Baciare mia moglie dopo pompino | Racconto tradimenti di Samuel123

siamo una coppia sposata da 6 anni , 34 io e 32 Manuela e nell estate 2014 abbiamo deciso di fare una vacanza a Marina di ragusa in sicilia con l intenzione di provare qualche fantasia erotica coinvolgendo un altro uomo e nel fare in modo che lei fosse molto appariscente, cosa che ricorrente in tutti i miei pensieri e finalmente dopo anni sono riuscito a convincerla non senza difficoltà,mia moglie alta circa 1,70 terza quasi quarta di seno culo da favola e gambe kilometriche insomma una gran donna.

Baciare mia moglie dopo pompino | Racconto tradimenti di Samuel123

siamo una coppia sposata da 6 anni , 34 io e 32 Manuela e nell estate 2014 abbiamo deciso di fare una vacanza a Marina di ragusa in sicilia con l intenzione di provare qualche fantasia erotica coinvolgendo un altro uomo e nel fare in modo che lei fosse molto appariscente, cosa che ricorrente in tutti i miei pensieri e finalmente dopo anni sono riuscito a convincerla non senza difficoltà,mia moglie alta circa 1,70 terza quasi quarta di seno culo da favola e gambe kilometriche insomma una gran donna.

Baciare mia moglie dopo pompino | Racconto tradimenti di Samuel123

siamo una coppia sposata da 6 anni , 34 io e 32 Manuela e nell estate 2014 abbiamo deciso di fare una vacanza a Marina di ragusa in sicilia con l intenzione di provare qualche fantasia erotica coinvolgendo un altro uomo e nel fare in modo che lei fosse molto appariscente, cosa che ricorrente in tutti i miei pensieri e finalmente dopo anni sono riuscito a convincerla non senza difficoltà,mia moglie alta circa 1,70 terza quasi quarta di seno culo da favola e gambe kilometriche insomma una gran donna.

La ragazza che ama mostrare la figa | Racconto esibizionismo di Ovidio86

Paola é figa-centrica. Il suo corpo ha come centro gravitazionale la figa, secondo una nuova legge di Keplero. Lei é eterosessuale, ma adora la sua figa, per il piacere che le provoca. Non il piacere carnale, banalmente evocato in ogni donna dalla stimolazione clitoridea. Ma un piacere spirituale : la vanità di compiacersi del potere assoluto che la figa le concede, in grado di sottomettere qualsiasi uomo. Una tirannide che esercita su più assi di battaglia. Fotografie, video e per i più fortunati esposizioni dal vivo. Paola é ancora nei suoi ventanni, una struttura minuta con braccia e gambe lunghe e magre, ma curve perfettamente scolpite. Un corpo da modella, se lei non avesse la predilezione di mostrare un solo frammento della sua anatomia : la figa. Solo e soltanto la figa. In tutte le sue acconciature. A volte si depila mostrandola perfettamente rasata e liscia. Altre volte si lascia crescere un fitto cespuglio di peli pubici, crudo e animalesco, che la fa sentire come una leonessa. Altre volte ancora accorcia i peli pubici cercando di dargli un taglio curato e insolito. Ma questi dettagli sortiscono il medesimo effetto. Agli uomini interessa solo la figa, nella sua acerba sostanza. La parte esterna della vagina con le sue pieghe concentriche che si aprono come una finestra verso il canale del piacere. A volte Paola si domanda come pochi centimetri di cute rosea e umida possano avere una potenza così vigorosa. Quando Paola rientra a casa dal lavoro trascorre tutto il tempo sulle chat. Una vera e propria dipendenza. Recupera  contatti di più uomini contemporaneamente e inizia a scrivergli su Whatsapp o Telegram. E dopo pochi messaggi convenzionali inizia ad inviare foto della sua figa. Solo la figa, con i bordi dellimmagine che corrispondono esattamente a quelli della vulva. Ne conserva più di duecento di queste foto e ogni settimana rinnova larsenale di scatti intimi. Nessun uomo lha mai respinta dopo aver ricevuto le foto smaliziate. Qualcuno domanda di poter vedere di più del suo corpo. Ma é una richiesta debole, che Paola sa di non dovere esaudire e di questo ne va fiera. Luomo che le pone la domanda é già stato sopraffatto dallimmagine della sua figa, come un condottiero sconfitto che chiede la grazia, ma non ha il diritto di ottenerla. E Paola in questo é inflessibile. Solo immagini della figa. Anche immagini artistiche. A volte la fotografa allo specchio, a volte dallalto, a volte dal basso… Ma sempre e solo la figa. Soltanto in ununica occasione fu spronata a un gesto di generosità estrema da un ragazzo che reputava molto attraente. Allora allargò di qualche centimetro limmagine sulla camera dello smartphone, in modo che contestualmente alla figa venisse inquadrato anche il meno nobile orifizio anale. Un atto di caritatevole cortesia che rimase irripetuto. Dopo ore consumate con questo gioco di immagini , Paola si accarezza la figa teneramente, non per godimento, ma per premurosa riconoscenza. Vedere gli uomini sottomessi alla sua figa é il suo vero piacere. Un potere sottile e profondo che la rende orgogliosa e da cui non riesce a sottrarsi. Una volta un adolescente le chiese di poter vedere linterno della sua vagina. Paola inserì una microcamera oltre alle piccole labbra. Limmagine venne chiaramente buia, ma il ragazzino si eccitava a sapere che quelloscurità era provocata dai tessuti fibrosi dellinterno della vagina di Paola. Egli ricambiò con un video in cui si masturbava con impeto giovanile, emettendo dolci riuggiti di piacere al momento di eiaculare. Quando Paola cammina per strada é certa che molti degli uomini che incrocia hanno già visto la sua figa, senza conoscerne la proprietaria. E poi cè la parte che diverte di più Paola : la videochat. Almeno unora ogni giorno la trascorre su un sito di chat roulette. Lei sul letto discinta a gambe divaricate, il computer portatile di fronte con lo schermo leggermente inclinato in modo che la telecamera le inquadri solo la figa. Poi avvia la chat e le immagini dei partner a cui é casualmente abbinata scorrono. Per la maggior parte sono uomini che mostrano i genitali, per disperazione o esibizionismo. Alla rara e inattesa vista della vagina di Paola accelerano la masturbazione. Con una mano scrivono messaggi scabrosi a Paola e con laltra si menano il pene. Lei non si masturba, se non dopo più di unora di questo tantalico rito e solo se incontra un maschio dal corpo seducente. Ma prova  comunque una gioia sublime nel percepire così tanti uomini attratti dalla sua figa. Ogni giorno osserva decine e decine di uomini masturbarsi per lei, dal ragazzino inesperto allanziano depravato. Un range vastissimo di età e molteplici peni, che Paola ormai conosce in tutte le sue varianti naturali. Cè il pene uniforme in cui il glande ha lo stesso spessore dellasta, quello che sembra un fungo perché la punta é larga rispetto al tronco e ci sono anche quelli con la parte centrale più tozza. Cè il pene ritto come un metro e quello più curvo di una banana. E soprattutto ci sono quelli lunghi e grossi e quelli stretti e piccoli, che a Paola fanno sorridere, ma divertono perché sono spesso i peni che si mostrano più servili alla sua vagina. Neppure la mente matematica più acuta potrebbe calcolare il numero totale di cazzi che Paola abbia osservato nella sua vita. E gli uomini si masturbano uno dopo laltro sul video fermo della sua figa. Alcuni lo fanno lentamente, altri velocemente come le ragazzine inesperte che praticano la prima sega al proprio partner. La vagina é più intelligente del pene. Il pene si alza alla minima eccitazione come lultimo dei soldati allordine di un superiore. La vagina é discreta, raffinata, sottile. Quasi non cambia aspetto con leccitatazione come lessere umano più intelligente che riesce a mascherare le proprie emozioni. E anche lorgasmo maschile é goffo e maldestro e non può evitare di sporcare senza controllo. Lorgasmo femminile é pura nobiltà. Saltuariamente accade che Paola accetti di incontrare i suoi spasimanti virtuali più affascinanti. Ma il suo scopo é soprattutto di soggiogarli alla vista reale della sua figa, ritrovando il piacere nei loro sguardi ammirati. Di norma invita a casa la vittima sacrificale per mostrarle la sua intimità, che ben conoscono dopo averla a lungo osservata nelle immagini inviate via etere. Paola impone ad ogni uomo con cui ha un appuntamento di leccarle la figa, prima ancora di baciarlo. Adora sottomettere i maschi tra le sue gambe. Sentire di avere su di loro il controllo. Tutti pur di scoparla accettano di leccargliela. E il suo giudizio é severo. Colui che non la lecca con assoluta devozione é allontanato con disprezzo. Colui che la lecca amorevolmente e con precisa dovizia é costretto a proseguire latto per ore. Una volta un uomo sposato venne da lei sperando di consumare rapidamente un rapporto, dato che la moglie lo attendeva a casa. Paola promise di farsi penetrare solo dopo essere stata leccata. Ma non riuscì a fare a meno di martirizzare il malcapitato, rimandando allinfinito la fine del cunnilingus. Raggiungeva orgasmi su orgasmi sotto i colpi della lingua che si muoveva sempre più frenetica nella speranza di accorciare il tempo. Ella provava un godimento fisico, ma soprattutto intellettuale, nel guardare quelluomo affrettato schiavo della sua figa. E dopo più di unora di incessante lavoro orale egli si arrese. Supplicò Paola unultima volta, quasi implorando, almeno di ricambiare latto. Le mostrò il pene irto desideroso di un gesto di pietà. Ma Paola fu inflessibile e nello stesso tempo ripagata nel vedere luomo vinto dalla sua figa. Altri reagivano con rabbia, ma nessuno poteva evitare la dipendenza dalla sua figa. Un giorno uno dei suoi partner le chiese :pensi di averla soltanto tu?. Paola fu infastidita e rispose seccata: Le altre donne hanno la vagina. La usano per scopare, per masturbarsi, per corrompere un professore alluniversità o un datore di lavoro per una promozione. Io ho la figa. É diverso. Anche se la uso per corrompere, quello che mi interessa non é il fine, ma il mezzo. E in effetti Paola utilizzò la sua figa per ottenn
e il lavoro. Un posto importante di segreteria in una grande multinazionale. Doveva inviare il curriculum vitae in allegato mail à colui che poi diventò il suo capo, il quale aveva il compito di selezionare il personale. I competitori erano tutte donne, per la maggior parte con un curriculum più brillante del suo. Paola inviò il file in allegato intitolato CV, ma allinterno non conteneva dati anagrafici o informazioni sul suo passato lavorativo, ma unampia serie di foto della figa. Anche lei quella volta ebbe il sospetto di avere esagerato, ma alla fine ottenne il posto, scavalcando le colleghe più qualificate, ma che non possedevano una figa altrettanto potente. La figa di Paola ancora una volta aveva stravinto. Paola si sentiva onnipotente. Quella sera divaricò le gambe davanti allo specchio. Avesse potuto, la avrebbe baciata. Pensava sprezzante a quelle ragazze che avevano perso la selezione per causa sua. Le immaginava ricurve sui libri a studiare, con una vagina che per loro era solo un insignificante organo anatomica. Provava disgusto per le vagina debole. Una donna é donna solo sé é consapevole della forza della sua figa. Quella sera soltanto si masturbi da sola con in sottofondo una musica dolce. Era una composizione di Alma Mahler, unaltra donna dalla figa potente come Paola,che certo sarebbe stata orgogliosa di udire le sue note accompagnate dalle ruvide grida di piacere di una giovane donna figa-centrica.

Che slinguazzate! | Racconto tradimenti di Cara amica

Nel sito c’è un forum in cui vengono proposti gli argomenti più disparati ad esempio il car sex, mogli che escono senza marito, orale con ingoio e molto altro. Ognuno dice la sua opinione anche se la netta prevalenza delle voci sono maschili, purtroppo. Dico purtroppo perché la donna coglie meglio il punto della situazione […]

Jessica ed Helen tra torture e sesso | Racconto sadomaso di Amoledonne

Grido: maledizione, Helen! Ci hai fatto scoprire per la tua dannata voglia di sesso! ci stavamo infiltrando nella loro organizzazione, potevamo scoprire i nomi dei loro capi, e tu, per fare la femmina sexy con quel George, che conoscevi da pochi giorni, gli dici, a letto, di essere un agente dei servizi segreti, depositaria di files riservati! Helen mi guarda terrorizzata! siamo nude, legate a due croci a X nella camera di tortura dei delinquenti!! Helen mi sussurra con voce tremante: hai ragione, Jessica, sono stata una stronza incosciente, ma …. e ora? che succederà? La guardo, lavora con me da alcuni mesi: ha 24 anni, è una gran troia, molto sexy: corpo spettacoloso, tette dure, capezzoli grossi,culo sodo e alto, capelli neri e lunghi, occhi azzurri, bocca da porca che fa subito pensare ai pompini, e fica allargata dalle scopate… credo sia stata promossa al rango di agente scopando con tutti i nostri superiori.. Helen ripete tremando: e ora che succederà? Cerco di riprendere il mio self control e le dò una previsione edulcorata per non terrorizzarla ancora di più: ora vorranno sapere molte

Baciare mia moglie dopo pompino | Racconto tradimenti di Samuel123

siamo una coppia sposata da 6 anni , 34 io e 32 Manuela e nell estate 2014 abbiamo deciso di fare una vacanza a Marina di ragusa in sicilia con l intenzione di provare qualche fantasia erotica coinvolgendo un altro uomo e nel fare in modo che lei fosse molto appariscente, cosa che ricorrente in tutti i miei pensieri e finalmente dopo anni sono riuscito a convincerla non senza difficoltà,mia moglie alta circa 1,70 terza quasi quarta di seno culo da favola e gambe kilometriche insomma una gran donna.

racconti erotici di punizionichiavatoreracconti.eroticiracc pornmoglieesibizionistarcconti eroticizoofilia racconti eroticistorie di ninfomaniracconti piedi ziamio fratello mi toccapiedi ragazzaho scopato con mia madrecuckold storieorgia addio al nubilatostorie pormoerorici raccontitelegram hot italiaracconti erotici di sessoregina del pompinoracconti culo rottoracconti eroticochiavare la cuginascopata da cavalloricatti sessuali pornoracconti eroticuculi bassiracconti.eroticiracconti di sesso con la suocerataccodieciil culo di martaracconti erotici incesto sorellabeccata dalla mammamoglie porca al mareracconti reali pornoerotici eaccontimia suocera mi eccitadonna con due cazzi28 cm di cazzosesso mykonosracconti erotici spogliatoiola suocera in caloreracconti erotici estatemama troiascopami adessopompini mogliemasturbarsi in compagniascopata con la mamma del mio amicoerotici raccobtifiga mammaho scopato mia nipotevicina maturacazzone gayla figa di mia sorellaporno racconti incestomassaggio analemistress chanelmia cugina mi provocaconfessione erotichecazzo che entra nella figain discoteca senza mutandestorie x adultistorie hotporno eroticsexy shop gayracconti.gay e bsxstorie gigantessemoglie e marito con transstorierotichefiabe eroticheincesto tra padre e figliamoglie in minigonnarcconti eroticiracconti porno cornabelle tette al mareracontimilubuona domenica eroticaracconti erotici spogliatoiquella porca di mia suoceravoglia di trombarestoria incestopompini con dialogomoglie in autoreggentiracconi eroticimamma provocantefratello sorella incestotroppo troiamoglie transcognate zoccolepompini zie