Come ho scopato mia nipote | Racconto incesti di Giucafi

Debbo premettere che sono costituzionalmente dal punto di vita sessuale un pan sessuale Peche ogni esperienza erotica che ho potuto concretizzare era frutto dellassolutan assenza di vincoli morali.Questa storia rappresenta in maniera molto precisa come è perché ho avuto senza limiti o riserve esperienze incestuose.La prima esperienza ha avuto come oggetto del desiderio e poi della pratica incestuosa una mia sorella che era di 10 anni più grande.Destate eravamo soliti vive amo in un paese di mare ,dormire la notte nel lettone matrimoniale,dove io trovavo posto,tra mia madre e questa sorella.Io avevo 17 zanna e la notte mi ritiravo tardi e quando mi coricavo facevo tutto in silenzio per non svegliarle,madre e sorella,ma anche perché le che donne per il,caldo dormivano con una sottana a che sempre era spostata e dava alla mia visione o il culo grosso sodo ci mia sorella o le vis e eli fitto orlo sopra la fica di mia madre.Io piano piano,mi coricavo e con mosse furtive avvicinavo la mia mano alle cosce di mia sorella facendole scorrere lentamente fino alla fica e li M fermavo ,continuando a muovere piano piano le dita nel clitoride.Io allora vedevo mia sorella che si spostava lentamente ma non si allontanava perché evidentemente le piaceva il contatto delle mie dita nella fica.Io con laltra mano dolcemente accarezzavo il mio cazzo Gino ad avere un orgasmo silenzioso.

Hot Siblings Story CAP 3 | Racconto incesti di Ti Tento Io

Durante le vacanze lasciammo più spazio a nostro fratello permettendoli di segarsi liberamente. Anche noi ragazze eravamo contente di avere più spazio. Ci potevamo masturbare liberamente assieme. Fu durante uno di questi momenti che Matteo piombò nella stanza e ci vide. All’inizio fu scioccato ma poi si riprese e si unì a noi. La cosa era certamente più intrigante. Così iniziammo a masturbarci regolarmente assieme. Abitando assieme ed essendo così uniti era difficile quando eravamo in casa non eccitarsi, così decidemmo che quando saremmo stati soli in casa saremmo stati completamente nudi. La cosa aumento notevolmente il piacere. Non era strano infatti vedere Matteo con il cazzo duro che ci osservava, noi ovviamente non rimanevamo impassibili e ci bagnavamo. Una sera eravamo in camera e Matteo aveva voglia, così ci mettemmo in cerchio e ci masturbammo a vicenda. Io avevo una mano attorno a cazzo di Matteo e una nella figa di mia sorella Anna. Godemmo parecchio e questa esperienza ci segnò particolarmente: era la prima volta dopo parecchio tempo che ci masturbavamo assieme. Lo so cosa vi aspettate ora, ma no, la serata non è finita con un’orgia, mi dispiace. La verità è che oltre al mio squirt agli orgasmi di Anna e ad una potente sborrata, prontamente ingoiata, di Matteo non accadde null’altro. Ci divertimmo molto e decidemmo di rifarlo più di frequente. La cosa ovviamente prese il sopravvento e ci ritrovammo in quella situazione ogni sera, non che ci dispiacesse ovviamente. Continuammo normalmente la vacanza al mare senza nulla di troppo rischioso fino a tre giorni prima della partenza: se ci ripensiamo ringraziamo che rimanemmo al mare solo per pochi giorni altrimenti la nostra storia incestuosa sarebbe stata scoperta. L’Idea venne ovviamente ad Anna, la più perversa: vedendo numerose coppiette andare verso una spiaggia isolata decise di seguirle. Ci convinse dicendo che magari avremmo visto qualcuno fare sesso, questa cosa mandò me fuori di testa e la seguì subito. Matteo, non essendo stupido ci seguì sperando di poter approfittare di una scena di sesso per scoparci. Si, ovviamente Matteo aveva questo desiderio da parecchio tempo ma si tratteneva per evitare di farci arrabbiare e perdere la possibilità di masturbarsi con noi. Quando arrivammo alla spiaggia nascosta quello che vedemmo ci fece sbarrare gli occhi: a poco meno di 200 metri dal nostro stabilimento, riparato da un piccolo promontorio c’era una spiaggia nudista. Lo spettacolo era pazzesco: corpi nudi ovunque e di qualunque età, chiunque avrebbe trovato pane per i suoi denti in quella spiaggia. La fortuna volle che in quel momento nessuno stava scopando ma l’idea di avere un luogo in cui la nostra regola casalinga si adeguava alla perfezione ci piacque parecchio. Ci inserimmo subito nell’ambiente togliendoci i nostri miseri costumi e ci posizionammo in un angolo della caletta. Non facemmo in tempo a stenderci che già noi ragazze avevamo gli occhi di mezza spiaggia addosso, ma senza problemi ci stendemmo e quasi automaticamente aprimmo le gambe cosicché le nostri giovani fighe furono in bella vista. Anche Matteo però attirava l’attenzione con il suo cazzo duro. In quei tre giorni nella spiaggia successero diverse cose che crearono ancora di più un legame tra noi facendoci capire che noi tre eravamo più che fratelli e che l’incesto era una cosa che da sempre avevamo praticato senza saperlo.

effetto zoccolo di cammellotesti pornoracconti erotici spiaggiacar sex coppievicina di casa in caloremastubazionefica nonnaslinguazzare significatoincesti lesboil mio prof mi ha baciataracconti milù incestopigiama antistuproorgia addio al nubilatoracconti erticipompini ad anzianigay a lettopompino galatticol ho fatto con mia sorellaseghe ai canimoglie in reggicalzezie sborrateracconti porno ricattoraconto pornoracconti incevoglio il culofiga ziala moglie zoccolalesbica inculatapompino da ragazzaraccontizoofiliamio marito mi ha chiesto di farlo in tregay storienonne troiefrasi sull esibizionismoinculare mia moglieschiavo della ziaincontri incestostorie di incestodiario eroticoil fratello della mia migliore amicasesso donna con animaliragazza indecisaseghe ai caniporno gay freeerotici raccfratello che si scopa la sorellastorie milfraccontii eroticiamiche transzoofilia racconti eroticiraccinti eroticiracconti erotici violenzaporno di classeracconti feticismo piediracconti erotici scuola mediaracconti erotici gratisracconti erotici.comstorie per adultierotico storiecaffè con pompinoraccontierotici incestistorierotichetrans superdotati che sborranoracconti amatoriali gratisacconti eroticimia cognata è gelosamasturbazione giornalieratroia stupratacome diventare pornoattoriimmagginavo o immaginavoracconti porno mamma