Gara di seghe tra amiche | Racconto orge di versismo

ciao sono sempre io, con un altro racconto, sempre vero. prima di iniziare però volevo chiedere e far notare allo staf che legge i racconti prima di metterli che l altra sera ho sbagliato email, mettendo hotmail al posto di live, quindi se é possibile le notifiche dell altro racconto mandatele sulla mail con live ( cioè su quella messa su questo )

Una moglie troppo timida | Racconto sentimentali di FaustoT.

Salve a tutti sono Fausto ho 52 anni e sono della provincia di Bari.Sono sposato con Cinzia da 29 anni e abbiamo due figli di 12 e 14 anni.Sono un direttore di banca mentre mia moglie lavora come commercialista.Siamo una famiglia molto normale,la solita vita familiare con impegni e figli da far crescere.Mia moglie Cinzia ha 49 anni,è stata sempre una donna riservata,introversa e molto timida.Non ha mai avuto un abbigliamento sopra le righe,sempre con pantaloni o ogni tanto qualche gonna di quelle lunghe.La nostra sfera sessuale era come tutte le coppie,lei non ha mai voluto provare nulla che andasse dal normale rapporto tradizionale.Una domenica pomeriggio eravamo a casa soli,i miei figli erano dai nonni.Abbiamo pranzato e dopo io sono andato a letto a farmi giusto un oretta di sonno mentre lei doveva finire le faccende di casa.Dopo circa un ora mi sono svegliato,e mi sono alzato per andare al bagno,ho visto la testa di mia moglie sul divano e pensavo stesse dormendo ho fatto piano per non svegliarla.Stavo quasi per aprire la porta del bagno che ho visto mia moglie muoversi mentre aveva il cellulare in mano,Volevo avvicinarmi per darle un bacio che la vidi sdraiata sul divano con le gambe aperte e con un dito sfiorarsi linterno coscia.Allinizio pensavo stessi dormendo,ma senza farmi notare mi misi nascosto dietro un muro per spiarla,lei era di spalle a me e quindi difficilmente poteva vedermi,aveva il cellulare nelle mani e con l altra mano sfiorava le sue mutande.Aveva una gonna di quelle scozzesi che aveva tirato su.Cioe non riuscivo a pensare che mia moglie a 49 anni e con due figli potesse masturbarsi.In un attimo sposto il suo slip bianco e con un dito inizio a toccarsi il clitoride,muoveva il sedere e agitava le dita verso le sue parti intime.Io ero lì in silenzio per paura mi scoprisse,non riuscivo a vedere benissimo perché la spalla del divano copriva un po la vista,ma quando iniziai a sentire dei piccoli gemiti capii che non era immaginazione,la moglie così timida e riservata si stava masturbando.Vidi le sue dita entrare e fare dentro e fuori.Volevo andare sul divano ma sapevo che per lei sarebbe stato troppo imbarazzante,Sentivo dei piccoli gemiti,coperti,forse dalla paura di far rumore,ma la vidi muovere forte e sentii solo un gemito secco e si fermò.Entrai subito in camera e mi misi a letto.Dopo un quarto dora mi alzai e andai in salotto.Lei era sul divano a vedere la TV.La salutai normalmente e andai in cucina a farmi il caffè.Sono un po perplesso,è vero con i figli e la vita matrimoniale non hai una gran vita sessuale,spero che le sue voglie non siano dettati da altri pensieri o voglie.Non so come affrontarla,per parlarne.Lei è sempre stanca tra lavoro e bambini.Scusate lo sfogo ma non so se a qualcuno di voi sia capitato.Forse dovrei a provare ad alimentare il rapporto o a renderlo un po più attivo!

Insolito orgasmo | Racconto dominazione di penna lgn

Era la sua compagna che lo aveva mandato dalla signora dell’ultima porta sul pianerottolo, Eloisa l’infermiera, così la conoscevano tutti, una donna formosetta sui quarantacinque, viso sempre sorridente, un grosso seno bello ballonzolante sotto sempre generose scollature, per Edo una coinquilina come tante, tanti educati buon giorno e buona sera ma nulla di più, inoltre non era molto che era andato a convivere in casa di Lucia, per cui non aveva mai avuto prima il piacere di conoscerla.

Bello dannato | Racconto prime esperienze di ScorpioneRM

Quando vado a trovare mio cugino Stefano usciamo mi porta dai suoi amici io ho 18 anni loro 21 simpatici parlano sempre di calcio di donne o di esercizi per i muscoli Ma uno di loro quando lo guardo mi fa tremare divento rosso mi batte il cuore Lukas bello come il sole alto capelli lunghi ricci ho fatto tardi mio cugino chiede a Lucas se puoi darmi uno strappo a casa con la moto salgo e lo abbraccio e gli dico di non correre ho paura parte a razzo appiccicato al suo corpo ho paura lui ride mi dice sei una femminuccia mi prende le mani e appoggia sul pacco e mi dice aggrappati bene tieni le mani qui strofina corre fa zigo zago tra le auto io stringo Piano ti prego ho paura lui mi afferra la mano e la fa scivolare sul pantalone e mi fa sentire un gonfiore toglie la sua e io continuo a massaggiare il coso si ingrossa si allunga mi dice devo passare un attimo da casa mia facciamo due minuti va bene arriviamo scendo mi dice seguimi gli vado dietro saliamo mi fa entrare vieni devo cambiarmi il pantalone questi sono troppo stretti entriamo in camera sua si toglie le scarpe e io mi siedo al bordo del letto si toglie il pantalone e fa Hooooooo mo si che si respira si gira vedi quando in moto massaggiavi hai fatto svegliare il mio fratellino lo guardo mai visto grande lungo dai Piccolo toccalo cosi si calma mi prende la mano la porta sul bastone e io lo stringo intanto mi accarezza la schiena bravo cosi stringilo bene con la mano dietro la mia testa delicatamente mi spinge il viso verso il cazzone dagli un bacietto cosi mi fa male non posso uscire in queste condizioni aiutami bacio mi dice leccalo come un gelato e lo faccio prova a succhiarlo intanto lo masturba mi blocca la testa e mi schizza in bocca un liquido denso caldo tossico e mi dice ingoialo non sputare non sporcare per terra e si cambia e usciamo mi dice abbiamo giocato se fai il bravo mantieni il segreto la prossima volta ti faccio divertire ok faccio si e mi accompagna a casa ero eccitato corro in bagno e mi masturbo .mi squilla il cellulare rispondo e era lui ciao come stai ? hai da fare ? scendi sono sotto casa tua scendo e salgo sulla moto partiamo lui mi dice di toccarlo sotto e lo accarezzo arriviamo a casa sua mi porta in camera sua mi abbraccia inizia a leccarmi il collo e orecchie mi fa venire i brividi e tremare le sue mani sulle chiappe me le stringe le palpa sento sulla pancia il suo bastone duro mi ferma il viso e appoggia la sua bocca sulla mia e infila la lingua e mi lascio andare provo delle belle sensazioni mi spoglia e si spoglia ci stendiamo sul letto e mi spinge a leccargli il cazzo piano piano lo faccio scivolare in gola lui mi lecca il culetto spinge la saliva dentro e con le dita piano piano allarga mugolo tremo e ansimo il suo cazzone nella mia bocca diventa sempre più duro poi mi gira a pancia sotto e appoggia la cappella e sputa sopra la cappella e lo struscia nel solco e poi cerca il buco spinge entra lo aiuta con la mano e io mi irrigidisco e lui si ferma mi chiede se mi fa male gli dico un po e mi prende il viso di lato mi bacia e spinge il coso tutto dentro si muove piano mi dice che ho un bellissimo culetto vergine che lo sto facendo godere tanto poi anche io sento piacere e mi muovo sotto di lui poi mi fa salire a cavalcioni e salgo e scendo e ci baciamo da sotto lo spinge Ti piace ? lo senti io siiiiiii lo bacio lo voglio mi lascio andare mi prende e alla fine io scoppio di piacere urlo e schizzo sulla sua pancia e lui dentro di me . Non vedo aspetto quando mi chiama corro tremo dalla voglia sono innamorato mi porta a casa sua ma è strano triste lo abbraccio gli chiedo che succede mi dice deve pagare una multa presa con la moto non ha i soldi ma ci sarebbe un modo per rimediare i soldi ma non vuole costringermi mi ama lo bacio e gli dico se posso aiutarti faccio tutto quello che mi chiedi tranquillo cosa vuoi che faccio ? mi abbraccia e mi dice un signore che conosce lo aiuterebbe a pagare la multa ma vuole che io faccio sesso con lui ma Nicolas sarebbe nella stanza accanto lo bacio e gli dico chiamalo sono pronto il fatto che sei vicino mi eccita mi fa sentire puttana aspettiamo una mezzora io sono nudo in camera da letto sento delle voci poi si apre la porta entra un signore sui 50 anni grassottello si è spogliato nudo e sdraiato affianco a me mi tirato verso di lui e mi ha baciato in bocca e mi accarezzava con grosse mani il corpo stringeva le chiappe poi mi ha spinto a succhiare il cazzo peloso e corto ma largo facevo fatica a ingoiarlo le sue dita nel culo rovistavano poi gli sono salito e bagnandomi il culo con la saliva me lo sono infilato e sceso piano fino a prenderlo tutto e lo muoveva bene lo faceva scivolare poi a pecorina infine alla missionaria alzava le gambe portandole sulla sua schiena e lo spingeva tutto che sono venuto e lui ha voluto schizzarmi in bocca . E dopo quello ci sono stati altri amici suoi ma poi entrava eccitato e mi spaccava il culo e godevamo alla grande

La Fregna piace ai maschi ma il cazzo piace a tutti | Racconto trio di ScorpioneRM

Ho 20 anni bello dotato e desiderato dalle belle donne ero a cena con amici in un ristorante il cameriere ci porta una bottiglia di Campagne in omaggio si avvicina a me e mi porge un biglietto Complimenti lei una bella persona brindi alla nostra salute con i suoi amici ma vorremo averla come ospite dopo la serata un numero di cellulare mi guardo in giro e vedo la coppia che mi guardava lei bionda e lui moro mi sorridevano hanno alzato il bicchiere a mo di brindisi ho fatto lo stesso verso di loro per confermare invito porco trasgressivo nel sesso tutto è lecito basta godere lascio i miei amici e chiamo la coppia ho indirizzo e vado villino parcheggio e lui mi viene incontro entriamo lo guardo da vicino è bell uomo si mantiene bene asciutto curato mi offre da bere mi dice che la signora si sta cambiando beviamo mi chiede se ho avuto esperienze in merito e cosa mi eccita gli dico che nel sesso per me tutto è lecito no a forme di violenza arriva lei in una vestaglia trasparente nera sotto è nuda ci presentiamo le bacio la mano e ci sediamo sul divano lei al centro e parliamo Lui ci lascia dice che va a farsi una doccia e poi ci raggiunge soli beviamo le verso del vino fresco e lei mi tira su di le e ci baciamo passionale le mie mani sotto la vestaglia il seno sodo la spoglio ci baciamo con passione lei spoglia me e ci rotoliamo sul tappeto nudi il mio cazzone duro lei lo afferra e urla poi lo succhia e 69 ci lecchiamo succhiamo la faccio godere urla con le mie dita in fica che la sfondano ha orgasmo la giro la metto a pecorina sul pavimento appoggiata al divano e la infilo il cazzone la sbatto le afferro il viso e la bacio mugola geme poi mi mette sotto e sale sopra struscia con il cazzone dentro ballando e facendo la vestale ha il suo secondo orgasmo mi bagna il cazzo e i peli poi si sfila lasciandomi a cazzo dritto entra il marito si abbassa e lo succhia lo ingoia tutto lo lecca mi f a avere dei brividi e poi allungo la mano e infilo le dita nel culo è bagnato e ha messo la crema gli afferro i capelli e gli chiedo avvicinandomi alla sua faccia POrco ti piace il cazzone duro vero ? MI guarda e mi dice fammi tutto ti prego mi piaci lo voglio fammi male lo sculaccio e gli stringo i coglioni trema urla e piange ma il suo cazzo è dritto Cagna pregami fammi sentire quanto ti piace ? inginocchio ai mei piedi leccandomi le dita dei piedi mi prega Puttanella non è che poi mi scarichi e non mi chiami più perchè ti devo sfondare il culo ? NOOOOOO ci piaci troppo verrai a tutti i nostri festini e potrai portari dei porci schifosi che faranno godere Elena e me lo farai vero ? lo alzo lo sbatto alla parete e lo infilzo a freddo urla si agita il mio cazzone dentro lei scivola sotto e lecca il cazzo del marito e accarezza il cazzone che entra nel culo e poi lo fa uscire e lo lecca e poi lo rimette dentro strizzo l capezzoli gli apro la bocca e gli sputo dentro lo faccio ingoiare poi si sega e sotto i miei colpi ha orgasmo e anche io riempio il buco ci rinfreschiamo e beviamo e lei me lo succhia e quando è duro mi invita a entrare nel culo e cosi faccio bello stretto e dopo averla ravanata per un bel po veniamo alle 5 della mattina lascio la villa dopo 5 giorni mi arriva un loro chiamata ci salutiamo e mi invitano ad una festa per il sabato sera da loro mi presentano amici speciali eccomi vestito e profumato entro musica e tante belle persone e si beve mi presentano persone influenzi della città avvocati politici alle scoccare della mezzanotte si svuota la villa restano 3 coppie invito a farsi un bagno in piscina e poi entriamo in lato della villa ci asciughiamo poi in salone musica sotto fondo e dai video lungo le pareti film porno con scene di gang bang eccitanti mettono gli uomini tutti da una parte e le donne di fronte poi scrivono dei nomi e li inseriscono in sacchetto le donne pescano e si appartano con la persona scelta in sala con un vetro specchio altri possono vedere quando fanno sesso e cosi una delle signore pesca urla il mio nome Emanuele mi alzo nudo le vado incontro e lei mi prende per mano mi porta nella stanza del piacere ci abbracciamo la bacio è morbida e calda sensuale e porca la sento vibra trema e ha brividi la fica è tutta bagnata la sbatto sul divano tondo in mezzo alla sala e le apro e gambe la succhio la mordo la sditalino mi giro e le affondo il cazzone in bocca lo spingo in gola fa fatica poi ci riesce infilo la mano nella fica e la masturbo forte schiaffeggio i seni le strizzo i cappezoli ha il suo orgasmo poi mi afferra e mi bacia e mi dice grazie aveva goduto tanto e lo fatta salire e girato verso il vetro cosi potevano vedere il cazzone scivolare dentro e fuori e a pecorina e a gambe aperte dove ha avuto il secondo orgasmo graffiandomi le spalle e gli ho messo il cazzone in bocca e lo ha succhiato tutto ho avuto altre due prestazione una in privato dove il marito mentre pomiciavo la moglie mi succhiava il cazzo tutto e poi dopo aver fatto godere lei ho infilato lui abbiamo goduto grandi compliemnti da parte del padrone di casa mi ha dato una busta per dei regali da parte degli ospiti per le mie prestazioni adesso aspetto il prossimo invito

Prima parte – La scoperta dei piedi di mia suocera | Racconto feticismo di Frank Zaz

Qualche settimana fa, al ritorno dal lavoro, decisi di passare da casa di mia suocera poiché credevo di trovare mia moglie ad aspettarmi. Entrai in cucina e . . . sorpresa, c’era solo mia suocera seduta su una sedia con le gambe allungate su di un’altra sedia. Così rilassata stava guardando la TV. “Buonasera . . .” le dissi, e lei mi salutò. Mi spiegò che mia moglie era dovuta arrivare con sua sorella in paese a fare shopping e che sarebbero tornate di lì ad una mezz’oretta. Aggiunse ovviamente che nel frattempo mi potevo accomodare. Mi misi anch’io a guardare con lei la TV, e ad un certo punto, dopo pochi minuti, lei mi disse che si scusava con me per la posizione poco elegante (le gambe distese sulla sedia), ma che era molto stanca ed indolenzita perché quel giorno era stata sempre in piedi. Colsi immediatamente la palla al balzo e le proposi: “. . . Se vuole, mentre aspettiamo le faccio un massaggio ai piedi, magari si rilassa ancora meglio . . .”. Lei ovviamente si schermì subito e mi disse: “. . . Nooo . . . dai, meglio di no . . . i piedi no, via . . .”. Ma non mi sembrava molto convinta . . . per cui la incalzai: “Perché no? Credo che le farebbe bene . . . mica si vergognerà di me? E poi si fidi, mi riescono molto bene i massaggi ai piedi”. Lei mi guardò un po’ imbarazzata ed aggiunse: “. . . Sei sicuro?”. Era fatta, bastava solo che insistessi un attimo e . . . mi si sarebbe concessa: “Certo ! ! Tanto che siamo qui . . . . su, mi lasci fare . . .” Avevo capito che sotto sotto avrebbe gradito il massaggino, per cui rispose: “. . . E va bene . . . fai pure”. Non aspettavo altro. Mi avvicinai a lei e mi sedetti a terra davanti ai suoi piedi. Non si era tolta le ciabattine: un paio con suola nera, leggero tacco, tomaia rossa, aperte davanti.

Al cinema porno | Racconto orge di Vecchiobambino

Quel giorno Cristina e suo marito Tiziano si stavano annoiando un po. Avevano voglia di sesso, ma non del solito sesso in casa, nel letto o sul divano, cercavano qualcosa di più, un po di trasgressione e quando venivano loro quelle voglie, erano pronti a soddisfarle in qualsiasi modo. Daltronde Cristina era abituata ad andare con altri uomini sotto gli occhi del marito e a lui faceva piacere assistere e partecipare alle esibizioni erotiche della moglie.

Ho scopato mia sorella | Racconto incesti di valerio

Al compimento del diciottesimo anno il regalo che chiesi a mia madre fu la richiesta di poter frequentare lautoscuola per poter conseguire la patente di guida per autoveicoli, dopo liscrizione e al conseguimento del foglio rosa, cominciai a fare le lezioni di guida con mia sorella Sara, per nostra sicurezza mia sorella scelse un posto con poco traffico alla periferia della città e dopo un ora di partenze, parcheggi, inversioni salite e discese, ci fermammo in un chiosco dove vendevano panini e bibite per fare uno spuntino.

Lo zio ufficiale che scopa la sua nipotina | Racconto incesti di Anonimapensatrice

Avevo appena compiuto 18 anni quando mi successe ciò che mai avrei pensato potesse accadere. Come tutte le neo maggiorenni, la sera del mio compleanno diedi una fantastica festa a cui parteciparono tutti i miei amici, la mia famiglia e il fratello di mio padre, mio zio, che era venuto da fuori proprio per il mio compleanno… Quella sera ero molto sensuale nel mio elegante vestito nero in pizzo che lasciava scoperta la schiena e il fondo schiena. I miei lunghi capelli color miele erano raccolti in una sensuale treccia che scendeva lungo la schiena, per lavvenimento misi anche le ciglia finta che mettevano in risalto i miei occhi blu. Ebbene si sono una ragazza abbastanza carina, 1.70 e formosa al punto giusto, ammetto che forse mi sono comportata da civettuola per tutta la sera e che magari ho scherzato fin troppo con mio zio, ma mai avrei immaginato quello che è successo dopo.

18 anni tutti al mare vogliono vedermi in topless, tutti vogliono scoparmi – parte 1 | Racconto etero di Vanessa22

4anni fa, questa cosa per me fu molto inbarazzante, ma se ci ripenso adesso mi vien da sorridere perche mi rendo conto di aver procurato davvero una grande eccitazione a tutti quelli che erano li quel giorno e soprattutto ad un mio amico.   Mi chiamo Vanessa ho 22anni allepoca avevo da poco compiuto 18anni. Tutta lestate la passai al mare, spesso con il mio ragazzo di allora Carlo e altre volte con le mie amiche ed i miei amici.  Andavamo al mare in una spiaggetta libera dove di solito non era molto affollato, e non cera molta gente in modo da poter star tranquilli.  Erano i primi di luglio ricordo, quando un giorno a sorpresa arrivo un nostro amico di nome Diego e sistemo le sue cose vicino a noi. Avete presente il concetto di tipo da spiaggia?! muscoloso abbronzato ecc..  ecco bene,  Diego era esattamente lopposto!  Da tutti era soprannominato Ippo che stava per diminutivo di Ippopotamo. Io scoppiai letterelmente a ridere quando arrivo  perche sembrava che si portasse in giro la panza con il carello, tanto era pronunciata. E gli risi proprio in faccia quando vidi il contenuto del suo zaino pieno di provviste. Ippo inizio a ingurgitare un panino enorme con porchetta. E quello era solo il primo, nello zaino quasi ne aveva una scorta anche per tutto linverno, pensai dovesse andare in letargo. Che hai da ridere? mi disse.. E io risposi.. Rido xke penso che se mangi ancora faresti bene a legarti a un palo con una corda per non prendere il volo come un pallone aereostatico!..Lui mi rispose ah ah ah bella battuta spiritosa sei…  ma anche tu con quelle tettone che ti ritrovi faresti meglio ad ancorarti bene a terra!!  Carlo il mio ragazzo intervenne subito dicendo  …ehy! giu gli occhi eeeh!!  .. guarda che sono geloso!! Ma ippo in effetti non era lunico  al mare che mi fissava le tette come un allupato!  Quando il mio ragazzo non c era e restavo in spiaggia con i miei amici, la domanda era sempre quella, non ne potevo piu….tutti i giorni la stessa storia!… Tutti i giorni in modo  insistente mi sentivo ripetere dai miei amici, la stessa cantilena..( Dai Vane!… ti togli il reggiseno? Ci fai vedere le pocce?.. Dai Vane tanto Carlo oggi non ce… Dai vane!.. dai, dai, ti metti Topless?….daiiiii..daiii!! …Sei bellissima Vane, te le vogliamo vedere!  Dai slaccia dai dai….NOooohh Noooohhhhh Nooooohhh…ogni volta rispondevo io con fare stizzita,ma anche divertita. Ma loro continuavano fino allo sfinimento..Per vedermi con le tette al vento non so che  avrebbero fatto quei bavosi…  Poi la domanda ricorrente era sempre quella… Che taglia porti Vane? Su diccelo… Presa dallo sfinimento risposi…La 5 la 5 porto la 5, contenti ora??! Ma non cedetti mai, non slacciai mai il pezzo sopra, lasciandoli sempre con le pive nel sacco..  Ippo pero il mortadellone riusci ad escogitare un modo per farmi mettere in topless per la prima volta nella mia vita, e riusci a fare anche di piu.  Mentre si sfaronava il suo 3 panino, questo piu leggero sta volta, ..xke contenente solamente salame maionese patate arrosto e peperoncino, Propose quindi una sfida e disse.. Mi prendete tanto per il culo ma io son sicuro di poter battere il tuo ragazzo in una gara di nuoto. Adesso no perche ho mangiato da poco ci schiatterei in acqua, ma domattina se mangio dopo aver fatto il bagno son sicuro di poter battere anche il tuo ragazzo..  Carlo scoppio in una fragorosa risata a 197 denti.. disse a Ippo…Ma non scherzare Ippopotamo! ….Come puoi pensare di battermi, io sono stato campione di pallanuoto per 2anni consecutivi, quel mezzo barile di birra che ti sei scolato prima deve averti fatto saltare qualche rotella nellIppotalamo!! Ippo rispose  Xke invece di parlare non scommetti!  E che vorresti scommettere?…Ippo rispose…Se vinci tu.. vi pago il pranzo a entrambi per tutto il mese di luglio, ma se invece vinco io la tua ragazza  si mette in topless per tutta lestate sino alla fine di agosto.. poi con una risatina da porco disse.. Scometto che se Vanessa slaccia il pezzo sopra qui gli uomini inizieranno un via vai come le api sullalveare…tutti vorranno venire a prendere il miele.. Poi continuo a ridere degrugnando con versi da porco!  facendo Grrr Grrruuhh..  …Oohh.. ahh ahhh..ma che bella scomessima rispose Carlo! Xke non ci aggiungi anche che vuoi dargli una bella toccatina tutti i giorni dato che ci sei..?! Ippo rispose.. Ahh gia bravo non ci avevo pensato aggiungiamo anche questo!…. A quel punto intervenni io dicendo..Ragazzi siete entrambi dei maiali..!! Non sono mica la vostra troietta portatile telecomandata e poi non mi ci metto in topless lo sapete!  Tranquilla Vanessa rispose il mio ragazzo, accettiamo la scommessa di questo Ippopotamo cosi abbiamo il ristorante gratis tutto il mese.. E piu brobabile che un asteroide colpisca di nuovo la terra…piuttosto che io perda! Si rivolse poi a Diego gli strinse la mano e accetto.  Voi siete tutti matti dissi io!…..La mattina seguente ci ritrovammo per la gara..Ippo contro il mio ragazzo..la gente osservava divertita erano ridicoli entrambi..uno sembrava fantozzi con i mutandoni bianchi,  laltro si atteggiava a swharznegger.. Diedi io il via.. Partiti Il mio ragazzo subito stacco Ippo che affanosamente annaspavs in acqua…. Il mio ragazzo arriva al giro di boa Ippo e ancora a meta.. i due si incrociano uno in una direzione uno in un altra…il mio ragazzo alza la testa e mi saluta  sorridente, altri 20 metri ed il mio ragazzo e quasi arrivato al traguardo. Ippo invece e al giro di boa..ormai e fatta, mancano pochi metri il mio ragazzo ha vinto, rialza la testa e mi da un  ebete saluto… Mentre mi saluta un deficente con il pedalo gli va addosso prendendolo in pieno in una gamba!  Carlo si gira verso il conducente e gli dice ….hey imbecille! che cazzo fai? Dove hai gli occhi?  Non lo dissi mai al mio ragazzo ma il conducente un uomo sui 40anni si era distratto per guardare me che mi aggiustavo il costume e una tetta mi era uscita leggermente di fuori.. I 2 iniziarono un animata discussione incolpandosi a vicenda. Dietro intanto come uno orca assassina incombeva Ippo che stava minacciosamente arrivando!  Il mio ragazzo riprese a nuotare mancava pochissimo, quasi lo avevo davanti, Ippo era alle sue spalle ormai quasi in parallelo, ora sono alla pari!!! Ultimi 5 metri Carlo da un ultimo sforzo sovraumano, ….e gelossissimo di me non puo permettersi di perdere altrimenti io la sua ragazza, dovro starmene con le tette nude in spiaggia fino al 31agosto….un altro sforzo ormai ce la fatta,,  sta per tagliare il teaguardo, quando improvvisamente viene preso da crampi e si blocca di colpo!! Diego lo sorpassa!! Maledizione oh nooo!  Noooohh…. Diego ha vinto! …Il mio ragazzo per la vergogna immerge la testa sottacqua e sparisce allontanandosi.  … A questo punto eccolo! Vedo uscire Diego come un vero Ippopotamo dall acqua….tutto festante, la gente applaude, viene verso di me e dice.. Ah! ah! ah! su avanti slaccia!! Che ti avevo detto saro pure un Ippopotamo ma ho vinto!! Adesso devi slacciare! …E dovrai farlo per tutta lestate..!! Intanto Carlo torno da me e io diventai una furia con lui, dandogli dell imbecille..dicendogli..Guarda cosa mi tocca fare adesso per colpa tua…Questa me la paghi cretino! Adesso per ripicca non te la daro x tutta lestate!  Carlo abbasso lo sguardo umuliato.. Intanto Ippo insisteva..frenetico…Su su…. che aspetti ancora slaccia, slaccia!.. Che imbarazzo intorno a me si era riempito di gente, e poi io per il fatto che ho le tette grosse non mi ero mai messa in topless, mi stavo vergognando da morire, avrei voluto scavare una buca e nascondermi..Ma ormai era tardi avrei dovuto non stare al gioco dall inizio.. E cosi ci siamo….  Presi un lungo sospiro, portai piano le mani dietro…    titubai qualche instante sul gancetto, mentre nella mia testa mi ripetevo ma che fai Vane??…e poi il click che tutti aspettavano…Finalmente lo slacciai! ….Portai le mani avanti e poi via lo scaraventai per terra….ero in Topless! ….Ero con le tette nude al vento… Intorno a me gli oooohhh oohhh di stupor
e si sprecavano.. Vidi ragazzi scapparsene di corsa in bagno, non so per andare a fare che…, ma ne ho una vaga idea.. Ippo mi imbarazzava ancora di piu , me le stava letteralmente mangiando con gli occhi! Si avvicino e disse.. Come da scommessa adesso me le farai toccare!  Mi si mise davanti, allungo le mani e inizio  a palparmi, massaggiando delicatamente, poi prese i miei capezzoli e inizio a premerli e girarli con il pollice e lindice come a volersi sintonizzare in una stazione radio..Per ultimo si mise dietro di me,…..e me le afferro energicamente, appoggiandosi sul mio culetto, facendomi sentire la sua eccitazione.. Per quello che percepivo doveva avere proprio un bella trivella, in mezzo alle gambe.. Fatti i suoi comodi ce ne tornammo sotto lombrellone dove Carlo era ad aspettarci..   Ippo inizio a deriderlo…e Carlo su di giri disse…Hey, Stronzo! hai vinto solo per culo..non vantarti tanto! Mentre io ogni tanto cercavo di portarmi le mani al seno per coprirmi le tette..ma Ippo se ne accorse e disse.. ….No No No…non pensarci neanche a coprirle, tutti devono vedertele!.. togli ste mani avanti..e cosi abbassai le mani e mi sdraiai con le tette al vento a prendere il sole! ..Il mio ragazzo non si dava pace stava morendo di gelosia al pensiero che avrei dovuto passare tutta lestate cosi e poi lui tra una settimana sarebbe dovuto tornare al lavoro e io i giorni seguenti sarei dovuta restare in topless in sua assenza. Propose cosi a Diego una rivincita per annullare questa attuale…Ippo rispose ok mi va bene ti concedo la rivincita. ….Domattina facciamo un altra gara e  se mi batti annulliamo tutto e Vanessa puo riallacciare il pezzo sopra..Ma da parte mia pero sappi che alzero la posta in gioco…e la alzero di molto….Io  sobbalzai dal lettino di scatto a quelle parole.. avevo un brutto presentimento, su quello che avava in mente di proporre Ippo  ..e dissi no no ragazzi basta scommesse, me ne restero cosi per tutta lestate.    Carlo ti prego non peggiorare le cose…Tranquilla Vane mi disse sentiamo cosa a da proporci.. le parole che pronuncio  in seguito fecero raggelare me e il mio ragazzo  Diego disse….Se vinco io, mi farai scopare la tua ragazza…. e tu starai davanti a noi a guardarci!  ….Entrambi impallidimmo all idea,.. ma Carlo diede del pallone gonfiato a Diego, si ristrinsero la mano e accetto la rivincita…  …..To be continued.. A presto per la 2 e ultima parte.

Io, mia moglie e sua sorella. | Racconto etero di Checco752.

Mia moglie, trentenne come me, ha una sorella bella ma mai da farmi pensare che era da scopare e non avevo fatto mai caso al suo aspetto fisico…bel culo? Belle cosce? boh, sì aveva un bel viso ma ero troppo innamorato di mia moglie e non facevo caso alle altre donne quando le incontravo sulla strada ad ancheggiare e smuovere le proprie forme…io guardavo solo mia moglie di una bellezza comune ma di certo era genuina e non aveva mai adottato un trucco sul viso e neanche il rossetto sulle labbra: era solo acqua e sapone, carina in viso, due bei seni e cosce da smuovere anche le pietre; stavo proprio bene con lei. Ogni tanto sua sorella nella nostra città e andava chiaramente dai suoi genitori ma qualche fine settimana veniva a cena da me e sua sorella. Parlava del suo lavoro, si rideva scherzava e tornava poi a dormire dai suoi. Un sabato sera venne da noi a cena e lì, vuoi il cibo piccante ed il vinello che scaldò animi e corpi, la serata finì che avvisai i miei suoceri che Paola, la mia cognata appunto, rimaneva a dormire da noi senza chiarire il motivo e dopo mia moglie vedendola ben allegra dal vino, laiutò ad alzarsi dal divano e, non avendo noi ancora una stanza per ospiti, la condusse in camera nostra e la spogliò infilandola nel lettone dove poco dopo ci infilammo sotto le coperte e… vuoi il bel culo di mia moglie, vuoi gli effetti del vino, le chiesi se voleva fare lamore e subito si mise sotto di me allargando le cosce dicendomi che dovevo accontentarmi di una scopata e via per non svegliare sua sorella anche se ben ciucca, così la baciai in bocca e intanto la penetravo in figa scopandola con delicatezza anche per non fare ballare troppo illetto e non svegliare la cognatina. Dopo la bella scopata decidemmo di dormirci sopra e mi girai come mio solito su un fianco ed andai involontariamente ad aderire con mio ventre sul culo di Paola ed il cazzo riprese forma drizzandosi ben bene. Rimasi fermo così ma poco dopo sento una mano intrufolarsi nei pantaloni del pigiama e, fatti due conti, essendo mia moglie girata di spalle con me, la manina non poteva che essere della cognatina che anche se nel sonno girovagava palpandomi il cazzo. La sentii nel buio girarsi e si mise sotto le coperte scendendo a d abbassarmi i pantaloni e si prese in bocca il cazzo ben turgido e pronto per godere. Mi fece un magistrale bocchino e dopo che le sborrai in bocca, sentii che ingoiava tutto e poi si era girata di fianco a dormire. Al mattino dopo un bel sole riscaldò la stanza, mia moglie si svegliò ed io ero già sveglio così lei mi baciò in bocca poi ci girammo tutte due verso Paola e la trovammo nud tutta scoperta ed io potei constatare che era una bella figa mai considerata tale. Mia moglie mi guardò ammiccando ed io allora diedi una palpata al culo di Paola veramente ben fatto e dissi a Maria mia moglie che la loro mamma sapeva fare dei bei culi così palai ancora di più la cognatina che poi con le palpate si svegliò trovandosi nuda tutta scoperta e corse a coprirsi poi si girò verso di noi e intanto mia moglie si alzò ed andò in bagno così dissi a Paola che avevo gradito molto il suo bocchino e lei trasalì capendo che non era sato un sogno ma una realtà, così quando Maria ritornò a letto, le dissi appunto che Paola mi aveva sbocchinato ma non se ne era resa conto, convinta di avere sognato ciò. Maria ci rise sopra e improvvisamente si rivolse alla sorella dicendole di unirsi a fare godere a me e Paola quasi non ci credeva ed io pensavo stesse scherzando ma lei fu decisa e si mise a masturbarmi poi disse a Paola di mettersi sdraiata a cosce allargate per prendersi la mia sberla di cazzo in figa e la sorella non se lo fece rpetere. Io prima pensai che era uno scherzo ma le cose avvennero sul serio e così mi scopai anche la cognata e poi dissi a mia moglie che dovevo farle il servizio completo così la girai la cognatina e le leccai lano per farlo rendere scivoloso e poco dopo la inculai facendola strillare un poco per le mie esagerate misure. Dopo che le sborrai dentro la rigirai e la scopai bene e dopo mi dedicai a mia moglie che non vedevo affatto ingelosita ma vogliosa di godere anche lei così poco dopo ci trovammo a leccarci formando un triangolo e scopai nuovamente tutte e due sia davanti che in culo. Mi fermai a riprendere le forze e mia moglie corse in cucina a preparare una colazione per tre e dopo averla consumata riprendemmo a scopare tutta la mattinata. dato che era Domenica Paola se ne andò a pranzo dai genitori ma nella seguente settimana io e Maria andammo ad acquistare un letto singolo che accostammo al matrimoniale unendo poi le lenzuola così avevamo un tre posti e tutti i sabatoce la godevamo in tre. Dopo alcune settimane mia moglie mi disse di essere incinta ed io gongolai con i suoceri felicissimi anche loro e quando al sabato venne Paola le dicemmo dellevento prossimo e lì anche lei ci disse la stessa cosa lasciandoci chiaramente sbigottiti: nessuno di noi aveva pensato a evitare contrattempi.

Lamica di mamma | Racconto trans di Pkpkpoo

Buongiorno a tutti sono Paolo, ho 24 anni e due anni fa i miei si sono separati, da allora vivo con mia madre e in questi ultimi due anni ne son passati di uomini da casa, tutte esperienze più o meno mordi e fuggi anche se da un paio di settimane c’è una donna, si […]

La mia prima volta | Racconto zoofilia di teacherk9

Questo non è un racconto ma è una storia vera la persona in questione ha voluto che io raccontassi per lei la sua prima esperienza perchè grazie a questo sito ci siamo conosciuti e lei mi ha chiesto di iniziarla e solo ieri mi ha chiesto di scrivere tutto ciò che è accaduto perchè lei vuole ricordarlo e ha voluto che io lo scrivessi con il suo aiuto per alcune specifiche per avere un ricordo migliore di quello che è successo la scorsa settimana.Nomi e luoghi sono di fantasia per proteggere la privacy.

video erotnudisti eroticirqcconti pornopadrona tortura schiavoracconti rroticisegami il cazzomoglie scopata in dueeriticiraccontiracconti erotici giochierotici.raccontifamili nudistmenagea3master sadomasoracconti matrignaracconto erotico incestiracconti erotici dizoccole al marela donna piu porca del mondoporno palpate al cinemagay palestratimamma insegna alla figlia a masturbarsiscopata nel ristorantescopo con mio figlionutilla.comfiga matura scopataprimo ingoiosculacciate gayracconti porno spintiporno gay stuprinonna lo vuole nel culoanale mogliemamma fa sborrare figliomadre scopataessere porca a lettoscopata in 4voyeur al mareracconti erotici reali gayfecimo facemmogay penetrazionetroietta pompinarasverginamisesso con contorsionistagli piace nel culocornuto moglie troiaracconti di milucondividere la moglieracconti femminilizzazione forzataracconti morbosiraconti xxxracconti erotici ragazzi gaycuck raccontiracconti poroporno sega sorellaninphomanejoe cabotgrottangoorgia famigliacoppia cuckoldracconti erotici zoofilimammaincaloreracconti maluracconti safficistorie sesso incestoincesto in cucinaracconto erospiedi e sborrasega masturbazionefistareracconti bullmadre analeraccconti incestorscconti eroticiculo femminileerotici racontiracconti pornomammina porcasesso transessualierotismo di classescopata nel cinemaracconti erotici 69 itracconti erotici disesso nonna e nipotestorie vere piccantiprete porcotrombata tra amicirracconti eroticiprime esperienze racconti eroticirracconti eroticisottomissione racconticuckold spiaggiacoppia transmamma mi masturbanude al lagoeros gratisracconti incesi