Scommessa persa in partenza | Racconto trio di VitoD

Ciao, mi chiamo Vito, 29 anni, fisico importante, 1.85 di altezza per 80 kg, come hobby faccio il triatleta e allenarmi per queste gare mi mantiene in forma. L’altra sera sono uscito con i miei amici, Gianni e Sabrina e Manuela. Gianni e Sabrina sono una coppia, con Manuela invece siamo sempre stati buoni amici e non è mai successo niente. Si parla del più e del meno quando il discorso si sposta sul porno e cosa attrae così tanto gli uomini a questo mondo. Io e Gianni sosteniamo che sia un ottimo modo di intrattenere un pubblico sia maschile che femminile, le due ragazze sostengono di non averne mai guardato uno in vita loro. Preso dall’entusiasmo propongo la sera dopo di vederne uno tutti e quattro insieme; le ragazze accettano la proposta ma Manuela rilancia, dicendo che sarebbe stato divertente, se la persona che fosse toccata per prima durante la visione del porno doveva pagare una scommessa, ovvero spogliarsi completamente nudo o nuda davanti agli altri. Io sinceramente ho poco da perdere, ok mi vedranno nudo le due donne ma qualora riuscissi a resistere potrei vedere una delle due nude e non mi dispiacerebbe. Piccola descrizione di Sabrina e Manuela. Sabrina, alta e magra, culo discreto e una 2° di reggiseno e due gambe lunghissime, nel vestire ha sempre mostrato molta intraprendenza, mi ha sempre dato l’aria di una molto maiala a letto e non nascondo che qualche sega su di lei me la sono sparata negli anni. Manuela una delle più belle ragazze che conosco, 1.65, culo da favola, 3° di seno iper-sodo, in passato quando siamo andati al mare mi ha fatto letteralmente impazzire, su di lei almeno una volta alla settimana parte il segone automatico. Gianni lo vedo un pelino più nervoso, lui da perdere ha la ragazza che nel caso si fosse eccitata più di noi sarebbe rimasta nuda davanti a me, ma è Sabrina a prendere l’iniziativa sostenendo che loro donne sono molto più forti in termini sessuali di noi uomini, quindi sarebbe stato uno di noi 2 a cedere. Le regole sono semplici, non si possono toccare le zone erogene principali (per gli uomini il pene e per le donne vagina e seno) durante la proiezione di un video porno della durata di mezz’ora.
Il giorno dopo mi sveglio già eccitato pensando alla serata che mi aspetta e nel mio alzabandiera quotidiano approfitto per farmi una sega pensando a Manuela e Sabrina in una scena lesbo, la sborrata è molto copiosa. Durante il giorno combino poco il pensiero è fisso alla serata ed a come si sarebbe sviluppata.
Arrivano le 8 la sera e sento suonare alla porta di casa. Si presentano davanti a me Sabrina e Manuela. La prima ha indosso un vestitino molto corto e leggermente scollato, mette in risalto le belle gambe lisce e delicate e quella leggera scollatura ti lascia immaginare le tette sotto libere dalla costrizione di un reggiseno, tutto correlato da un trucco molto leggero e scarpe con tacco che la fanno diventare più alta di me; la seconda è vestita con una minigonna inguinale di pelle e sopra una camicia bianca di almeno una taglia più piccola, infatti i bottoni sembrano voler scoppiare da un momento all’altro, lei trucco leggermente più marcato che le da ancora di più l’aria da zoccola. Solo vederle mi fa andare su di giri e maledico il momento in cui non mi sono sparato una sega prima del loro arrivo (errore che pagherò a caro prezzo). Mi salutano baciandomi e abbracciandomi entrambe, solo il contatto mi fa eccitare e penso che sono fritto quella sera e che sicuramente ho pochissime chance di vincere la scommessa.
Mi affaccio alla porta e non vedo Gianni, a quel punto perplesso domando ad Sabrina:
Io: Gianni che fine ha fatto?
Sabrina: Bloccato a lavoro, mi fa sapere se riesce a liberarsi, hanno la consegna di un progetto tra 2 giorni e il suo collega si è dato malato oggi, quindi deve fare lavoro per due.
Io: Ok, lo aspettiamo non ci sono problemi.
Faccio accomodare le due ragazze e le offro subito qualcosa da sgranocchiare e da bere fino all’arrivo del mio amico.
Manuela: Allora Vito, ti piace come ci siamo vestite io ed Sabrina stasera?
Io: Ragazze siete pazzesche, volete proprio farcela perdere questa scommessa, non è giusta sta cosa.
Sabrina: Te l’avevo detto ieri, mai sottovalutare il potere femminile, ci siamo sentite con Manuela oggi ed abbiamo deciso cosa metterci per avere la vittoria in pugno. Ehehehehe
Io: non è detta l’ultima parola, anche voi siete fatte di carne.
Mentre siamo lì a parlottare arriva una telefonata da Gianni che si dispiace ma non riesce a liberarsi prima di notte e che quindi non sarà dei nostri. Io sentendo la telefonata sono un po’ rincuorato, mi sono rifatto gli occhi con le miei 2 amiche quella sera e non corro il rischio di rimanere nudo davanti a loro, sicuro che il video non si vedrà comincio a smontare il pc collegato al televisore, quando Manuela mi interrompe.
Manuela: Cosa stai facendo?
Io: Spengo tutto, Gianni non viene, rimandiamo la visione del porno?
Manuela: Ormai siamo qui, non ci costa niente vederlo, e poi siamo curiose entrambe. Non è che te la stai facendo sotto per la scommessa?
Io per non perdere la faccia rispondo: Ma stai scherzando, per me no problem, accomodatevi che comincio.
Le faccio accomodare sul divano, le due troie si mettono ai lati e fanno mettere me al centro, imposto un sito porno e le chiedo cosa vogliono vedere. Prendono possesso del Pc e cominciano a cercare video, le sento ridere mentre scelgono il video giusto, il loro profumo mi inebria e sono già mezzo eccitato solo ad averle vicino, tenerlo nei miei pantaloni e non toccarlo sarà un massacro. Finalmente trovano il video, si tratta di una scena a tre, un uomo e due donna, già comincio a fantasticare.
Parte il video e i tre si danno subito da fare, cominciano i commenti.
Manuela: Molto profondi i dialoghi degli attori?
Sabrina: Di profondo queste due hanno altro.
Manuela: Mamma mia che bestia che ha questo tipo, mai visto uno dal vivo di queste dimensioni.
Sabrina: Manuela anche qui si sta muovendo qualcosa vicino a noi.
Io dopo 5 min di video sono già durissimo e comincio a soffrire, per pensarci il meno possibile porto la testa leggermente indietro sul divano e allargo le braccia, quasi a voler abbracciare le due donne vicino a me. Il mio viso è sofferente e le due cominciano a stuzzicarmi.
Manuela: Dai amico mio, apri quella patta e dacci di mano. (nel dire ciò mima il gesto di una sega)
Sabrina: Scommetto che pagheresti oro per farti dare una leccatina in questo momento. (e si passa la lingua tra le labbra)
E’ un massacro, passano altri 10 min ed ho un idea geniale, nel patto era detto che non potevamo toccarcelo, quindi se mi levo i jeans senza toccare il mio cazzo non ho ancora perso. Nel frattempo anche loro cominciano ad eccitarsi, perché vedo entrambe che accavallano spesso le gambe, sicuramente si stanno eccitando. Con una mossa rapida sfilo i jeans e rimango solo in boxer, prima che le 2 possano parlare dico:
Io: Non ho toccato niente, sono ancora in gara. Non protestano, anzi sembrano prese dal rigonfiamento nelle mie mutande.
Ma anche così non riesco a stare, il tizio nel video sta scopando una a smorzacandela e all’altra sta facendo una leccata di fica. Le ragazze le vedo vacillare, soprattutto Sabrina è molto rossa in viso, segno che si sta eccitando, ma io non c’è la faccio più, a 7 min dallo scadere della mezz’ora mi tolgo anche i boxer e il cazzo finalmente è libero dalle costrizioni di cui era stato vittima negli ultimi minuti. Come se non ci fosse nessuno comincio a segarmi, mi sento in pace con me stesso.
Io: Finalmente, ho perso ragazze e penso che la mia punizione la stia già pagando.
Aumento il ritmo, ogni tanto mi giro a guardarle, loro sono rimaste immobili senza proferire parola, in pratica mi sto segando su di loro di fronte a loro. Ancora pochi colpi e esplodo dicendo:
Io: MANUELA – SABRINA VENGOOOOOOO AHHHHHHHHH
Sono tutto imbrattato della mio sperma quando torno lucido, mi giro verso di loro che sono rimaste pietrificate dal mio gesto.
Io: Ragazze scusate, non era previsto, ma mi avete fatto impazzire stasera.
Loro due si danno un occhiata, si inginocchiano davanti a me e cominciano a leccare il mio cazzo ancora grondante.
Non credo a quello che sta succedendo, le ragazze hanno completamente perso la testa e mi stanno leccando cazzo e palle a turno, pochi istanti e sono tornato duro come una pietra.
Sabrina: Guarda Manuela, il nostro amico ha ancora delle cartucce da spendere.
Manuela: Vediamo se ne vale la pena. Nel mentre si è tolta la camicia e vedo un bel reggiseno di pizzo bianco che contiene poco il magnifico seno della mia amica. Anche Sabrina si è spogliata, come sospettavo niente reggiseno e perizoma nero da paura. Sono ancora in trans e non proferisco parola.
Sabrina si stacca un attimo e finisce di spogliare Manuela, vedo finalmente quel seno stupendo tanto sognato e segato negli anni, lei vedendo la mia faccia ipnotizzata dai quei capezzoli magnetici capisce il mio desiderio, infatti in maniera angelica infila il mio cazzo in mezzo alle tette e comincia una spagnola da panico. Se il mondo finisse in quel momento morirei da uomo felice.
La spagnola dura poco perché anche Sabrina è eccitata e vuole la sua dose di cazzo. Scosta Manuela e si impala sul mio cazzo che entra come il burro nella sua caldissima fica, comincia ad ondeggiare come se fosse su un toro meccanico, io sono sempre immobile, sono loro a comandare. Sabrina non ci mette poco a raggiungere l’orgasmo e dandomi un bacio molto passionale si sfila dal mio cazzo sempre in tiro. Nel frattempo Manuela che aveva continuato a masturbarsi vedendoci si è posizionata sulla poltrona del mio salotto, nel momento in cui Sabrina si sfila dal mio cazzo cambia posizione mettendosi a pecora.
Manuela: Forza stallone tocca montarmi ora.
Ritorno in me vedendo quel culo magnifico, l’istinto me lo farebbe penetrare ma resisto e punto all’altro buco, anche lei è una fornace. Spingo come un dannato e lei urla dal piacere. Sabrina è dietro di me che mi da meglio il ritmo. Sono al culmine.
Io: Manuela ci sono. Lei si sfila e si posiziona di tette davanti al mio cazzo, Sabrina ha preso il cazzo in mano e mi sta segando, dopo pochi colpi vengo copioso sulle tette di Manuela. Sono sfinito, le due assaggiano il mio sperma, Manuela ne approfitta per spalmarselo un po’ sul seno. Io mi accascio sul divano, non credo a quello che è successo, le due si sono comportate come le ragazze del video, non me lo sarei mai aspettato.
Con un fare da troie consumate si avvicinano a me e si siedono entrambe sulle mie gambe, io e abbraccio e le avvicino ancora di più a me.
Manuela: Siamo state all’altezza delle tipe del video?
Io: Direi che le avete superate alla grande. Da dove vi è uscita tutta sta porcaggine?
Sabrina: Anche noi siamo fatte di carne, poi sarà la situazione ma io mi sono mai eccitata come stasera. Sarà difficile tornare alla vita coniugale.
Io: Oggettivamente mi sento un po’ una merda per Gianni, dopo tanti anni di amicizia fare una cosa del genere.
Sabrina: Come se negli anni non ci hai mai fatto un pensierino? Ricordi il tuo compleanno di qualche anno fa?
Io: Sinceramente no, ho fatto qualcosa di inappropriato?
Manuela: Quella sera allungavi le mani in continuazione, sia con me che con Sabrina, mi avrai toccato il culo almeno una decina di volte con la scusa di abbracciarmi.
Avevo completamente cancellato dalla mia mente questi eventi, causa dell’alcool avevo ricordi annebbiati di quella serata in discoteca. Ricordo le due vestite da paura che mi avevano fatto arrapare dal primo secondo che le avevo viste, entrambe scollate e scosciate, da sobrio erano partiti apprezzamenti che poi nel continuo della serata si erano sviluppati in altro.
Sabrina: Io ricordo in macchina al ritorno eravamo in cinque, Gianni che guidava, Walter seduto vicino e tu in mezzo a noi due, non se ti eri addormentato davvero, comunque continuavi a toccarmi le gambe, devo dire che ero tra l’imbarazzata e l’eccitata in quel momento.
Io: Quella situazione la ricordo, e oggi posso dire che ho allungato le mani cosciente, mi hanno sempre fatto arrapare le tue gambe.
Manuela: Così mi offendo, ad Sabrina fai un complimento e a me no.
Io: Manuela su di te mi sono consumato di seghe in questi anni. Mi hai fatto sborrare come nessuna. Le tue tette e culo sono state fonte di ispirazione unica. Lo so sono un depravato a pensarvi in quella maniera, ma che ci posso fare ed oggi mi avete fatto toccare non il cielo, ma direttamente il sole con un dito. E per finire stamattina mi sono fatto sega su entrambe pensandovi in una scena lesbo.
Manuela: Visto che abbiamo fatto avverare quasi tutti i tuoi sogni ne manca solo uno. Detto ciò bacia Sabrina, che inizialmente rimane sorpresa ma successivamente ci mette lingua, le due cominciano a toccarsi a vicenda, pochi minuti di questo spettacolo e sono di nuovo duro come il marmo.
Sono ancora sedute su di me, io comincio a segarmi, loro vogliono ricominciare ad occuparsi del mio cazzo, ma le dico che voglio vederle godere tra di loro, cominciano un 69 da paura; io stantuffo il mio cazzo sopra di loro. Manuela viene con un super orgasmo, Sabrina è vicina, ma io l’anticipo di poco venendo la terza volta durante la serata. Sabrina viene poco dopo, anche lei urlando dal piacere. Siamo tutti e tre distrutti.
Propongo alle ragazze di andare a dormire un po’ prima di andar via. Ci mettiamo nel lettone, io sono nel mezzo di queste due splendide donne, dormiamo beati, forse troppo, infatti nessuno dei tre si accorge che è già mattina.
Al risveglio do il buongiorno alle mie donne con un bacio ad entrambe, Manuela è a suo agio, Sabrina un po’ meno, la tranquillizzo dicendole che non ha niente di cui aver paura.
Le due ragazze escono dal letto, io ho il mio alzabandiera mattutino, le due apprezzano, io infilo un dito ad entrambe nel culetto.
Io: La prossima volta dobbiamo far avverare altri sogni. Manuela si morde il labbro vogliosa, Sabrina sembra avere lo sguardo un pelino più preoccupato.
Oggi continuo regolarmente a scoparmele entrambe, con Manuela è più frequente, con Sabrina più complicato causa Gianni. Il culo me l’ha dato solo Manuela. Sabrina si rifiuta dicendo che è ancora vergine e sarà il regalo di matrimonio di Gianni. Cambierà idea, ma questa è un’altra storia.

racconti sroticidonne senza reggiseno e senza magliettafetish smokingscopano al cinemaracconti xxracconti sesso con caniinculata per ricattoglamour privèracconti di ninfomanipompino universitaracconti erotici gay stuproerotismo softporno tatoincesto napoletanocatia braccio nudaconfessioni erotichesi fa scopare da un cavalloti scopo troiascopate multipleporno la nipote predilettamoglie troia al parcheggiofetish footsborrielloracconti coppie bisexstorie di perettescabio di coppiaporno racconti transracconti di cazziinculata cavalloracconti transexiraccontidimilùincesti in italianoscoparsi la mogliela mia fidanzata nudapissing scatfarsi vedere nudoesibizionisti in macchinasesso eroticiracconti ponononno scopa badanteho sverginato mia cuginatrio eroticoerptici raccontidominazione raccontiracconti erotici femminilizzazioneprimo rapporto analegiocare con la figapissing tra donneconfessioni incestoaspirante cuckoldnonno scopa nipote gaysessosubitotroie nonnela troia di mammacoppia matura cuckracconti eriticigodi porcoinculata per scommessami piace nel culoracconti seximassaggiatore per mia mogliestorie di masturbazione femminilesesso a magalufimprestatoracconti ziemariti cucksapore sborrapapa che scopano con le figlietrans eroticoracconti sex gratisracconti erotici prime esperienze