastorie etoticheracconti erotici mistresscugina chiavatadonne che fanno sesso con canidonne raccontano loro esperienze sessualisborrata da un cavallotradimenti scopatescopare la mamma del mio amico