Mia moglie vestita sexy (storia vera) | Racconto prime esperienze di Ludoviico

Salve a tutti ho scoperto questo meraviglioso sito e volevo raccontarvi di noi due mia moglie Laura e bassi va di statura alta 153 cm circa formosa ma fatta bene con le giuste misure è proporzionato nonostante le due gravidanze è tuttora una bella donna appetibile di sicuro non è una fotomodella ma è una donna molto sensuale anche perché ha un V misura di seno che non passa inosservata agli occhi degli uomini.

Mia moglie si fa scopare davanti a me | Racconto tradimenti di Cuckold felice

Ciao quello che sto per raccontare è una storia vera, sono un uomo di 50 circa è sposato da 25, abbiamo 2 figli. Da circa 10 anni a mia moglie piace andare con altri uomini, la cosa devo dire che mi piace, ma non là mai fatto con me presente, ogni volta che li portava a casa io uscivo e quando finiva mi telefonava e io rientravo a casa. Un sabato sera però dopo finito di lavorare, come ogni sabato andavo a farmi un giro per rilassarmi , dico a lei se andava a casa e di risposta mi disse di di, e che i figli andavano a dormire dai nonni. Quel sabato finito il mio giro torno a casa, entrando vedo mia moglie con un uomo seduta sul divano e guardavano la tv,lei fa le presentazioni, poi mi chiede ma ti devi fare la doccia? E io gli dico di sì. Finito di lavarmi passo per la sala e lei avevo il cazzo di questo in bocca, si ferma e mi dice perché non ti siedi sull’altro divano? Io mi metto seduto, e lei riprende la pratica del succhiare, dopo qualche minuto lui inizia a spogliarla aveva un perizoma nero coordinato con il reggiseno e le autoreggenti, lui gli sposta il perizoma e inizia a leccare la sua figa, dire che mi era diventato duro era poco, lei si alza e mi da un bacio e mi dice ti amo, poi si mette sopra di lui e si fa infilare il cazzo nella sua figa, vedevo il piacere mentre lo infilava , sarà stato perché lo aveva molto largo , lei inizia a muoversi sue e giù,ogni tanto si girava verso di me , il suo volto era pieno di lussuria, dopo qualche minuto si alza e si mette pecora e lui lo infila nel culo , credo che inizialmente gli abbia fatto male , ma successivamente si muoveva con passione, lo voleva tutto dentro, io ero sempre più eccitato, dopo un po’ lei si gira nuovamente verso di me mi da un’altro bacio e mi dice se vuoi farti una sega puoi fartela, poi lei si sdraia e lui gli si mette sopra e inizia nuovamente a scoparla nella figa, allora tirò fuori il mio cazzo e iniziò a toccarmi, e intanto lei godeva, ad un certo punto lei si alza prende un asciugamano e ci si sdraia sopra, la cosa in quel momento non l’avevo capita, lui inizia nuovamente a scoparla, sarà stato 10 minuti a sbatterla con violenza vedevo la goduria nel viso di mia moglie, dopo un po’ di gemiti è un urlo di lei, lui gli riempie la figa di sborra, lui si alza e si va a lavare in bagno, mentre lei è sempre distesa e appagata mi guarda si alza poco e inizia a colare la sborra dalla sua figa sulla sciupammo che aveva messo, così ho capito a cosa serviva, le mi fa segno di avvicinarmi e mi dice , se mi era piaciuto, e io gli dico di sì, poi mi dice ora capisci perché mi piace scopare con gli altri? E io gli dico di no, e le mi dice hai visto il suo cazzo come è, e quanto dura. Forse io non gli bastavo, e mi dice ti amo e grazie che mi fai scopare con altri uomini.

Mia moglie si fa scopare davanti a me | Racconto tradimenti di Cuckold felice

Ciao quello che sto per raccontare è una storia vera, sono un uomo di 50 circa è sposato da 25, abbiamo 2 figli. Da circa 10 anni a mia moglie piace andare con altri uomini, la cosa devo dire che mi piace, ma non là mai fatto con me presente, ogni volta che li portava a casa io uscivo e quando finiva mi telefonava e io rientravo a casa. Un sabato sera però dopo finito di lavorare, come ogni sabato andavo a farmi un giro per rilassarmi , dico a lei se andava a casa e di risposta mi disse di di, e che i figli andavano a dormire dai nonni. Quel sabato finito il mio giro torno a casa, entrando vedo mia moglie con un uomo seduta sul divano e guardavano la tv,lei fa le presentazioni, poi mi chiede ma ti devi fare la doccia? E io gli dico di sì. Finito di lavarmi passo per la sala e lei avevo il cazzo di questo in bocca, si ferma e mi dice perché non ti siedi sull’altro divano? Io mi metto seduto, e lei riprende la pratica del succhiare, dopo qualche minuto lui inizia a spogliarla aveva un perizoma nero coordinato con il reggiseno e le autoreggenti, lui gli sposta il perizoma e inizia a leccare la sua figa, dire che mi era diventato duro era poco, lei si alza e mi da un bacio e mi dice ti amo, poi si mette sopra di lui e si fa infilare il cazzo nella sua figa, vedevo il piacere mentre lo infilava , sarà stato perché lo aveva molto largo , lei inizia a muoversi sue e giù,ogni tanto si girava verso di me , il suo volto era pieno di lussuria, dopo qualche minuto si alza e si mette pecora e lui lo infila nel culo , credo che inizialmente gli abbia fatto male , ma successivamente si muoveva con passione, lo voleva tutto dentro, io ero sempre più eccitato, dopo un po’ lei si gira nuovamente verso di me mi da un’altro bacio e mi dice se vuoi farti una sega puoi fartela, poi lei si sdraia e lui gli si mette sopra e inizia nuovamente a scoparla nella figa, allora tirò fuori il mio cazzo e iniziò a toccarmi, e intanto lei godeva, ad un certo punto lei si alza prende un asciugamano e ci si sdraia sopra, la cosa in quel momento non l’avevo capita, lui inizia nuovamente a scoparla, sarà stato 10 minuti a sbatterla con violenza vedevo la goduria nel viso di mia moglie, dopo un po’ di gemiti è un urlo di lei, lui gli riempie la figa di sborra, lui si alza e si va a lavare in bagno, mentre lei è sempre distesa e appagata mi guarda si alza poco e inizia a colare la sborra dalla sua figa sulla sciupammo che aveva messo, così ho capito a cosa serviva, le mi fa segno di avvicinarmi e mi dice , se mi era piaciuto, e io gli dico di sì, poi mi dice ora capisci perché mi piace scopare con gli altri? E io gli dico di no, e le mi dice hai visto il suo cazzo come è, e quanto dura. Forse io non gli bastavo, e mi dice ti amo e grazie che mi fai scopare con altri uomini.

La mia vita da cuckold | Racconto scambio di coppia di Persephone

Buongiorno a tutti, sono S. un cuckold di 45 anni, felicemente sposato con Lara, protagonista delle mie storie. Mi sembra corretto fare un po di introduzione, io sono un cuckold, lo sono sempre stato ma prima di conoscere Lara non ero mai riuscito a mettere la cosa in pratica. Lara oggi è una donna di 35 anni, alta, lunghi capelli scuri, pelle molto molto chiara, un bel culotto invitante ma soprattutto due tettone grandi e sode, una quinta naturale ancora di marmo. Ci siamo conosciuti 10 anni fa, lei faceva la prostituta, e ovviamente immaginarla con i clienti mi eccitava da morire, ma questo sarà argomento di un’altra storia. Fatto sta che con lei ho potuto finente realizzare le sue fantasie e ora, per quanto riguarda l’aspetto sessuale, sono il suo cuck obbediente e sottomesso, come dico sempre il mio corpo è suo e io sono qui per assecondare i suoi desideri e fantasie. al di la della sfera sessuale abbiamo un rapporto normalissimo e felice, quindi ovviamente quali vi racconterò sono episodi sporadici, avvenuti nel tempo ma non andrò in ordine cronologico, semplicemente quando riaffiorerà un ricordo cercherò di metterlo in parole, ma sarà tutto assolutamente reale, non aggiungerò o inventerò nulla.

Mia moglie vestita sexy (storia vera) | Racconto prime esperienze di Ludoviico

Salve a tutti ho scoperto questo meraviglioso sito e volevo raccontarvi di noi due mia moglie Laura e bassi va di statura alta 153 cm circa formosa ma fatta bene con le giuste misure è proporzionato nonostante le due gravidanze è tuttora una bella donna appetibile di sicuro non è una fotomodella ma è una donna molto sensuale anche perché ha un V misura di seno che non passa inosservata agli occhi degli uomini.

Mia moglie si fa scopare davanti a me | Racconto tradimenti di Cuckold felice

Ciao quello che sto per raccontare è una storia vera, sono un uomo di 50 circa è sposato da 25, abbiamo 2 figli. Da circa 10 anni a mia moglie piace andare con altri uomini, la cosa devo dire che mi piace, ma non là mai fatto con me presente, ogni volta che li portava a casa io uscivo e quando finiva mi telefonava e io rientravo a casa. Un sabato sera però dopo finito di lavorare, come ogni sabato andavo a farmi un giro per rilassarmi , dico a lei se andava a casa e di risposta mi disse di di, e che i figli andavano a dormire dai nonni. Quel sabato finito il mio giro torno a casa, entrando vedo mia moglie con un uomo seduta sul divano e guardavano la tv,lei fa le presentazioni, poi mi chiede ma ti devi fare la doccia? E io gli dico di sì. Finito di lavarmi passo per la sala e lei avevo il cazzo di questo in bocca, si ferma e mi dice perché non ti siedi sull’altro divano? Io mi metto seduto, e lei riprende la pratica del succhiare, dopo qualche minuto lui inizia a spogliarla aveva un perizoma nero coordinato con il reggiseno e le autoreggenti, lui gli sposta il perizoma e inizia a leccare la sua figa, dire che mi era diventato duro era poco, lei si alza e mi da un bacio e mi dice ti amo, poi si mette sopra di lui e si fa infilare il cazzo nella sua figa, vedevo il piacere mentre lo infilava , sarà stato perché lo aveva molto largo , lei inizia a muoversi sue e giù,ogni tanto si girava verso di me , il suo volto era pieno di lussuria, dopo qualche minuto si alza e si mette pecora e lui lo infila nel culo , credo che inizialmente gli abbia fatto male , ma successivamente si muoveva con passione, lo voleva tutto dentro, io ero sempre più eccitato, dopo un po’ lei si gira nuovamente verso di me mi da un’altro bacio e mi dice se vuoi farti una sega puoi fartela, poi lei si sdraia e lui gli si mette sopra e inizia nuovamente a scoparla nella figa, allora tirò fuori il mio cazzo e iniziò a toccarmi, e intanto lei godeva, ad un certo punto lei si alza prende un asciugamano e ci si sdraia sopra, la cosa in quel momento non l’avevo capita, lui inizia nuovamente a scoparla, sarà stato 10 minuti a sbatterla con violenza vedevo la goduria nel viso di mia moglie, dopo un po’ di gemiti è un urlo di lei, lui gli riempie la figa di sborra, lui si alza e si va a lavare in bagno, mentre lei è sempre distesa e appagata mi guarda si alza poco e inizia a colare la sborra dalla sua figa sulla sciupammo che aveva messo, così ho capito a cosa serviva, le mi fa segno di avvicinarmi e mi dice , se mi era piaciuto, e io gli dico di sì, poi mi dice ora capisci perché mi piace scopare con gli altri? E io gli dico di no, e le mi dice hai visto il suo cazzo come è, e quanto dura. Forse io non gli bastavo, e mi dice ti amo e grazie che mi fai scopare con altri uomini.

Mia moglie si fa scopare davanti a me | Racconto tradimenti di Cuckold felice

Ciao quello che sto per raccontare è una storia vera, sono un uomo di 50 circa è sposato da 25, abbiamo 2 figli. Da circa 10 anni a mia moglie piace andare con altri uomini, la cosa devo dire che mi piace, ma non là mai fatto con me presente, ogni volta che li portava a casa io uscivo e quando finiva mi telefonava e io rientravo a casa. Un sabato sera però dopo finito di lavorare, come ogni sabato andavo a farmi un giro per rilassarmi , dico a lei se andava a casa e di risposta mi disse di di, e che i figli andavano a dormire dai nonni. Quel sabato finito il mio giro torno a casa, entrando vedo mia moglie con un uomo seduta sul divano e guardavano la tv,lei fa le presentazioni, poi mi chiede ma ti devi fare la doccia? E io gli dico di sì. Finito di lavarmi passo per la sala e lei avevo il cazzo di questo in bocca, si ferma e mi dice perché non ti siedi sull’altro divano? Io mi metto seduto, e lei riprende la pratica del succhiare, dopo qualche minuto lui inizia a spogliarla aveva un perizoma nero coordinato con il reggiseno e le autoreggenti, lui gli sposta il perizoma e inizia a leccare la sua figa, dire che mi era diventato duro era poco, lei si alza e mi da un bacio e mi dice ti amo, poi si mette sopra di lui e si fa infilare il cazzo nella sua figa, vedevo il piacere mentre lo infilava , sarà stato perché lo aveva molto largo , lei inizia a muoversi sue e giù,ogni tanto si girava verso di me , il suo volto era pieno di lussuria, dopo qualche minuto si alza e si mette pecora e lui lo infila nel culo , credo che inizialmente gli abbia fatto male , ma successivamente si muoveva con passione, lo voleva tutto dentro, io ero sempre più eccitato, dopo un po’ lei si gira nuovamente verso di me mi da un’altro bacio e mi dice se vuoi farti una sega puoi fartela, poi lei si sdraia e lui gli si mette sopra e inizia nuovamente a scoparla nella figa, allora tirò fuori il mio cazzo e iniziò a toccarmi, e intanto lei godeva, ad un certo punto lei si alza prende un asciugamano e ci si sdraia sopra, la cosa in quel momento non l’avevo capita, lui inizia nuovamente a scoparla, sarà stato 10 minuti a sbatterla con violenza vedevo la goduria nel viso di mia moglie, dopo un po’ di gemiti è un urlo di lei, lui gli riempie la figa di sborra, lui si alza e si va a lavare in bagno, mentre lei è sempre distesa e appagata mi guarda si alza poco e inizia a colare la sborra dalla sua figa sulla sciupammo che aveva messo, così ho capito a cosa serviva, le mi fa segno di avvicinarmi e mi dice , se mi era piaciuto, e io gli dico di sì, poi mi dice ora capisci perché mi piace scopare con gli altri? E io gli dico di no, e le mi dice hai visto il suo cazzo come è, e quanto dura. Forse io non gli bastavo, e mi dice ti amo e grazie che mi fai scopare con altri uomini.

Mia moglie si fa scopare davanti a me | Racconto tradimenti di Cuckold felice

Ciao quello che sto per raccontare è una storia vera, sono un uomo di 50 circa è sposato da 25, abbiamo 2 figli. Da circa 10 anni a mia moglie piace andare con altri uomini, la cosa devo dire che mi piace, ma non là mai fatto con me presente, ogni volta che li portava a casa io uscivo e quando finiva mi telefonava e io rientravo a casa. Un sabato sera però dopo finito di lavorare, come ogni sabato andavo a farmi un giro per rilassarmi , dico a lei se andava a casa e di risposta mi disse di di, e che i figli andavano a dormire dai nonni. Quel sabato finito il mio giro torno a casa, entrando vedo mia moglie con un uomo seduta sul divano e guardavano la tv,lei fa le presentazioni, poi mi chiede ma ti devi fare la doccia? E io gli dico di sì. Finito di lavarmi passo per la sala e lei avevo il cazzo di questo in bocca, si ferma e mi dice perché non ti siedi sull’altro divano? Io mi metto seduto, e lei riprende la pratica del succhiare, dopo qualche minuto lui inizia a spogliarla aveva un perizoma nero coordinato con il reggiseno e le autoreggenti, lui gli sposta il perizoma e inizia a leccare la sua figa, dire che mi era diventato duro era poco, lei si alza e mi da un bacio e mi dice ti amo, poi si mette sopra di lui e si fa infilare il cazzo nella sua figa, vedevo il piacere mentre lo infilava , sarà stato perché lo aveva molto largo , lei inizia a muoversi sue e giù,ogni tanto si girava verso di me , il suo volto era pieno di lussuria, dopo qualche minuto si alza e si mette pecora e lui lo infila nel culo , credo che inizialmente gli abbia fatto male , ma successivamente si muoveva con passione, lo voleva tutto dentro, io ero sempre più eccitato, dopo un po’ lei si gira nuovamente verso di me mi da un’altro bacio e mi dice se vuoi farti una sega puoi fartela, poi lei si sdraia e lui gli si mette sopra e inizia nuovamente a scoparla nella figa, allora tirò fuori il mio cazzo e iniziò a toccarmi, e intanto lei godeva, ad un certo punto lei si alza prende un asciugamano e ci si sdraia sopra, la cosa in quel momento non l’avevo capita, lui inizia nuovamente a scoparla, sarà stato 10 minuti a sbatterla con violenza vedevo la goduria nel viso di mia moglie, dopo un po’ di gemiti è un urlo di lei, lui gli riempie la figa di sborra, lui si alza e si va a lavare in bagno, mentre lei è sempre distesa e appagata mi guarda si alza poco e inizia a colare la sborra dalla sua figa sulla sciupammo che aveva messo, così ho capito a cosa serviva, le mi fa segno di avvicinarmi e mi dice , se mi era piaciuto, e io gli dico di sì, poi mi dice ora capisci perché mi piace scopare con gli altri? E io gli dico di no, e le mi dice hai visto il suo cazzo come è, e quanto dura. Forse io non gli bastavo, e mi dice ti amo e grazie che mi fai scopare con altri uomini.

Moglie esibizionista | Racconto esibizionismo di Pellicanoverde

Questo racconto narra l’inizio della nostra storia, mia e di mia moglie, quindi non c’è niente dì inventato. Ho conosciuto mia moglie quasi per caso, mentre d’estate per cercare un po’ di refrigerio ero andato al fiume. Abito in una zona interna dell’Emilia, quindi non abbiamo il mare e dobbiamo accontentarci di ciò che ci offre la natura, oltre che le piscine che sono sempre affollate. Quel giorno andai al fiume da solo perché sono stato sempre un timidone, piazzandomi poco distante dalla riva, a fianco di un cespuglio che un po’ mi riparava dal sole. Appena entrato in acqua, questa era fredda e rimasi vicino la riva, quando vidi entrare in acqua una ragazza completamente nuda. La guardai meravigliato perché lei era molto spigliata e si lasciava ammirare. Infatti mi guardava sorridendo. Non so perché, le chiesi se anche lei non sentisse freddo, vista la temperatura dell’acqua. Ci mettemmo a chiacchierare e scoprii che anche lei, come me, non era originaria della città in cui vivevamo. Abitavamo abbastanza vicini, in due appartamentini ammobiliati assieme ad altre persone, ed eravamo entrambi dipendenti pubblici, ma di due diversi ministeri. Facemmo subito amicizia. Le chiesi come mai stesse tutta nuda e lei ammise candidamente che le piaceva stare nuda e farsi guardare dagli altri. Io rimasi un tantino spiazzato perché mentre parlavamo lei stava a cosce completamente aperte con la figa in mostra. Confesso che ero eccitatissimo e lei mi piaceva molto. Poco dopo vidi che lei prese il suo telo piazzandolo accanto al mio, come se fossimo una coppia. Rimase sempre nuda anche quando mangiammo il panino che ognuno aveva portato da casa. Poi lei sfacciatamente mi chiese se le piacessi. Naturalmente dissi di si e poi mi chiese se mi desse fastidio il fatto che lei stesse nuda davanti ad altre persone. Rimasi spiazzato perché in fondo non eravamo assieme, cioè lei non era la mia ragazza, quindi glielo dissi. E lei ancora con più sfacciataggine chiese nel caso lei fosse stata la mia ragazza, cosa avrei fatto io nel vederla nuda davanti agli altri. Sinceramente non sapevo che. Non ci capivo niente. Verso le cinque del pomeriggio io dissi che dovevo andar via. Ero in bicicletta e avevo un po’ di strada da percorrere. Manco a farlo apposta anche lei era in bici, quindi andammo assieme. Indossò un cortissimo pareo sul corpo nudo e ci avviammo per la pista ciclabile. Lei era eccitatissima perché ad ogni sgambettata scopriva non solo le cosce, ma anche il pelo della figa. Glielo feci notare e lei rispose che le piaceva un sacco. Pensai davvero che lei fosse una esibizionista sfegatata, anche se all’inizio avevo pensato fosse solo una naturalista. Ci scambiammo i numero di cellulare e ci salutammo. Giorgia, così si chiama lei, mi mise le braccia al collo baciandomi. Non l’avesse mai fatto. Quel bacio mi stregò completamente, forse appunto per la mia timidezza e anche perché io non ero stato mai con una ragazza, non ero mai stato fidanzato ed ero ancora vergine. Quella notte non riuscii a dormire, solo nelle mattinate e dopo essermi masturbato, riuscii a prendere sonno. Il giorno appresso era domenica e fu lei a chiamarmi. Mi chiese se volessi passare la giornata con lei. Io le dissi che avevo intenzione di fare le tagliatelle e lei si autoinvitò. Io vivevo assieme ad altre due ragazzi che però erano degli studenti universitari, due bravissimi ragazzi molto seri. Li informai della venuta di Giorgia e loro chiesero se fosse la mia ragazza. Non sapevo cosa dire accennando ad un timido si… forse… non lo so. Fatto sta che appena Giorgia entrò in casa mi stampò un bacio in bocca, poi si presentò da sola ai miei due coinquilini dicendo che era la mia ragazza. Naturalmente ero contento perché io non mi sarei mai permesso di chiederle se volesse essere la mia ragazza. Giorgia iniziò a fare la civettuola, la spregiudicata dicendo subito che lei era abituata a stare nuda in casa, quindi chiese ai miei due coinquilini se desse loro fastidio vederla nuda. Quei due mi guardarono ed io non sapevo che dire, poi loro stessi mi tirarono d’impiccio dicendo che eravamo tutti adulti e vaccinati e che non era la prima volta che vedevano una donna nuda. Giorgia si spogliò subito davanti a loro. Tolse solamente quel vestitino corto che indossava perché sotto non aveva nulla. Le sue grosse tette saltarono subito all’occhio e lei si pavoneggiava. I capezzoli erano durissimi, segno che era eccitata. Mentre io stendevo la pasta sul tavolo, lei parlava con i due ragazzi stando molto vicino a loro, quasi a farsi toccare. Io li guardavo e stranamente non ero geloso, anzi mi piaceva vederla nuda davanti quei miei due amici. Pranzammo ed io ricevetti i complimenti per come erano venute le tagliatelle. Iacopo aveva fatto il pollo al forno e Tonino si era dato da fare con il contorno. Insomma avevamo collaborato, mentre Giorgia si era fatta solo ammirare. Al termine del pranzo io dissi che avevo l’abitudine di stendermi un po’ a letto, così come i miei due coinquilini. Andammo quindi nelle nostre camere, che erano tutte e tre singole, mentre in sala da pranzo, oltre al tavolo, c’era anche un divano, quindi Giorgia si distese la sopra. Dopo un po’ sentii aprirsi la porta della mia camera, erano Iacopo e Tonino. Si sedettero sul mio lettino chiedendomi di Giorgia. Mi fecero un sacco di domande su di lei, come l’avessi conosciuta e soprattutto perché non fossi geloso. Non sapevo cosa rispondere e non volevo tradirmi né tradire Giorgia. Alla fine mi dissero di andare in sala a vedere come si era sistemava la “mia ragazza”. Andammo a vedere e lei sembrava appisolata e stava sul divano a cosce completamente spalancate, con un piede sopra la spalliera del divano, con la figa completamente in mostra. A vederla faceva eccitare chiunque, ma un fidanzato normale si sarebbe ingelosito, ma io non ero un fidanzato normale, anzi non ero nemmeno il suo fidanzato. Pensai che i miei due amici volessero consigliarmi di non mettermi con lei perché era solo una porca, visto anche i discorsi che aveva fatto a tavola, ed invece mi davano del fortunato nell’aver trovato una ragazza senza problemi di sesso. In effetti ero io il complessato. Andammo a fare la nostra pennichella e al risveglio Giorgia ci aveva preparato il caffè. Io non sapevo se davvero ella fosse una brava ragazza, ma col complesso dell’esibizionismo, o stava facendo di tutto per accasarsi, dal momento che nessuno dei suoi amici e colleghi di lavoro se la filava visto il tipino che era. Per farla breve ci mettemmo assieme e nell’arco di sei mesi ci sposammo. Andammo a vivere in un appartamentino ammobiliato, un po’ piccolo, tanto dovevamo starci in due, dove c’era una camera da letto, la cucina abitabile e i servizi igienici. Per noi due andava più che bene. Avevamo deciso di mettere dei soldi da parte in modo da poterci comprare una casa. Almeno da quel punto di vista Giorgia aveva le idee chiare. Lei appena rientrava dall’ufficio si spogliava rimanendo nuda. A me piaceva moltissimo perché la potevo palpare in ogni momento e quando la vedevo uscire in balcone tutta nuda, mi andava il sangue alla testa, mi faceva eccitare da matti perché mi diceva che c’era sempre qualcuno che la guardava. A me piaceva vederla felice e il solo fatto che lei era felice quando stava nuda, mi metteva di buon umore. Poi un giorno non so cosa mi accadde, fatto sta che chiesi a Giorgia se avesse piacere se invitassimo a cena i miei ex due coinquilini i quali si erano appena laureati. Lei ne fu entusiasta. Quella sera preparammo assieme la cena e lei mi chiese come doveva vestirsi. Io rimasi meravigliato, perché pensavo che lei fosse rimasta nuda come le altre volte, quindi le dissi di fare lei. Quando i miei amici suonarono alla porta, andai ad aprire mentre lei era ancora in camera a vestirsi. Subito dopo ci raggiunse in cucina e tutti e tre urlammo per la meraviglia. Giorgia indossava un paio di calze a rete autoreggenti con una guepiere in pizzo nera senza indossare le mutandine ed aveva lasciato il seno scoperto, poi aveva ai piedi un paio di scarpe
col tacco altissimo da farla sembrare una milf d’alto rango. Rimanemmo tutti e tre di stucco e lei chiese cosa ne pensassimo. Io, non so perché, dissi che sembrava una grandissima puttana. Ma non lo dissi in segno dispregiativo. Per tutta risposta Giorgia disse che quella sera era proprio una puttana, la nostra puttana. La cena era già pronta, si doveva apparecchiare e come lo faceva lei era davvero stupendo, chinandosi quel poco per sottolineare il culo rotondo. I miei due amici stravedevano e lei sottolineava la sua femminilità strusciando le tette in faccia ora a Iacopo, ora a Tonino. Cenammo tutti ingrifati anche perché Giorgia ogni boccone che portava alla bocca lo faceva come se infilasse un cazzo in bocca e quello che diceva durante la cena, ci faceva morire. Parlava dal fatto che lei in ufficio indossava minigonne vertiginose naturalmente senza biancheria intima sotto, per cui appena si piegava minimamente in avanti, ecco che le si scopriva il culo. Teneva apposta la scollatura il più aperta possibile mostrando le areole delle tette per far morire i suoi colleghi che immancabilmente correvano in bagno a segarsi. A me girava la testa per la troppa emozione e quando al termine della cena io presi a sparecchiare, Giorgia iniziò il suo show sculettando a destra e a manca. Non so cosa mi prese, ma le dissi che volevo fare l’amore lì subito, davanti ai miei amici. Non si tirò indietro naturalmente. E mentre la scopavo, lei aveva allungato le mani sulla patta dei miei due amici cavandone il cazzo fuori. E meno male che Iacopo e Tonino erano due persone serie, si lasciarono smanettare e quando io sborrai dentro la figa di mia moglie, lei disse prima a Iacopo e poi a Tonino di fotterla a turno, facendosi sborrare dentro anche da loro. Quella sera Giorgia si comportò come una vera puttana e quando i miei due amici andarono via, lei mi confessò che averle detto che sembrava una puttana d’alto rango l’aveva fatta eccitare tantissimo. Mi chiese di chiamarla puttana anche e specialmente quando avevamo ospiti.

tutta bagnatasesso con travestitimoglie del cuckoldla mia ragazza non mi eccitafare sesso con cuginasega tra ragazzianimal eroticaracconti sauna gayerotici racconti tradimentiracconti erotici suorami scopo mammasorella fa un pompino al fratelloracconti gay hardvoglia di figaracconti eroticiùbacio sul cazzononne in reggicalzeuomini robusti nudiracconti di clisterela fichettapunture sedere pauraraconti eroticepunture sedere paurawww racconti eroticipissing raccontidonna sega uomomassaggi tantra eroticipiscia in facciaracconti etotici gaycuckold.itporno gratis prima voltastorie zoofiliaracconti di scambioragazze che guardano pornoracconti hard gratisracconti erotici guzzonstorie porno gratispompino al vologay racconti 69week end eroticoracconti dominazione miluracconti di suoceraracconti erotici donna maturastorie erotiche gaymoglie pisciatatriangolo di pirogofftopless in sardegnamoglievogliosaorge discotecascopate mattutineho inculato mia cuginafesta bdsmmadre e figlia porchemistress micolgang bang con transstorie pornole cosce di mammaginetta animaleho il cazzo duroracconti eroticistorie pronoracconti-erotici.itcazzo nella ficasborrata inattesauomo bifallicoincesto con nonnavoglia di spermami piace il cazzostorie vere incestisei un cazzonepompini di mogliracconti etoticiracconti erotici online