Il test del sesso orale (come sai fare i pompini) | Racconto etero di supermaster

Questo test erotico ( Pompini o Fellatio ) si compone di 26 domande per capire qualè il tuo grado di conoscenza su un argomento specifico: il sesso orale, ovvero sai fare dei bei pompini? Sai praticare ( bene ) il sesso orale al tuo compagno? ( insomma sei capace di fare bei pompini? ) Sono previste 2 diverse risposte per ogni domanda, tra le quali devi sceglierne una soltanto: la A) o la B). – Rispondendo alle seguenti domande poi verificate a quale lettera hai dato la maggioranza delle tue risposte dopodiché vai a leggere il relativo profilo.

Antonella, mi fa venire 3 volte coi suoi meravigliosi piedi! | Racconto feticismo di Mandrake

Dopo la scorsa notte, Antonella mi ricontatta domenica sera chiedendomi di nuovo di vederci! Stavolta davvero sono stupito, l avevo chiavata a dovere nemmeno un giorno fa, e lei era di nuovo a cercarmi! Così declino l’invito dei miei amici tra cui anche A. il suo ex , e mi organizzo direttamente con lei…rispondo al suo messaggio whatsapp, dicendo che ci saremmo visti alle 21 e passavo a prenderla io! Mentre ero a casa i pensieri mi avvolgono la mente, la voglia sale, ormai ad Antonella non resisto più e mi basta solo guardare una sua foto per farmi venire il cazzo di marmo! Erano circa le 20:30 quando mi risquilla il cellulare, mi era arrivato un messaggio, era Antonella di nuovo, mi aveva mandato una foto! Apro, e la vedo già in tiro… gonna in pelle, camicetta bianca, e di nuovo decolte nude ai piedi! Era davvero bona, e mi scrisse “sono già pronta, se vuoi puoi anche venire” … io non persi occasione per fare il maiale e risposi “come si fa a non venire con te? Preferisco da vicino peró… 10 min scendi pure!” E lei con una risata mi scrisse “vieni, che c pensi io”.. così presi l auto e mi recai da lei! 10 min esatti ero giù casa sua bussai con la macchina e dopo qualche minuto vidi aprirsi il cancello e uscire quel puttanone che si incamminava verso d me! Notai subito che a differenza della foto che mi aveva inviato Antonella aveva indossato le calze nere, il mio cazzo a vederla subito si drizzó, e appena aprì la porta della macchina e salì la baciai sulla bocca e lei ricambió subito infilandomi la lingua in bocca! Poi accesi il motore e partì, e lei “vedo che non abbiamo perso tempo a dare un verso alla serata, cosa sarà stato mai?” E solleva leggermente la gonna per farmi vedere che le calze erano autoreggenti, quelle che a me facevano impazzire! Io le dico che è tremendamente una vacca e deglutisco! Non le resisto e si vede! Subito prendo l autostrada per fuggire da occhi indiscreti, ma il mio sguardo non riesce a staccarsi dalle cosce di quel puttanone, con una mano prendo ad accarezzarle! Antonella da vera troia ha capito che per me è difficile resistere e rincalza la dose, accavalla le gambe, sbottona un altro bottone della sua camicetta, mi accarezza anche lei una gamba fin quando non sale più sopra toccando il mio pacco che quasi esplode! “Ops” escalama, “qui c’è qualcosa che che vuole uscire fuori” io le dico di no, e lei al mio no non ci sta… così mentre siamo in cammino mi mette le gambe addosso, e si distende mettendosi comoda, toccando il mio cazzo coi suoi piedi! “Che troia che sei” , e lei “ah si? Tiralo fuori su” , e sfila via i tacchi rimanendo coi piedi avvolti nelle sue autoreggenti sul mio cazzo! Io sto impazzendo cerco di non distrarmi dato che sono alla guida e con una mano mi sbottono i miei jeans e tiro fuori il mio cazzone! Antonella mi fa “bravo, adesso guida e non distrarti!” E mette il mio cazzo in mezzo ai suoi piedi cominciando una sega stupenda! Sono fuori controllo, non posso distrarmi ma non riesco a togliere lo sguardo da quei piedi carnosi che m stanno segando, sono in estasi, Antonella non ha intenzione di smetterla, nonostante io ansimo e godo, da puttana vera aumenta il ritmo poi rallenta poi aumenta e così via! Voglio controllarmi, non voglio sborrare, ma non ci riesco così ad un certo punto il mio cazzo comincia a spruzzare, vedo la sborra che cola sui piedi di Antonella, che scena meravigliosa ne è davvero tanta e lei che non si ferma e continua! Mi spreme fino all ultima goccia, ha i piedi pieni del mio seme, io ho sporcato anche i miei jeans, sborrare mentre guidavo è stato una sensazione stupenda, lei rimette i tacchi mi rimette il cazzo a posto e accende una sigaretta! Intanto siamo arrivati, ho scelto l albergo dove l ultima volta la feci rompere il culo dai ragazzi negri! Antonella sorride, io scendo a prendere la camera, lei mi aspetta all all entrata posteriore io prendo le chiavi e la raggiungo e insieme raggiungiamo la suite! L ammiro mentre sculetta nel corridoio dell albergo, gli tocco quel culo enorme e guardo le sue cosce e i piedi ancora con qualche goccia di sperma! Finalmente siamo dentro, afferro Antonella da dietro la giro e comincio a mettergli la lingua in bocca, lei sbottona la camicia e la butta via, i suoi seni sono all aria , poi mi sbottona e mi ritira fuori il cazzo, va giù e comincia un pompino da sogno, la guardo dallo specchio e mi arrapo sempre di più , mi succhia e lecca tutto il mio palo di carne, poi se lo sbatte sulla lingua..! La afferro con un braccio e la metto a pecora sul letto, lei lascia cadere i tacchi, io le strappo via la gonna e il perizoma, e nuda solo con le autoreggenti, io col mio cazzo in tiro la penetro la fica, comincio a pomparla come un maiale, lei ansima e gode! Gli do colpi fortissimi, con il pollice gioco con il suo culo che è ancora aperto dopo la scorsa notte, poi sfilo il cazzo e lo punto verso il suo culo, con estrema facilita la penetro, una sensazione divina! In pochi istanti il mio cazzo e dentro fino alle palle, la inculo le tiro i capelli, lei si dimena e gode!la scopo così per circa mezz ora abbondante poi ad un tratto sfilo il cazzo dal culo per non venire ancora e mi fermo, ma Antonella non vuole così ancora a pecora afferra il mio membro coi piedi e prende a segarmi! Ho il mio cazzo in mezzo alle sue piante che vanno su e giù… “ sei una puttana, non farmi venire ancora, nooo!” , Antonella con la figa gocciolante e il culo aperto non ne vuole sapere di fermarsi, “Sborra, vieni sui piedi della tua troia, lo so che t fanno impazzire! Li stai guardando da quando sono salita in macchina!! Così aumenta il ritmo e io prendo a sborrare di nuovo! Stavolta ha le piante inondate della mia sborra! Io stremato mi getto sul lettone, lei toglie le autoreggenti e me le lancia addosso, e apre il frigobar prendendo lo champagne e mi raggiunge sul letto! Brindiamo, e ci baciamo con tanta passione, il mio cazzo non si affloscia , e sempre bello in tiro, Antonella ormai nuda lo afferra con la sua mano e si muove a ritmo di sega… mandiamo giù lo champagne mentre ci baciamo e lei mi sega! Poi ci mettiamo a 69 che meraviglia, lei mi sbocchina, io ho davanti a me una fica aperta e un buco d culo sfondato, ai lati i suoi piedi che ogni tanto afferro e lecco! Il mio cazzo ne vuole ancora, lei mentre lo prende in bocca se ne accorge! Così si rimette a pecora e mi dice “sfondami ancora!” Unisce le gambe inarca la schiena e spalanca il culo! Io affondo il mio cazzo dentro ancora una volta, godiamo insieme…. la scopo così forte che dopo un po’ raggiunge l orgasmo da lo culo., è sfatta! Io adesso devo sborrare , lei non ne ha più, così ancora coi suoi piedi afferra il mio cazzo d mi sega…. “ancora coi piedi? Ma allora sei davvero una troia?” Lei sorride, mi fa “la scorsa notte ho messo i tuoi tacchi preferiti , e tu hai pensato solo al mio culo, adesso ti stai rifacendo!” Io “che puttana che sei” … afferro il cazzo e sborro, gli schizzi nonostante e la terza volta sono ancora intensi e violenti, le sporco i piedi, le gambe e qualche schizzo le arriva anche in viso! Quei suoi piedi sono troppo la mia debolezza e lei li usa come un arma per farmi cadere ogni volta che vuole! Ci laviamo insieme nella vasca idromassaggio, ci risistemiamo e torniamo! Mentre la sto riaccompagnano quasi giù casa sua mi fa “il tuo amichetto A. quando gli ricapiterà più una chiavata come se la faceva con me” e ride.,io acconsento e sorrido , quanto era cornuto A. Ci salutiamo e con un “ci sentiamo eh!” Io torno a casa!

Io ,Lara e lamico dell universita | Racconto trio di Stallone

Io e la mia compagna Lara ci siamo conosciuti ai tempi delluniversità.Entrambi fuori sede , ricordo come fosse ieri la prima volta che lho vista , ballava con le amiche ,alta 165 mora occhi azzurri bel culo belle gambe ,ma la cosa che mi faceva impazzire e non solo me perché tutti gli sguardi quando ballava erano per lei , erano e sono le sue magnifiche tette una 4 naturale che sfidava la gravità grosse e sode che lo facevano venire duro solo a vederle .Dopo una breve frequentazione finimmo nel mio letto singolo a scopare , fu un periodo bellissimo scopavamo dappertutto ,passavamo giornate intere a scopare , anche quando eravamo, per esempio in aula studio ,quando iniziava a giocherellare con la matita in bocca era il nostro segnale che aveva voglia di cazzo …ci eccitava scopare nei luoghi pubblici così andava in bagno ed io la seguivo e ci facevamo una sveltina , diverse volte siamo stati quasi scoperti ma ci eccitava questo .Il tempo passava e insieme stavamo bene , non ci nascondevamo nulla ,a Lara piaceva scopare le sverginai il culo dopo qualche incertezza ormai godeva anche dal culo ,ma la cosa che amavo davvero era giocare con le sue magnifiche tette , ero diventato anche molto geloso , perché vedevo gli sguardi vogliosi degli altri uomini , più scopavamo piu lei ne voleva . Scopando scopando arrivammo entrambi alla laurea , decidemmo di andare a vivere insieme , trovammo lavoro lei in una farmacia io in uno studio , ma ahimè i bei tempi delluniversità erano finiti scopavamo ancora ma non con la stessa foga di allora , la sera lei era stanca io ero preso dal lavoro per cui il tempo per noi era molto limitato, passo un po di tempo così io mi ero quasi rassegnato ad una vita di coppia normale ma una sera cambiò tutto. Quando potevo la sera andavo a prenderla al lavoro così ci fermavano in un bar per fare laperitivo ,una di queste sere mi recai in farmacia vidi che cera una lunga fila per cui andai fuori ad aspettarla , era una bella serata di tarda primavera ,due ragazzotti uscirono dalla farmacia ridacchiando e parlando uno dei due disse allaltro hai visto che maiala la farmacista , che faccia da troia e che tette .. ma chi ? La vecchia rispose laltro ma che vecchia la tettona mora me la sbatterei in ogni posizione io vengo sempre qui a prendere i preservativi … si cazzo ..rispose lamico la tettona è davvero da film porno …fu come una pugnalata per me ero diventato rosso volevo prendere a schiaffi quei due ma mi trattenni , poco dopo Lara uscì era splendida capì che cera qualcosa di strano le dissi che andavamo subito a casa lei annui , appena a casa la sbattei sul divano ed iniziai a toccarla piano amore mi disse lei , faccio una doccia prima non la lasciai finire le infilai le mani nella figa che istantaneamente si bagno il mio cazzo era durissimo ,pulsava lo infilai nella sua figa grondante di umori e iniziai a pompare vedevo le.tettone ballare ad ogni colpo del mio cazzo la stavo pompando duro ed iniziai a chiamarla troia , le dicevo ti piace troia prendilo tutto puttana , la girai e la presi da dietro a pecora le infilai il cazzo nel culo e finalmente venni le riempii il culo di sborra .Lei apprezzo mi disse amore era tanto che non mi sbattevi così …ero tentato di dirglielo dei commenti dei due ragazzotti ma evitai. Nei giorni successivi iniziai a fantasticare su Lara condivisa con altri cazzi il pensiero mi eccitava ma allo stesso tempo mi impauriva era una strana sensazione ero geloso ma allo stesso tempo mi sarebbe piaciuto condividerla con altri cazzi .Non osavo parlarne con lei ,avevo paura ma iniziai ad informarmi su internet cercavo porno con attrici che assomigliavano e lei che prendevano piu cazzi …cercavo singoli sui siti di scambisti ma tutto alloscuro di lei , intanto la nostra vita sessuale aveva subito un impennata trombavano come ai tempi delluniversità ,Lara capto il cambiamento capi che era successo qualcosa ma non mi fece domande , le piaceva che trombavamo come un tempo .Trovai un porno con attrice americana che somigliava in modo impressionante a Lara che veniva sfondata da 10 cazzi , mi eccitava da morire e mi segavo pensando fosse la mia Lara al posto di quella vaccona .Ancora non osavo parlarne con lei loccasione capito quando mi comunico che doveva andare in Francia per un corso , questo corso sarebbe durato 2 mesi decidemmo di vederci ogni 15 giorni nei fine settimana o andavo io o sarebbe tornata lei a casa . Parti, ed ogni sera ci sentivamo via skipe , parlavamo del più e del meno quando una sera lei era appena uscita dalla doccia e le dissi quanto mancavano le sue tette , purtroppo aveva un problema con il microfono del suo PC per cui dovevamo scriverci ma potevamo vederci in video , lei apri laccappatoio con fare malizioso e mi mostrò le sue fantastiche tette , iniziai a scriverle tutte le porcate che mi venivano in mente le uscii il cazzo in tiro iniziai a masturbarmi lei fece lo stesso , e divento un appuntamento fisso ,ogni sera chattavano e parlavamo di porcate ma forse ,complice la distanza o la barriera del PC una sera le confessai il mio sogno proibito ..vederla presa da piu cazzi..il mio cuore batteva mentre le scrivevo questo non sapevo che reazione avesse potuto avere , le confessai anche dei commenti dei due ragazotti e di quanto mi fossi eccitato a fantasticare su di lei ..lei mi ascoltava vedevo che il suo viso non tradiva emozioni ma un sorrisetto malizioso le veniva sul viso , condivisi il mio schermo con il suo e le feci vedere il porno con lattrice che le somigliava mentre veniva scopata in ogni buco da 10 cazzi per essere poi riempita di sborra dappertutto ci masturbammo in video il venerdì sarebbe tornata a casa andai in aeroporto a prenderla non facemmo in tempo a tornare a casa lei prese il mio cazzo in bocca mentre guidavo mi faceva un succoso pompino , le venni in bocca ma il cazzo era ancora in tiro dovetti fermarmi in un autogrill la portai in bagno e la chiavai le riempii la figa di sborra a casa la inculai per bene riempedole anche il culo , ma non parlammo di quello di cui avevamo chattato , la domenica la accompagnai in aeroporto ,appena arrivata ci sentiamo via skipe e lei mi chiese di rivedere il porno , ero eccitato eppure poche ore prima avevamo trombato …era finalmente mia complice , nei giorni successivi fantasticavamo su come organizzare un eventuale trio ..lei voleva un cazzo grosso almeno quanto il mio ,adesso era lei che voleva e mi rassicurava allo stesso tempo io ero molto titubante ..come fantasia andava bene ma come avremmo reagito nella realtà? Eravamo pronti ad un esperienza del genere ? Poi di persona non ne parlavamo mai chattavano solamente come se volessimo relegare queste solo a fantasie . Lara era ancora in Francia quando un ex collega delluniversità ,Alberto mi chiese una mano ,si era lasciato con la sua ragazza ed era senza casa mi chiese se potevo ospitarlo per 20giorni io accettai , era un amico eppoi la casa era grande così Alberto si trasferì temporaneamente da noi .. era un bel tipo Alberto il classico eterno studente ma simpatico ed alla mano sempre pronto a fare festa , informai Lara di questo e ne fu entusiasta mi disse almeno non ti senti solo , le nostre videochattate serali continuavano ci scrivevamo tutte le porcate possibili ma di persona ancora non parlavamo di questo ..il fine settimana Lara torno a casa era il primo con Alberto in casa come al solito landai a prendere in aeroporto e la trombai in autogrill ma le dissi guarda che cè Alberto non posso trombarti sul divano …lei mi rispose ridendo e che problema cè….facciamo partecipare anche lui …immediatamente il cazzo mi divenne di nuovo duro era la prima volta che parlava a voce di questo . Arrivammo a casa Alberto che era un ottimo cuoco ci fece trovare un ottima cena , con tavola apparecchiata alla perfezione con tanto di aperitivo ,Lara quando vide questo propose di vestirci di tutto punto quella tavola meritava una serata elegante così facemmo dopo circa un ora mentre io ed Alberto facevamo gli ultimi preparativi in cucina arrivo Lara …era stupenda si era truccata ed improfumata aveva un ves
tito nero che metteva in evidenza le sue forme abbastanza scollato da fare vedere metà tette fuori , scarpe rosse con tacco 12 e un rossetto dello stesso colore che metteva in evidenza le sue labbra carnose ..il vestito le sembrava cucito addosso la scollatura era profonda faceva venire il cazzo duro solo a vederla .Iniziamo con gli aperitivi la serata era allegra mangiamo e beviamo facciamo fuori 3 bottiglie di vino latmosfera era molto amichevole e gioviale non potevo fare a meno di notare lo sguardo voglioso di Alberto su Lara e lo sguardo malizioso di lei che si accorgeva di questo , finiamo di cenare sparecchiamo e con i caffè beviamo il liquore preferito di Lara il crema whisky ..eravamo su di giri , soprattutto Lara , la serata era ancora lunga così propongo di fare una partita a poker e dopo uno sguardo di intesa con la mia compagna propongo al posto di giocare soldi ci giochiamo i vestiti , strip poker insomma ,la proposta viene accettata con entusiasmo così continuando a bere iniziamo a giocare , ben presto latmosfera si riscalda ,in una mano Lara perde il vestito che quando lo toglie rimane in intimo la gran troia della mia compagna aveva indossato per loccasione una lingerie che valorizzava il suo magnifico corpo guepiere , reggicalze , Alberto ed io eravamo in estasi , sembrava un attrice finché non rimaniamo noi in boxer e lei in perizoma e guepiere dai boxer si vedeva rigonfio i nostri cazzi erano duri Lara perde la guepiere rimane in perizoma e scarpe rosse le sue tette non lasciano indifferente Alberto che inizia a toccare il suo suo cazzo pulsante …Lara sale sul tavolo ed inizia a ballare con fare sensuale io ed Alberto iniziamo a toccarle le gambe ..io ero eccitato a bestia sentivo che cazzo stava per esplodermi prendo Lara la faccio scendere ed inizio a baciarla , Alberto le tocca una tetta io laltra iniziamo a leccarle mentre le nostre quattro mani le ravanano tutto corpo arrivo alla fuga e la sento non bagnata , ma gocciolante le sussurro in orecchio ti piace troia ? Lei mi risponde mi piacerà qua do sarò piena dei vostri cazzi ….la stendo sul tavolo ed inizio e leccarle la figa intanto Alberto tira fuori il cazzo duro e lo mette in bocca a Lara …un cazzo notevole che riempiva la bocca della mia Lara che con ingordigia non lo succhiava ma sembrava mangiarlo .La sentivo gemere di piacere mentre le leccavo la figa ed allo stesso tempo lo prendeva in bocca la sua figa era pronta dico ad Alberto di scoparla , il mio amico prontamente le toglie il cazzo dalla bocca e lo infila in figa sento Lara che si contrae dal piacere ,prendo il mio cazzo e lo infilo nella bocca vogliosa della mia Lara la sento gemere di piacere ad ogni colpo di Alberto le sue tettone sobbalzano ogni colpo di minchia inizio a titillarle il grilletto mentre Alberto la pompa lei e in estasi io pure mi rendo conto di quanto troia sia la mia compagna e sono contento di questo …Alberto tira fuori cazzo e le infilo il mio adesso lho messa a pecora mentre ciuccia il cazzo di Alberto io la pompo vedendo il suo fantastico culo nel frattempo le spingo la testa sul cazzo del mio mio amico come per riempirle la bocca la giro le dico di salire a smorzacandela su Alberto , e una sensazione bellissima mi sembra di essere un regista di film porno dove la protagonista e la mia compagna , lei docilmente sale sulla mazza dura del mio amico che le ravana le tettone stringendole i capezzoli turgidi ed in tiro io vedendo la scena vorrei esplodere riempiendo di sborra la mia compagna invece mentre il mio amico la infilza facendola gemere come una cagna in calore ,mi metto da dietro ed incredibile suo buco del culo ero bagnato infilo la lingua mentre Alberto continua ad trombarla in figa quando il suo buchetto e bello bagnato infilo il mio cazzo riempiendola come un pasticcino …Lara era in estasi ,troviamo il ritmo io ed Alberto ,le stiamo riempiendo i suoi buchi lei e finalmente piena di cazzi mentre la pompiamo le dico tutte le cose immonde che penso di quanto e troia , di quanto e vacca, lei continua a venire mi dice sì amore sono una troia, sento i suoi orgasmi multipli mentre viene riempita di cazzi ,cerco di trattermi dal venire voglio esplodere pompo il culo della mia compagna con foga non cè.la faccio piu il culo stretto e caldo di Lara si riempie di sborra la mia migliore sborrata sento che ogni singola goccia sia uscita , Alberto intanto lo tira fuori su richiesta di Lara che voleva la sborra addosso appena lo tira fuori inizia a sborrare Lara avida di sborra si mette in posizione per ricevere più sborra possibile addosso vedendo quella scena il cazzo mi ritorna duro ,la mia compagna e piena di sborra vedo anche la sborra che le cola dal culo …lavo velocemente il mio cazzo poi lo metto in bocca a Lara che docilmente ciuccia Alberto si ripulisce e iniza a menarselo il mio cazzo e di nuovo in giro lo infilo in figa a Lara tutta sporca di sborra la cosa mi eccita tantissimo e le pompo la figa come un ossesso sentendola gemere come una baldracca ..e insaziabile il suo viso e rosso per leccitazione sta godendo come una vacca io continuo a pompare vorrei che anche le palle le entrassero in figa non riesco a trattenermi devo sborrare lo esco le sborro in bocca la mia sborra e davvero tanta le riempio la bocca la sborra le cola dalla bocca Lara adesso e davvero piena di sborra le abbiamo riempito tutti i buchi e la mia compagna a risposto benissimo , da vera troia adesso e lì davanti a me piena di sborra ma soddisfatta ed è bellissima sento di amarla ancora di piu …ci ripuliamo adesso una nuova prospettiva si e aperta ed io e Lara le abbiamo esplorate a breve vi raccontero le.nostre esperienze

Peretta parte1 | Racconto dominazione di 50 enne

Il medico mi da per i diverticoli una soluzione per via rettale.problema in tempo di Coronavirus trovare qualcuno è un problema.mi faccio coraggio e chiedo al unica vicina di casa non sposata con molto imbarazzo poiché dovevo farla in posizione schiena bassa e gambe in posizione ginecologica.signora 60enne molto in carne accetta ,gli do appuntamento il giorno dopo alle 2.al una si presenta a casa mia vestitino attilato occhiolino e carica di simpatia.pronto mi dice ridendo,mettiamo su queste bustine di erbe poi lasciamo raffreddare,penso cosa vuol fare.andiamo in camera da letto ,togliti pantaloni e mutande aspetto che sistemi i cuscini e mi dice ora ti metto la crema girati messi i guanti sento le natiche aprire comincia un massaggio al ano che dura molto dice che mi deve ammorbidire poi infila il dito secondo me si divertiva mi dice girati mi guarda non è ancora duro dice poi ci penso io.mi spinge la peretta e finita comincia a massaggiare l ano poi si leva i guanti è comincia a massaggiare la pancia ma io sempre con il cosino moscio ogni tanto lo toccava dopo circa 10 minuti devo andare in bagno mi segue dopo aver scaricato e seduto sul bidet si alza la gonna si siede sul water e comincia a pisciare si alza…:-):-)

Scopata per sbaglio da mio figlio | Racconto incesti di Maîtresse Jasmine

La benda mi copre gli occhi e le corde mi tengono ferma, stesa prona sul letto. Alcuni cuscini sotto il ventre mi alzano il bacino così che mio marito possa prendermi con più facilità. Farmi scopare a pecorina mi eccita terribilmente, mi fa sentire più donna e anche più troia. Da quando abbiamo deciso di rinnovare la nostra vita sessuale con nuovi giochi erotici, io e mio marito Giacomo abbiamo ritrovato nuova complicità.

Il malumore di mia suocera | Racconto incesti di kranic 2021

dopo le tante scopate con la nonna e le più diradate scopate con mia suocera, all ultima scopata, noto che è più fredda, al che le chiedo il motivo di questa sua freddezza, tra le lacrime mi dice che ha capito che ho unaltra donna, si è fatta mille domande, tanti dubbi, pensava che scopavo con mia cognata maggiore, che anche se un pensiero glielo avevo fatto, ma non avevo tempo per dedicarmi a lei per adesso.

I piedi della prof di matematica | Racconto feticismo di Mxca

Ricordo perfettamente quel giorno. Era aprile e dovevamo partire per il campo scuola. Faceva caldo e la prof di matematica si era offerta di accopagnarci. Lei era una grande padrona in ambito del feticismo. Di lei avevo visto un video su youporn dove dominava un suo alunno forse che era caduto ai suoi piedi come lo stavo per fare io. Arivammo in hotel alle 19:00 e la cena era alle 20:30 così andammo tutti in stanza. La mia stanza era distante da quella della prof di 3 0 5 stanze e così una volta sistemato tutto pensai ad una scusa per andare da lei e finalmente cadere ai sui bellissimi piedi di numero 38. Pensai una scusa anche quella di un semplice aiuto come quello di come aprire il balcone ma decisi che avrei fatto tutto nella notte. Infatti dopo cena e varie animazioni tornammo tutti in camera. Con me c era un mio amico che aveva da fare con una compagna di classe accanto alla nostra e così la mia stanza era occupata da loro. Così decisi di farmi coraggio e andare a bussare per sbaglio alla prof. Bussai e lei con una voce da zoccoletta mi rispose: un attimo! Attesi per un minuto e poi mi aprì. Era con un vestito lungo fino alle caviglie tutto nero e aveva un regiseno color blu marino uno schianto. Io gli dissi che avevo sbagliato porta ma lei mi disse: dai vieni qui parliamo un po insomma ho visto che sei attratto da me. Io cominciai a eccitarmi solo a quella frase pronunciata e così entrai nella sua stanza. Ci mettemmo ai piedi del letto e cominciammo a parlare. Lei muoveva i piedi e il mio cazzo era in tiro. Avevo dei pantaloncini da calcio molto corti e il mio cazzo usci senza accorgemene. Lei lo guardò e rimase stupita cosi decisi di scusarmi ma lei voleva fare qualcosa… Così mi disse: aspetta ora ci divertiamo.. si mise delle infradito bianche e cominciò una sorta di spoglarellista si levo il regiseno e poi la gonna e infine si levo delle calze velate bianche. Ora avevo i sui piedi davanti al mio cazzo e potevi fare di tutto. Decisi prima di cominciare a limonare e poi passai ai piedi. Gli leccai tutti i piedi e lei godeva come una cagna. Fino a che la cosa non degenerasse. Senti che stava prendendo un preserativo e così senza pensarci due volte l ho presi e me lo misi. Li cominciai a incularla e leccargli le sue gambe da 50 milf. Godeva e come godeva. Però ormai non ce l ha facevo più dovevo sborrare cosi presi i suoi piedi e gli sborrai sui suoi ditini color rosso lei dopo che ero venuto lecco la sborra e fece segno di andarmene. Mi lascio un paio di scarpe delle calze e dei suoi pezzi intimi di quella sera. Ancora oggi mi ci sego e posso dire che quella sera sia stata una delle sere più belle fra lei e me. si perché anche a scuola era successo qualcosa…

scopare nipotesorellina troiaho sposato una troiaracconti peggingracconti erotici gatinculamentoracconti erotici gay gratistettona porconacuginatroiabelle gambe di donnestorie di sesso in famigliaracconti adultiracconti erotici perizomaincesti raccontiracconti slavesesso con suocerazia mi scoparacconta eroticisesso padre figliocane che scopa una donnastorie sesso gayerotica.itmogli vogliose di cazzierotico raccontisuocero porcoraccomti eroticiscopare il figliomasturbazione con docciaracconti inceculi stranibisex passivoporno gay meccanicochiavami il culospanking raccontisega in compagniainculando la mammafarfallina racconti eroticipadre che incula la figliascopate in guerradammelo nel culocinema porno a milanoracconti erotici bondageracconti incesti annunci 69la vicina di casa troiaracconti wroticiragazzi gay escortracconti incesto fratello sorellastorie.pornoprima volta nel sedereracconti erotici transscambio di coppia riminiracconti erotici suocerapompino riminicane che lecca la ficaseghe ai caniuomo con due cazziincesto tra sorella e fratelloalba eroticaincesto con madreisola di elephantai pompini di mia sorellastorie porno da leggeresesso a tre due uomini e una donnaorge con negriracconti erotici tra fratello e sorellatacco nella figaerotici.raccontiuna gran scopatasuocero sporcaccione2 amici si scopano la moglie del cornutoracconti gay eroticitroie con neriporno tradimenti in famigliaincula la suorail cazzo del cavalloesperienza con un transracconti veri sexracconti erotici depilazionesesso gay al marescopare velocemia crudele amicasorelle d italia radio piterpaneroticiracconyiroberta escorttroia discotecamegapompinotelefonata eroticaraconti eroticeeroticiraccracconti milypiaceri69 gayincesto padre e figliavideochattatetrio in spiaggia4 cazzi nel culo