Cuckold fatale col negro | Racconto tradimenti di Mauro-1954

Mi chiamo Mauro, 65 anni, ex direttore di fabbrica in pensione, purtroppo x problemi di salute sono impotente da 4 anni, mi accontento del fatto di essere ancora vivo e cerco di sfruttare altri piaceri della vita.Mia moglie Sara,bellissima a detta di tutti (le malelingue dicono che sta con me x soldi e forse hanno ragione ahah) capelli lisci neri, alta 174cm,bel fisico, ha 45 anni.Sempre è stata molto, ma molto focosa nel letto, e quando io sono venuto a mancare è stato terribile sia x me che x lei. Abbiamo sempre avuto un rapporto senza preamboli, ci siamo sempre detti tutto senza tabù. All inizio della mia impotenza si accontentava di essere soddisfatta con la mia lingua o giochi con dildo, ma si è presto stufata. Non sopportei se mi lasciasse, amo la sua compagnia, uscire con lei x una cena o un viaggio, mi inorgoglisce, x non perderla, le ho proposto di diventare cuckold. Ha subito accettato, mi ha ringraziato, e ha ammesso che impazziva dalla voglia di scopare, che non mi sarei meritato un tradimento,splendida come sempre. Abbiamo incominciato con le chat, abbiamo marcato un incontro con Luca, italiano di 39 anni, ma al momento dell incontro ha disdetto inspiegabilmente. Passano 2-3 giorni marchiamo appuntamento in stazione con Mirko, italiano di 27 anni, vado a prenderlo, e lui… non arriva. Delusione totale x entrambi. Un giorno in spiaggia mi scocca una molla, noto un uomo di colore, ambulante, che letteralmente si mangia il culo di Sara con gli occhi, lei non se ne accorge e finisce li. Alla sera in chat cerco un uomo di colore, trovo uno del Ghana, 36 anni,col nome di Joseph,che chatta con un amico italiano che fa da tramite. Chiedo a Sara lo faresti con un uomo di colore?, lei risponde amore, non mi esalta tanto l idea, ma a sto punto lo farei anche con un cavallo, se l hai trovato in chat marca pure l incontro. Detto- fatto, appuntamento in stazione il giorno dopo alle 14. Sara si fa bella in casa, io vado a prendere Joseph. Si presenta così, scarpe da ginnastica, pantaloni della tuta verdi e maglia dell Argentina col nome di Messi, è bassino di statura, pelato, fisicamente tarchiato con un po di pancetta, di una pelle scurissima che sembra quasi violacea. Arriviamo in casa, Sara è + bella che mai,capelli sciolti, tacchi sexy,reggicalze bianche, body rosa come il perizoma. Noto subito un velo di delusione in lei. Lui quando la vede, non sta + nella pelle, è giustamente eccitatissimo, parte con i complimenti spinti, poi dice Io la faccio divertire volentieri, ma dopo potete aiutarmi con un 50-80 euro, ho un bambino piccolo e lavoro poco. Io lo vorrei mandare via,è troppo arrogante x me, mia moglie è una figa, e lui sembra fare un piacere a noi,a scoparsela. Mia moglie mi fa un cenno, e mi prende da parte, io spero che lo voglia cacciare, ma nell orecchio mi dice amore,ti prego,fammi fare questa scopata, poi gli dai 50 euro e mandiamo via questo sbruffone.Mi crolla il mondo addosso, rimango seduto in silenzio. Joseph capisce che è la sua ora, chiede di farsi una doccia (almeno quello) quando esce e si toglie l asciugamano di fronte a noi, succede quello che temevo, da moscio ha un cazzone da far paura, non tanto come lunghezza, normalissima, ma ha un diametro spaventosamente grande. Sara mi guarda e mi dice che cazzo ha questo, lui ridaccchia e eccitatissimo continua a toccarselo, mia moglie si avvicina lo prende in mano con gusto, lui se la palpa tutta con passione, si concentra sul seno, una bella terza siliconata (mio regalo)in pochi minuti ce l ha durissimo. Noto che il perizoma di Sara è bagnato marcio, è l inizio della fine. Sara seduta sul divano si sfila il perizoma, Joseph inginocchiato incomincia a penetrarla delicatamente, costante, senza fretta, Sara incomincia ad ansimare sempre + forte, lui accellera,io vedo quel cazzone gigante che va avanti e indietro dentro mia moglie, che non resiste +, la sento come ansima, sta x venire…infatti pochi secondi dopo gode, con un orgasmo liberatorio. Sara adesso va un po sopra, cavalca che un piacere, e incomincia a gridare, lui la fa sedere nel tavolo e glielo infila con + forza, e le dice con un sorriso beffardoSignora dimmi che vuoi questo cazzone nero lei completamente in balia, grida si scopami, scopami,mi fai godere col tuo cazzone africano e x la seconda volta,gode, 2 minuti dopo Joseph si sfila il preservativo e spruzza a cascata sulla pancia di Sara. Mia moglie esterefatta, mi dice questo ce l ha tanto grosso che è come se avessi perso la verginità x la seconda volta, stavo quasi x venire di nuovo e va a farsi una doccia. Joseph è meno arrogante adesso, mi racconta un po della sua vita.Quando Sara esce dal bagno, profumata e avvolta nell asciugamano, si mette a fare un po la scema, con pose eccitanti, poi appoggia i gomiti al tavolo e alla pecorina, si alza l asciugamano, mostrando il fondoschiena a Joseph, che alzandosi già col cazzo duro, le dice signora stai tranquilla, ti do ancora il mio cazzo, si infila il preservativo e incomincia a scoparla alla pecorina. L africano sembra indemoniato, la scopa senza troppi complimenti, il suo cazzo sembra ancora + grosso,Sara ansima e grida, grida e ansima, la guardo in faccia,ha gli occhi fuori dalle orbite, la bocca completamente spalancata amore, questo mi fa venire di nuovo!!!, Sara viene, treme come se avesse la febbre a 40, si corica sul tappeto quasi svenuta, Joseph come una tigre inferocita le salta sopra, la infila di nuovo, io vedo il culo di Joseph che va su e giù spingendo impietosamente quella mazza nera dentro mia moglie che gode x la 4 volta, x fortuna viene anche lui e finisce questo mio eccitante-supplizio. Potete ben immaginare che Sara da quel giorno, non può + fare a meno del cazzo di Joseph, che è entrato stabilmente nella nostra vita, completa al massimo il nostro matrimonio.

Cuckold fatale col negro | Racconto tradimenti di Mauro-1954

Mi chiamo Mauro, 65 anni, ex direttore di fabbrica in pensione, purtroppo x problemi di salute sono impotente da 4 anni, mi accontento del fatto di essere ancora vivo e cerco di sfruttare altri piaceri della vita.Mia moglie Sara,bellissima a detta di tutti (le malelingue dicono che sta con me x soldi e forse hanno ragione ahah) capelli lisci neri, alta 174cm,bel fisico, ha 45 anni.Sempre è stata molto, ma molto focosa nel letto, e quando io sono venuto a mancare è stato terribile sia x me che x lei. Abbiamo sempre avuto un rapporto senza preamboli, ci siamo sempre detti tutto senza tabù. All inizio della mia impotenza si accontentava di essere soddisfatta con la mia lingua o giochi con dildo, ma si è presto stufata. Non sopportei se mi lasciasse, amo la sua compagnia, uscire con lei x una cena o un viaggio, mi inorgoglisce, x non perderla, le ho proposto di diventare cuckold. Ha subito accettato, mi ha ringraziato, e ha ammesso che impazziva dalla voglia di scopare, che non mi sarei meritato un tradimento,splendida come sempre. Abbiamo incominciato con le chat, abbiamo marcato un incontro con Luca, italiano di 39 anni, ma al momento dell incontro ha disdetto inspiegabilmente. Passano 2-3 giorni marchiamo appuntamento in stazione con Mirko, italiano di 27 anni, vado a prenderlo, e lui… non arriva. Delusione totale x entrambi. Un giorno in spiaggia mi scocca una molla, noto un uomo di colore, ambulante, che letteralmente si mangia il culo di Sara con gli occhi, lei non se ne accorge e finisce li. Alla sera in chat cerco un uomo di colore, trovo uno del Ghana, 36 anni,col nome di Joseph,che chatta con un amico italiano che fa da tramite. Chiedo a Sara lo faresti con un uomo di colore?, lei risponde amore, non mi esalta tanto l idea, ma a sto punto lo farei anche con un cavallo, se l hai trovato in chat marca pure l incontro. Detto- fatto, appuntamento in stazione il giorno dopo alle 14. Sara si fa bella in casa, io vado a prendere Joseph. Si presenta così, scarpe da ginnastica, pantaloni della tuta verdi e maglia dell Argentina col nome di Messi, è bassino di statura, pelato, fisicamente tarchiato con un po di pancetta, di una pelle scurissima che sembra quasi violacea. Arriviamo in casa, Sara è + bella che mai,capelli sciolti, tacchi sexy,reggicalze bianche, body rosa come il perizoma. Noto subito un velo di delusione in lei. Lui quando la vede, non sta + nella pelle, è giustamente eccitatissimo, parte con i complimenti spinti, poi dice Io la faccio divertire volentieri, ma dopo potete aiutarmi con un 50-80 euro, ho un bambino piccolo e lavoro poco. Io lo vorrei mandare via,è troppo arrogante x me, mia moglie è una figa, e lui sembra fare un piacere a noi,a scoparsela. Mia moglie mi fa un cenno, e mi prende da parte, io spero che lo voglia cacciare, ma nell orecchio mi dice amore,ti prego,fammi fare questa scopata, poi gli dai 50 euro e mandiamo via questo sbruffone.Mi crolla il mondo addosso, rimango seduto in silenzio. Joseph capisce che è la sua ora, chiede di farsi una doccia (almeno quello) quando esce e si toglie l asciugamano di fronte a noi, succede quello che temevo, da moscio ha un cazzone da far paura, non tanto come lunghezza, normalissima, ma ha un diametro spaventosamente grande. Sara mi guarda e mi dice che cazzo ha questo, lui ridaccchia e eccitatissimo continua a toccarselo, mia moglie si avvicina lo prende in mano con gusto, lui se la palpa tutta con passione, si concentra sul seno, una bella terza siliconata (mio regalo)in pochi minuti ce l ha durissimo. Noto che il perizoma di Sara è bagnato marcio, è l inizio della fine. Sara seduta sul divano si sfila il perizoma, Joseph inginocchiato incomincia a penetrarla delicatamente, costante, senza fretta, Sara incomincia ad ansimare sempre + forte, lui accellera,io vedo quel cazzone gigante che va avanti e indietro dentro mia moglie, che non resiste +, la sento come ansima, sta x venire…infatti pochi secondi dopo gode, con un orgasmo liberatorio. Sara adesso va un po sopra, cavalca che un piacere, e incomincia a gridare, lui la fa sedere nel tavolo e glielo infila con + forza, e le dice con un sorriso beffardoSignora dimmi che vuoi questo cazzone nero lei completamente in balia, grida si scopami, scopami,mi fai godere col tuo cazzone africano e x la seconda volta,gode, 2 minuti dopo Joseph si sfila il preservativo e spruzza a cascata sulla pancia di Sara. Mia moglie esterefatta, mi dice questo ce l ha tanto grosso che è come se avessi perso la verginità x la seconda volta, stavo quasi x venire di nuovo e va a farsi una doccia. Joseph è meno arrogante adesso, mi racconta un po della sua vita.Quando Sara esce dal bagno, profumata e avvolta nell asciugamano, si mette a fare un po la scema, con pose eccitanti, poi appoggia i gomiti al tavolo e alla pecorina, si alza l asciugamano, mostrando il fondoschiena a Joseph, che alzandosi già col cazzo duro, le dice signora stai tranquilla, ti do ancora il mio cazzo, si infila il preservativo e incomincia a scoparla alla pecorina. L africano sembra indemoniato, la scopa senza troppi complimenti, il suo cazzo sembra ancora + grosso,Sara ansima e grida, grida e ansima, la guardo in faccia,ha gli occhi fuori dalle orbite, la bocca completamente spalancata amore, questo mi fa venire di nuovo!!!, Sara viene, treme come se avesse la febbre a 40, si corica sul tappeto quasi svenuta, Joseph come una tigre inferocita le salta sopra, la infila di nuovo, io vedo il culo di Joseph che va su e giù spingendo impietosamente quella mazza nera dentro mia moglie che gode x la 4 volta, x fortuna viene anche lui e finisce questo mio eccitante-supplizio. Potete ben immaginare che Sara da quel giorno, non può + fare a meno del cazzo di Joseph, che è entrato stabilmente nella nostra vita, completa al massimo il nostro matrimonio.

Cuckold fatale col negro | Racconto tradimenti di Mauro-1954

Mi chiamo Mauro, 65 anni, ex direttore di fabbrica in pensione, purtroppo x problemi di salute sono impotente da 4 anni, mi accontento del fatto di essere ancora vivo e cerco di sfruttare altri piaceri della vita.Mia moglie Sara,bellissima a detta di tutti (le malelingue dicono che sta con me x soldi e forse hanno ragione ahah) capelli lisci neri, alta 174cm,bel fisico, ha 45 anni.Sempre è stata molto, ma molto focosa nel letto, e quando io sono venuto a mancare è stato terribile sia x me che x lei. Abbiamo sempre avuto un rapporto senza preamboli, ci siamo sempre detti tutto senza tabù. All inizio della mia impotenza si accontentava di essere soddisfatta con la mia lingua o giochi con dildo, ma si è presto stufata. Non sopportei se mi lasciasse, amo la sua compagnia, uscire con lei x una cena o un viaggio, mi inorgoglisce, x non perderla, le ho proposto di diventare cuckold. Ha subito accettato, mi ha ringraziato, e ha ammesso che impazziva dalla voglia di scopare, che non mi sarei meritato un tradimento,splendida come sempre. Abbiamo incominciato con le chat, abbiamo marcato un incontro con Luca, italiano di 39 anni, ma al momento dell incontro ha disdetto inspiegabilmente. Passano 2-3 giorni marchiamo appuntamento in stazione con Mirko, italiano di 27 anni, vado a prenderlo, e lui… non arriva. Delusione totale x entrambi. Un giorno in spiaggia mi scocca una molla, noto un uomo di colore, ambulante, che letteralmente si mangia il culo di Sara con gli occhi, lei non se ne accorge e finisce li. Alla sera in chat cerco un uomo di colore, trovo uno del Ghana, 36 anni,col nome di Joseph,che chatta con un amico italiano che fa da tramite. Chiedo a Sara lo faresti con un uomo di colore?, lei risponde amore, non mi esalta tanto l idea, ma a sto punto lo farei anche con un cavallo, se l hai trovato in chat marca pure l incontro. Detto- fatto, appuntamento in stazione il giorno dopo alle 14. Sara si fa bella in casa, io vado a prendere Joseph. Si presenta così, scarpe da ginnastica, pantaloni della tuta verdi e maglia dell Argentina col nome di Messi, è bassino di statura, pelato, fisicamente tarchiato con un po di pancetta, di una pelle scurissima che sembra quasi violacea. Arriviamo in casa, Sara è + bella che mai,capelli sciolti, tacchi sexy,reggicalze bianche, body rosa come il perizoma. Noto subito un velo di delusione in lei. Lui quando la vede, non sta + nella pelle, è giustamente eccitatissimo, parte con i complimenti spinti, poi dice Io la faccio divertire volentieri, ma dopo potete aiutarmi con un 50-80 euro, ho un bambino piccolo e lavoro poco. Io lo vorrei mandare via,è troppo arrogante x me, mia moglie è una figa, e lui sembra fare un piacere a noi,a scoparsela. Mia moglie mi fa un cenno, e mi prende da parte, io spero che lo voglia cacciare, ma nell orecchio mi dice amore,ti prego,fammi fare questa scopata, poi gli dai 50 euro e mandiamo via questo sbruffone.Mi crolla il mondo addosso, rimango seduto in silenzio. Joseph capisce che è la sua ora, chiede di farsi una doccia (almeno quello) quando esce e si toglie l asciugamano di fronte a noi, succede quello che temevo, da moscio ha un cazzone da far paura, non tanto come lunghezza, normalissima, ma ha un diametro spaventosamente grande. Sara mi guarda e mi dice che cazzo ha questo, lui ridaccchia e eccitatissimo continua a toccarselo, mia moglie si avvicina lo prende in mano con gusto, lui se la palpa tutta con passione, si concentra sul seno, una bella terza siliconata (mio regalo)in pochi minuti ce l ha durissimo. Noto che il perizoma di Sara è bagnato marcio, è l inizio della fine. Sara seduta sul divano si sfila il perizoma, Joseph inginocchiato incomincia a penetrarla delicatamente, costante, senza fretta, Sara incomincia ad ansimare sempre + forte, lui accellera,io vedo quel cazzone gigante che va avanti e indietro dentro mia moglie, che non resiste +, la sento come ansima, sta x venire…infatti pochi secondi dopo gode, con un orgasmo liberatorio. Sara adesso va un po sopra, cavalca che un piacere, e incomincia a gridare, lui la fa sedere nel tavolo e glielo infila con + forza, e le dice con un sorriso beffardoSignora dimmi che vuoi questo cazzone nero lei completamente in balia, grida si scopami, scopami,mi fai godere col tuo cazzone africano e x la seconda volta,gode, 2 minuti dopo Joseph si sfila il preservativo e spruzza a cascata sulla pancia di Sara. Mia moglie esterefatta, mi dice questo ce l ha tanto grosso che è come se avessi perso la verginità x la seconda volta, stavo quasi x venire di nuovo e va a farsi una doccia. Joseph è meno arrogante adesso, mi racconta un po della sua vita.Quando Sara esce dal bagno, profumata e avvolta nell asciugamano, si mette a fare un po la scema, con pose eccitanti, poi appoggia i gomiti al tavolo e alla pecorina, si alza l asciugamano, mostrando il fondoschiena a Joseph, che alzandosi già col cazzo duro, le dice signora stai tranquilla, ti do ancora il mio cazzo, si infila il preservativo e incomincia a scoparla alla pecorina. L africano sembra indemoniato, la scopa senza troppi complimenti, il suo cazzo sembra ancora + grosso,Sara ansima e grida, grida e ansima, la guardo in faccia,ha gli occhi fuori dalle orbite, la bocca completamente spalancata amore, questo mi fa venire di nuovo!!!, Sara viene, treme come se avesse la febbre a 40, si corica sul tappeto quasi svenuta, Joseph come una tigre inferocita le salta sopra, la infila di nuovo, io vedo il culo di Joseph che va su e giù spingendo impietosamente quella mazza nera dentro mia moglie che gode x la 4 volta, x fortuna viene anche lui e finisce questo mio eccitante-supplizio. Potete ben immaginare che Sara da quel giorno, non può + fare a meno del cazzo di Joseph, che è entrato stabilmente nella nostra vita, completa al massimo il nostro matrimonio.

Cuckold fatale col negro | Racconto tradimenti di Mauro-1954

Mi chiamo Mauro, 65 anni, ex direttore di fabbrica in pensione, purtroppo x problemi di salute sono impotente da 4 anni, mi accontento del fatto di essere ancora vivo e cerco di sfruttare altri piaceri della vita.Mia moglie Sara,bellissima a detta di tutti (le malelingue dicono che sta con me x soldi e forse hanno ragione ahah) capelli lisci neri, alta 174cm,bel fisico, ha 45 anni.Sempre è stata molto, ma molto focosa nel letto, e quando io sono venuto a mancare è stato terribile sia x me che x lei. Abbiamo sempre avuto un rapporto senza preamboli, ci siamo sempre detti tutto senza tabù. All inizio della mia impotenza si accontentava di essere soddisfatta con la mia lingua o giochi con dildo, ma si è presto stufata. Non sopportei se mi lasciasse, amo la sua compagnia, uscire con lei x una cena o un viaggio, mi inorgoglisce, x non perderla, le ho proposto di diventare cuckold. Ha subito accettato, mi ha ringraziato, e ha ammesso che impazziva dalla voglia di scopare, che non mi sarei meritato un tradimento,splendida come sempre. Abbiamo incominciato con le chat, abbiamo marcato un incontro con Luca, italiano di 39 anni, ma al momento dell incontro ha disdetto inspiegabilmente. Passano 2-3 giorni marchiamo appuntamento in stazione con Mirko, italiano di 27 anni, vado a prenderlo, e lui… non arriva. Delusione totale x entrambi. Un giorno in spiaggia mi scocca una molla, noto un uomo di colore, ambulante, che letteralmente si mangia il culo di Sara con gli occhi, lei non se ne accorge e finisce li. Alla sera in chat cerco un uomo di colore, trovo uno del Ghana, 36 anni,col nome di Joseph,che chatta con un amico italiano che fa da tramite. Chiedo a Sara lo faresti con un uomo di colore?, lei risponde amore, non mi esalta tanto l idea, ma a sto punto lo farei anche con un cavallo, se l hai trovato in chat marca pure l incontro. Detto- fatto, appuntamento in stazione il giorno dopo alle 14. Sara si fa bella in casa, io vado a prendere Joseph. Si presenta così, scarpe da ginnastica, pantaloni della tuta verdi e maglia dell Argentina col nome di Messi, è bassino di statura, pelato, fisicamente tarchiato con un po di pancetta, di una pelle scurissima che sembra quasi violacea. Arriviamo in casa, Sara è + bella che mai,capelli sciolti, tacchi sexy,reggicalze bianche, body rosa come il perizoma. Noto subito un velo di delusione in lei. Lui quando la vede, non sta + nella pelle, è giustamente eccitatissimo, parte con i complimenti spinti, poi dice Io la faccio divertire volentieri, ma dopo potete aiutarmi con un 50-80 euro, ho un bambino piccolo e lavoro poco. Io lo vorrei mandare via,è troppo arrogante x me, mia moglie è una figa, e lui sembra fare un piacere a noi,a scoparsela. Mia moglie mi fa un cenno, e mi prende da parte, io spero che lo voglia cacciare, ma nell orecchio mi dice amore,ti prego,fammi fare questa scopata, poi gli dai 50 euro e mandiamo via questo sbruffone.Mi crolla il mondo addosso, rimango seduto in silenzio. Joseph capisce che è la sua ora, chiede di farsi una doccia (almeno quello) quando esce e si toglie l asciugamano di fronte a noi, succede quello che temevo, da moscio ha un cazzone da far paura, non tanto come lunghezza, normalissima, ma ha un diametro spaventosamente grande. Sara mi guarda e mi dice che cazzo ha questo, lui ridaccchia e eccitatissimo continua a toccarselo, mia moglie si avvicina lo prende in mano con gusto, lui se la palpa tutta con passione, si concentra sul seno, una bella terza siliconata (mio regalo)in pochi minuti ce l ha durissimo. Noto che il perizoma di Sara è bagnato marcio, è l inizio della fine. Sara seduta sul divano si sfila il perizoma, Joseph inginocchiato incomincia a penetrarla delicatamente, costante, senza fretta, Sara incomincia ad ansimare sempre + forte, lui accellera,io vedo quel cazzone gigante che va avanti e indietro dentro mia moglie, che non resiste +, la sento come ansima, sta x venire…infatti pochi secondi dopo gode, con un orgasmo liberatorio. Sara adesso va un po sopra, cavalca che un piacere, e incomincia a gridare, lui la fa sedere nel tavolo e glielo infila con + forza, e le dice con un sorriso beffardoSignora dimmi che vuoi questo cazzone nero lei completamente in balia, grida si scopami, scopami,mi fai godere col tuo cazzone africano e x la seconda volta,gode, 2 minuti dopo Joseph si sfila il preservativo e spruzza a cascata sulla pancia di Sara. Mia moglie esterefatta, mi dice questo ce l ha tanto grosso che è come se avessi perso la verginità x la seconda volta, stavo quasi x venire di nuovo e va a farsi una doccia. Joseph è meno arrogante adesso, mi racconta un po della sua vita.Quando Sara esce dal bagno, profumata e avvolta nell asciugamano, si mette a fare un po la scema, con pose eccitanti, poi appoggia i gomiti al tavolo e alla pecorina, si alza l asciugamano, mostrando il fondoschiena a Joseph, che alzandosi già col cazzo duro, le dice signora stai tranquilla, ti do ancora il mio cazzo, si infila il preservativo e incomincia a scoparla alla pecorina. L africano sembra indemoniato, la scopa senza troppi complimenti, il suo cazzo sembra ancora + grosso,Sara ansima e grida, grida e ansima, la guardo in faccia,ha gli occhi fuori dalle orbite, la bocca completamente spalancata amore, questo mi fa venire di nuovo!!!, Sara viene, treme come se avesse la febbre a 40, si corica sul tappeto quasi svenuta, Joseph come una tigre inferocita le salta sopra, la infila di nuovo, io vedo il culo di Joseph che va su e giù spingendo impietosamente quella mazza nera dentro mia moglie che gode x la 4 volta, x fortuna viene anche lui e finisce questo mio eccitante-supplizio. Potete ben immaginare che Sara da quel giorno, non può + fare a meno del cazzo di Joseph, che è entrato stabilmente nella nostra vita, completa al massimo il nostro matrimonio.

Prosegue la monta bestiale della vaccona sfondata della Giovanna | Racconto zoofilia di Mauro il migliore

Questo racconto come gli altri che pubblicherò sono frutto della mia totale fantasia … avranno sempre come protagonisti una bella coppia quarantenne formata da una splendida figa con due tette stupende di nome Giovanna e suo marito Mario il quale per molto tempo è stato impotente per una operazione sbagliata e che si diverte a stimolare la troia che è intrinseca nella sua amata mogliettina che è una dea delle gang bang solo con ragazzi dotatissimi di colore, ma adesso supera se stessa facendosi montare da uno stallone.

Prosegue la monta bestiale della vaccona sfondata della Giovanna | Racconto zoofilia di Mauro il migliore

Questo racconto come gli altri che pubblicherò sono frutto della mia totale fantasia … avranno sempre come protagonisti una bella coppia quarantenne formata da una splendida figa con due tette stupende di nome Giovanna e suo marito Mario il quale per molto tempo è stato impotente per una operazione sbagliata e che si diverte a stimolare la troia che è intrinseca nella sua amata mogliettina che è una dea delle gang bang solo con ragazzi dotatissimi di colore, ma adesso supera se stessa facendosi montare da uno stallone.

Prosegue la monta bestiale della vaccona sfondata della Giovanna | Racconto zoofilia di Mauro il migliore

Questo racconto come gli altri che pubblicherò sono frutto della mia totale fantasia … avranno sempre come protagonisti una bella coppia quarantenne formata da una splendida figa con due tette stupende di nome Giovanna e suo marito Mario il quale per molto tempo è stato impotente per una operazione sbagliata e che si diverte a stimolare la troia che è intrinseca nella sua amata mogliettina che è una dea delle gang bang solo con ragazzi dotatissimi di colore, ma adesso supera se stessa facendosi montare da uno stallone.

Prosegue la monta bestiale della vaccona sfondata della Giovanna | Racconto zoofilia di Mauro il migliore

Questo racconto come gli altri che pubblicherò sono frutto della mia totale fantasia … avranno sempre come protagonisti una bella coppia quarantenne formata da una splendida figa con due tette stupende di nome Giovanna e suo marito Mario il quale per molto tempo è stato impotente per una operazione sbagliata e che si diverte a stimolare la troia che è intrinseca nella sua amata mogliettina che è una dea delle gang bang solo con ragazzi dotatissimi di colore, ma adesso supera se stessa facendosi montare da uno stallone.

Prosegue la monta bestiale della vaccona sfondata della Giovanna | Racconto zoofilia di Mauro il migliore

Questo racconto come gli altri che pubblicherò sono frutto della mia totale fantasia … avranno sempre come protagonisti una bella coppia quarantenne formata da una splendida figa con due tette stupende di nome Giovanna e suo marito Mario il quale per molto tempo è stato impotente per una operazione sbagliata e che si diverte a stimolare la troia che è intrinseca nella sua amata mogliettina che è una dea delle gang bang solo con ragazzi dotatissimi di colore, ma adesso supera se stessa facendosi montare da uno stallone.

Cuckold fatale col negro | Racconto tradimenti di Mauro-1954

Mi chiamo Mauro, 65 anni, ex direttore di fabbrica in pensione, purtroppo x problemi di salute sono impotente da 4 anni, mi accontento del fatto di essere ancora vivo e cerco di sfruttare altri piaceri della vita.Mia moglie Sara,bellissima a detta di tutti (le malelingue dicono che sta con me x soldi e forse hanno ragione ahah) capelli lisci neri, alta 174cm,bel fisico, ha 45 anni.Sempre è stata molto, ma molto focosa nel letto, e quando io sono venuto a mancare è stato terribile sia x me che x lei. Abbiamo sempre avuto un rapporto senza preamboli, ci siamo sempre detti tutto senza tabù. All inizio della mia impotenza si accontentava di essere soddisfatta con la mia lingua o giochi con dildo, ma si è presto stufata. Non sopportei se mi lasciasse, amo la sua compagnia, uscire con lei x una cena o un viaggio, mi inorgoglisce, x non perderla, le ho proposto di diventare cuckold. Ha subito accettato, mi ha ringraziato, e ha ammesso che impazziva dalla voglia di scopare, che non mi sarei meritato un tradimento,splendida come sempre. Abbiamo incominciato con le chat, abbiamo marcato un incontro con Luca, italiano di 39 anni, ma al momento dell incontro ha disdetto inspiegabilmente. Passano 2-3 giorni marchiamo appuntamento in stazione con Mirko, italiano di 27 anni, vado a prenderlo, e lui… non arriva. Delusione totale x entrambi. Un giorno in spiaggia mi scocca una molla, noto un uomo di colore, ambulante, che letteralmente si mangia il culo di Sara con gli occhi, lei non se ne accorge e finisce li. Alla sera in chat cerco un uomo di colore, trovo uno del Ghana, 36 anni,col nome di Joseph,che chatta con un amico italiano che fa da tramite. Chiedo a Sara lo faresti con un uomo di colore?, lei risponde amore, non mi esalta tanto l idea, ma a sto punto lo farei anche con un cavallo, se l hai trovato in chat marca pure l incontro. Detto- fatto, appuntamento in stazione il giorno dopo alle 14. Sara si fa bella in casa, io vado a prendere Joseph. Si presenta così, scarpe da ginnastica, pantaloni della tuta verdi e maglia dell Argentina col nome di Messi, è bassino di statura, pelato, fisicamente tarchiato con un po di pancetta, di una pelle scurissima che sembra quasi violacea. Arriviamo in casa, Sara è + bella che mai,capelli sciolti, tacchi sexy,reggicalze bianche, body rosa come il perizoma. Noto subito un velo di delusione in lei. Lui quando la vede, non sta + nella pelle, è giustamente eccitatissimo, parte con i complimenti spinti, poi dice Io la faccio divertire volentieri, ma dopo potete aiutarmi con un 50-80 euro, ho un bambino piccolo e lavoro poco. Io lo vorrei mandare via,è troppo arrogante x me, mia moglie è una figa, e lui sembra fare un piacere a noi,a scoparsela. Mia moglie mi fa un cenno, e mi prende da parte, io spero che lo voglia cacciare, ma nell orecchio mi dice amore,ti prego,fammi fare questa scopata, poi gli dai 50 euro e mandiamo via questo sbruffone.Mi crolla il mondo addosso, rimango seduto in silenzio. Joseph capisce che è la sua ora, chiede di farsi una doccia (almeno quello) quando esce e si toglie l asciugamano di fronte a noi, succede quello che temevo, da moscio ha un cazzone da far paura, non tanto come lunghezza, normalissima, ma ha un diametro spaventosamente grande. Sara mi guarda e mi dice che cazzo ha questo, lui ridaccchia e eccitatissimo continua a toccarselo, mia moglie si avvicina lo prende in mano con gusto, lui se la palpa tutta con passione, si concentra sul seno, una bella terza siliconata (mio regalo)in pochi minuti ce l ha durissimo. Noto che il perizoma di Sara è bagnato marcio, è l inizio della fine. Sara seduta sul divano si sfila il perizoma, Joseph inginocchiato incomincia a penetrarla delicatamente, costante, senza fretta, Sara incomincia ad ansimare sempre + forte, lui accellera,io vedo quel cazzone gigante che va avanti e indietro dentro mia moglie, che non resiste +, la sento come ansima, sta x venire…infatti pochi secondi dopo gode, con un orgasmo liberatorio. Sara adesso va un po sopra, cavalca che un piacere, e incomincia a gridare, lui la fa sedere nel tavolo e glielo infila con + forza, e le dice con un sorriso beffardoSignora dimmi che vuoi questo cazzone nero lei completamente in balia, grida si scopami, scopami,mi fai godere col tuo cazzone africano e x la seconda volta,gode, 2 minuti dopo Joseph si sfila il preservativo e spruzza a cascata sulla pancia di Sara. Mia moglie esterefatta, mi dice questo ce l ha tanto grosso che è come se avessi perso la verginità x la seconda volta, stavo quasi x venire di nuovo e va a farsi una doccia. Joseph è meno arrogante adesso, mi racconta un po della sua vita.Quando Sara esce dal bagno, profumata e avvolta nell asciugamano, si mette a fare un po la scema, con pose eccitanti, poi appoggia i gomiti al tavolo e alla pecorina, si alza l asciugamano, mostrando il fondoschiena a Joseph, che alzandosi già col cazzo duro, le dice signora stai tranquilla, ti do ancora il mio cazzo, si infila il preservativo e incomincia a scoparla alla pecorina. L africano sembra indemoniato, la scopa senza troppi complimenti, il suo cazzo sembra ancora + grosso,Sara ansima e grida, grida e ansima, la guardo in faccia,ha gli occhi fuori dalle orbite, la bocca completamente spalancata amore, questo mi fa venire di nuovo!!!, Sara viene, treme come se avesse la febbre a 40, si corica sul tappeto quasi svenuta, Joseph come una tigre inferocita le salta sopra, la infila di nuovo, io vedo il culo di Joseph che va su e giù spingendo impietosamente quella mazza nera dentro mia moglie che gode x la 4 volta, x fortuna viene anche lui e finisce questo mio eccitante-supplizio. Potete ben immaginare che Sara da quel giorno, non può + fare a meno del cazzo di Joseph, che è entrato stabilmente nella nostra vita, completa al massimo il nostro matrimonio.

Prosegue la monta bestiale della vaccona sfondata della Giovanna | Racconto zoofilia di Mauro il migliore

Questo racconto come gli altri che pubblicherò sono frutto della mia totale fantasia … avranno sempre come protagonisti una bella coppia quarantenne formata da una splendida figa con due tette stupende di nome Giovanna e suo marito Mario il quale per molto tempo è stato impotente per una operazione sbagliata e che si diverte a stimolare la troia che è intrinseca nella sua amata mogliettina che è una dea delle gang bang solo con ragazzi dotatissimi di colore, ma adesso supera se stessa facendosi montare da uno stallone.

Se mio marito vuole | Racconto tradimenti di Anna22

Sono Anna e sono una moglie di 22 anni. Voglio scrivere la storia perché sono sicura che non ce ne siano tante di ragazze che alla mia età, anche donne più mature, abbiano avuto le esperienze che ho avuto io. Nel mese di maggio 2018 mi ero lasciata col mio ragazzo, il compagno di scuola col quale flirtato dalletà di 18 anni e al quale, a quelletà, avevo dato la verginità della mia fica. Con Franco, mio marito, iniziò un mese dopo, quando iniziò a frequentare la mia comitiva. Franco è un bel ragazzo di 26 anni, allora ne aveva 24. Abituata con un ragazzino della mia età, lo vedevo maturo. Mi corteggiava mettendo in risalto i miei attributi femminili che già a 20 anni erano sensuali e provocanti. Una sera, facendomi arrossire, mi disse: sei un tipo provocante che stuzzica molto e non hai bisogno di dirlo che hai voglia di scopare perché sono i tuoi occhi e il tuo sguardo che lo dicono. Ci mettiamo assieme? Non mi interessa nemmeno se sei vergine o non lo sei. Mi cadde il mondo addosso, mi vergognavo. No, non sono vergine. Lo facevo col mio ragazzo. Usavamo il preservativo Non ti vergognare, per me è ancora più eccitante sapere che non sei vergine. Comunque è molto più eccitante senza preservativo, basta stare attenti- Abituata ad una toccatina di fica, ad una leccatina di cazzo e ad una chiavatina col preservativo, con Franco fu tutto più trasgressivo tanto che, nel giro di un mese, mi chiese e gli diedi il culo e gli permisi di venirmi in bocca. Trasgressivo altre le mie visioni sessuali tanto che, facendomi eccitare tanto da farmi comportare come una troia, mettendo il viso fra le mie tette o fra le chiappe, mi diceva che era veramente un peccato che di tutta quella bella carne ne potesse godere solo lui. Insomma, non gli sarebbe dispiaciuto guardarmi mentre offrivo le mie grazie ad un altro. Quando insistette di farmi scopare da Giorgio, dopo i primi dinieghi, cedetti. La faccenda mi intrigava, Giorgio mi piaceva, una settimana dopo sarebbe ripartito per Torino e tutto sarebbe finito lì. Era il cugino della mia migliore amica, Valeria, ed era in vacanza nella nostra città ospite a casa di Valeria la quale, mi confidò, che quando era possibile scopavano, pur essendo, lei, regolarmente fidanzata. Giorgio aveva 26 anni. Lo facemmo una sera con la scusa di un passaggio per accompagnarlo a casa. Più semplice di così? Quando Franco cambiò strada dirigendosi verso il luogo appartato dove scopavamo solitamente, chiese dove stavamo andando e Franco rispose che io avevo voglia di scopare e che mi avrebbero fottuta insieme. Certo che mi vergognavo ma non dissi nulla. Anzi quando Franco bloccò lauto e mi disse di andare dietro, scesi e risalii. Sergio, rivolgendosi a Franco disse: Guarda che ci sto eheee! Disagio da ambo le parti ma dopo un paio di baci a piena lingua prendemmo confidenza e la voglia ebbe il sopravvento. Ci frugavamo con mano desiderosa e presto mi ritrovai senza maglietta, con la gonna su e il suo cazzo fra le mani. Ci raggiunse pure e, nonostante fosse unauto comoda, in tre si stava scomodamente. Dopo che gli feci un pompino Franco mi diede il preservativo e mi disse di metterglielo io stessa. Non ero pratica, non lavevo mai fatto e devo dire che fu eccitante. Scopammo con me che lo cavalcavo mentre Franco me lo mise un bocca. Poi viceversa, nella stessa posizione, mentre succhiavo il cazzo di Sergio. Non sapevo ancora di essere incinta per cui mi sborrarono entrambi nella bocca, Prima Sergio e poi Franco. Due giorni dopo lo facemmo di nuovo ma comodamente sul letto di Franco, essendo i suoi genitori entrambi al negozio, la loro attività dove anche lui lavorava. Ancora più trasgressivo e fu loccasione della mia prima doppia penetrazione. I miei genitori e quelli di Franco erano contenti di diventare nonni. Nel mese di ottobre, riadattando il loro vecchio appartamento, andammo a convivere. Franco lavorava nel loro negozio ed avevamo una certa autonomia finanziaria. Una sera, di ritorno da Catania per avere accompagnato mio fratello allaeroporto, mi chiese se avessi voglia di cazzo. Era da qualche settimana che mi deceva che da quando ero incinta ero ancora più focosa e che a volte sembrava che avessi bisogno di un cazzone nero. Pensavo scherzasse però ci eccitavamo. Sapevo benissimo quello che si diceva dei negri. Ci fermammo in unarea di servizio per mangiare un panino e prendere il caffè. Mi fece notare un ragazzo nero come il carbone. Sorridevo divertita convinta che volesse solo giocare. Così mi ami? Certo che ti amo. Per questo voglio che scopi con un altro, ti diverti tu e fai felice un altro. Gli dissi che quello mi faceva schifo a solo guardarlo e mi sembrava sporco. Mi invitò a guardargli la patta dei jeans. Mi stavo eccitando come una porca. Come andò a finire? Lo avvicinammo quando uscimmo e facendomi vergognare gli disse: Mia moglie vuole il tuo cazzo, ti vuole fare un bel servizio- Io dietro, vicino a lui. Sentivo, non odore di sporco ma il tipico odore della pelle di colore. Ci spostammo in un angolo appartato dellarea di servizio e alla fine non ero affatta pentita anche perché, essendo incinta, andavo tranquilla. Che cazzo! Era proprio vero. Non era affatto sporco. Dopo averlo leccato e spompinato, lo cavalcai dando le spalle a Franco rimasto al suo posto. Noi eravamo al centro e lui proteso a guardare il cazzo nero che mi scassava la fica. Godevo come una porca, aveva ragione Franco. Figuratevi che godendo con la bocca aperta sentii la lingua fra le labbra e la succhiai. Altro che schifo! Ebbi due orgasmi e mi sentivo la fica aperta come non mai. Lui mi sborrò dentro ululando come un lupo ma il suo cazzo restò duro. Non ci pensai due volte a ficcarmelo nel culo quando me lo chiese Franco. Prima lo rimisi in bocca. Mi girai nella sua direzione, mi tenevo nei poggiatesta con una mano e con laltra indirizzai il cazzo nel culo. Che sofferenza! Mi sentivo spaccare in due. Facevo su e giù lentamente mentre Franco me lo mise in bocca e mi disse di toccarmi la fica. Che orgasmo! Il negro mi sborrò nel culo e Franco in bocca. Che esperienza! Hai visto che è stato bello? Si- Un sabato sera sul tardi, dopo aver cenato da amici, in auto mi disse: Ti sembra giusto che tu con un negro ci hai scopato ed io con una negra no? Mi fece ricordare quel cazzone nero e, non stante il mio pancione di 7 mesi, mi fece venire una strana voglia. Percorremmo quel tratto di litoranea dove in inverno si prostituiscono ragazze extracomunitarie. Non vi era nessuno, solo 3 ragazze. Ci fermammo e una di loro si avvicinò dalla parte di Franco il quale abbassò il finestrino. Avevo notato che aveva un bel paio di cosce e, tutto sommato, era carina pure in viso. Era proprio una ragazzina e sorridendo esordì: Tu ficcare con me? Noi ridemmo e lei continuò: Pure moglie tua? Con Lala, nome darte, diventammo come amiche. Aveva 18 anni. era nigeriana ed era sposata. Si misero daccordo sulle prestazioni e sul prezzo. 50 euro col pompino iniziale, scopata col preservativo e sborrata finale in bocca. Devo dire che fu unesperienza fantastica vederla scopare con Franco. Ero eccitatissima e Franco mi fece godere leccandomi la fica davanti a lei. Poi mi chiese: Tu volere ficcare con negro? No Quando tu volere ti porto fratello o marito mio– A maggio partorii un bel bambino. A luglio ci sposammo. Mia mamma si tenne con piacere il bambino e andammo in crociera. Avevamo deciso di fare uso della pillola per evitare altre gravidanze. Doveva essere una settimana di relax tutta per noi invece, già la prima sera a cena, ci ritrovammo in un tavolo per 4 con Danilo e Mariella. Lui un 54 enne galante e tutto pepe, lei una bella 50 enne ancora attraente e provocante. Erano in crociera per festeggiare le nozze dargento. Anche loro siciliani. Naturalmente facemmo amicizia. Non notai niente di irregolare in Danilo ma gli sguardi di Mariella nei miei confronti non erano normali, era come se mi desiderasse. Se capita me la faccio mi disse Franco. Ok! Se ci sta? Come fai? Invece lindomani pomeriggio mentre eravamo in piscina dopo essere stati tutta la mattinata in escursione, mi raggelò: Lo sai che sei proprio
una bella ragazza? Ero in bikini e facevo la mia bella figura. Anche lei era in 2 pezzi ed era veramente una bella donna. Grazie. Anche tu sei una bella donna A pensarci bene la crociera dura poco, una settimana passa subito, meglio non perdere tempo. Che fa non ti piacerebbe fare una nuova esperienza con me? Quando lho fatto io la prima volta ero in viaggio di nozze come te. Non dovevo raggelare? Non lho fatto mai Sono sicura che ti piacerà. Sentirai sensazioni nuove. Un attimo di silenzio e poi: Pure con mio marito? Questa volta raggelò lei. Silenzio, turbata e rossa in viso. Non lho mai fatto. Lho fatto solo con mio marito Non ti piacerebbe provare sensazioni nuove? Tu fai divertire me e mio marito fa divertire te. La misi in difficoltà. Le dissi di pensarci e che lindomani pomeriggio non saremmo scesi a terra. Ne parlai con Franco. Restò stupefatto. Quella sera stessa Mariella disse al marito che non sarebbe scesa perché il posto da visitare non le interessava. Allora trascorriamo tutta la giornata in piscina le dissi. Lei, rossa in viso, guardò prima me e poi Franco. Lindomani pranzammo al self service della terrazza. Danilo finì e subito andò via perché doveva sbarcare. Decidemmo di andare nella nostra cabina ma Mariella volle che laccompagnassi nella sua per farsi la doccia e cambiarsi. Mi accarezzò perplessa dicendomi ancora che con un altro non laveva mai fatto e non si sentiva sicura. La rassicurai. Mi chiese se Franco fosse stato il mio unico uomo e, per incoraggiarla, le risposi che da fidanzati lavevo tradito 2 volte. Quindi mi baciò con la lingua sulle labbra e andò a farsi la doccia. Andammo nella nostra cabina. Franco aveva fatto la doccia. Andai in bagno per rinfrescarmi e li lasciai da soli. La ritrovai che gemeva mentre Franco le leccava la fica. Erano già completamente nudi. Quello fu il suo primo orgasmo e poi io presi a leccare il cazzo e la invitai a farlo insieme a me. Tutto cominciò così. Devo dire che fu terribilmente piacevole essere slinguata e leccata in tutto il corpo da Mariella. Mi fece godere leccandomi la fica e non avrei mai pensato che potesse essere così piacevole leccare unaltra femmina. Momenti super? Quando Franco se la scpò supina e ci slinguavamo in tre. Le chiesi se le piacesse il cazzo di mio marito e rispose di si; poi se gliela stava scassando come piaceva a lei e rispose di si; se era pentita e rispose: Noooooo, noooo Godi? Ti fa godere il cazzo di mio marito? Siiiiii, siiiiiiii, forteee, più forteeeeeee. Quando io e lei, in ginocchio, ci strusciavamo tette contro tette, pube contro pube e bocca su bocca e Franco, facendoci allargare le ginocchia, entrò sotto di noi con la testa e prese a leccarci la fica insieme, sballammo completamente godendo come due cagne in calore. Quando Franco le sborrò in bocca e lei, che non se laspettava, con la sborra che le colava da tutte le parti, chiese perché le facevamo fare quelle cose. Quando Franco si mise a giocare fra le sue tette e quando, lui in ginocchio e lei alla pecorina, gli succhiava il cazzo ed io, da sotto, le palle e poi al contrario. Quando, infine, io sotto e lei sopra impegnati nellultimo 69 e vidi il cazzo di Franco, proprio sopra i miei occhi, che penetrava lentamente nel culo di lei la quale sobbalzava di piacere. Non sapevo nemmeno se fosse la prima volta, né glielo chiesi. Non vi fu altra occasione. Vi fu invece loccasione di una cosa inaspettata. Qualche sara dopo Danilo ed io ci ritrovammo per qualche minuto da soli a tavola. Posso parlarti liberamente senza che ti offendi? Chiese. Certamente. Che fa scherzi? Io ad una ragazza come te cinquecento euro gliele darei tranquillamente. Diventai rossa perché avevo capito. Solo che non sapevo casa dire. Scusami , ti sei offesa? Mi venne il coraggio. No. Solo che mi viene difficile pensare che una giovinetta come me potesse suscitare certe fantasie in un uomo maturo. Anche se un belluomo e affascinante. Hai una moglie sensuale, bella e sicuramente molto più esperta di me2. Vorrei prprio vedere se hai il coraggio di pagarmi tanto. Invece si. Naturalmente dopo averne parlato con mio marito. Trovammo pure il momento giusto nella nostra cabina. Niente male Danilo, evidentemente con la moglie certi ardori erano svaniti. Io non gli feci rimpiangere di avere pagato 500 euro in quanto Mariella certe cose non gliele consentiva. Devo dire che fu una bella scopata a pagamento. Cè dellaltro. Cè dellaltro ma mi vergogno pure a raccontarlo. Se mi fate un po di coraggio forse mi convinco.

scopa col canela moglie troiaracconti di incesti realitrombo mia cuginafidanzata in toplessracconti erotico incestomamma che squirtascopate tra madre e figliomia moglie in macchinaletture eroticheannunci69 storieho il cazzo durostorie sesso con animalisexy softstorie di mogli che hanno traditocouchsurfing sessozia sborratamoglie sborrata in ficapompini da mammaracconti incesto eroticistorie erotichmoglie bullmassaggi erotici tantraincontri incestoincesto nonno nipotesorella a pecorinaracconti omosessualichat eroracconti erotici la vicinafigabagnatamasturbazione con spazzolinoracconti erotici conventosempretibetlui la fa squirtarefiglio mio vieni quasorella padronasadomassoracconti sesso gratisporno inesticerco salotto marocchinoscopate memorabiliracconto dominazioneculo che passionescopate da cavallianimal eroticastorielle pornoorgia con mia moglietradimenti milfpompino a tradimentopornografici gratisasciugamani durissimitopless fidanzatascoparsi la nipoteracconto erotico pompinobottiglie in culoerotici rcconticulo barbara d ursola mia ragazza non mi eccitarosrossaprima volta racconti eroticiscopami figliomamma porcamadre costretta a scopareorge vecchiescoregge femminiliracconti erotici zooracconti nonna nipotestorie hot gratissesso con suocera raccontiracconti di sesso gaystorie erotiche veresposina troiaeroticiracontiracconti hard 69ho squirtatosculacciata sulle ginocchiaracconti mamma e figlioscopare con animalivuoi sborrareracconti erotici estatesegretaria sottomessasex incestoinculate la prima voltaracconti erotici incestracconti foot fetishsesso con camionistitracconti eroticiracconto sadomasosesso al liceoraccinti eroticiraccontieroticohot raccontiracconti oornomasturbazione vibratoreporno prima scopatasesso gay fratellistorie pornimano nella figagnocca fritta